Login

MET


Comune di Quarrata
Quarrata. Prevenzione dal rischio idraulico
Comune e Consorzio illustrano gli interventi eseguiti e quelli in programma
Sopralluogo sull'impianto sul torrente Senice del vicesindaco di Quarrata Gabriele Romiti e del presidente del Consorzio di Bonifica Marco Bottino
Comune di Quarrata e Consorzio di Bonifica Medio Valdarno illustrano gli interventi eseguiti nel corso dell’estate ed in previsione nelle prossime settimane, in preparazione alla stagione delle piogge autunnali.

Pulizia dei fossi comunali.

Il Comune ha dato il via questa settimana agli annuali lavori di manutenzione dei fossi e dei canali di competenza dell’Ente per un totale di circa 10 km. L'importo complessivo stanziato per il lavoro è di oltre 35.000 euro ed è stato affidato alla ditta Emmeti di Tacconi Marco. Tra i fossi interessati dai lavori vi sono: l’Ombroncello (tratto in località Barba), il Confinaccio (tra via di Mezzo e il Quadrelli), il Gigarello (da via Vecchia Fiorentina II tronco a via Campriana), il fosso limitrofo al cimitero di Santallemura, quello di collegamento tra via Firenze e via Bocca di Gora e Tinaia, i fossi in via Guado e Granchiaie (località Gironi), in via Brunella (sia laterale che interno), in via Rubattorno (tra via Europa e via Case Tuci), in via Bottaia (dalla Madonna dei Porciani al Quadrelli), in vari tratti lungo via Vecchia Fiorentina I Tronco, in via del Falchero e in parte di via della Magona, via Galigana, via di Mezzo (vari punti), via Podere delle Lucciole, via Montalbano verso il podere Betti, via Case Magazzini, via Nuova e il fosso interno a Casini tra via Statale e il Quadrelli, in via del Casone, via Nuova, via Gamberaia, via Rubattorno e in altre zone di Santonuovo, l’affluente del Colecchio in zona via Einaudi e altri fossi.



Interventi del Consorzio.

Il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno gestisce oltre 87 km di reticolo idrografico solo sul territorio quarratino, di cui 43,6 km è arginato. Per la manutenzione ordinaria, il Consorzio ha previsto anche nel 2021 tra i 2 e i 3 passaggi all’anno tra la primavera e l’autunno. Nelle operazioni di pulizia e di sfalcio in primavera e nei periodi di nidificazione viene posta particolare attenzione a lasciare ampie fasce vegetate per ridurre al minimo l’impatto sull’habitat, per poi sgomberare maggiormente l’alveo dalla vegetazione con il passaggio prima dell’inverno. In totale, ammonta a 3.954.798,11 euro l’importo annualmente stanziato per le manutenzioni ordinarie sull’Unità Funzionale Ombrone Pistoiese, in cui rientra anche Quarrata. Attualmente sono in corso la falciatura con benna falciante ed escavatore del torrente Senice e gli sfalci sul torrente Ombrone.

Oltre alla manutenzione ordinaria, il Consorzio è impegnato in significativi interventi di miglioramento e di sistemazione arginale. Tra questi, sul Fosso Dogaia dei Quadrelli, nel tratto da via Bottaia a via della Magona in loc. Valenzatico, è in corso l’opera di ripristino delle scarpate in destra e sinistra idraulica mediante realizzazione di palizzate in legname e soglie in scogliera sul fondo dell’alveo. Dopodiché a valle di via Magona saranno eseguiti alcuni lavori di ripresa e di sistemazione di alcuni tratti soggetti ad erosione a seguito degli ultimi eventi meteo. L’importo dei lavori è di 300.000 euro.

Sul fosso Senice e sul fosso Quadrelli è incorso un intervento, suddiviso in due lotti esecutivi, volto al completamento della stazione di pompaggio con l’istallazione di uno sgrigliatore automatico per la rimozione del materiale che si accumula a monte della griglia nel corso delle lunghe fasi di pompaggio. Ciò allo scopo di massimizzare le potenzialità dell’impianto, consentendo, anche nei casi di azionamento a pieno regime, di ridurre gli interventi da parte del personale del Consorzio durante gli eventi meteo. Questo sarà possibile grazie alla completa automazione dell’impianto, controllabile da remoto per mezzo del sistema di telecontrollo. L’installazione dello sgrigliatore mobile e dei relativi nastri per l’allontanamento del grigliato ha richiesto una serie di opere a corredo, quali la recinzione e l’installazione dei cancelli di ingresso (in fase di installazione), lo spostamento del percorso ciclabile esistente che correrà al margine esterno dell’impianto, la realizzazione di una vasca di raccolta del materiale grigliato, oltre che i cablaggi elettrici per l’alimentazione della macchina e l’illuminazione esterna. Nel corso del mese di ottobre è previsto il completamento delle opere complementari propedeutiche all’installazione dello sgrigliatore e dei nastri, per un importo, cofinanziato dalla Toscana per un totale di 250.000 euro.



Collaborazione dei cittadini.

La Protezione Civile comunale ricorda che, ai sensi dell’ordinanza 143/2016, ogni cittadino ha l’obbligo di manutenere i propri terreni e di provvedere alla “pulizia, spurgo e, se necessario, escavazione, profilatura, ricavatura e ridimensionamento dei fossi interpoderali e dei canali di scolo delle acque meteoriche superficiali interni ai lotti o di confine, sia a cielo aperto che intubati, cosi da favorire il regolare deflusso delle acque e la loro immissione nei fossi e/o scarichi principali”. L’ordinanza obbliga inoltre tutti i proprietari ad eseguire il “taglio di erba e la pulizia delle scarpate e cigli, profilatura, ricavatura, spurgo e pulizia dei fossi e fossetti di scolo confinanti con le strade vicinali e comunali, in osservanza del vigente Nuovo Codice della Strada e relativo Regolamento di Attuazione”. Chi non avesse ancora provveduto è dunque tenuto a farlo quanto prima.


Dichiarazione del vicesindaco Gabriele Romiti, con delega ai lavori pubblici.
“Il territorio di Quarrata è sempre stato estremamente fragile dal punto di vista idraulico ed idrogeologico; negli anni, l'Amministrazione comunale è intervenuta sia direttamente, con investimenti propri, principalmente per la manutenzione dei fossi non classificati, di competenza comunale, sia indirettamente collaborando con la Regione Toscana e con il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno, per la manutenzione del reticolo idraulico classificato e per la realizzazione di alcune importanti opere quali consolidamenti arginali, casse di espansione, invasi, che hanno contribuito a mitigare significativamente il rischio idraulico sul nostro territorio. Soltanto in questo mandato amministrativo sono stati spesi oltre 10 milioni di euro, tra Regione, fondi europei, Consorzio e Comune su questo fronte. Proseguiremo in questa direzione perché crediamo che la sicurezza idraulica e ambientale debba essere una priorità per ogni ente”.

07/10/2021 17.07
Comune di Quarrata


 
 


Met -Vai al contenuto