Login

MET


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Pecore maltrattate e una annegata, denunciati due italiani a Campi
I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Ceppeto – Sesto Fiorentino hanno salvato un gregge costretto ad un attraversamento pericoloso lungo un canale
Pecore maltrattate e una annegata di fronte ai Carabinieri Forestali che contribuiscono al salvataggio degli altri capi. Denunciate due persone per maltrattamento di animali.
Il gregge era costretto a compiere un attraversamento difficoltoso lungo il canale.

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Ceppeto – Sesto Fiorentino (FI) durante un ordinario servizio di pattugliamento del territorio nel Comune di Campi Bisenzio (FI), giunti in prossimità del confine tra la provincia di Firenze e di Prato, notavano che lungo il canale “Gora Borzola scolmatore” del fiume Ombrone, era presente un gregge di pecore aggregate lungo l’argine del canale, in corrispondenza del ponte stradale. Il gregge era condotto da una persona che spronava le pecore, con urla e gesti, brandendo un bastone, a passare forzatamente al di sotto del ponte in luogo stretto ed impervio. Più a monte era presente altra persona, qualificatosi come proprietario e conduttore del gregge. Il comportamento dei due, di forzare il gregge a transitare in un luogo angusto e non adatto, in quanto scivoloso, cagionava lesioni e sofferenze a quattro pecore, provocando la morte di una di esse per annegamento, mentre le altre, finite sempre in acqua, riportavano lesioni agli arti inferiori. Il vello degli animali, appesantito dall’acqua, e le basse temperature costituivano un grosso ostacolo all’attraversamento del canale. Solo l’intervento deciso dei militari faceva in modo che i due individui adottassero altra via più sicura per il transito del gregge e recuperassero gli animali morti e feriti.
Per i fatti accertati sono stati denunciati a piede libero due italiani per concorso nel maltrattamento di animali, avendo gli stessi posto in essere comportamenti senza motivo e necessità capaci di provocare lesioni agli stessi.

06/12/2018 11.55
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto