Login

MET


Comune di Campi Bisenzio
Icché si fà? A Campi Bisenzio torna il bilancio partecipato
200.000€ per progetti proposti dai cittadini nelle frazioni di Capalle, La Villa, Il Rosi e Santa Maria
A Campi Bisenzio torna il Bilancio Partecipato, “ICCHE’ SI FA?” sarà il nome dell’edizione di quest’anno di una delle iniziative di maggior successo del Distretto di Economia Civile, che ha l’obiettivo di incentivare la cittadinanza attiva e la partecipazione ai processi di trasformazione della città.

Dopo le esperienze degli anni passati, che hanno visto la realizzazione di fontanelli per l’acqua nelle piazze e nelle scuole e la riqualificazione di giardini e spazi pubblici, quest’anno il processo coinvolgerà i cittadini delle frazioni di Capalle, La Villa, Il Rosi e Santa Maria.

Le modalità: Tutti i cittadini residenti nelle frazioni coinvolte potranno presentare le loro proposte nelle assemblee pubbliche, tramite mail (partecipazione@comune.campi-bisenzio.fi.it) o sulla piattaforma dedicata che il Comune ha scelto per supportare i processi partecipativi https://campibisenzio.bipart.it/intro.

Il Comune mette a disposizione 200.000€.

Gli interventi devono riguardare spazi pubblici (es. immobili, giardini, aree gioco, parchi o piazze) e devono avere l’obiettivo di migliorarli e renderli più vivibili. Ogni progetto può avere un costo massimo di 30.000€ per la realizzazione di opere pubbliche o l’acquisto di attrezzature e arredi. Nel caso il progetto sia legato a un patto di collaborazione può arrivare a 50.000€.

Possono partecipare, proponendo idee e suggerimenti, coloro che abitano o vivono nelle frazioni coinvolte, individualmente o in rappresentanza di associazioni, imprese, tutti gli stakeholder in generale, residenti nel territorio comunale e non. Potranno votare solamente i cittadini di almeno sedici anni d’età alla data d’inizio del percorso e residenti nelle frazioni di Capalle, La Villa, Il Rosi e Santa Maria.


Le tempistiche: dal 20 settembre al 10 ottobre i cittadini potranno proporre le proprie idee; dall’11 al 15 ottobre gli incontri con i tecnici del Comune per trasformare le idee in progetti; dal 18 al 31 ottobre il voto online, agevolato anche dal lavoro dei volontari nelle frazioni.

Le prime assemblee nelle frazioni si terranno la sera alle 21: il 28 settembre per Capalle, presso il Circolo Ricreativo Risorgimento; il 29 settembre per La Villa e Santa Maria e il 30 settembre per Il Rosi.

L’Assessore alla Partecipazione Giorgia Salvatori spiega con entusiasmo: «Il bilancio partecipato è una delle esperienze attivate con il Distretto dell’Economia Civile. Ogni anno riusciamo a coinvolgere i cittadini nel realizzare una città più simile ai loro desideri: questo ci permette di avere un enorme riscontro ogni volta che chiediamo loro di attivarsi per la comunità».

Anche il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi presenta il progetto con grande orgoglio: «Il bilancio partecipato rende i cittadini protagonisti di quelle scelte che toccano la loro quotidianità; coinvolgere le persone significa responsabilizzarle e renderle consapevoli. Puntiamo sulla cittadinanza attiva e sulla partecipazione con un lavoro di confronto continuo, nel quale il cittadino non subisce le scelte, ma contribuisce attivamente a costruire la città di domani».

21/09/2021 14.03
Comune di Campi Bisenzio


 
 


Met -Vai al contenuto