Login

MET


Redazione di Met
Al giovane ‘scienziato’ Valerio Pagliarino la “Chiave dell’Amicizia” 2017 della Unione Imprese Storiche Italiane
La cerimonia si è tenuta a Villa Bardini Firenze. Premiato lo studente astigiano vincitore del concorso della UE per il progetto di banda larga nei luoghi del Digital divide
E’ stata consegnata a Valerio Pagliarino, 17enne studente astigiano vincitore del concorso Giovani Scienziati della UE, la “Chiave delll’Amicizia” 2017 della Unione Imprese Storiche Italiane, riconoscimento che ogni viene attribuito a un personaggio che si è distinto nel campo sociale, scientifico o culturale.

La cerimonia si è tenuta a Villa Bardini Firenze nel corso di una serata organizzata dalla Unione Imprese Storiche Italiane, associazione che abbraccia i brand ultracentenari del Made in Italy, aziende depositarie di eccellenti tradizioni e animate da un forte spirito di innovazione.

E’ un giovane e brillante innovatore in campo scientifico il destinatario de “La Chiave dell’Amicizia” 2017, Valerio Pagliarino, studente del liceo scientifico Pellati di Nizza Monferrato che grazie al progetto “LaserWan: connessione a banda ultralarga laser” ha brevettato un’invenzione per portare la connessione internet più veloce nei luoghi remoti del pianeta.

“Quest’anno abbiamo voluto premiare un giovane italiano che rappresenta un’eccellenza scientifica del nostro Paese e un patrimonio dell’umanità, capace di realizzare un progetto che riveste anche una forte valenza sociale” ha detto il presidente dell’Unione Imprese Storiche Italiane Eugenio Alphandery. “Sono onorato di ricevere questo premio da un’associazione così prestigiosa – ha aggiunto Valerio Pagliarino – Ho realizzato il mio progetto partendo da un’idea semplice, sono contento di aver ricevuto molte attenzioni in campo internazionale, a conferma che quello del Digital divide è ancora oggi un problema di grande attualità”.

Nel corso della serata è stata anche conferita la presidenza onoraria dell’Unione a Franco Torrini, fondatore, ispiratore e presidente dal 2000 al 2012 dell’associazione dei marchi longevi del Made in Italy. “E’ oggi una soddisfazione notare come l'Unione si sia sviluppata sul territorio nazionale con il suo motto ‘unisci e persevera’, un motto che evidenzia la straordinaria resilienza dei nostri associati”.

All’incontro di Villa Bardini ha salutato gli ospiti il Presidente della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron Jacopo Speranza che ha sottolineato come ‘’questo incontro si inserisce nel percorso di apertura di Villa Bardini alle realtà più dinamiche del territorio’’. Hanno inoltre partecipato, oltre agli associati dell’Unione, il vicesindaco di Firenze Cristina Giachi, l’assessore comunale allo sviluppo economico Cecilia Del Re, autorità civili e militari, e alcuni consiglieri della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

13/12/2017 11.33
Redazione di Met


 
 

Google


Vai al contenuto