Login

MET


Redazione Met Sport
Inaugurata la nuova Polisportiva Virtus Rifredi
“Un luogo d’incontro e di socializzazione senza muri e barriere”
“Lo sport come completamento della crescita dei bambini e dei ragazzi al termine della giornata di studio e di formazione scolastica. La nuova Polisportiva Virtus Rifredi dovrà essere un luogo di incontro e di socializzazione senza muri e senza barriere dove tutti devono sentirsi protagonisti e presidenti. Non sarò ?il presidente? ma ?uno dei presidenti? e la nostra sarà una società trasparente sotto tutti i punti di vista”.

Così Paolo Santinelli, presidente della nuova Polisportiva Virtus Rifredi, ha salutato i piccoli atleti, i genitori, le autorità e le tante persone che hanno partecipato stamani alla cerimonia di inaugurazione che è iniziata con un’esibizione dei Musici e degli Sbandieratori della Signoria di Firenze che fanno cultura e sport volteggiando le bandiere, simbolo sempre presente in ogni disciplina sportiva.

La nuova Polisportiva Virtus Rifredi ha iniziato la stagione con una grande festa organizzata insieme all’Opera della Madonnina del Grappa e alla Misericordia di Rifredi e con il patrocinio del Comune di Firenze.

“La volontà della Misericordia di aderire a questo progetto nasce dallo spirito di solidarietà che anima questi ragazzi – ha commentato il Governatore Nicola Rotondaro –. Portiamo solidarietà e sostegno e questo non può essere impedito da cancelli e da barriere, è lo scopo del volontariato che agisce con una sola ricompensa: il grazie che riceviamo dalle persone che aiutiamo”.

La polisportiva è nata con semplicità, durante una serie di incontri tra un gruppo di genitori e don Vincenzo desiderosi di offrire ai propri figli oltre allo sport anche alcune iniziative sociali. Un progetto nato dai genitori per i propri bambini e questa idea a Don Vincenzo è piaciuta e l’ha accolta.

“Passione e amicizia sono l’essenza dello sport – Così Don Vincenzo Russo ha voluto sintetizzare il concetto dello sport alla Madonnina del Grappa –. Negli anni ’80 il sogno era che l’Opera fosse un’unica pietra composta da tanti pezzetti rappresentati dalle numerose attività svolte al suo interno. Oggi iniziamo a incamminarci per trasformare questo spazio dell’Opera dove avviene la piena integrazione fra agio e disagio e ringrazio tutti i genitori che hanno permesso questo cambiamento”.

“Riprendo un pensiero di Papa Francesco e mi piace pensare questa società sportiva come un pezzo di Chiesa in uscita che non vive per se stessa ma al servizio delle persone di questo territorio – ha commentato l’Arcivescovo Cardinale Giuseppe Betori –. Cari ragazzi, dovete venire a giocare qui con passione, non obbligati e dovete vivere non in modo piatto ma con degli obiettivi e lo sport vi mette davanti dei traguardi da raggiungere e da superare. Lo sport è un’attività che ci impone di giocare con qualcuno: non si può giocare da soli mentre oggi viviamo in una società con tanti muri, egoismi e individualismi e che spesso ci impone di vivere da soli. Bisogna abbattere questi muri e vivere l’incontro, il dialogo, la collaborazione e vi auguro che lo sport vi insegni anche questo”.

Il campo da tennis e da calcio sono stati risistemati mentre le squadre giovanili del calcio ora sono ben 10 con 20 allenatori e i colori gialloblù della Virtus Rifredi saranno presenti dalle partite di 3° categoria fino ai “Primi Calci” con bambini di sei e sette anni.

Stamani è stato presentato tutto l’organigramma della polisportiva davanti al pubblico e alle autorità religiose, cittadine e sportive. Sono intervenuti l’assessore allo sport e politiche giovanili del Comune di Firenze Andrea Vannucci, l’assessore al welfare, sanità, accoglienza e integrazione del Comune di Firenze Sara Funaro, il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli, l’assessore regionale al diritto alla salute e integrazione sociale Stefania Saccardi, il presidente della FIGC Toscana Paolo Mangini, la consigliera regionale FIT Raffaella Rebecchi, il Governatore della Venerabile Misericordia di Rifredi Nicola Rotondaro, Don Vincenzo Russo e Don Corso Guicciardini dell’Opera della Madonnina del Grappa, Don Marco Nesti parroco della Pieve di Santo Stefano in Pane e l’Arcivescovo Cardinale Giuseppe Betori che ha anche benedetto il campo da calcio e il campo da tennis.

Dopo la cerimonia inaugurale si è disputato un incontro amichevole di tennis fra Daniele Capecchi e Adelchi Virgili presenti nella classifica mondiale ATP.

Al termine, sono stati aperti gli stand gastronomici per il pranzo tedesco cucinato dai volontari della Misericordia di Rapolano attrezzati con una cucina viaggiante su un bilico da 18 metri e sono stati 200 i partecipanti.

Tanti anche gli stand di artigiani, collezionismo birrario, gelato, bomboloni e prodotti del Latte Maremma.

La festa “A Tutta Birra” prosegue nel pomeriggio con le partite del campionato di calcio giovanile, la presentazione delle Isole di Soccorso da parte del Gruppo Formazione della Misericordia di Rifredi e la cena tedesca allietata dai Musici Fiorentini e da DJ Set della Medialab fino alle 24,00.

Domani, domenica 16 settembre, alle 10,00 ci sarà l’esibizione di danza della scuola Urban Dance e poi alle 11,00 il comico Paolo Hendel presenterà “a modo suo” il quadrangolare di calcio fra la Polisportiva Virtus Rifredi, la Misericordia di Rifredi, ScarcerArci Football Club e San Paolino Caritas. Al termine, il pranzo sempre con specialità tedesche e birra artigianale del Birrificio Fiorentino.

L’ingresso è gratuito.

"L'umiltà è verità e giustizia e dispone alla perfetta carità. I membri dell’Opera devono avere vivo il senso del loro nulla, ed amare le umiliazioni. Fuggano ogni individualismo e pur sentendo la responsabilità del proprio incarico gustino la gioia della collaborazione fraterna. Tanto più l'anima si abbassa, tanto più Dio si avvicina a Lei."
don Giulio Facibeni

15/09/2018 22.25
Redazione Met Sport


 
 

Google


Vai al contenuto