Login

MET


Redazione di Met
In Palazzo Medici Riccardi appuntamento con “Carte Vive”
Giovedì 11 maggio alle ore 17.00 un incontro a più voci dedicato alla critica letteraria
Elena Gurrieri
Giovedì 11 maggio alle ore 17.00 presso la Sala Pistelli in Palazzo Medici Riccardi appuntamento con “Carte Vive” un incontro a più voci dedicato alla critica letteraria con gli interventi di Michele Brancale, Roberto Corsi, Elena Gurrieri e Maria Valeria Sanfilippo coordinati da Paola Lucarini Poggi.
L’evento ad ingresso libero è organizzato dall’Associazione Sguardo e Sogno che quest’anno festeggi i suoi venti anni di attività, l’associazione I Libristi giornalisti - scrittori toscani ed è promosso da La Città Metropolitana.
“Carte vive. Esercizi di critica militante : 2004 -2015” edito da Pagliai è anche il titolo dell’ultimo libro pubblicato da Elena Gurrieri che raccoglie il corpus degli interventi di critica militante che la studiosa ha pubblicato su varie riviste di italianistica contemporanea in un decennio di ricerca. Quale responsabile della Biblioteca Archivio del Seminario Vescovile fiorentino Elena Gurrieri ha condotto il lavoro di catalogazione delle cinquecentine del Fondo Antico ed è stata curatrice dell’edizione in facsimile del celebre “Codice Rustici” il manoscritto quattrocentesco, da sempre considerato una testimonianza fondamentale per la conoscenza della Firenze del ‘400 e finalmente accessibile ad un pubblico più ampio.
Insieme alla scrittrice fiorentina, Roberto Corsi poeta e blogger che leggerà alcune sue liriche e Maria Valeria Sanfilippo autrice del libro “La fortuna scenica di Luigi Capuana” pubblicato da Sciascia editore, un lavoro di ricerca in cui la giornalista e italianista catanese, attraverso carteggi, lettere e recensioni sulle opere teatrali di Luigi Capuana restituisce l’ambiente e il clima del pubblico e della stampa dallo scrittore definiti “duplice bestia nera”, in occasione delle rappresentazioni teatrali dei suoi drammi.

08/05/2017 17.23
Redazione di Met


 
 

Google


Vai al contenuto