Login

MET


Comune di Tavarnelle Val di Pesa
La memoria dell’’800 rivive nel tessuto urbano di Tavarnelle
Investimento da 660mila euro per il restyling di un intero quartiere del centro storico. Tra alcuni mesi prenderà il via l’opera di rifacimento e adeguamento di via Naldini
Il Comune di Tavarnelle recupera lo spirito, la tradizione, la storia di un pezzo del paese, nato nell'Ottocento lungo la strada che fino a qualche secolo fa era popolata da mercanti, osterie e viandanti. Torna la memoria tavarnellina attraverso un’ampia e complessa riqualificazione del quartiere di via Naldini, con il lampione di respiro londinese posto al bivio, la piazzetta dell’antico pozzo nei pressi dell’asilo Corti, il restyling di un’area che rappresenta uno dei luoghi fulcro sul piano sociale e commerciale del capoluogo. L’intervento, uno dei più rilevanti del programma delle opere pubbliche, è stato presentato ieri sera alla cittadinanza dal sindaco David Baroncelli, dal consigliere comunale delegato ai Lavori Pubblici Roberto Fontani e dal responsabile del settore Lavori Pubblici Renato Beninati in occasione di un incontro organizzato dal Comune nella sala consiliare Luigi Biagi. Un investimento complessivo da 660mila euro con il quale la giunta Baroncelli, in collaborazione con Publiacqua e grazie al supporto dell'Unione comunale, mette in atto non solo il rifacimento della strada, con la realizzazione dei sottoservizi e della rete fognaria e acquedottistica, ma interverrà sulla vivibilità di un intero asse urbano dell'antica via di Tavarnelle ponendo attenzione alle esigenze ambientali, di accessibilità e decoro urbano.

“Ci ispiriamo al passato – commenta il sindaco David Baroncelli - per dare nuova vita ad un intero quartiere pieno di ricordi, testimonianze, ricco di storia e dove oggi, come qualche secolo fa, continua a pulsare l’identità di un luogo vocato all’accoglienza. Lungo la strada che si inerpica fino al Borghetto trovano spazio infatti l'asilo infantile Corti, la Rsa Torrigiani e gli ambulatori medici della Misericordia”. Tanti gli interventi legati al progetto di rifacimento e adeguamento di via Naldini. “Oltre all'illuminazione pubblica di foggia antica a led, tesa al risparmio energetico, l'opera interverrà sull'accessibilità della strada con l'abbattimento delle barriere architettoniche – aggiunge il sindaco – realizzeremo camminamenti pedonali lungo la strada che sarà più agevolmente collegata al Borghetto, riqualificheremo l'antico pozzo di origine ottocentesca e la piazzetta antistante come area di sosta, punto di aggregazione corredato di panchine”. In base ad una convenzione, al momento in corso, Publiacqua contribuirà alla realizzazione dell’opera con il rifacimento della rete acquedottistica compresa nel tratto di strada interessato. “Per ridurre il più possibile i disagi ai cittadini – aggiunge il consigliere Roberto Fontani – suddivideremo il cantiere in più lotti prevedendo la chiusura della strada a tratti. La giunta ha approvato il progetto esecutivo e procederà all’affidamento dei lavori nel corso della primavera. L’opera sarà conclusa nei mesi autunnali del 2017”. “L’idea di poter passeggiare e andare su pe’ Fitti – conclude il sindaco - come si usava dire fino a qualche anno fa per indicare una zona diversa da quella centrale, è il filo rosso che attraversa questo progetto e affida al tema della memoria storica il valore aggiunto di un territorio capace di rigenerarsi, di reinterpretare il tessuto urbano in chiave moderna e in linea con le esigenze della contemporaneità”.

11/01/2017 16.35
Comune di Tavarnelle Val di Pesa


 
 

Google


Vai al contenuto