Login

MET


Comune di Montelupo Fiorentino
Montelupo. La Buona Novella 50 anni dopo: al MMAB il concerto integrale eseguito da Chiara Riondino
Giovedì 13 febbraio alle ore 21.00 il MMAB si riempirà di musica e poesia con la chitarra e la voce di Chiara Riondino che farà vibrare le canzoni del concept album “La Buona Novella” di Fabrizio De André
Il concerto sarà preceduto da una breve introduzione storica e arricchito da brevi letture di raccordo, tratte dagli stessi vangeli apocrifi che ispirarono il cantautore nella stesura di quello che, ancora oggi, viene considerato un album capolavoro. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

I vangeli apocrifi, e in particolare il protovangelo di Giacomo, sono stati la materia prima su cui ha lavorato De André per elaborare quest’opera, concepita proprio come un unico racconto suddiviso in canzoni, e offrirci in modo completo ed esaustivo l’intera poetica del cantautore genovese. L’attenzione per gli ultimi, la non violenza, che trova origine nel perdono, l’abbattimento del pregiudizio e del giudizio morale, il contrasto alle leggi imposte dall’alto, l’ipocrisia di chi professa il bene e compie il male, la fiducia nell’uomo e nella fratellanza universale. Non solo i temi cari a De André sono racchiusi in questo album, ma anche le cifre stilistiche e linguistiche: La Buona Novella non è un mero racconto delle vicende umane di un predicatore di pace, quanto invece un corpus poetico fertile di figure retoriche e arditi accostamenti, invettive e preghiere laiche espresse con la forza del verso che eleva spiritualmente ogni concetto, anche quello più feroce e critico nei confronti dei dogmi precostituiti.

Alla fine Gesù è raccontato attraverso i “personaggi minori”, i “coprotagonisti” di questo affascinante e misterioso racconto, senza avere mai direttamente la parola all’interno delle canzoni deandreiane. Chi acquista invece piena voce all’interno della narrazione musicale è Maria, la cui vicenda umana è narrata con tenerezza fin dall’infanzia per poi raccoglierne l’accorato addio al figlio ai piedi della croce. È la figura stessa della donna che qui acquista vigore e profondità, in tutte le tappe della vita: dal corpo che sboccia all’adolescenza fino alla maternità, per poi struggersi nel commovente dolore di una madre che vede morire il figlio davanti ai suoi occhi.

Nonostante abbia cinquant’anni (la prima edizione del disco venne pubblicata nel novembre del 1970), La Buona Novella sembra non essere invecchiata nemmeno di un giorno, ma anzi continua a parlare alle vecchie come alle nuove generazioni, mandando sempre il suo indelebile messaggio di umanità a chi l’ascolta. C’è da dire che il disco venne osteggiato dallo stesso pubblico del cantautore perché percepito come reazionario e di stampo cattolico, mentre invece portava in sé i concetti cari ai tanti giovani che manifestavano nelle piazze e che, con vigore, reclamavano giustizia, uguaglianza, diritti per tutti. Quei valori che proprio in Cristo trovavano la propria origine e nel suo messaggio rinnovavano la propria forza e la propria attualità.

Il concerto è proposto dal MMAB in concomitanza con un’altra ricorrenza importante: il 18 febbraio Fabrizio De André avrebbe compiuto gli ottanta anni di età e invece la sua voce “fuori dal coro” manca al mondo da ventuno anni.

Chiara Riondino, dalla nutrita esperienza in ambito cantautoriale, è voce solista nel concerto-tributo de La Buona Novella che insieme al fratello David Riondino e al maestro Fabio Battistelli è in tournée nei teatri italiani dal 2001.

Per ulteriori approfondimenti
https://bibliotecamontelupo.wordpress.com/2020/02/06/la-buona-novella-di-de-andre-al-mmab/

11/02/2020 12.02
Comune di Montelupo Fiorentino


 
 

Google


Vai al contenuto