Login

MET


Accademia di Belle Arti di Firenze
L’Accademia si trasforma in un ART CAFFÈ con l’ottava edizione di STARTpoint
Dal 17 ottobre al 23 novembre ogni martedì e giovedì l'Accademia si apre alla città per micro incontri sulle arti e la cultura contemporanee. Primo appuntamento martedì 17 ottobre alle 14.30 con Cesare Pietroiusti
Una pausa caffè in compagnia di artisti della materia e della parola. È l’invito che l’Accademia di Belle Arti di Firenze rivolge alla città aprendo la sua sede in via Ricasoli 66 dal 17 ottobre al 23 novembre ogni martedì e giovedì (dalle 14.30 alle 15.15) per brevi incontri con artisti, designer, poeti e filosofi.

Si chiama STARTpointCAFFÈ ed è l’ottava edizione della rassegna d’arte e cultura nata nel 2009 su iniziativa di Paolo Targetti con il nome di STARTpoint, un evento poliedrico capace di alternare esposizioni e performance a incontri con i protagonisti dell'arte e della cultura del nostro tempo.

Ideato da Anna Luppi, docente di Anatomia e Fenomenologia del corpo all’Accademia di Belle Arti di Firenze, con la consulenza esterna di Arabella Natalini e di Stefano Velotti, il ciclo di incontri STARTpointCAFFÈ porterà nel Chiostro dell’Accademia, eccezionalmente aperto al pubblico per l’occasione, artisti, professionisti e uomini di cultura per incontri della durata di quarantacinque minuti alla scoperta delle idee e delle esperienze che costellano la produzione artistica contemporanea.

Gli incontri nel contempo fungeranno anche da tutorial live per docenti e studenti dell’Accademia che saranno chiamati a uno sforzo creativo collettivo: l’ideazione e realizzazione di un’unica installazione capace di racchiudere in sé il significato stesso della collaborazione, della condivisione e del confronto: un Caffè, che sarà inaugurato a conclusione della rassegna il 25 novembre.

Il programma degli appuntamenti inizia martedì 17 ottobre alle 14.30 con Pratiche collaborative, relazione con il contesto, creazione della mente di gruppo, un incontro con Cesare Pietroiusti, artista concettuale tra gli esponenti più brillanti della pratica performativa e relazionale, che negli anni ha concentrato il suo lavoro sui paradossi che si creano nelle pieghe dei sistemi economici. A partire dal 2004 Cesare Pietroiusti ha trasformato altrui banconote; distribuito gratuitamente migliaia di disegni; ingerito banconote al termine di un’asta per poi restituirle al proprietario dopo l’evacuazione; aperto negozi in cui la merce in vendita sono banconote e la valuta con cui si possono acquistare è lo sguardo dell’acquirente. Ha poi allestito mostre in cui le opere sono in vendita non in cambio di denaro, ma delle idee o delle proposte dei visitatori.

Giovedì 19 ottobre, sempre dalle 14.30 alle 15.15, STARTpointCAFFÈ ospiterà Claudio Marra, ordinario di Storia della fotografia al DAMS di Bologna, con La fotografia: l'invenzione dell'arte collettiva per una riflessione sull’autorialità in fotografia. La ricerca di Marra ha riguardato la fotografia di moda (Nelle ombre di un sogno, Milano 2004), i problemi teorici legati al passaggio al sistema digitale (L’immagine infedele, Milano 2006), gli intrecci fra fotografia e arti visive (Fotografia e pittura nel Novecento (e oltre), Milano 2012 e Fotografia e arti visive, Roma 2014) fino a una sintetica riflessione sulla vicenda complessiva del mezzo (Che cos’è la fotografia, Roma 2017).

Il 24 ottobre sarà la volta di Stefano Velotti, docente di Estetica a La Sapienza, con Convivialità. Istruzioni per l’uso, mentre giovedì 26 STARTpointCAFFÈ vedrà la partecipazione di Chiara Camoni, artista visiva e co-fondatrice di MAGra, l’insolito e inaspettato Museo d’Arte Contemporanea immerso nella natura di Granara (Pr).

Gli incontri proseguiranno, poi a novembre con Ubaldo Fadini, Virgilio Sieni, Adolfo Natalini, Lorenzo Romito, Sergio Risaliti, Vittorio Corsini, Valerio Magrelli, con la promessa di ritornare, poi, in primavera con un nuovo ciclo e nuovi ospiti.

STARTpointCAFFÈ si svolge con il contributo della Regione Toscana nell’ambito di Toscanaincontemporanea2017.

Tutte le fasi dell’evento sono state seguite da un team di studenti, a partire dal laboratorio di Grafica che ha realizzato l’immagine coordinata di STARTpointCAFFÈ, fino al supporto nell’organizzazione, documentazione video-fotografica, e comunicazione social.

L’ingresso agli eventi è sempre libero e gratuito fino a esaurimento posti. Per l’occasione saranno offerti caffè e bevande calde. In caso di maltempo gli incontri si svolgeranno al coperto.

È possibile seguire l’evento sui social con l’hashtag #StartPointCaffè e su facebook.com/startpointevento/

12/10/2017 18.04
Accademia di Belle Arti di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto