Login

MET


Città Metropolitana di Firenze
Firenze, Laura Carpini Consigliera diplomatica del Sindaco della Città Metropolitana
Vantaggio competitivo nel marketing territoriale, nei porgetti europei e la promozione delle imprese, come anche di attrarre investimenti, nel quadro di una strategia di internazionalizzazione del territorio. Supporto alle attività dei Comuni
L'Ambasciatrice Laura Carpini è stata nominata Consigliera diplomatica del Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella. Grazie a questo nuovo incarico, la Metrocittà sarà rappresentata nelle attività internazionali e aiutata nella conduzione dei gemellaggi - oltre 150 attivata dai Comuni e degli enti locali del territorio - a vantaggio delle relazioni economiche e culturali, in raccordo con il Ministero degli Affari Esteri e, più in generale, della rete diplomatica della Penisola. Decisivi i rapporti con l'UE e le opportunità da essa offerte per la crescita dei territori, nell'ambito di una nuova strategia di internazionalizzazione delle Città metropolitane, "una necessità avvertita come importante anche dalla Farnesina", ha spiegato Carpini. Il Sindaco Nardella ha presentato stamani la Consigliera Carpini all'Assemblea Metropolitana e alla Conferenza dei Sindaci riunite per l'approvazione del Piano Strategico del nuovo ente.
Una norma statale prevede che i funzionari diplomatici possano essere collocati fuori ruolo anche presso Regioni e Città Metropolitane per il disimpegno di funzioni attinenti alle relazioni internazionali e all'internazionalizzazione delle imprese. Questo ha consentito al Sindaco di affidare l'incarico. Per la Metrocittà di Firenze l'attività della Consigliera diplomatica rappresenta un vantaggio competitivo nel marketing territoriale, nei progetti europei, nella promozione delle imprese e nel compito di attrarre investimenti.

Fiorentina, laureatasi nel 1992 Laura Carpini è entrata in servizio al Ministero degli Esteri nel 1994. Nel 1998 il primo incarico come Vice Console a New York fino al 2002. A Cuba fino al 2006, è poi tornata in Italia, a Roma, per occuparsi di Diritti Umani fino al 2010, portando al successo, nel 2007, la prima risoluzione sulla moratoria delle esecuzioni all'Assemblea Generale dell'ONU. Gli ultimi due incarichi li ha svolti in India, in qualità di responsabile dell’ufficio commerciale a New Delhi, e in Ghana come Ambasciatrice, con accreditamento secondario in Togo.

05/04/2017 9.53
Città Metropolitana di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto