Login

MET


Comune di Pontassieve
PONTASSIEVE: 54° GIORNATA PER LE VITTIME DEGLI INCIDENTI SUL LAVORO
Domenica 10 ottobre 2004
In Italia ogni anno si verificano mediamente oltre un milione di incidenti sul lavoro, dei quali oltre 1.300 hanno conseguenze mortali per le vittime degli infortuni: questo vuole dire che in Italia ogni giorno, compresi i giorni festivi, più di tre persone muoiono vittime di incidenti di lavoro, circa 2.800 lavoratori subiscono infortuni e, di questi, oltre 100 rimangono, di conseguenza, invalidi in modo permanente.

Anche quest’anno, seguendo una tradizione nata più di cinquanta anni fa, l’A.N.M.I.L. si è fatta promotrice, nella seconda domenica di ottobre, della Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro, che cadrà il 10 ottobre 2004. Si tratta della 54° Giornata Nazionale, da quando nel 1998 la manifestazione è stata riconosciuta ufficialmente dalla Repubblica Italiana.

La prima manifestazione promossa dall'Associazione nazionale fra mutilati ed invalidi del lavoro risale infatti al 1951. In quell’anno il Comitato esecutivo dell’Associazione organizzò per la prima volta, a Firenze, quella che allora era chiamata "Giornata del mutilato del lavoro", con lo scopo di ricordare all’opinione pubblica, alle Istituzioni ed alle forze politiche la necessità di porre attenzione alla sicurezza nei luoghi di lavoro e di garantire la giusta tutela alle vittime del lavoro e alle loro famiglie.

A decorrere dal 1998, finalmente, una direttiva del Consiglio dei Ministri ha istituzionalizzato la manifestazione con il nome di "Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro" prevedendone la celebrazione nella seconda domenica di ottobre.



Il 10 ottobre anche il Comune di Pontassieve festeggia la 54° Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro perché questa ricorrenza costituisce un doveroso momento di riflessione sul sacrificio di chi ha perduto la vita nello svolgimento della sua professione, nonché un’occasione per rivendicare la centralità dei diritti d’ogni lavoratore.

La Giornata vuole essere, prima di tutto, un momento di incontro tra le forze vitali della società; per sottolineare una volta di più che uno Stato civile non può permettere che si creino situazioni discriminanti tra i cittadini, ma deve anzi operare perché qualsiasi barriera venga eliminata.

La commemorazione della Giornata inizia con il raduno di tutti i partecipanti nella Chiesa di San Michele Arcangelo per assistere alla celebrazione della Santa Messa in memoria dei caduti sul lavoro e dei soci A.N.M.I.L. defunti.

Successivamente i partecipanti si recano in Piazza Vittorio Emanuele II a depositare una corona di alloro sul monumento dedicato ai caduti sul lavoro poi, dopo aver sfilato in corteo per le principali vie cittadine, al Cinema Accademia per prendere parte alla funzione civile che rappresenta un importante momento di riflessione e impegno delle autorità nei riguardi di un problema tanto grave.



Domenica 10 ottobre a Pontassieve (FI)
54° Giornata per le vittime degli incidenti sul lavoro


Ore 9,30 - Chiesa di San Michele Arcangelo
Santa Messa in memoria dei Caduti sul Lavoro e dei Soci defunti


Ore 10,10 - Piazza Vittorio Emanuele II
Ritrovo dei partecipanti. Deposizione di una corona di alloro alla lapide dei caduti sul lavoro


Ore 10,20 Corteo per le cittadine

Ore 10,40 - Cinema Accademia
Saluto di Marco Mairaghi, Sindaco del Comune di Pontassieve
Relazione del Presidente Provinciale ANMIL, Romano Montini
Relazione del Direttore Prov. INAIL, Anna Innocenti
Saluto del Presidente Regionale ANMIL M.d.L., Pietro Salvini
Saluto dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali
Saluto di Matteo Renzi, Presidente della Provincia di Firenze


A seguire: Consegna da parte dell’INAIL dei Brevetti e Distintivi d’Onore ai nuovi Grandi Invalidi del Lavoro

08/10/2004 9.26
Pontassieve - Ufficio Comunicazione


 
 


Met -Vai al contenuto