Login

MET


Unione Comuni Valdarno Valdisieve
“L’archivio preunitario del Comune di Londa” domenica la presentazione della pubblicazione e del progetto didattico
Realizzato con la collaborazione dell’Amministrazione dell’Istituto Comprensivo Desiderio da Settignano

Un patrimonio dal valore inestimabile che racconta dal 1500 in poi tutte le vicende legate al comune di Londa. Si tratta dell’Archivio Storico di Londa e delle sue Comunità unificate dal Gran Duca Leopoldo in un unico comune il 9 settembre del 1776 e che si trova nell’edificio scolastico di via Roma al di sotto della Biblioteca Comunale di Londa.
Basandosi su questo materiale è nata una pubblicazione che si intitola proprio “L’archivio preunitario del Comune di Londa” e, legati a questa, anche due progetti didattici indirizzati alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado. La pubblicazione e i percorsi didattici sono il frutto del lavoro di Veronica Vestri, l’archivista che aveva provveduto alla catalogazione e alla sistemazione dell’archivio, un progetto finanziato al Comune dallo SDIMM, il Sistema Documentale Integrato dell’Unioni Comuni Mugello e Valdarno Valdisieve. Grazie al bando presentato dall’Amministrazione Comunale di Londa per la Festa della Toscana 2016 in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Desiderio da Settignano e il contributo ottenuto dal Consiglio Regionale, è stato possibile affidare alle stampe il lavoro di archiviazione dei documenti e creare i percorsi di conoscenza della storia per le scuole. La Pubblicazione e i due progetti didattici, la storia attraverso i toponimi e gli statuti, saranno presentati domenica 19 marzo alle 17 nella Sala del Consiglio Comunale in un incontro aperto a tutti.

I primi atti presenti nell’archivio risalgono al 1527 e parlano delle storie e delle famiglie che popolavano questo territorio partendo dal capoluogo, ma estendendosi, poi, alle comunità de La Rata, San Leolino, Vicorati, Vierle, Petroio, Caiano e Fornace. Non mancano i testi dedicati all’organizzazione dei territori e dei loro abitanti e gli statuti che contenevano le regole che queste località si erano date. Di grande interesse anche il registro matricolare dei soldati londesi, arruolati nella Guardia Nazionale dopo l’Unità d’Italia e tante altre storie che potranno essere ritrovate nel volume di Veronica Vestri.

“L’Archivio storico – spiegano il Sindaco di Londa Aleandro Murras ed il Vicesindaco con delega alla Cultura Barbara Cagnacci - è la scatola del nostro passato e rappresenta le origini della storia, personale e collettiva, dei governi locali e dei cittadini. E’ una testimonianza viva di quello che è stato e di come le decisioni dei potenti, quelle che i libri di storia riportano, si ripercuotono nelle relazioni, nei luoghi, nella struttura familiare, nel tessuto economico, nella distribuzione della popolazione e nelle sue caratteristiche. Questa pubblicazione vuol far diventare i documenti racchiusi tra le pareti silenziose dell’Archivio un patrimonio conosciuto a tutti; vuol stimolare la curiosità e alimentare la passione per la conoscenza del passato”.

Alla presentazione di domenica interverranno: oltre a Veronica Vestri autrice e ideatrice dei percorsi didattici, Gabriella Todros della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana, il Sindaco e Vicesindaco Aleandro Murras e Barbara Cagniacci, la Vice Direttrice dell’Istituto Comprensivo Desiderio da Settignano Maria Pina Magliocca, la Responsabile dell’Ufficio Cultura e Pubblica Istruzione e curatrice del progetto Letizia Cecchini.

16/03/2017 12.29
Unione Comuni Valdarno Valdisieve


 
 

Google


Vai al contenuto