Login

MET


Redazione di Met
Prato Film Festival, al via la nona edizione
Dal 26 al 31 luglio presso l’arena cinematografica del Castello dell’Imperatore
Il Festival è in programma dal 26 al 31 luglio presso l’arena cinematografica del Castello dell’Imperatore. Previste proiezioni ad accesso gratuito, una selezione di cortometraggi in concorso giudicati dagli studenti universitari del PIN di Prato, eventi collaterali, premiazioni e incontri con artisti e personalità del cinema. Tra gli ospiti attesi a Prato: Francesco Pannofino, Milena Vukotic, Jonis Bascir, Angelo Longoni, Alessandro Benvenuti, Sergio Forconi, Alberto Testone, Elena Cotta, Francesco Falaschi, Luigi Fedele, Lucia Sardo, Marta Castiglia, Francesco Ciampi, Annamaria Malipiero, Beatrice Ripa, Katia Greco, Tania Bambaci, Paolo Licata, Patrizio Gioffredi, Paola Tiziana Cruciani, e molti altri ancora. Un’edizione speciale dedicata all’attore Carlo Monni e al cinema toscano e “made in Prato”.

PRATO, 22 LUGLIO 2021. Prato Film Festival, al via la nona edizione della manifestazione cinematografica internazionale ideata dal Direttore Artistico Romeo Conte: sei giorni dedicati al grande cinema con guest star, proiezioni e incontri con il pubblico. L’evento si svolgerà dal 26 al 31 luglio nell’arena estiva cinematografica del Castello dell’Imperatore (gestita dalla Casa del Cinema Terminale in Piazza Santa Maria delle Carceri); l’accesso a tutte le proiezioni è gratuito fino all’ esaurimento dei duecento posti disponibili, nel rispetto delle norme di sicurezza per l’emergenza-Coronavirus.

La presentazione della nuova edizione è avvenuta oggi presso il PIN – Polo Universitario “Città di Prato”, alla presenza di Romeo Conte, Direttore Artistico del Prato Film Festival, Matteo Biffoni, Sindaco di Prato, Simone Mangani, Assessore alla Cultura del Comune di Prato, Stefania Ippoliti, Responsabile Area Cinema di Fondazione Sistema Toscana, Daniela Toccafondi, Presidente del PIN – Polo Universitario “Città di Prato”, Angelo Venticinque, responsabile UnipolSai Assicurazioni, Carlo Bay, fondatore di Carlo Bay Hair Diffusion, Claudio Bettazzi, Presidente CNA Toscana Centro, e Cinzia Grassi, Direttore Generale CNA Toscana Centro.

Tantissimi gli ospiti attesi a Prato nel corso della manifestazione: Francesco Pannofino, Milena Vukotic, Jonis Bascir, Angelo Longoni, Alessandro Benvenuti, Sergio Forconi, Alberto Testone, Elena Cotta, Francesco Falaschi, Luigi Fedele, Lucia Sardo, Marta Castiglia, Francesco Ciampi, Annamaria Malipiero, Beatrice Ripa, Katia Greco, Tania Bambaci, Paolo Licata, Patrizio Gioffredi, e molti altri ancora.

L’edizione di quest’anno del Prato Film Festival è dedicata all’attore e poeta Carlo Monni, scomparso nel 2013, originario della vicina Campi Bisenzio (o di “Champs sur le Bisence", come amava ripetere scherzando) e legatissimo a Prato, città che amava frequentare e in cui ha mosso i primi passi della sua carriera nello spettacolo e nel cinema, assieme all’amico fraterno Roberto Benigni. Un artista sempre generoso con i più giovani, che con le sue innumerevoli partecipazioni a progetti – anche esordienti e di nicchia – ha sostenuto tutte le nuove generazioni di attori, attrici, registi e registe toscani.

A ricordare Carlo Monni, tanti amici e amiche che racconteranno il “loro” Monni nel corso degli incontri con il pubblico, previsti nei giorni del Festival dalle 19 alle 20 all’interno dell’Arena del Castello dell’Imperatore; tra questi, il regista della prima serie de I delitti del Barlume Eugenio Cappuccio, gli attori della serie Atos Davini, Marcello Marziali e Massimo Paganelli (che è anche Presidente onorario del Festival), e poi ancora gli attori Sergio Forconi, Alessandro Paci, l’attrice Elisabetta Salvatori e tanti altri ancora.

Le serate saranno condotte da Barbara Sirotti e Piero Torricelli, e i dibattiti moderati dai due critici cinematografici e giornalisti Paolo Calcagno e Giovanni Bogani e dalla giornalista di TV Prato Giulia Ghizzani, che indosserà abiti di Alta Moda della stilista Eleonora Lastrucci.

Non potrà poi mancare la Selezione Ufficiale dei cortometraggi in gara per le sezioni Diritti Umani, Mondo Corto, Corti Italia, Corti Commedia e Corti Experience. I cortometraggi della sezione Mondo Corto ed Experience sono stati giudicati da una giuria composta dagli studenti del PIN – Polo universitario “Città di Prato”, capitanati dai rispettivi Presidenti di giuria Valentina Vannelli e Irene D’Angelo; l’attore Enrico Lo Verso invece presiede la giuria dei corti della sezione Corti Italia, il giornalista Federico Berti presiede quella dei Corti Commedia e Fernando Meoni quella della sezione Diritti Umani.

Quest’anno, una grande novità: per la prima volta, le proiezioni del Prato Film Festival si svolgeranno anche presso la sede del PIN – Polo universitario “Città di Prato”, per coinvolgere gli studenti che hanno scelto di studiare il cinema, la sua storia e i linguaggi dei media; il polo universitario di Prato, da circa venti anni, ospita infatti il Corso di laurea di Progettazione e gestione di eventi e imprese dell'arte e dello spettacolo, nonché la Laurea Magistrale in Scienze dello Spettacolo. Ogni giorno, dalle 10 alle 13 saranno proiettati al PIN i cortometraggi in gara nella Selezione Ufficiale del Festival. È un invito aperto a tutti gli amanti del cinema e soprattutto agli studenti e alle studentesse, affinché possano assistere alle proiezioni e commentarle direttamente con i produttori, i registi e gli attori protagonisti delle pellicole. Al Polo Universitario si terranno due masterclass: la prima il 27 luglio (dalle 10 alle 11) con i due registi Angelo Longoni e Eleonora Ivone, la seconda il 29 luglio (stesso orario) con il giornalista, critico cinematografico e storico del cinema Paolo Calcagno; i partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione.

Il Festival partirà ufficialmente il 26 luglio: la serata di apertura vedrà la proiezione nell’arena estiva cinematografica del Castello dell’Imperatore del film Ostaggi di Eleonora Ivone, adattamento cinematografico tratto dall’omonima piéce teatrale di Angelo Longoni, che del film è anche coproduttore; tra gli interpreti Vanessa Incontrada, Francesco Pannofino, Elena Cotta, Jonis Bascir, Gianmarco Tognazzi e Alessandro Haber. La regista Eleonora Ivone e gli attori Francesco Pannofino, Jonis Bascir ed Elena Cotta saranno presenti alla proiezione per poi ricevere il premio del Prato Film Festival, realizzato da Gerardo Gelardi, professore della Scuola D’Arte Leonardo di Prato, presieduta da Cinzia Menichetti. La stessa sera sarà presentato il libro Siamo tutti Boris. Un libro scritto a cazzo di cane, tratto dalla serie televisiva Boris, alla presenza degli autori Gianluca Cherubini e Marco Ercole.

Il 27 di luglio vedrà in programma un appuntamento d’eccezione, alle ore 18, con il convegno promossa da CNA Cinema e Audiovisivo Toscana Centro, condotto dalla direttrice della CNA Toscana Centro Cinzia Grassi, con Stefania Ippoliti, Responsabile Area Cinema di Fondazione Sistema Toscana, la regista Eleonora Ivone, il regista e produttore Angelo Longoni, Stefano Betti per la Cibbè Film, Claudio Bettazzi, presidente di CNA Toscana Centro, il giornalista e critico cinematografico Paolo Calcagno e Simone Mangani, Assessore alla Cultura del Comune di Prato. Un incontro che nasce con l’obiettivo di favorire la reciproca conoscenza tra le imprese del territorio che operano nella filiera del cinema e di facilitare future relazioni commerciali.

La serata al Castello dell’Imperatore si concluderà con la proiezione del lungometraggio Forse è solo mal di mare, scritto da Tommaso Santi e Matteo Querci, con la regia di Simona De Simone e la direzione della fotografia di Daniele Botteselle; tra i protagonisti del film, l’attore pratese Francesco Ciampi, Annamaria Malipiero, Beatrice Ripa, Barbara Errichi, Maria Grazia Cucinotta e Paolo Bonacelli; il film è prodotto dalla casa di produzione pratese Cibbè Film .

La serata del 28 luglio prevede la proiezione del film Sogni di Gloria con la regia di Patrizio Gioffredi, co-sceneggiato da Lorenzo Orlandini, e con la fotografia di Duccio Burberi; il lungometraggio vede tra i protagonisti, oltre ai più noti attori Giorgio Colangeli e Carlo Monni, anche Ricardo Goretti, Gabriele Pini, Xiuzhong Zhang, Luke Tahiti e tanti altri attori che fanno parte del collettivo pratese John Snellinberg, tutti presenti in sala per l’incontro con il pubblico.

La stessa sera si esibirà e sarà premiata la giovanissima cantante pratese Sofia Pasquini, che presenterà al pubblico del Festival un suo pezzo inedito.

La serata del 29 luglio vedrà la proiezione del lungometraggio Quanto basta del regista toscano Francesco Falaschi, che ha tra i protagonisti Luigi Fedele, Benedetta Porcaroli, Vinicio Marchioni e Mirko Frezza.

La sera del 30 di luglio al Castello dell’Imperatore sarà proiettato Il peccato -Il furore di Michelangelo di Andrej Koncalovskij. Protagonista nel ruolo di Michelangelo l’attore Alberto Testone, e altri protagonisti che saranno presenti e riceveranno il premio Stefano Ricci-PFF.

In serata sarà premiata anche Martina Arduino, ballerina del Teatro alla Scala, protagonista del cortometraggio Un ballo in foglia realizzato dalla stilista Eleonora Lastrucci.

La serata conclusiva, quella del 31 luglio, si chiude con le premiazioni dei cortometraggi in gara nella Selezione Ufficiale e la proiezione del film Picciridda – Con i piedi nella sabbia di Paolo Licata, presente in sala assieme ai protagonisti Lucia Sardo, Marta Castiglia , Katia Greco e Tania Bambaci.

Anche quest’anno il Prato Film Festival tributerà poi un omaggio a Piero De Bernardi (nato a Prato) e Leo Benvenuti (fiorentino), storico tandem di sceneggiatori che ha scritto la storia del cinema italiano: oltre duecento i lungometraggi firmati dalla coppia, tra cui capolavori come Amici Miei, Il marchese del Grillo, Matrimonio all’italiana, Fantozzi, Viaggi di nozze, e tantissimi altri. A Piero De Bernardi è dedicato il premio per la miglior sceneggiatura. Quest’anno, il Prato Film Festival dedicherà un ricordo speciale a Isabella De Bernardi, attrice e figlia dello sceneggiatore Piero, recentemente scomparsa dopo una lunga malattia; l’attrice è sempre stata vicina al Festival, fin dalla prima edizione, e ha voluto che il premio per Migliore Sceneggiatura fosse intitolato al padre, pratese doc.

Un’edizione piena di novità e grandi ospiti. Questo il commento di Romeo Conte, ideatore e Direttore Artistico del Prato Film Festival: «L’emergenza non è ancora del tutto alle spalle, ma noi andiamo avanti e non ci fermiamo, tutti insieme. Questa manifestazione è un inno alla ripartenza e al futuro, ed è anche un gesto d’amore verso Prato, la città che ci ospita, la nostra città, che celebreremo durante il Festival. Quest’anno, sono particolarmente orgoglioso della nuova collaborazione con il Polo Universitario, ed è solo un primo passo verso un rapporto sempre più stretto tra il PIN e il Prato Film Festival: a partire da settembre, si faranno altre iniziative rivolte agli studenti che desiderano conoscere da vicino il mondo del Cinema».

«Il Prato Film Festival di Romeo Conte – aggiunge Daniela Toccafondi - avvicina ancor di più le giovani generazioni di pratesi ai nuovi linguaggi dell’audiovisivo, rafforzando un rapporto profondo e non a tutti evidente fra Prato e il cinema, che passa da tutti i grandi professionisti pratesi che hanno fatto del cinema la loro ragione di vita. Non mi riferisco solo agli attori, ma ai tanti lavoratori del mondo del cinema con funzioni varie e articolate, sceneggiatori, critici, artigiani, di cui Prato va fiera. La presenza di un corso di “Progettazione eventi e spettacolo” all’interno del PIN, poi, ha favorito il binomio cinema-città. In questa edizione c’è stato un primo coinvolgimento dei nostri studenti come giurati. Credo sia l’inizio di un rapporto che si farà sempre più solido, che non si deve fermare ai soli studenti in corso, ma che può attingere anche da varie professionalità presenti presso il polo universitario. È stato un onore collaborare, così come ci farà piacere accogliere nelle aule destinate alla proiezione mattutina tutti i cittadini pratesi che vorranno partecipare, ammesso che siano in salute e possano attestarlo».

Il Festival ha il Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, della Provincia di Prato, del Comune di Prato e dell’Assessorato alla Cultura, della CNA Toscana Centro, dell’Università degli Studi di Firenze e del PIN - Polo Universitario “Città di Prato”, presieduto da Daniela Toccafondi.

Il Festival ha avuto il sostegno economico e di molti servizi di tante aziende pratesi oltre a quella dell’amministrazione comunale e della CNA Toscana Centro: UnipolSai Pegasus Assicurazioni, Unipol Rental, Manteco Mantellassi Compagnia Tessile, Carlo Bay, Azeta filati, Gruppo Colle, Vaporizzo Lia, Mediolanum, All You, Alma Carpets, Pointex, Cassetti Gioielli, Eleonora Lastrucci, Bruno Palmegiani, Volumna, Citep, Il Dek Italian Bistrot, Ottica La Veneziana, Sama Ascensori, Marco Ponteggi, CNA World China, Ruote Classiche. I media partner invece sono Radio White, TVR 77 più, Tvr Teleitalia, Radio Prato, Red Carpet Magazine, Prato Review, CineClandestino, Pratosfera, Bisenzio Sette, Radio Canale 7, Associak, Zen Movie, Première film, Elefant, Film Freeway, Trastevere App.

22/07/2021 13.44
Redazione di Met


 
 


Met -Vai al contenuto