Login

MET


Città Metropolitana di Firenze
‘Giustizia per Niccolò Ciatti’, uno striscione sulla facciata di Palazzo Medici Riccardi nel primo anniversario dell'uccisione
Se la legge spagnola lo consentirà Città Metropolitana e Comune di Scandicci saranno parte civile al processo. Chiesto l'impegno del Governo al Ministro Bonafede
Alle 11 di oggi è stato esposto sulla facciata di Palazzo Medici Riccardi - alla presenza del sindaco Dario Nardella, del sindaco di Scandicci Sandro Fallani, del papà Luigi, della mamma Cinzia e della sorella Sara - uno striscione che chiede ‘Giustizia per Niccolò Ciatti’ nel primo anniversario dell'uccisione del giovane di Scandicci in una discoteca di Lloret de Mar in Catalogna.
Un momento toccante, con l'abbraccio del sindaco ai familiari di Niccolò nel giorno in cui più vivo è il ricordo della tragedia di Lloret.
"Nei giorni scorsi" ha detto il sindaco Nardella "ho incontarto il Ministro della giustizia Alfonso Bonafede, al quale ho chiesto un intervento del Governo verso le autorità spagnole. Il Ministro darà il suo impegno. Convinto dell'importanza di una pressione sull'opinione pubblica spagnola, ho anche contattato l'ambasciatore italiano a Madrid e quello di Spagna a Roma".
La Città Metropolitana di Firenze, e con lei il Comune di Scandicci, se la legge spagnola lo consente si costituirà parte civile al processo contro gli assassini di Niccolò, che si aprirà probabilmente a Girona nei primi mesi del 2019. "Saremo in ogni caso presenti e vicini alla famiglia" assicura il sindaco Nardella.
Questa sera alle 21 una fiaccolata in ricordo di Niccolò partirà da Casellina. "Ringrazio tutti i cittadini, le associazioni, la parrocchia - ha detto il sindaco Fallani - che sono al fianco della famiglia Ciatti e lo saranno fino a che non ci sarà giustizia".

Foto racconto al link
https://www.flickr.com/photos/141740897@N08/albums/72157694290176050


Justicia para Niccolò Ciatti', las palabras del alcalde de Florencia al público español. Una pancarta en la fachada del Palazzo Medici Riccardi en el primero aniversario del homicidio del joven en una discoteca de Lloret de Mar.

A las 11 en punto de hoy ha sido expuesto en la fachada del Palazzo Medici-Riccardi en Florencia - en presencia del alcalde Darío Nardella, del alcalde de Scandicci Sandro Fallani, del padre Luigi Ciatti, de la madre Cinzia y de la hermana Sara - una pancarta que pregunta 'Justicia por Niccolò Ciatti 'en el primer aniversario del homicidio del joven de Scandicci en una discoteca de Lloret de Mar en Cataluña. Un momento conmovedor, con el abrazo del alcalde a la familia de Niccolò en el día en que el recuerdo de la tragedia està más vivo que nunca.

"Me dirijo a la sensibilidad de la opinión pública y de las instituciones españolas para aclarar este hecho y identificar a los responsables.
La ciudad metropolitana de Florencia, y con ella el municipio de Scandicci, si la ley española lo permite, se constituirà en parte civil en juicio contra los asesinos de Niccolò, juicio que probablemente abrirá en Girona a principios de 2019. En los últimos días ", dijo Nardella, el alcalde de Florencia " Me encontré con el Ministro de Justicia italiano Alfonso Bonafede, a quien le pedí intervención del gobierno, y el Ministro dará su compromiso".

Reportaje por imàgenes al link

https://www.flickr.com/photos/141740897@N08/albums/72157694290176050


12/08/2018 12.20
Città Metropolitana di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto