Sei in: Home >> Sbarramenti di ritenuta e bacini d'accumulo

Salta menu
Indice
Home

Sbarramenti e Bacini

Sbarramenti di ritenuta e bacini d'accumulo

Si rende noto che recentemente è modificato il quadro normativo in materia di realizzazione e gestione di invasi di ritenuta e di accumulo di dimensione inferiore a 15 m di altezza e 1.000.000 m3.
La L.R. n°64 del 05/11/2009 "Disciplina delle funzioni amministrative in materia di progettazione costruzione ed esercizio degli sbarramenti di ritenuta e dei relativi bacini d'accumulo e il relativo Regolamento di attuazione (Decr.P.G.R. del 25/02/2010 n°18/R) inquadrano le responsabilità dell'ente amministrativo competente e dei proprietari degli invasi. Una degli adempimenti più significativi è quello dell'art. 11 della Legge 64/09 che riporta come entro 180 giorni dalla entrata in vigore del regolamento di cui sopra (avvenuta in data 18 Marzo 2010) i proprietari o comunque i soggetti che a qualunque titolo eserciscono l'opera sono tenuti a inoltrare alla Provincia territorialmente competente denuncia di esistenza. Si invitano pertanto tutti i soggetti interessati a prendere visione di detta normativa e a provvedere agli atti dovuti.

Le disposizioni introdotte con la legge regionale numero 64 del 5 novembre 2009 e con il suo regolamento di attuazione, approvato con decreto del presidente della Giunta regionale il 25 febbraio, ed entrate in vigore dal 18 marzo 2010 sono state modificate con la Legge Regionale del 29 marzo 2013 n.11/pubblicata sul bollettino n.13 dell’29/03/2010 e pertanto vigente dal 23/03/2013.

La novitŕ più significativa consiste nello slittamento al 31.03.2014 delle scadenze inerenti l’obbligo di presentazione di denuncia d’esistenza alla Provincia territorialmente competente per i proprietari e i soggetti che gestiscono gli invasi.