Login

MET


Comune di Carmignano
Santa Caterina, pubblicato il concorso di idee per la progettazione, il recupero e la riqualificazione del complesso storico
Le idee progettuali dovranno essere presentate entro il 21 dicembre. L’assessore Paoletti: “Le più importanti decisioni sulla trasformazione urbana devono essere prese con i cittadini”
L’antico complesso di Santa Caterina, situato nel cuore di Carmignano tra piazza Niccolini e via Modesti, è pronto a cambiare volto. Dopo il percorso partecipativo “Santa Caterina Domani – abitanti a confronto per dare nuova vita allo storico complesso”, il Comune di Carmignano ha, infatti, bandito un concorso di idee per la progettazione, il recupero e la riqualificazione architettonica e ambientale dell’area.

Il concorso, che si svolge con una procedura aperta e in forma anonima, è rivolto a professionisti, sia singoli che raggruppamenti. I progetti dovranno essere presentati all’Ufficio Protocollo del Comune di Carmignano entro il 21 dicembre 2018.

“Questo bando rappresenta il mantenimento della promessa che avevamo fatto alla cittadinanza, secondo la quale ogni mutamento del nostro centro storico e della sua parte più pregiata sarebbe stata decisa insieme alla popolazione – spiega il Sindaco Edoardo Prestanti -. Le linee guida emerse dal percorso partecipativo saranno un punto di partenza per i professionisti che parteciperanno al concorso di idee, linee che dovranno doverosamente essere rispettare. Non più progetti calati dall’alto, ma un’idea di sviluppo condivisa con tutti coloro che vivono questo territorio”.

Il complesso di Santa Caterina è di proprietà del Comune da quasi venti anni, ma vive da diverso tempo in uno stato di completo abbandono e necessita di un intervento organico di recupero, così da poter diventare un punto nevralgico per lo sviluppo di nuove attività e servizi legati alla promozione economica, sociale e culturale del territorio. Il Comune di Carmignano ha quindi prima promosso un percorso partecipativo, co-finanziato dalla Regione Toscana, che ha coinvolto numerosi abitanti e stakeholders del territorio. Dopo quasi quattro mesi di incontri sono state elaborate le linee guida per i progettisti che parteciperanno al concorso di idee per il recupero del Santa Caterina, concorso che è appena stato bandito.

“Ci siamo, lo avevamo promesso in campagna elettorale e stiamo dando seguito a quanto pattuito con i nostri elettori: il concorso di idee è stato finalmente bandito e siamo pronti a raccogliere proposte per il recupero dell’antico complesso edilizio – aggiunge l’assessore all’Urbanistica Francesco Paoletti -. Crediamo che le più importanti decisioni sulla trasformazione urbana debbano essere prese in condivisione con la cittadinanza e così stiamo facendo. Vogliamo ora rigenerare l’area del Santa Caterina, creando un tessuto edilizio equilibrato e dinamico, capace di intercettare nel tempo esigenze e nuove domande, intendiamo realizzare nuovi spazi di socializzazione e parcheggi”.

Linee guida per la definizione delle proposte progettuali. Il progetto di recupero dovrà essere redatto con l’obiettivo di: rinnovare il Santa Caterina come luogo della comunità e di promozione del territorio; minimizzare il rischio di duplicare spazi e funzioni esistenti. Partire da un’adeguata conoscenza del contesto locale per individuare, tra le potenzialità, l’elemento chiave per far fare un salto in avanti a Carmignano; progettare in risposta ad esigenze e necessità reali degli abitanti e del territorio; creare un tessuto sociale attraverso un baricentro attrattivo ed evitare così l’effetto dormitorio; ridurre al minimo l’aumento delle volumetrie. Progettare l’intervento di recupero stando attenti alla fattibilità economica, per evitare che resti un sogno o rimanga incompleto; progettare con attenzione gli spazi esterni e le connessioni (il progetto deve prevedere un collegamento pedonale tra il centro del paese e le scuole); trovare soluzioni innovative e alternative per implementare i posti auto e infine ripensare alla viabilità veicolare.

Modalità e termini di presentazione delle domande. Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 12 di venerdì 21 dicembre. La partecipazione avviene esclusivamente in forma anonima. Il materiale potrà essere consegnato a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Carmignano negli orari di apertura al pubblico (lunedì ore 8.30 – 12.30 e 15.30 - 18; giovedì ore 8.30 – 15.30; martedì, mercoledì e venerdì ore 8.30 – 12.30); oppure per posta, con corriere o altri mezzi al Comune di Carmignano (piazza G. Matteotti 1, 59015 Carmignano).

Commissione giudicatrice. La commissione giudicatrice del concorso sarà composta dal responsabile del Settore 5 Lavori pubblici, patrimonio, ambiente o un suo delegato; un membro scelto da una terna proposta dall’Ordine degli Architetti di Prato e uno scelto dall’Ordine degli Ingegneri di Prato; un esperto in pianificazione urbana e progettazione ambientale e una persona che ha preso parte al percorso partecipativo Santa Caterina Domani, scelto dall’elenco dei candidabili come membri della giuria.

Esito del concorso. Il concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione al primo classificato di un premio pari a 7mila euro; 4mila euro invece andranno al secondo classificato e 2mila al terzo. Il progetto del primo classificato sarà usato come piano di fattibilità, tutte le idee in concorso saranno acquisite in proprietà dal Comune di Carmignano, che si riserverà poi la facoltà di organizzare un’esposizione pubblica dei progetti concorrenti. L’esito del concorso sarà pubblicato sul sito del Comune.

Il bando di concorso, il documento preliminare alla progettazione e tutti gli allegati, sono consultabili e scaricabili dal sito del Comune di Carmignano (www.carmignano.po.it).

11/10/2018 15.23
Comune di Carmignano


 
 

Google


Vai al contenuto