Login

MET


Comune di Certaldo
Certaldo. Approvati Documento unico di programmazione e bilancio di previsione: conferma delle tasse e delle tariffe, priorità alla spesa sociale
Decisa spinta verso la digitalizzazione e semplificazione dei rapporti fra Comune e cittadini
Approvato nella seduta di mercoledì 17 febbraio 2021 il bilancio di previsione 2021-2023 del Comune di Certaldo, con i voti favorevoli di Pd e Sarà Certaldo e contrari della Lega Salvini Premier. L'approvazione è arrivata in tempo utile rispetto alla scadenza del 31 marzo, confermando per l'ottavo anno consecutivo l'invarianza di tasse e tariffe.

La spesa per beni e servizi ammonta a quasi 7,5 milioni, in leggera decrescita nel triennio. La spesa per il personale è di circa 3,3 milioni, in leggero aumento dal momento che viene finanziato il rinnovo contrattuale del personale dipendente, la quota parte del Comune per nuove assunzioni di polizia locale da parte dell'Unione dei Comuni Empolese Valdelsa ed altre figure tecniche professionali ritenute strategiche in questa fase di progettazione e realizzazione di investimenti pubblici.

L'avanzo di amministrazione presunto al 31 dicembre 2020 è di oltre 6 milioni; la spesa complessiva in conto capitale di oltre 5 milioni riporta 2,5 milioni di spese per investimenti, finanziate da entrate correlate già accertate negli esercizi precedenti. Sul fronte indebitamento, gli interessi passivi restano largamente inferiori ai limiti di legge ed è prevista nel triennio l'accensione di due soli mutui per l'edilizia cimiteriale.

A titolo di Fondo di solidarietà comunale, il Vicesindaco Francesco Dei comunica che il Comune di Certaldo riceverà oltre 2 milioni di euro di trasferimenti statali, comprensivi delle ulteriori risorse ( 200 mln ) che la legge di bilancio 2021 ( L. 178/2020) prevede per il potenziamento dei servizi sociali e di quelli per la prima infanzia. La somma così calcolata prevede per quest'anno che il 55 % delle risorse sia calcolato in base alla differenza tra fabbisogno standard e capacità fiscale, mentre la parte rimanente sulla base della spesa storica.

Sul fronte entrate, stabili i proventi da Imu e addizionale Irpef; i proventi da evasione ammontano a circa 750mila euro di avvisi Imu. In corso d'anno andrà attentamente monitorata l'effettiva riscossione dei cespiti spettanti, considerando la crisi economica per famiglie e imprese generata dalla pandemia. Sono stimati circa 150mila euro a titolo di ristoro dello Stato per l'emergenza Covid-19 derivanti dal Fondo aggiuntivo di 500 milioni stanziato con la legge di bilancio 2021, che va ad aggiungersi agli oltre 4 miliardi stanziati nell'anno precedente.

Ancora sul fronte spesa sono previsti accantonamenti prudenziali per circa 800mila euro calcolati con la percentuale agevolata del 90 per cento sul totale dei crediti previsti a rischio esigibilità; opportunità di cui ha potuto beneficiare il Comune ancora per l'anno 2021 considerando che è un Ente che rispetta sia il termine di pagamento delle fatture commerciali ai fornitori sia la riduzione dello stock di debito commerciale rispetto all'anno precedente.

Sono stanziate poi 100mila euro in più per le politiche sociali, per garantire i servizi alle persone più bisognose tramite la Società della Salute.

Priorità principale di questo bilancio è tutto ciò che attiene alla digitalizzazione e alla semplificazione dei rapporti fra Comune e cittadini: in questo senso, vanno il nuovo sito comunale che verrà messo on line prossimamente, la digitalizzazione dei buoni mensa per la scuola con l'eliminazione dei buoni cartacei, la semplificazione dei pagamenti attraverso il canale unico Pago PA ( scadenza di legge al 28 febbraio 2021), la realizzazione del sistema informativo territoriale S.I.T. e la messa a disposizione dell' App Municipium come strumento per l'invio e la gestione delle segnalazioni da parte dei cittadini.


Sul fronte opere pubbliche, sono previsti per il 2021 l'avvio del primo lotto di riqualificazione del centro storico, il miglioramento sismico della scuola primaria Masiq e l'abbattimento di barriere architettoniche, e il rifacimento dei marciapiedi nella zona centrale delle Vie 'degli astronomi'. Nel triennio, e dunque entro la scadenza del mandato, verranno completati la riqualificazione del centro storico comprensiva della piazza Boccaccio e l'adeguamento sismico di tutti i plessi scolastici.

"Se si eccettua il nuovo piano finanziario della Tari che dovremo approvare a breve, visto che il termine finale per farlo non è stato sganciato come più volte richiesto da quello previsto per l'approvazione dei bilanci comunali - sottolinea il vicesindaco Dei, con delega al bilancio - questo bilancio supera le incertezze normative e ci consente di ripartire in maniera decisa verso gli obiettivi del mandato, così come delineati nel Documento unico di programmazione; lo facciamo senza aumentare tasse e tariffe, se si eccettua un leggero ritocco a quella dell'illuminazione votiva, ma è chiaro che in corso di gestione dovranno essere attentamente verificate sia le minori entrate e le maggiori spese derivanti dall'emergenza Covid-19, sia l'effettiva possibilità di utilizzare parte delle risorse statali stanziate a titolo di ristoro Covid-19 nell'anno 2020 e non ancora utilizzate, prima della sua rendicontazione finale al Ministero".

Nel corso della seduta è stato approvato anche il Documento unico di programmazione. "E' nato in un anno particolarmente difficile a causa di una pandemia e di un periodo storico senza precedenti per le difficoltà che ha creato all’ente ma anche e soprattutto alla comunità e al tessuto economico - spiega il sindaco Giacomo Cucini - La schiera degli obiettivi non può non muoversi su ambiti diversi: da una parte, cercare di sostenere cittadini ed economia, dall’altra dare uno sguardo al futuro, porsi obiettivi di ripartenza e forse più di lungo periodo, grazie a nuove opportunità come per esempio quelle legate al Recovery Fund. Ma il Comune deve farsi trovare pronto: in questa prospettiva, stiamo lavorando chiedendo uno sforzo di progettazione su tanti obiettivi. Fra questi, c’è l’individuazione di nuovi bisogni da un punto di vista sociale per i cittadini. Altro tema importante è quello dell’innovazione e sarà ancor più consolidato il sostegno alla scuola o dello sport: l’obiettivo principale del triennio è arrivare in fondo alle esigenze di una nuova piscina, importante per Certaldo e tutta la Valdelsa. A proposito di patrimonio culturale non possiamo non investire nei beni culturali e nella valorizzazione del turismo e della promozione. Mi preme sottolineare che, anche nell’anno della pandemia, siamo riusciti a portare a termine tante opere e siamo soddisfatti che, nel piano delle opere pubbliche, non ci siano opere, riproposte di anno in anno, vedi la Casa della salute, consolidamento e restauro del municipio, intervento in Costa Vecchia e recupero del Tabernacolo dei giustiziati. Opere che o si stanno realizzando o per le quali sono partiti i procedimenti di gara".

Esito delle votazioni

1) LETTURA E APPROVAZIONE VERBALI SEDUTE PRECEDENTI
Approvato all'unanimità

2) REGOLAMENTO PER L’ISTITUZIONE E LA DISCIPLINA DEL CANONE PATRIMONIALE DELLE ESPOSIZIONI PUBBLICITARIE, DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI, DELLE OCCUPAZIONI DEL SUOLO PUBBLICO E DEL CANONE MERCATALE
Approvato a maggioranza: favorevoli, Pd e Sarà Certaldo; astenuti, Lega Salvini Certaldo

3) DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP) PER IL TRIENNIO 2021 - 2023: APPROVAZIONE
Approvato a maggioranza: favorevoli, Pd e Sarà Certaldo; contrari, Lega Salvini Certaldo

4) BILANCIO PREVENTIVO 2021/2023 - ESAME ED APPROVAZIONE.
Approvato a maggioranza: favorevoli, Pd e Sarà Certaldo; contrari, Lega Salvini Certaldo

22/02/2021 16.32
Comune di Certaldo


 
 


Vai al contenuto