Login

MET


Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
I Carabinieri della Stazione di Pelago hanno arrestato un 39enne marocchino che aveva tentato di introdursi in un’abitazione della periferia di Rufina
Pontassieve, alla guida di un SUV con targa straniera, un commerciante 48enne aveva collezionato oltre 5.000,00 € di pedaggi autostradali non pagati, denunciato per truffa
Carabinieri (foto Antonello Serino, Ufficio Stampa - Redazione di Met)
Nella serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Pelago hanno arrestato un 39enne marocchino, pregiudicato, senza fissa dimora ed irregolare sul Territorio Nazionale, che aveva tentato di introdursi in un’abitazione della periferia di Rufina. Erano le 21.30 circa quando la proprietaria di casa, allarmata dall’abbaiare dei suoi cani, ha scorto un’ombra arrampicarsi sul tetto, presumibilmente per tentare di accedere all’abitazione dal piano superiore. Immediato l’allarme dato al 112 che ha consentito alla pattuglia della Stazione di Pelago di giungere in pochi minuti sul posto: l’uomo, che nel frattempo si era spostato verso la cantina, è stato trovato mentre armeggiava su una bicicletta pieghevole nel tentativo di asportarla per darsi alla fuga ed immediatamente bloccato. Dopo una notte in camera di sicurezza stamane è stato condotto in udienza per il rito direttissimo.

Pontassieve, alla guida di un SUV con targa straniera, un commerciante 48enne aveva collezionato oltre 5.000,00 € di pedaggi autostradali non pagati, denunciato per truffa

Utilizzando un SUV con targa straniera, un commerciante 48enne aveva collezionato oltre 5.000,00 € di pedaggi autostradali non pagati; nella sera di mercoledì è stato però sottoposto a controllo dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile che, oltre a denunciarlo per truffa, gli hanno sequestrato il veicolo, peraltro privo di revisione, atteso che l’uomo lo utilizzava da tempo pur essendo stabilmente residente in Italia e non avendo provveduto a reimmatricolarlo. Applicando l'articolo 93 comma 1bis del recente Decreto Sicurezza, i militari gli hanno contestato verbali per oltre 1.500,00 €; inoltre, qualora il trasgressore non si metta in regola entro 180 giorni, per lui scatterà la confisca del veicolo.
E sempre a Pontassieve, i militari dell’Aliquota Radiomobile hanno denunciato per guida sotto l’influenza di stupefacenti un 38enne che, sorpreso alla guida con indosso una dose di eroina, si è rifiutato di sottoporsi al test per verificarne le condizioni psico-fisiche: per lui applicati anche il ritiro della patente ed il sequestro dell’autoveicolo.

11/01/2019 12.25
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto