Login

MET


Comune di Firenze
Florence Folks Festival. Manifattura Tabacchi Firenze
Dal 25 al 28 luglio, ingresso libero
Concerti, libri, cibo, handmade market, incontri e area baby in uno scorcio locale, tradizionale e
autentico. Torna il Florence Folks Festival, che quest'anno si sposta alla Manifattura Tabacchi,
all'interno di un progetto di più ampia rigenerazione e riqualificazione urbana. Tra i main guest
musicali Elkin Robinson, Dente & Catalano, gli immancabili Extraliscio, Nickodemus e Populous.
Firenze, 18 luglio 2018 - Dalla Balera del Varlungo alla Manifattura Tabacchi, senza però perdere la sua
autenticità. Dal 25 al 28 luglio il Florence Folks Festival, punto di riferimento estivo per la musica popolare
contemporanea si sposta alla Manifattura Tabacchi, simbolo di una Firenze che guarda al futuro nel rispetto
delle tradizioni e del proprio territorio (ingresso libero).
In 4 giorni un ricchissimo programma di concerti, incontri, presentazioni, mercati artigianali e aree baby, a
cui si aggiunge la sagra della Violetta, la melanzana fiorentina: un’occasione per riscoprire un prodotto locale
attraverso la convivialità tipica delle feste di paese.
Tra le novità di questa edizione Monofiera. UNA Fiera per UN editore, a cura di Todo Modo. Ogni sera
prima del concerto un editore diverso racconta il suo mestiere in campo letterario. Fra gli ospiti attesi alla
Manifattura Tabacchi: mercoledì 25 Andrea Gessner di Nottetempo, giovedì 26 Cristina Gerosa di
Iperborea e venerdì 27 Marco Zapparoli di Marcos y Marcos.
Il piatto forte della manifestazione, supportata dall'Estate Fiorentina del Comune di Firenze e realizzata in
collaborazione con la Manifattura Tabacchi, è come sempre la musica.
Ecco quindi che nel programma spiccano, nella serata di mercoledì 25 luglio, Dente & Guido Catalano:
non un reading, non un concerto, ma rime semi-acustiche, metafore in quattro quarti, in cui il poeta torinese
e il cantautore emiliano incrociano chitarra e penna per parlare d’amore a modo loro, giocando con le parole
e con il pubblico. Il duo ha da poco concluso il tour Contemporaneamente Insieme, diretto da Lodo Guenzi
(Lo Stato Sociale) con venticinque esibizioni in tutta Italia, la maggior parte sold out. La versione estiva del
loro spettacolo promette di essere ancora più ricca e coinvolgente.
Giovedì 26 luglio ritorna il liscio contemporaneo inteso come luogo d’incontro fra le generazioni. Sul palco
della Manifattura Tabacchi il tradizionale concerto degli Extraliscio, band nata dall'incontro tra Mirco
Mariani e Moreno il Biondo. Tra mellotron e primordiali drum machine i brani della tradizione vengono
rivestiti con nuovi suoni e nuovi arrangiamenti; nascono così composizioni originali dove la tradizione si
fonde con la sperimentazione e si aprono mondi nuovi, inediti e folli. L'orchestra spettacolo futurista
Extraliscio ha fatto il suo esordio con un 45 giri contenente un riarrangiamento in chiave rumba di un brano
scritto da Secondo e Raoul Casadei. In autunno pubblicherà Punk da balera (Garrincha Dischi Casadei
Sonora), il suo nuovo album anticipato recentemente dal singolo Scarpa grigia con Roberta Cappelletti alla
voce.
Venerdì 27 luglio è invece la volta di un ospite proveniente da Old Providence, una piccola isola del nord
della Colombia: Elkin Robinson. L'artista colombiano porta per la prima volta in Italia il suo suono
caraibico dopo essere stato selezionato al World Music Expo 2017 (Womex) in Polonia. Assieme alla sua
energetica band racconta un’inedita Colombia di lingua anglofona, retaggio di curiosi crocevia coloniali.
Calypso, mento, sailor folk, gospel y zouk con un suono fresco, curativo e unico, strumenti tradizionali quali il
basso abbinato alla tinozza, la mascella di cavallo, le maracas e la chitarra acustica creano un ritmo potente
che si sviluppa dolcemente legandosi molto bene ai sorprendenti accordi vocali di musicisti che sono cresciuti
cantando musica gospel nelle chiese di Old Providence. Elkin Robinson è il nuovo volto del folklore dei
Caraibi.
L'elenco dei main guest musicali si conclude con i nomi del newyorkese Nickodemus e del producer
salentino Popolus, sul palco del FFF sabato 28 luglio.
Nickodemus gira il mondo grazie alla musica, sin dagli inizi degli anni novanta. Come producer ha
realizzato quattro album intitolati Endangered Species, Sun People, Moon People e l'ultimo A Long
Engagement (maggio 2018) che contengono le collaborazioni di Jahdan Blakkamore, La Yegros e Reverend
Grey. Ha anche pubblicato Wonderland: 10 years of Paitng Ouside the Lines, un mix di brani prodotti dalla
sua label tra cui Cleopatra in New York con Carol C e Mi Swing es Tropical con Quantic e Hector
Tempo Alomar. Un lavoro che ha abbattuto le barriere della dance music grazie alla fusione artistica di beat
potenti e club music, miscelata con suoni tropicali.
Andrea Mangia aka Populous è invece un producer e dj salentino che ha esordito nel 2003 sulla berlinese
Morr Music. Ha prodotto e collaborato, tra gli altri, con Teebs, Clap! Clap!, Dj Khalab, Blue Hawaii, Lukid,
John Wizards, Simon Scott/Slowdive, Sun Glitters, Larry Gus e Giardini Di Mirò. Nel 2010 vince il Premio
2061 – La musica elettronica italiana del futuro. Nel 2014 pubblica Night Safari, album che ha avuto consensi
unanimi da parte di critica (Pitchfork, Interview Magazine, XLR8R) e pubblico (con brani regolarmente
trasmessi da radio cult come NTS, KEXP, Le Mellotron). Nel 2016 vince il premio di Miglior artista all’Italian
Quality Music Festvals. Nel 2017 è uscito con Azulejos (Wonderwheel Recordings, La Tempesta): un
omaggio alla città di Lisbona che deve molto alle musiche caraibiche e angolane, ma non solo.
Gli eventi e le iniziative collaterali
La sagra della Violetta
Come sopra accennato in contemporanea al Florence Folks Festival si terrà anche la 3a sagra della Violetta, la
melanzana fiorentina. Un'occasione per riscoprire un tipico prodotto locale, protagonista in tavola tutte le sere a
partire dalle 19. Una varietà, quella della Violetta, da sempre apprezzata dagli amatori per la sua precocità e per il
suo colore tipico molto attraente. La sua polpa consistente e carnosa e con pochissimi semi esalta le sue qualità
culinarie.
Per valorizzare le realtà presenti nel quartiere la parte ristorativa sarà affidata al ristorante Time Out ubicato nel
vicino Dopo Lavoro Ferroviario. Tra le specialità: lasagne alla norma, melanzana burger, pizza alla parmigiana.
Quest’anno da segnalare la collaborazione con due giovani realtà fiorentine: Waxmore, che vestirà la sagra con i
suoi grembiuli artigianali realizzati unendo tessuti italiani con stoffe African Wax Print e Pio pio, che fornirà i
seggioloni per i più piccoli rendendo questa edizione ancora più “baby friendly”.
MONOFIERA. UNA Fiera per UN editore
Debutta invece quest'anno l'iniziativa a cura di Todo Modo dedicata all'editoria letteraria indipendente.
Tra gli editori che racconteranno il proprio mestiere al pubblico del Festival a partire dalle 21 Andrea Gessner (25
luglio) della casa editrice Nottetempo. Fondata nel 2002 da Ginevra Bompiani e Roberta Einaudi, è una casa
editrice nata da un progetto: pubblicare libri di qualità, letteraria e filosofica, scritti con l’avvincente leggerezza che
cerca di evocare nella veste grafica. La pagina è piacevole, i caratteri abbastanza grandi da non costringere a una
corsa affannosa agli occhiali, il volume leggero, i margini ampi. Il libro è un oggetto comodo, che si piega alle
esigenze del lettore, si ricorda di lui quando è a letto (insonne, pigro o malato), in viaggio o in attesa.
Giovedì 26 luglio spazio a Cristina Gerosa, casa editrice Iperborea, fondata da Emilia Lodigiani nel 1987 per far
conoscere la letteratura dell'area nord-europea in Italia. Spazia dai classici e premi Nobel, inediti o riproposti in
nuove traduzioni, alle voci di punta della narrativa contemporanea. Oltre ai paesi scandinavi (Svezia, Danimarca,
Norvegia e Finlandia), Iperborea pubblica letteratura baltica, olandese, islandese (incluse le antiche saghe
medioevali), una collana di narrativa per l’infanzia (I Miniborei), una serie dedicata alle strisce dei Mumin di Tove
Jansson e dal 2018 The Passenger, un libro-magazine che raccoglie inchieste, reportage letterari e saggi narrativi
che formano il ritratto della vita contemporanea di un paese e dei suoi abitanti. Chiude il programma, venerdì 27
luglio, Marco Zapparoli di marcos y marcos, casa editrice nata a Milano in una mansarda di porta Venezia, dal
sogno di due ragazzi poco più che ventenni. Si chiamano Marco tutti e due, e vogliono scegliere bellissime parole e
creare libri per custodirle. Marcos y Marcos oggi è una casa editrice diretta da Claudia Tarolo e Marco Zapparoli.
Pubblica narrativa contemporanea, poesia, RIGA e Testo a Fronte. Propone corsi di scrittura e di editoria. Come in
ogni fiera che si rispetti ci sarà anche uno spazio espositivo, con libri, sconti e gadget. E ci saranno gli editori:
Nottetempo, Iperborea, Marcos y Marcos.
Ruffino Cares - The wine talks #ruffinocares #winetalk
Ogni sera alle 20:00, durante la sagra e poco prima di Monofiera e dei concerti, incontri intorno a un calice a cura
di Ruffino. Degustazioni e chiacchierate a tema dove si discuterà, in tono scherzoso, di eros, arte, storia e
attualità. Gli incontri saranno funzionali a collocare il vino e il suo assaggio in contesti “naturalmente responsabili”.
Ruffino Cares è un progetto di sensibilizzazione al consumo di vino responsabile promosso in collaborazione col
Comune di Firenze e col media The Florentine. ll programma prevede incontri e iniziative organizzati da Ruffino
per portare le buone pratiche del bere nel cuore dell’Estate Fiorentina. Tra gli eventi il Florence Folks Festival alla
Manifattura Tabacchi, il Musart in Piazza Santissima Annunziata e il Firenze Fringe&Jazz Festival nell’Oltrarno
Fiorentino. In ogni iniziativa presenti anche le biciclette speciali a marchio #ruffinocares: oggetti che
permetteranno di perseguire il racconto di sensibilizzazione di Ruffino pedalando direttamente verso il grande
pubblico della notte Fiorentina. Nei panieri di cui sono state dotate, vi saranno dei visori, degli speciali occhiali per
simulare lo stato di ebbrezza. Saranno inoltre distribuiti degli opuscoli informativi sulle buone pratiche di approccio
al vino, verranno elargiti degli etilometri e alcuni gadget #ruffinocares.
Area Market – Creative Factory
L’handmade market all’interno del Florence Folks Festival è organizzato in collaborazione con Creative Factory,
progetto a cura dell’Associazione Heyart.
Un mercato artigianale finalizzato alla promozione della creatività e dell’impresa giovanile. Nato a Firenze nel 2015
vanta già diverse edizioni, realizzate in location del tutto inusuali della città, e si caratterizza per la partecipazione
di giovani designer e artisti, accuratamente selezionati.
Per il Florence Folks Festival del 2018, la selezione degli espositori ha privilegiato le sartorie creative, i giovani
orafi, le più originali proposte dell’home decor e dell’illustrazione con un occhio di riguardo per l’uso dei materiali
ecosostenibili e per i processi produttivi innovativi. L’obiettivo del mercato è dare visibilità al mondo del nuovo
artigianato italiano attraverso un evento in cui i maker coinvolti possano esporre i loro prodotti raggiungendo un
pubblico vasto ed eterogeneo e promuovendo, in maniera innovativa e divertente la "cultura del fatto a mano".
Autoproduzione, unicità e ricerca. Sono queste le caratteristiche delle produzioni scelte per il Creative Factory,
produzioni curate nei minimi dettagli, dedite alla serie limitata, alla selezione dei materiali e alla sperimentazione
(tutti i giorni, dalle 19:00 alle 1:00).
Area baby, Re-Play Music, baby pit stop e molto altro ancora
Uno spazio con giochi per bambini, senza limiti di età, allestito e gestito in collaborazione con l’ Associazione Co Cò
Spazio CO-STANZA, con laboratori creativi e giochi sostenibili, capaci di restituire la gioia e il divertimento di
giocare tutti insieme con cose semplici.
All'aera baby si aggiunge quest'anno Re-Play Music: un laboratorio di realizzazione di strumenti musicali con
materiali di riciclo con cui i bambini potranno divertirsi ed esibirsi per tutta la serata. I laboratori saranno sempre
diversi: flauti di Pan, sonagli, nacchere e tamburelli sono strumenti semplici, colorati e adatti per tutte le età. Per
partecipare non è necessaria nessuna iscrizione, nessun pagamento così come non è prevista nessuna forma di
intrattenimento, animazione o di responsabilità da parte dell’organizzazione. L’area giochi è spazio per i bambini e
i loro genitori (tutti i giorni, dalle 19:00 alle 22:30). Imprenscindibile, come in ogni edizione del Festival, il baby pit
stop; uno spazio dedicato alle mamme, ai babbi e ai loro bambini. Una vera e propria nursery attrezzata a cura di
Pio Pio. Un posto tranquillo, accogliente e riservato dove le mamme troveranno un fasciatoio e tutto il necessario
per cambio del pannolino e una poltrona per poter allattare tranquillamente (Tutti i giorni, dalle 19:00 alle 1:00).
In questa terza edizione il Florence Folks Festival rafforza la sua attenzione all'ambiente attraverso l'incentivazione
di buone pratiche e mediante l'utilizzo di prodotti riciclabili, naturali e di stagione. A certificare questa volontà la
presenza di GreenApes, social network attraverso cui comunicare "buone azioni verdi" e ottenere poi sconti in
negozi reali.
L'evento è organizzato dall'associazione La Scena Muta in collaborazione con la Manifattura Tabacchi ed è
supportato dall'Estate Fiorentina 2018 del Comune di Firenze.
Sponsor: Sammontana, Ruffino - Partner: Todo Modo, Archivio Personale, Associazione Heyart, River Boom,
Impact Hub Florence, Spazio Co-Stanza, Pio pio, greenApes, Waxmore.
Per maggiori informazioni: www.florencefolksfestival.it - https://www.facebook.com/lascenamutafirenze
Press Office Florence Folks Festival
Lorenzo Migno 339 4736584 lorenzomigno@gmail.com

18/07/2018 13.38
Comune di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto