Login

MET


Non-profit in provincia di Firenze
“Il cuore di Firenze”: da oggi 30 scuole avranno un defibrillatore
Gli istituti hanno ricevuto gli apparecchi salvavita acquistati grazie all'imponente raccolta fondi promossa dalla Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, da Montedomini, dalla Fondazione Santa Maria Nuova Onlus e dall’Istituto degli Innocenti. Si può ancora partecipare con una donazione o comprando i biglietti della lotteria
Trenta defibrillatori sono stati consegnati oggi ad altrettante scuole fiorentine, nel corso di una cerimonia ufficiale, che ha avuto luogo nella sede dell'Arciconfraternita della Misericordia di Firenze.

Si è trattato del primo risultato concreto del progetto “Il Cuore di Firenze”, che a settembre, con una grande cena in piazza Duomo, ha dato il via a un'importante raccolta di fondi con l'obiettivo di dotare gli istituti scolastici del territorio di questo importante strumento salvavita e promuovere corsi di formazione per imparare a utilizzarlo.

Promotori del progetto sono gli enti storici simboli della carità a Firenze: la Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, Montedomini, la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus e l’Istituto degli Innocenti. L'iniziativa ha ricevuto il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze, dell’Arcidiocesi di Firenze, dell’Opera di Santa Maria del Fiore, della Camera di Commercio di Firenze e del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Molti i privati che hanno contribuito e stanno contribuendo: Iredeem, Frescobaldi, Enoteca Pinchiorri, Teatro del Sale, Peragnoli-Scar, Mati 1909, Unicoop, Fondazione CR Firenze, Toscana Aeroporti, Corpo Vigili Giurati, Hotel Roma, Confartigianato, Compagnia di Babbo Natale, Italianroom, Construire, le Librerie Universitarie e l'Accademia Schermistica Fiorentina. Inoltre, sono oltre 4.000 i singoli cittadini che hanno fatto la propria parte acquistando i biglietti della lotteria che mette in palio una Volvo XC40.

Grazie al ricavato della cena, alle donazioni e ai proventi della lotteria, è già stata raccolta una somma sufficiente per acquistare 46 defibrillatori, forniti dalla Iredeem Spa. Le prime 30 scuole, che li hanno ricevuti, sono state indicate dall'ufficio Scolastico Regionale oppure scelte dai donatori stessi.

Ma “Il cuore di Firenze” continua a battere. Le donazioni di privati e istituzioni stanno infatti proseguendo. E c'è ancora tempo per acquistare un biglietto della lotteria presso uno degli enti promotori (la Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, Montedomini e la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus.) L'estrazione avverrà il 20 febbraio, proprio in piazza Duomo, dove tutto è iniziato.

«Abbiamo ancora negli occhi lo spettacolo della serata del 10 settembre in Piazza Duomo – ha dichiarato Luigi Paccosi Presidente di Montedomini. «La città ha risposto alla chiamata delle proprie Istituzioni storiche. I primi 30 defibrillatori sono stati consegnati oggi ad altrettante scuole fiorentine, frutto di questa bella iniziativa. Abbiamo scoperto con piacere che tante scuole erano già dotate di questo strumento, segno che la nostra città è sensibile a questa problematica e si è attrezzata ad essere la prima città cardioprotetta a 360 gradi. Grazie ancora a tutti coloro che hanno sostenuto questo progetto è a quelli che lo sosterrano, non è mai tardi».

«La grande generosità dei fiorentini trova concretezza nella consegna di questi primi 30 defibrillatori che saranno messi nelle scuole della città – ha commentato il Provveditore della Misericordia di Firenze, Giovangualberto Basetti Sani -. Una conferma che ci stimola ancora di più a operare per cercare di sensibilizzare la nostra società affinchè sia sempre più attenta ai bisogni degli altri».

«Accogliamo con grande piacere il primo passo concreto del progetto “Il cuore di Firenze”, che ha dimostrato, una volta di più – ha detto Maria Grazia Giuffrida, presidente dell’Istituto degli Innocenti - la grande generosità dei fiorentini e l’attenzione verso i bambini che da sempre contraddistingue la nostra città, come dimostra da 600 anni l’Istituto degli Innocenti».

07/12/2018 14.12
Non-profit in provincia di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto