Login

MET


Comune di Greve in Chianti
Greve. Tutti a scuola, ecco il vademecum del Comune per il ritorno in classe, in sicurezza e in presenza
Dal primo settembre l’Istituto comprensivo di Greve in Chianti ha una nuova dirigente, la dottoressa Francesca Ortenzi. Mensa, trasporto, accoglienza, prescuola: il sindaco e l’assessore descrivono nel dettaglio le modalità di fruizione dei servizi e di accesso ai plessi scolastici
Tutti a scuola (fonte foto pagina fb comune di greve)
Il Comune di Greve in Chianti sta lavorando intensamente per garantire il ritorno a scuola e in sicurezza a tutti gli studenti del territorio. L’impegno del sindaco, dell’assessore alle Politiche educative e degli uffici Servizi educativi e Lavori pubblici, condiviso con la nuova dirigente scolastica, la dottoressa Francesca Ortenzi, che dal 1 settembre ha assunto le redini dell’Istituto comprensivo grevigiano, è teso alla riapertura, prevista lunedì 14 settembre, nel rispetto rigoroso dei parametri e delle disposizioni previsti dal governo per il contenimento della pandemia da Coronavirus.

“Un rientro certamente complesso e faticoso - dichiara il sindaco - da costruire, giorno dopo giorno, insieme alle famiglie attraverso la condivisione delle responsabilità nella gestione dei figli/alunni, che si propone tuttavia di mantenere il più possibile le condizioni di permanenza scolastica inalterate e di accogliere gli allievi con il sorriso e la voglia di ripartire in un clima di fiducia, serenità e ottimismo”.

MENSA

Per quanto riguarda la mensa scolastica che partirà il 23 settembre gli studenti continueranno regolarmente a mangiare a scuola. La consumazione del pasto si realizzerà prevalentemente in classe, nelle stesse aule in cui fanno lezione, restando seduti al proprio banco. Unica eccezione: la scuola primaria di Panzano dove i pasti saranno consumati nel refettorio. “Queste operazioni - spiega l’assessore alle Politiche educative - hanno richiesto il potenziamento del personale addetto alla somministrazione, alla pulizia e alla sanificazione collegata al pasto, essendo l’intervento svolto prevalentemente classe per classe”.

ACCOGLIENZA

All’ingresso potrebbe essere prevista una procedura di triage con misurazione della temperatura, si chiede il rispetto del distanziamento sociale e degli orari scaglionati di entrata. “È obbligatoria da parte dei genitori, la sottoscrizione del patto di corresponsabilità con la scuola – aggiunge l’assessore - in ogni caso i genitori sono obbligati alla misurazione della temperatura a casa prima di uscire, oltre a dotare i propri figli di un apposito dispositivo di protezione”. I bambini in arrivo a scuola si recheranno nelle singole aule di appartenenza in cui si svolgeranno le lezioni, nel rispetto dei percorsi approntati. “Per ogni scuola sono stati organizzati – continua - diversi orari di ingresso che saranno comunicati dall’istituto comprensivo ai genitori con esattezza. Importante è anche l’uscita scaglionata mantenendo le distanze di sicurezza”.

TRASPORTO

Il Comune ha riorganizzato tutte le linee in modo da permettere ai bambini di arrivare a scuola il più possibile vicino all’inizio delle lezioni. “Abbiamo integrato il personale in accompagnamento – riprende - al fine di vigilare sugli alunni per il rispetto delle distanze e la tenuta delle mascherine”.

PRESCUOLA

Anche quest’anno, pur nella difficile situazione dell’emergenza sanitaria, il Comune attiverà il servizio di prescuola a partire dal 23 settembre. “Per questa particolare circostanza – rimarca l’assessore alle Politiche educative - chiediamo collaborazione e senso di responsabilità a tutti i genitori, in particolare, chiediamo in uno spirito di collaborazione che le famiglie dotino anche i più piccoli, dai tre ai sei anni, di mascherine, pur non essendo obbligati ad indossarle. “E’ mia intenzione - prosegue - organizzare una riunione dedicata per illustrare bene alle famiglie le condizioni e le modalità di utilizzo dei dispositivi di protezione”. Gli educatori saranno pronti ad accogliere i bambini e ad agevolare l’uso della mascherina attraverso giochi”. Inoltre gli alunni verranno non solo sorvegliati ma anche intrattenuti in sicurezza con attività di gioco e di laboratorio fino all’inizio delle lezioni. Il prescuola si svolgerà in spazi ampi in modo da tenere la distanza tra i bambini e, fino a quando sarà possibile, all’aperto.

Come ogni anno, sarà garantito il totale delle ore di assistenza integrativa rispetto all'insegnante di sostegno per i bambini con disabilità. Il servizio prevede anche un supporto all’insegnante nel favorire l’integrazione fra i bambini nelle classi.

Info: Ufficio Servizi scolastici 055 8545245 - www.comune.greve-in-chianti.fi.it

10/09/2020 10.23
Comune di Greve in Chianti


 
 


Vai al contenuto