Login

MET


Comune di Empoli
Buoni spesa: domande aperte a Empoli fino al 13 dicembre
Hanno validità 60 giorni e saranno spendibili negli esercizi commerciali aderenti. Modulo compilabile on line in autonomia o allo sportello assistenza del Palazzo delle Esposizioni
Banner Empoliaiuta buoni spesa Covid-19
Parte a Empoli, da stasera, e proseguirà fino al 13 dicembre, la possibilità di compilare la domanda per accedere ai buoni spesa destinati alle fasce della popolazione in difficoltà economica a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19.

Il buono spesa è un titolo di acquisto spendibile negli esercizi commerciali indicati in un'apposita lista aggiornata on line consultabile all’interno del modulo di richiesta, e validi per reperire i cosiddetti “generi di prima necessità”: prodotti alimentari, per l’igiene personale o della casa, medicinali e prodotti farmaceutici prescritti dal medico o pediatra.

Ha validità 60 giorni dalla data del rilascio. Hanno diritto di accesso ai buoni spesa i nuclei familiari maggiormente esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e quelli in stato di bisogno, come ad esempio i nuclei familiari in carico ai servizi sociali, o quelli non in carico al servizio sociale ma in cui non siano presenti percettori di redditi da lavoro o, ancora, i disoccupati.

Il richiedente dovrà essere residente o domiciliato nel Comune di Empoli e, in caso di cittadinanza straniera, in possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità.

Dallo Stato sono stati messi a disposizione dei cittadini empolese 258.000 euro.

Il modulo per la richiesta è disponibile sul sito web del Comune di Empoli https://www.empoli.gov.it/ dove sono presenti tutte le informazioni e l’avviso: il modulo deve essere compilato on line.

Non occorre spedire o portare a mano nessun documento agli uffici comunali.
Le domande non saranno valutate in base a un ordine cronologico.

Per consulenza e assistenza alla compilazione della domanda, per chi ha difficoltà o non dispone di un dispositivo con collegamento a internet (pc, tablet o smartphone), il Comune di Empoli ha predisposto un servizio di supporto telefonando ai numeri 339 2095620 e 339 2095528.

Gli operatori del servizio di supporto per la compilazione dei buoni spesa si trovano in un ufficio del Palazzo delle Esposizioni, piazza Guido Guerra, e sono a disposizione di coloro che sono impossibilitati a compilare on line il modulo. Ricevono solo su appuntamento (prenotabile agli stessi numeri) tutti i giorni (tranne i festivi – domeniche e martedì 8 dicembre) dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.30.

CHE COSA È il BUONO SPESA? - Il buono spesa è un titolo di acquisto per generi di “prima necessità” destinato alle famiglie che si trovano in una situazione di difficoltà a causa della pandemia da Covid19.

‘Generi di prima necessità’: prodotti alimentari, per l’igiene personale e per l’igiene della casa; medicinali e prodotti farmaceutici non erogati a titolo gratuito dal Servizio Sanitario Nazionale, la cui necessità sia accompagnata da apposita prescrizione del medico di medicina generale o pediatra di libera scelta o corrisponda a beni non rinvenibili negli altri canali erogativi.

Possono presentare domanda le categorie di lavoratori che si trovano nelle seguenti situazioni.
Lavoratore dipendente a tempo indeterminato: risoluzione del rapporto di lavoro oppure con sospensione dell’attività lavorativa, in assenza/attesa di attivazione di ammortizzatore sociale.
Lavoratore dipendente a tempo determinato o impiegato con tipologie contrattuali flessibili: conclusione del rapporto di lavoro.
Lavoratore autonomo: sospensione temporanea dell'attività con partita IVA, professionali, commerciali, produttive artigianali non riconducibili ai codici ATECO per i quali è previsto un contributo a fondo perduto.
Lavoratore intermittente o a chiamata: consistente riduzione della propria attività.
Disoccupati / inoccupati.

L’importo varia in base alla composizione del nucleo familiare da 150 a 360 euro.

Si ricorda che la scadenza per la presentazione della domanda è il 13 dicembre.
Tutti i richiedenti saranno ricontattati al recapito telefonico indicato nella domanda.

Il Comune di Empoli verificherà la veridicità delle dichiarazioni rese nella domanda e, in caso di accertata mendacità, recupererà le somme erogate e denuncerà il richiedente all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 76 del DPR n. 445/00.

Al fine di garantire la massima celerità nell'erogazione dei buoni spesa la Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa ha istituito commissioni di valutazione ripartite territorialmente, che sulla base delle informazioni presenti nella autodichiarazione e dei criteri aggiuntivi per l'individuazione della platea dei beneficiari predispone, accompagnandola con una sintetica relazione tecnica da conservare agli atti, un elenco di soggetti beneficiari, con a fianco la quantificazione dei buoni spesa assegnati, e lo invia ai comuni che hanno ricevuto la domanda.

ASSISTENZA AI CITTADINI CHE NON CONOSCONO PERFETTAMENTE LA LINGUA ITALIANA:

Per consulenza e assistenza alla compilazione della domanda ai cittadini che non conoscono perfettamente la lingua italiana possono telefonare o inviare un messaggio WhatsApp ai seguenti numeri messi a disposizione dalla Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa (dal 1 al 10 dicembre 2020):

ALBANESE/INGLESE - tel. 340 2679128
- lunedì, martedì, giovedì e venerdì ore dalle 9 alle 13
- mercoledì dalle 9 alle 11
- giovedì e venerdì dalle 9 alle 13


ARABO /FRANCESE - tel. 345 6670040

da lunedì a sabato dalle 11 alle 13



WOLOF/FRANCESE - tel. 349 3612089

- Da lunedì a sabato dalle 9 alle 11



CINESE/INGLESE - tel. 349 4782405

- mercoledì dalle 11 alle 13

- sabato dalle 9 alle 11



Inoltre al Palazzo delle Esposizioni è presente un mediatore linguistico per inglese, francese e arabo.

02/12/2020 18.29
Comune di Empoli


 
 


Vai al contenuto