Login

MET


Non-profit in provincia di Firenze
Da domenica 13 gennaio tornano i concerti di “Careggi in Musica”
Inaugurazione con il Duo Trainini - Pontoriero
A partire da domenica 13 gennaio tornano i concerti di “Careggi in Musica”, stagione concertistica organizzata da A.Gi.Mus. Firenze all’Ospedale di Careggi in collaborazione con Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi. Una stagione, quella 2019, che celebra i vent’anni del progetto, che nel 1999 fu uno dei primi ad occuparsi di musica in ospedale in Italia.
Alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del Nuovo Ingresso dell’Ospedale di Careggi (Largo Brambilla 3, Padiglione 3, ingresso libero), si esibirà in concerto il duo formato da Roberto Trainini al violoncello e Stella Pontoriero al pianoforte.
Già primo violoncello solista dell' Opera di Lüneburg, dell' Orchestra di Stato di Cipro, Nicosia e della prestigiosa SSO Singapore Symphony Orchestra, Trainini vanta numerose esperienze concertistiche a livello internazionale.
I due musicisti proporranno “Bockmühl - Le Streghe” op. 8 di N. Paganini, la Sonata op. 38 n. 1 di J.Brahms e la Sonata Arpeggione di F. Schubert.
Proprio quest’ultima, ascoltata alcuni anni fa per radio dal violinista Luz Leskowitz, valse a Trainini la chiamata a far parte dei Solisti di Salisburgo.

La stagione concertistica “Careggi in Musica” è sostenuta da MIBAC, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione CR Firenze, Banca Cassa di Risparmio di Firenze e prevede 18 appuntamenti fino a fine maggio 2019.
Tra gli appuntamenti di punta, il 27 gennaio è in programma il Concerto per la Giornata della Memoria con Stefano Zanobini (viola), Monica Carnevale (mezzosoprano) e Mario Sollazzo (pianoforte), che eseguiranno musiche di Zemlinsky, Weiner, Busch e che vedrà la collaborazione di CeDoMus e Scuola di Musica di Fiesole oltre alla presenza di László Tréfás, uno degli eredi di László Weiner.
Non mancheranno gli appuntamenti con la musica da camera, indiscussa protagonista della stagione: Duo Pelli Scarponi (3 febbraio), Duo Musizieren con Alice Gabbiani e Silvia Tosi (10 febbraio), Duo Gaudieri – Bisegna (10 marzo), Duo Pianistico Nadia Lencioni – Fabrizio Datteri (31 marzo). Tanti i giovani talenti, parte dei quali avvicinatosi ad A.Gi.Mus. attraverso il concorso internazionale “Premio Crescendo – città di Firenze”: Eloisa Cascio (20 gennaio), Andrea Caputo (17 marzo), Benedetta Fiechter e Lara Biancalana (7 aprile), Ruben Xhaferi (14 aprile), i fratelli Christian Pio e Massimiliano Nese (28 aprile), i giovanissimi vincitori del Concerto Premio Junior al Premio Crescendo (26 maggio).
Ci saranno anche le consuete aperture della stagione verso altri generi musicali, con il programma di tango del quintetto di Donatella Alamprese (17 febbraio) e il ritorno in stagione del cantautore americano Kenny White (5 maggio) in collaborazione con Il Popolo del Blues e Associazione La Chute. Tra gli appuntamenti, anche il concerto dei giovanissimi dell’Orchestra del Centro Musicale Suzuki di Firenze (3 marzo). Il 24 febbraio si esibirà il trio formato da Paolo Zampini, Primo Oliva e Laura Andreini, il 24 marzo gli allievi del M° Paolo Crispo renderanno omaggio al violinista e docente scomparso qualche anno fa e il 12 maggio, invece, gioioso programma all’insegna dell’incontro tra classica e jazz con “Cello Fan”, la suite di C. Bolling per violoncello e piano jazz trio eseguita da Luca Provenzani, Fabiana Barbini, Amerigo Bernardi e Roberto Bichi.

Roberto Trainini, nato a Bari nel 1975 comincia lo studio del violoncello all'età di 10 anni con suo zio Saverio Loiacono, primo violoncello dell'opera di Montevideo e li prosegue al Conservatorio "N.Piccinni" di Bari con Vincenzo Caminiti, sotto la cui guida si diploma nel 1995 dopo aver vinto numerosi premi nazionali per giovani violoncellisti (Vittorio Veneto 1990, 1°premio, Lorenzo Perosi-Biella 1993 e 1995, 1° premii, SMM Milano 1995 3°premio). Nel 1996, grazie al conseguimento di una prestigiosa borsa di studio , si trasferisce in Svizzera per proseguire gli studi sotto la guida di Radu Aldulescu alla International Menuhin Music Academy, Gstaad. Qui, é stato tra gli altri allievo per la musica da camera di Igor Oistrakh, Alberto Lysy, Yehudi Menuhin. Nel 1999 entra a far parte della classe per solisti di Wolfgang Mehlhorn alla Hochschule für Musik di Amburgo dove si diploma nel 2003 con il massimo dei voti e la menzione d'onore ("summa cum laude") eseguendo il concerto di A.Dvorák op.104 con gli Hamburger Symphoniker. Si é inoltre perfezionato sotto la guida di Michel Strauss al Consevatorio Superiore di Parigi ( troisième cycle, non terminato), Niklas Schmidt ad Amburgo, e nel 2003 continua gli studi con Steven Isserlis a Prussia Cove, Inghilterra dove per questo corso speciale vengono selezionati 10 giovani violoncellisti in tutto il mondo vincendo anche l'unica borsa di studio completa a disposizione in quell'anno. Dopo aver partecipato con successo a rinomati concorsi internazionali (Markneuikirchen 2001, 4° premio, Elise Meyer -Amburgo 2001, 1°premio, Belgrado 2005 , finalista e 4°posto, Bonucci 2003 premio speciale "G.Padroni, come miglior concorrente Italiano) si é affermato come un completo violoncellista: sia come camerista che come solista il suo repertorio spazia dal primo barocco (su strumenti originali) alla musica contemporanea. Nel 2003 è stato il violoncellista del Quartetto Scardanelli (specializzato nella musica contemporanea), e ha studiato e collaborato con la compositrice Sofia Gubaidulina (Duo per vl. e vc, "Canto del Sole"-Concerto per vc, coro da camera e percussioni).Ha nel 2002 eseguito il "Noumi" per vc e pf del compositore Serge Kaufmann in prima mondiale al Festival di Moulin d'Andé. Nel 2003 dopo aver ascoltato in radio la Sonata "Arpeggione" di Franz Schubert, il famoso violinista Luz Leskowitz lo chiama a far parte dei Solisti di Salisburgo, un gruppo di musica da camera ( dal duo all' ottetto) dal repertorio vastissimo che ha permesso a Roberto di esibirsi ovunque avendo come colleghi artisti quali Jörg Demus, Vladimir Mendelssohn, Elliot Fisk, Luz Leskowitz, David Geringas, Karl Leister, Jeremy Menuhin, Hermann Baumann, Voces Quartett, Bartok Quartett, Amati Ensemble Maastricht, Gil Sharon, Benjamin Schmidt, Maurice Steger, Janne Thomsen, Marc Grauwels, Igor Oistrakh. Dal 2004 al 2009 è stato primo violoncello solista dell' Opera di Lüneburg ( per cui ha dovuto limitare l'intensa attivita cameristica) poi primo violoncello solista nel 2009 dell' Orchestra di Stato di Cipro, Nicosia e della prestigiosa SSO Singapore Symphony Orchestra. E' membro fondatore nel 2006 del Sestetto d' Archi di Amburgo e dell'Anton Rubinstein Piano Trio.Nel 2001 è risultato vincitore del concorso dell''Accademia di Amburgo che gli ha affidato un violoncello V.Postiglione 1899 Napoli fino al 2005, e poi la Orpheon Foundation (sempre previo concorso) dal 2007 al 2009 gli ha dato in prestito un prezioso violoncello anonimo nord-italiano del 1760 ca. su cui ha sviluppato la prassi barocca sia del basso continuo per recitativo che quella solistica con concerti di Vivaldi, Leo, Porpora, Boccherini. Il 2011 e il 2012 lo vedranno impegnato nella prima apparizione come solista in Polonia con le Orchestre di Radom (Lutoslawski) , Bialystok (Haydn) Opole (prima esecuzione mondiale del Concerto della famosa compositrice catalana Elisenda Fabregas, a Roberto dedicato) e concerti in Germania, Turchia, Messico, Italia, Estremo Oriente.Collabora con il direttore d'orchestra Michele Santorsola alla riscoperta del repertorio Italiano del XX secolo per vc e orch. Roberto Trainini è anche un apprezzato trascrittore & arrangiatore: i suoi primi arrangiamenti per sestetto d'archi (gia eseguiti a Wolfsburg, Messina, Campobasso, Sulmona, Catanzaro) saranno pubblicati dall'editore Hofmeister di Lipsia. Grandissimo successo ha riscosso con il Concerto di R.Schumann op.129 con l'Orchestra Radio di Tirana nel 2012 sotto la direzione di Ermir Krantja, e con lo stesso Concerto , sostituendo Misha Maisky con l'Orchestra Sinfonica di Catanzaro sotto la direzione di Paolo Olmi. Roberto da' corsi di perfezionamento in Polonia e Giappone, insieme ad artisti come Gerard Poulet, Luz Leskowitz, Vladimir Mendelssohn, con i quali suona spesso in formazioni di musica da camera. Suona un Alessandro Ciciliati del 2009, un Violoncello anonimo veneto fine XVII sec. ed ha in prestito periodicamente dalla AAF il violoncello “Stradivarius del Vaticano” costruito da Nicolò Amati e trasformato da Antonio Stradivari 1620. Dal 2012 è Professore di Violoncello presso il Conservatorio "C. Monteverdi", Bolzano e da 2015 e' Professore di Violoncello alla Academia de Arte de Florencia, Citta' del Messico nonche' dal 2012 Professore invitato al Oskar Kolberg College of Music, Radom, Polonia. Dal 2014 Roberto fa parte della lista di Artisti Brilliant Classics, avendo registrato l'integrale di Giuseppe Martucci per vc e pf insieme a Massimiliano Ferrati per questa casa discografica, il secondo CD con Sonate di Cesar Franck, Ludwig van Beethoven con Cristiano Burato col quale e' in programma nel 2019 l'integrale per vc e pf di Camille Saint-Saens; Inoltre ha registrato per la Naxos un CD con musiche di Mario Castelnuovo Tedesco in prima registrazione mondiale. In programma per la Tactus le due Sonate di Alfredo Casella con Stella Pontoriero, pf e per la Brilliant nel 2019 l'opera da camera completa di Ludwig Thuille. Inoltre ha registrato nel 2015 il primo volume dell'integrale delle Suites per vc solo di J.S.Bach per la OnClassical/Aevea, integrale che comprendera' la propria trascrizione della celeberrima Ciaccona per vl solo.

Stella Pontoriero ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio "F.Torrefranca"di Vibo Valentia dove si è diplomata con il massimo dei voti, lode e menzione d´onore sotto la guida di G.A.Brustia. Ha partecipato a corsi di perfezionamento e masterclass di pianoforte (B.Lupo, M.Marvulli, M.Pennella, L. Morales, N.Trull, G.Baldocci) e di musica da camera(M.Marasco, A.Oliva, P.N.Masi, B.Canino,L.Piovano).Ha tenuto concerti solistici e cameristici in Calabria, Sicilia, Lazio, Romania,Giappone (UniRoma3 Orchestra, Atlante sonoro 2013, Reale Accademia Di Spagna,Musei Vaticani,Oratorio del Gonfalone,, Mishima Yuyu Hall,Istituto Italiano di Cultura di Tokyo,Filarmonica De Stat Moldova, ecc), Campania,Lombardia(ComoClassica 2013, Mantova Chamber Music Festival 2014)Spagna(XIII International Master Class and Piano festival),e con artisti quali P.Taballione( primo flauto della Bayerisches Staatsorchester di Monaco) A.Carere(Primo Flauto del Teatro "Cilea" di Reggio Calabria), S.Vella(Primo Flauto del Teatro Bellini di Catania), M.Zoni(Primo Flauto del Teatro Alla Scala di Milano).Nel 2010 ha inoltre partecipato ad una stagione per conto dell´associazione FONDAZIONE ADKINS CHITI: DONNE IN MUSICA(Membro del consiglio Internazionale per la Musica dell'Unesco) esibendosi a Roma,Frascati ed Alatri.In veste solistica ha suonato con l’Orchestra del Conservatorio F.Torrefranca di Vibo Valentia e con l’Orchestra da camera “Città di Fondi”(esibendosi con quest’ultima all’interno della stagione “Fondi Music Festival 2012” con il concerto n.1 di J.Brahms )Vincitrice del concorso per l´assegnazione delle borse di studio indetto dal Conservatorio Torrefranca per l´ a.a. 2008-2009 ha collaborato con le classi di strumento a fiato; per l´ a.a 2009-2010,2010-2011,2011-2012,2014-2015, 2015-2016 è stata nominata tutor di pianoforte presso il Conservatorio F.Torrefranca di Vibo Valentia.Ha ottenuto numerosi riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali(1°premio assoluto e premio speciale al concorso Internazionale S. Francesco Di Paola 2015 musica da camera,1° premio al concorso Internazionale Mèlos 2016 musica da camera, 2°premio al concorso Magliano Sabina 2016 musica da camera, 1°premio assoluto al concorso Internazionale Jacopo Napoli 2016 musica da camera, 1°premio assoluto al concorso Internazionale Città di Mercato S.Severino 2016 musica da camera, 1°premio al concorso Europeo Città di Filadelfia 2016 musica da camera,1°premio assoluto Ama Calabria 2016 musica da camera, 1°premio assoluto al concorso internazionale Curci di Barletta 2016 musica da camera, 2°premio al concorso Nazionale Suoni dall’Aspromonte 2015 musica da camera, Premio Speciale al 40° Concorso Cilea di Palmi,Città Metropolitana di Reggio Calabria,, Concorso Bach,Concorso Promenade,ecc).In qualità di pianista accompagnatore, lavora presso l´Accademia Flautistica di Reggio Calabria ed ha collaborato in varie occasioni con i Maestri S.Vella(primo flauto del Teatro Bellini di Catania),G.Roselli(primo flauto del teatro Bellini di Catania),Di Giorgi(Primo flauto del teatro Verdi di Trieste), M.Marasco, M.Zoni(Primo flauto del teatro alla Scala di Milano), D.Formisano(primo flauto del Teatro alla Scala di Milano), A.Oliva(primo flauto dell´orchestra Santa Cecilia di Roma),A.Carere(primo flauto del Teatro Cilea di Reggio Calabria),Paolo Taballione( primo flauto della Bayerisches Staatsorchester di Monaco).Dall’anno 2013 è pianista accompagnatore del concorso Flautistico Krakamp. Vincitrice di concorso, e’ attualmente pianista accompagnatore del Conservatorio Monteverdi di Bolzano. Suona stabilmente Graces Trio con la violinista Maria Teresa De Sanio e la violoncellista Livia De Romanis. Nel 2015 si diploma in Musica da Camera sotto la guida del M°Carlo Fabiano presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.



INFO:
A.Gi.Mus.
Via della Palancola 30
50133 – Firenze
www.agimusfirenze.it
agimus.firenze@agimus.it
055/580996

11/01/2019 11.01
Non-profit in provincia di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto