Login

MET


Comune di Prato
Con la seconda conferenza d’arte intorno alla temporanea Effetto Leonardo al Palazzo Pretorio di Prato. Opere dalla collezione Carlo Palli, si entra nel dettaglio della raccolta del collezionista pratese
Venerdì 24 maggio ore 18 appuntamento con Laura Monaldi, critico d’arte e saggista. Ingresso libero.
Secondo appuntamento con le conferenze d’arte a Palazzo Pretorio intorno alla temporanea Effetto Leonardo. Opere dalla collezione Carlo Palli. Venerdì 24 maggio, ore 18, protagonista dell’incontro sarà Laura Monaldi, critico d’arte e saggista, che parlerà de La collezione Palli e le neoavanguardie.

Laura Monaldi entrerà nel dettaglio della raccolta del collezionista descrivendone le collezioni e i principali movimenti artistici ivi contenuti: un excursus storico-critico dell'arte contemporanea italiana e straniera dagli anni Sessanta a oggi, con particolare riferimento agli anni delle Neoavanguardie che hanno visto avvicendarsi gruppi operativi importanti come Fluxus, la Poesia Visiva, la Scuola di Pistoia e l'Architettura radicale, sino a giungere all'importanza della vera attività del "collezionista", in quanto pratica di ricerca e di archiviazione capace di promuovere anche a livello museale stagioni che altrimenti passerebbero inosservate.

L’appuntamento, a ingresso libero fino a esaurimento posti, si svolgerà nella sala conferenze al primo piano. Chiude il ciclo di conferenze – venerdì 31 maggio, sempre alle 18 - la conservatrice di Palazzo Pretorio Rita Iacopino insieme al direttore dei Musei diocesani di Prato Claudio Cerretelli con un incontro sul tema Arte e architettura a Prato ai tempi di Leonardo.

Effetto Leonardo. Opere dalla collezione Carlo Palli - A cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci l’esposizione rielabora, in chiave contemporanea, i temi cari al genio vinciano e lo fa attraverso 80 opere, di 50 artisti nazionali e internazionali, realizzate nell'arco di tre decenni, dalla fine degli anni Sessanta al Duemila. Dal famoso ritratto senile di Leonardo rielaborato graficamente da Man Ray, l’esposizione si presenta come un "discorso sull'arte" di Leonardo, il suo mito, le sue ricerche e le sue attività, i suoi capolavori e i suoi codici, rivisitati e reinterpretati, ripresi o evocati. Premessa alla mostra diventa così la tela di Ben Vautier con l'assunto manifesto dell'arte concettuale: L'arte è un discorso sull'arte. L’opera, a piano terra, introduce il percorso artistico che si snoda lungo quattro sale e si conclude con le "scelte del collezionista" intorno all'immaginario leonardiano che costituisce il filo conduttore della mostra.

Biglietto ingresso + mostra, intero 8 euro, ridotto 6 euro (altre riduzioni sul sito www.palazzopretorio.prato.it).

22/05/2019 9.50
Comune di Prato


 
 

Google


Vai al contenuto