Login

MET


Fondazione Orchestra della Toscana
Tra Bosco e Badia: la nuova produzione estiva dell'ORT con due giovani talenti
Domani pomeriggio, giovedì 12 luglio alle ore 18.00 appuntamento nel bosco di San Marcello Pistoiese e venerdì 13 ore 21.00 la tappa alla Badia a Passignano.
Con l'ORT la bacchetta di Alessandro Cadario e l'archetto di Ferdinando Trematore, vincitore del Premio Crescendo 2017.
Parte domani un'altra produzione estiva dell'ORT e fa tappa in località Poggio del Giudeo ore 18.00 a San Marcello Pistoiese, lungo la strada Lizzanese che conduce a Spignana: torna così la XVI edizione del Concerto nel bosco.
Dopo la suggestione della musica classica nello scenario naturale per eccellenza, il bosco, l'appuntamento si sposta in un altro scenario altrettanto suggestivo come la Badia a Passignano, nel chiostro del complesso conventuale. Venerdì 13 luglio alle ore 21.15 per il secondo concerto della rassegna I Concerti di Badia organizzata dagli Amici della Musica di Tavarnelle in Val di Pesa.

Una produzione musicale che vede protagonisti per la prima volta con l'Orchestra della Toscana due giovani artisti. Sul podio Alessandro Cadario, classe 1979, attualmente direttore ospite principale dell’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” di Milano. È uno dei più interessanti direttori d'orchestra italiani della nuova generazione. Collabora con autorevoli realtà italiane – la Filarmonica della Fenice, l'Orchestra del Petruzzelli di Bari, il Maggio Musicale Fiorentino -, partecipa a progetti dedicati ai giovani e ha una gran passione per la musica contemporanea. Persona eclettica e dalle mille risorse, ha compiuto gli studi di direzione d’orchestra con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Milano, perfezionandosi con due diplomi di merito presso l’Accademia Musicale Chigiana di Siena; ha conseguito il diploma di violino, la laurea in direzione di coro e in composizione. Dirige, compone ed è collaboratore nella preparazione di FuturOrchestra – Orchestra giovanile lombarda – e dell’Orchestra Nazionale del Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili in Italia, un progetto fortemente voluto da Claudio Abbado.
Per l'occasione Cadario apre il concerto sulle note delle Danze tedesche (1824) di Schubert, nella versione per orchestra scritta da Anton Webern. Segue il famoso Concerto per violino op.64 di Mendelssohn, un evergreen dei repertori internazionali e uno dei capisaldi della letteratura per lo strumento. A eseguirlo è compito del giovanissimo di gran talento Ferdinando Trematore.
Classe 1994, inizia lo studio del violino all’eta` di cinque anni con il padre. A sedici anni si diploma al Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia, con il massimo dei voti e attualmente continua i suoi studi con Boris Belkin in Olanda e con Sonig Tchakerian all’Accademia Nazionale S.Cecilia di Roma, dove nel maggio 2017 ha ricevuto la borsa di studio come miglior alunno iscritto. Sempre nel 2017 vince il “Premio Crescendo” per la sezione archi (anche due borse di studio per il miglior violinista dedicate alla memoria di Andrea Tacchi) e il Premio “Crescendo al fORTissimo” offerto dalla Fondazione ORT, che lo vede oggi protagonista come solista di un concerto con l’Orchestra della Toscana.
In chiusura il ritmo spumeggiante e calzante della Sinfonia K.504 di Mozart, detta “Praga”.

giovedì 12 luglio | San Marcello P.se, Poggio del Giudeo ore 18.00
venerdì 13 luglio | Tavarnelle in Val di Pesa, Badia a Passignano ore 21.15

11/07/2018 12.13
Fondazione Orchestra della Toscana


 
 

Google


Vai al contenuto