Login

MET


Comune di Firenze
Ordine degli Architetti, la risposta dell'amministrazione comunale

Questa la risposta dell'amministrazione comunale all'Ordine degli Architetti:

I numeri comunicati dall'Ordine degli Architetti non corrispondono ai numeri - pubblici e verificabili - di atti, appuntamenti e provvedimenti elaborati dagli uffici della Direzione Urbanistica del Comune di Firenze nel periodo dell'emergenza. Di seguito, alcuni numeri in replica a quelli riportati nel comunicato dell'Ordine.
Le Scia vengono verificate tutte nei 30 giorni. Analizzando il periodo compreso fra febbraio 2020 e maggio 2020 (lockdown) si riporta il seguente quadro: delle 527 scia depositate, 402 sono state definite e archiviate (pari al 76% del totale); 20 sospese con provvedimento che inibisce l’attività (pari al 4%); le restanti 105 risultano ancora in attesa di regolarizzazione da parte del professionista a seguito di richiesta di integrazione da parte degli uffici (20%).
Per quanto riguarda invece lo sportello, i colloqui prenotati per il solo mese di agosto sono 192 e non 48, come sostenuto nella nota dell'Ordine degli Architetti; a settembre i colloqui disponibili sono 312 (e non 78 come sostenuto dall'Ordine degli Architetti), con la sola prima settimana già tutta prenotata.
"Anche durante l'emergenza, l'ufficio dell'urbanistica ha continuato ad essere operativo, come dimostrato dai numeri sopra riportati. Il settore dell'edilizia, strategico per l'economia della città, non si è fermato, e risponderemo alla missiva dell'Ordine non solo con i diversi numeri di questi mesi rispetto a quelli da loro diramati, ma soprattutto con la volontà di trovare un dialogo ed una collaborazione in cui questa amministrazione crede - afferma l'assessore all'urbanistica -. Nel mese di Maggio, su richiesta e iniziativa del Sindaco, tutta la Giunta comunale ha incontrato l'Ordine degli Architetti per affrontare la situazione urbanistica attuale alla luce della pandemia e quella che avremmo voluto disegnare insieme nel futuro Piano Operativo. Ci dispiace che a tale incontro, dove l'Ordine aveva proposto dei tavoli di lavoro tematici da loro promossi per affrontare nodi complessi ma stimolanti per il prossimo Piano Operativo e per una più efficiente collaborazione con gli Uffici, non sia poi seguita nessuna proposta ma sia arrivata questa nota comunicataci a mezzo stampa, contenente peraltro anche dati inesatti.
Senza dubbio, ci possono essere state (e ci possono essere) delle difficoltà dovute da un lato alla eccezionale situazione di emergenza contingente alla pandemia, dall'altra a quella strutturale legata alla carenza di personale: basti pensare che negli ultimi 5 anni sono venute meno 29 persone su cui l'ufficio può contare, e la possibilità di assumere nuovo personale si è pure contratta durante l'emergenza covid per talune disposizioni governative che ne hanno limitato il numero. Questo però non vuol dire che il lavoro portato avanti dagli uffici in questi drammatici mesi non debba essere riconosciuto. Invieremo all'Ordine la relazione sul lavoro di questi mesi, che qui alleghiamo, unitamente ad una proposta di incontro".
Per contattare gli uffici, si ricorda che le modalità sono riportate sul sito dell'urbanistica e dell'edilizia, e resteranno quelle fino a nuove comunicazioni da parte della Direzione generale sulla base delle disposizioni governative, sentiti i sindacati.

04/08/2020 20.14
Comune di Firenze


 
 


Vai al contenuto