Login

MET


Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci
Design Italiano: dal dopoguerra ad oggi
Conferenza di Isabella Patti su Italian Landscape
Partendo dalle prime Triennali di Monza, dai primi contribuiti in campo dell’editoria di Giò Ponti e Guido Marangoni e dalla grande stagione artistica dei Futuristi, sarà evidenziato il cosiddetto “modus italiano” del design che lo caratterizza nell’essere una pratica fortemente connotata dal punto di vista artigianale e creativo, e da quello simbolico ed estetico. Passando dai grandi nomi del “bel design italiano (Ponti, Munari, Magistetti, Zanuso, Mari, Bellini, Sottsass, Colombini, Colombo e altri), si evidenzierà l’aspetto eclettico e innovativo del design del nostro paese, conclamato internazionalmente grazie alla mostra tenuta a New York nel 1972 dal titolo “Italy: the New Domestic Landscape”.

Isabella Patti, storico dell’Arte e del Design, si è laureata a Firenze nel 2005; nel 2012 ottiene il titolo di Dottore di Ricerca in Design, Ambiente e Storia; nel 2014 consegue l’Abilitazione Scientifica Nazionale a professore di seconda fascia. Svolge attività didattica c/o il Dipartimento di Architettura DIDA dell’Università di Firenze per i corsi di Storia del Design (CdL in Disegno Industriale), Storia dell’arredo (Master in Interior Design), Storia dell’arte Moderna e Contemporanea (CdL Design Navale, Genova); è impegnata in ricerche scientifiche sul tema dell’evoluzione degli oggetti e della loro lettura storico-critica, con uno specifico interesse ai Game Studies, e alle teorie del Game Design.

Ingresso
5 euro singolo incontro
4 euro soci Centro Pecci
Ingresso libero per disoccupati e studenti di ogni ordine e grado (documentati)

Per maggiori informazioni clicca il seguente link: www.centropecci.it ?

13/03/2018 13.24
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci


 
 

Google


Vai al contenuto