Login

MET


Comune di Firenze
Tomba Montale, l’assessore Vannucci: “Le sue spoglie resteranno nel loculo del cimitero di San Felice a Ema”
"Siamo onorati che il Premio Nobel per la letteratura nel 1975 riposi nella nostra città"
“Le spoglie di Eugenio Montale resteranno nel cimitero di San Felice a Ema. È tra i massimi poeti italiani del Novecento e siamo onorati che il Premio Nobel per la letteratura nel 1975 riposi nella nostra città”. Lo afferma l’assessore a Welfare Andrea Vannucci, con delega anche ai cimiteri comunali, commentando la notizia uscita su un sito online secondo il quale i resti mortali del grande poeta e scrittore rischierebbero di finire nell’ossario comune.

“Siamo impegnati in un’importante operazione di controllo delle scadenze delle vecchie concessioni cimiteriali - afferma l’assessore Vannucci -, che riguarda tutti i campisanti di proprietà del Comune. Al cimitero di San Felice a Ema siamo arrivati a controllare le concessioni delle persone morte nel 1978, quindi diversi anni prima dalla morte di Montale, avvenuta il 12 settembre 1981”. “Quando arriveremo a quella data - spiega Vannucci - contatteremo Bianca Montale, nipote ed erede universale del poeta. In ogni caso ci saremmo adoperati con il sindaco Nardella e la giunta per trovare una soluzione per questa sepoltura importante proprio come avviene per gli altri personaggi illustri che risposano a San Miniato al Monte”.

L’assessore Andrea Vannucci ci tiene a rassicurare i fiorentini: “Firenze custodisce le spoglie di personaggi importanti della nostra storia e della nostra cultura e ne siamo orgogliosi. Ci impegneremo perché le spoglie di Montale continuino ad essere custodite nel loculo che custodisce anche le spoglie della moglie”. (fp)

12/10/2019 14.56
Comune di Firenze


 
 

Google


Vai al contenuto