Login

MET


Regione Toscana
Consiglio regionale: via libera alla legge sulle attività europee e di rilievo internazionale
Si interviene sulla partecipazione della Toscana alla formazione ed attuazione delle politiche dell’Unione europea e sulle associazioni dei toscani nel mondo
Il Consiglio regionale ha approvato la legge sulle attività europee e di rilievo internazionale della Regione Toscana, che modifica la legge regionale 26 del 2009. È stato Giacomo Bugliani (Pd), presidente della commissione Affari istituzionali, ad illustrare la proposta di legge, da molto tempo all’esame della commissione, che giunge in aula con un testo profondamente modificato per effetto di un’intensa attività emendativa di Stefano Baccelli (Pd). Questa proposta si articola in due parti. La prima riguarda la partecipazione della Toscana alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'Unione europea In questa prospettiva viene istituita la sessione europea. Annualmente la giunta regionale presenterà la legge europea con la quale si garantisce il pieno raccordo con la legislazione europea (applicazione delle direttive, delle sentenze della Corte europea, ecc..).
Bugliani si è quindi soffermato sulla seconda parte, relativa ai toscani nel mondo. La Regione Toscana ha sempre riconosciuto il ruolo delle comunità dei toscani come attori fondamentali per la diffusione e la promozione dei valori della cultura toscana e per il mantenimento del legame con la terra d'origine ponendo in atto specifiche politiche. Da un lato la legge prevede la massima semplificazione delle modalità della loro rappresentanza e dall'altro salvaguardia il loro prezioso apporto nella definizione degli indirizzi generali delle politiche internazionali della Regione e degli interventi regionali a loro diretti. Il vecchio comitato direttivo viene sostituito dal consiglio dei toscani nel mondo, con un ruolo preminente affidato ai coordinamenti continentali. La consultazione telematica sarà il metodo prioritario per l’interazione con la Regione.
“Grande soddisfazione per i contenuti della legge” è stata espressa da Stefano Baccelli (Pd), ricordando il ruolo svolto dai lucchesi nel mondo, sempre molto presenti nella comunità toscana. Più in generale il rafforzamento dei toscani nel mondo è “un’importante occasione, non solo identitaria e culturale, ma anche di promozione economica”. Per questo è stato conservata, ad esempio, la giornata dei Toscani nel mondo.
“Giusta e corretta la sessione europea, ma soprattutto la valorizzazione dei toscani nel mondo” ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia, Maurizio Marchetti, sottolineando che come amministratore della città di Lucca “ha vissuto in prima persona la crescita di un’associazione diventata sempre più importante”. Al riguardo ha ricordato un Columbus Day a San Francisco.
“Sono motori della cultura toscana nel mondo e possono essere un volano importante, per il rilancio del nostro turismo” ha affermato Gabriele Bianchi (gruppo misto), annunciando il voto favorevole.

“Una bella iniziativa” ha commentato Roberto Biasci (Lega Nord) e “orgogliosamente favorevole” si è dichiarato il consigliere Massimo Baldi (Italia Viva).

07/07/2020 18.39
Regione Toscana


 
 


Vai al contenuto