Login

MET


Comune di Firenze
Il 46° Passatore si corre il 26 e 27 maggio 2018. 3025 iscritti, è record degli anni duemila
Presentato dall'assessore allo sport Andrea Vannucci, dal presidente dell’Asd 100 km del Passatore Giordano Zinzani e dal sindaco di Fiesole Anna Ravoni


La 46° edizione della 100 km del Passatore, anche quest'anno denominata “Le vie del Sangiovese”, è promossa ed organizzata dall'associazione faentina 100 km del Passatore insieme all'omonima Società del Passatore, Uoei, Admo, Csen e Cai, Consorzio Vini di Romagna, ai Comuni di Faenza, Firenze, Fiesole, Borgo San Lorenzo, Marradi e Brisighella, e alle Province di Ravenna e Firenze. La corsa è stata presentata dall'assessore allo sport Andrea Vannucci, il presidente dell’Asd 100 km del Passatore Giordano Zinzani, il capo area mercato del Banco Fiorentino Gianluca Bresci, l’agente Saucony di riferimento per la Regione Toscana Francesca Cherubini, la project manager business unit sport per Ekis, the coaching company, Amanda Tattini e il preparatore atletico Fulvio Massini, fresco autore del libro “Tipi che corrono”.

“L'organizzazione di una manifestazione come questa necessita di un grande lavoro di squadra. La 100 chilometri del Passatore quando nacque era una gara unica nel suo genere – ha ricordato l'assessore allo sport Andrea Vannucci – mentre adesso di ultramaratone ce ne sono tante in giro per l'Italia ma questa è rimasta la più ricca di fascino e di storia. Ha un tracciato sul quale chi è specialista di questa disciplina si deve, prima o poi, misurare. Una manifestazione che unisce due città: che parte dal cuore di Firenze e arriva nel cuore di Faenza e unisce due regioni: la Toscana e l'Emilia Romagna. Una corsa da un fascino particolare che, è la novità di quest'anno, partirà da piazza Duomo”.

I relatori presenti, insieme al significato sportivo, agonistico e tecnico della corsa, ne hanno ricordato il valore sociale, in particolare quale evento di collegamento fra le già citate città d’arte e le rispettive regioni, dalla grande tradizione culturale ed economica. Anche quest'anno Consorzio Vini di Romagna ha voluto abbinare lo slogan “le vie del Sangiovese” alla manifestazione, in omaggio alle strade percorse dai partecipanti durante il tracciato che lega la Toscana alla Romagna, terre dove viene coltivato il vitigno “Sangiovese” e dal quale vengono ricavati vini d'alta qualità come il Chianti (in Toscana) e il Sangiovese (in Romagna). A meno di due settimane dalla partenza, prevista per sabato 26 maggio, alle 15, da Piazza del Duomo a Firenze, risultano 3025 gli atleti attualmente iscritti (erano 2.893 all’edizione 2017), stabilendo il record degli anni 2000. Tra loro si contano oltre 480 donne, circa 1350 esordienti, 406 toscani (dei quali oltre 185 fiorentini), oltre 560 emiliano romagnoli ed oltre 50 atleti provenienti da 26 nazioni straniere: Argentina, Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Capo Verde, Croazia, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, G.B., Hong Kong, Irlanda, Malta, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica di San Marino, Romania, Russia, Slovenia, Svezia, Svizzera e USA. Davvero numerosa, quest’anno, la presenza di runners finlandesi, tedeschi, capoverdiani e sloveni. Iscritti anche 11 praticanti del nordic walking, disciplina che assegnerà il settimo titolo italiano Csen di specialità. A sfidare il recordman Giorgio Calcaterra, vincitore delle ultime 12 edizioni e detentore del record maschile in 6h25’47’’, oltre che vincitore di tre titoli mondiali, troviamo il vianese Andrea Zambelli (2° al ‘Passatore’ 2017 e 4° nel 2015), il brisighellese Marco Serasini (4° alla Firenze-Faenza 2017 e 3° nell’edizione 2013), l’iseano Marco Ferrari (2° al ‘Passatore’ 2016 e 3° alla 50 km di Romagna 2018), il mestrino Marco Boffo (4° alla Firenze-Faenza 2012 e 2° nel 2008), i capoverdiani José Daniel Vaz Cabral (1° alla Rüninger 24-Stundenlauf 2017 e due volte vincitore della Boa Vista Ultramarathon) e Nataniel De Jesus Semedo Moreira (vincitore Boa Vista Ultramarathon ’17), il faentino Mirco Gurioli (6° al ‘Passatore’ 2016), il rocchigiano Matteo Lucchese (fresco vincitore della 100 km di Seregno, 2° alla 50 km di Romagna 2018 e due volte vincitore della Pistoia-Abetone Ultra-marathon), il tedesco Hoffmann Benedikt e l’inglese Grantham Lee. In campo femminile troviamo la tre volte vincitrice della Firenze-Faenza, nonché terza assoluta nel 2016 e detentrice del record femminile, Nikolina Sustic, oltre alle connazionali croate Marija Vrajic (due volte vincitrice tra le donne nel ’13 e ’14) e Radmila Maksimovic. La 46^ 100 km del Passatore è resa possibile anche grazie agli sponsor Consorzio Vini di Romagna, BCC Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese, Banco Fiorentino, Coop Alleanza 3.0, Natura Nuova, Gruppo Hera, Moreno Motor Company, Decathlon, Friliver Sport e Saucony (sponsor tecnici della Cento), Conserve Italia, Deco e Orva. Come ogni anno, tantissime sono le associazioni di volontariato e i Servizi Sanitari che prestano il loro servizio alla realizzazione della Firenze-Faenza. L’edizione 2018 potrà contare su ADMO sezione di Faenza, sul Comitato Provinciale CSEN Ravenna, sul Servizio Sanitario di CRI Faenza, sul Coordinamento delle Misericordie dell’Area Fiorentina, su Astrea Medical Center di Faenza e sulla Scuola per Operatori Sanitari non medici Faenza. Il Servizio centro elaborazione dati sarà curato da Evoluzioni Web Società Cooperativa mentre, il cronometraggio e l’elaborazione dati verrà curato da SDAM – Sport Data Management: Champion Chip. Il servizio interpreti sarà a cura del Liceo Linguistico E. Torricelli – Faenza. Per quanto riguarda i premi della Cento, oltre a quelli di classifica, sono previsti riconoscimenti anche per i recordman maschile e femminile, per i gruppi podistici e per il vincitore del Gpm “Francesco Calderoni”, assegnato dall’Uoei al fondista che transiterà per primo sul Passo della Colla di Casaglia (913 metri slm, al 48° km), giungendo poi al traguardo di Faenza; il premio di miglior esordiente, dedicato alla memoria del maratoneta Simone Grassi, sarà assegnato dal fratello Davide, mentre il "Trofeo Elio Assirelli", istituito alla memoria del presidente della Associazione scomparso nel 2009, sarà assegnato alla prima donna.
Grande novità per l’edizione 2018 del ‘Passatore’ la collaborazione tra l’ultramaratona e Ekis, The Coaching Company, con un programma di lavoro tutt’ora inedito in Italia. A partire dal mese di aprile, il ‘Passatore’ e Ekis hanno fornito ai Centisti e a tutti gli iscritti alla Newsletter attraverso la pagina Facebook dei brevi video sul mental coaching, inviando strumenti che permettano loro di avere la mente come alleato durante la preparazione e, soprattutto, durante la gara per portarla a termine con successo e soddisfazione. Il programma di “allenamento mentale” prevederà anche una serie di appuntamenti in diretta sulla Pagina Facebook della Cento con gli Sport Mental Coach Ekis, oltre a due serate dedicate alla preparazione mentale prima della gara: una a Faenza, nella sala mostra presso Voltone Della Molinella, giovedì 24 Maggio 2018 alle 20.30 con la presenza di Andrea Zavaglia, mentre la seconda si terrà la sera della vigilia della corsa a Firenze, venerdì 25 alle 20.30, allo Starhotel Michelangelo con Andrea e Livio Sgarbi presenti. A causa del numero di posti limitati, è necessario effettuare l’iscrizione nella sezione eventi del sito della Cento o sulla relativa pagina Facebook. Quest’anno, gli organizzatori, prevedono in concomitanza nei punti più sfidanti della corsa (il Passo della Colla e Marradi) anche due Coaching Clinic, un vero e proprio corroborante mentale lungo il percorso. Tutti coloro che hanno un pettorale, inoltre, avranno accesso alla App “Ekis: il mental coach a portata di mano”, potendo dialogare in diretta con i mental coach presenti sul percorso al momento del bisogno. I coach, a loro volta, condivideranno contenuti di valore per i centisti che potranno anche richiederne di tipo motivazionali on-demand.

16/05/2018 17.30
Comune di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto