Login

MET


Asl Toscana Centro - Pistoia
Dal Consiglio straordinario sulla sanità a Pistoia risposte rassicuranti e in arrivo nuovi servizi
L'incontro si è svolto nella Sala Maggiore del Comune di Pistoia
Entro l’estate inizierà a prendere forma la Casa della Salute nell’area del Ceppo. A fine luglio quello che un tempo era il “padiglione nuovo degenze” sarà pronto ad accogliere il Cup e il centro prelievi (che lasceranno la parte monumentale storica) in ambienti nuovi e completamente ristrutturati e a settembre il servizio dipendenze ed, inoltre, tutti gli edifici prospicenti via degli Armeni saranno ristrutturati. Sempre entro l’estate i posti letto delle cure intermedie passeranno dagli attuali 14 a 34, così da garantire la continuità assistenziale ai pazienti più fragili, sia un punto di vista clinico che sociale, e agli anziani. Il potenziamento dei servizi territoriali passerà anche dalla sperimentazione di un nuovo modello organizzativo: ai pazienti in assistenza domiciliare sarà dedicato l’infermiere di famiglia attivo 12 ore al giorno.

Novità anche per quanto riguarda l’assistenza ospedaliera: rimodulazione dei percorsi interni e dei setting di ricovero e reparti operativi sette giorni su sette, anche e soprattutto per quanto riguarda la dimissione degli ammalati, e l’apertura fino a dodici ore al giorno dell’attuale CORD – il servizio di riferimento regionale per i malati oncologici e, sempre nell’ambito delle cure ai pazienti con patologia tumorale, a partire dal prossimo 1 marzo sarà disponibile anche il secondo acceleratore lineare e, infine, risorse specifiche destinate allo sviluppo della chirurgia come avviene in tutti presidi ospedalieri.

Sono queste le risposte che i vertici aziendali dell’Azienda Usl Toscana centro hanno dato nel corso del Consiglio Comunale straordinario sulla sanità che si è svolto oggi nella Sala Maggiore del Comune di Pistoia.

Erano presenti il direttore sanitario Roberto Biagini, il direttore della zona distretto pistoiese Daniele Mannelli, il direttore sanitario dell’ospedale San Jacopo Giacomo Corsini e il direttore manutenzione e investimenti ingegnere Ermes Tesi che hanno ringraziato i Consiglieri per l’opportunità di spiegare direttamente le nuove progettualità che riguardano il territorio pistoiese: dal piano occupazionale, alla programmazione delle nuove attività integrate a livello locale e aziendale, alla nomina dei nuovi incarichi di responsabilità per i direttori delle strutture complesse (primari) e semplici fino ai temi d che hanno riguardato lo sviluppo dei servizi territoriali e le criticità evidenziate sulla struttura ospedaliera.


Biagini ha ribadito che l’istituzione della nuova Azienda USL Toscana centro è stata realizzata proprio per migliorare l’accesso alle prestazioni da parte dei cittadini integrando i percorsi e mettendo in sinergia i professionisti. “Con la nuova Azienda Sanitaria i confini tra le quattro ex aziende – Firenze, Prato, Empoli e Pistoia -, sono stati superati per realizzare una sanità più uniforme e che garantisca a tutti le stesse opportunità indipendentemente dal territorio di provenienza.”.A questo proposito vanno ricordati i percorsi di fast track che presto saranno estesi a tutte le discipline e che garantiscono visite specialistiche entro massimo 72 ore in qualsiasi struttura aziendale indipendentemente dal luogo di residenza del cittadino.

Biagini ha inoltre ringraziato tutti gli operatori per il quotidiano impegno e per quello straordinario che viene garantito nei momenti di criticità al fine di mantenere il costante livello delle prestazioni da erogare ai cittadini.


Entro il prossimo autunno, ha garantito Mannelli, avremo un intervento decisivo nel ridisegno e nel potenziamento dei servizi sanitari, territoriali sociosanitari per la città di Pistoia. Mannelli ha spiegato che già da due anni è attiva una équipe infermieristica dedicata per l’assistenza a pazienti oncologici, terminali e per i casi ad elevata complessità assistenziale, attiva 7 giorni su 7 in presenza attiva e pronta disponibilità. A questi servizi ne saranno affiancati altri, con ulteriori investimenti sul territorio come ad esempio la sperimentazione di un servizio di emergenza e urgenza sociale che dovrà funzionare 24 ore al giorno.


Per quanto riguarda il San Jacopo Corsini ha spiegato che l’intervento di riallineamento delle dimissioni dai reparti con le esigenze del pronto soccorso, ha migliorato il percorso del paziente in emergenza e urgenza e il ricovero. Nella distribuzione dei posti letto ha annunciato che dalla metà di marzo sarà realizzato un nuovo setting di ricovero medico con una disponibilità complessiva di 18 posti letto per aumentare ulteriormente la capacità ricettiva di area medica e nel contempo garantire l’attività chirurgica con la realizzazione di un nuovo setting di Day e Week Surgery.


Contestualmente al trasferimento dei primi servizi nella nuova Casa della Salute del Ceppo saranno completate, entro l’autunno 2018 le demolizioni: l’Azienda ha confermato l’impegno con la conclusione della gara entro marzo e l’avvio dei lavori tra aprile e maggio per un importo complessivo di 5 milioni di euro. L’ingegnere Tesi ha poi ribadito che tutti i lavori previsti nell’area del Ceppo saranno realizzati: dall’allestimento del sistema museale, al restauro di alcune palazzine e al recupero degli immobili in cui saranno trasferiti altri servizi dell’Azienda.

17/02/2017 17.50
Asl Toscana Centro - Pistoia


 
 

Google


Vai al contenuto