Login

MET


Comune di Certaldo
Certaldo. Novelle del Boccaccio: i sapienti motti che smascherano ipocrisia e avarizia
Venerdì 10 gennaio in Casa Boccaccio le prime letture del 2020
Prima lettura del 2020 per "Si racconta le novelle del Boccaccio", il ciclo di lettura integrale del Decameron da poco ripartito dalla prima giornata.

Venerdì 10 gennaio, ore 21.30, Ilaria Landi legge “Confonde un valente uomo con un bel detto la malvagia ipocresia de' religiosi.” (Giornata I, Novella 6) e a seguire Filippo Belli legge “Bergamino con una novella di Primasso e dello abate di Clignì onestamente morde una avarizia nuova venuta in messer Can della Scala.” (Giornata I, Novella 7).

Le letture saranno intervallate dagli intermezzi musicali di Alessio Montagnani alla chitarra.

L’Oranona Teatro, formazione teatrale nata nei laboratori comunali di Certaldo - oggi gestiti da Associazione Polis - è diretta da Carlo Romiti. Una lettura del Decameron affidata quindi ad attori di Certaldo e di Valdelsa, ovvero le voci “eredi” di quella del Boccaccio, voci che, come ama dire Romiti “leggono oggi il Decameron nel modo più simile a come lo avrebbe potuto leggere lui”. Gli intermezzi musicali sono a cura di Damiano Santini, eseguiti da maestri ed allievi della scuola di musica Polis, per un evento culturale tutto made in Certaldo.

“Viviamo in un mondo frenetico, anche per questo abbiamo impostato il nostro progetto artistico in modo filologico e "cenacolare" e non come maratona – spiega Carlo Romiti – una lettura periodica ma "lenta" delle 100 novelle del Decameron, una novella al mese, tranne che in estate quando ci sono sempre troppi eventi e conviene ritirarsi. L'idea di fondo è leggere Boccaccio a Certaldo come se si fosse a veglia, in un cenacolo, in una "compagnia" come quelle per le quali il Decameron veniva letto al tempo. Il suo messaggio ci arriva chiaro oggi più che mai, la sua capacità di descrivere uomini e donne, di evidenziare vizi e virtù, e soprattutto di esaltare l’umanità come valore primario, sono sempre attuali”

Il progetto è sostenuto dal Comune di Certaldo e dall'Ente nazionale Giovanni Boccaccio, ente che promuove il lavoro de L'Oranona su Boccaccio e su altri testi classici della letteratura italiana in Italia e all’estero.

L'ingresso alla serata è libero ma i posti limitati, si consiglia di prenotarsi allo 0571 663580. Info: www.oranona.it

08/01/2020 9.40
Comune di Certaldo


 
 

Google


Vai al contenuto