Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze icona met


IN PRIMO PIANO....

Comune di Firenze Nardella: troppa gente in giro, limitare al massimo raggruppamenti, assembramenti, feste e ritrovi di ogni genere
Lunedì convocata la task force di Comune e Città metropolitana per valutare eventuali nuove limitazioni Nella città di Firenze, nella prima settimana di marzo abbiamo avuto 509 nuovi casi (+32 rispetto alla settimana prima); rapportati alla popolazione di 378.839 abitanti danno un tasso di 134,35 quindi per ora al di sotto della soglia stabilita per la chiusura delle scuole.
Questo non significa affatto che la situazione sia tranquilla.
Domani il Sindaco Nardella riunisce la task force di Comune e Città metropolitana per valutare eventuali nuove limitazioni da introdurre. Non possiamo passare il tempo ad inseguire il virus, dobbiamo prevenirlo. Per questo, se da un lato faremo di tutto per scongiurare la chiusura delle scuole, con tutti i disagi che ne conseguono ai ragazzi e alle loro famiglie, dall’altro dovremo pensare a limitare i movimenti in determinati momenti e luoghi della città.
Ancora una volta le nostre forze dell’ordine e agenti della polizia municipale hanno lavorato venerdì sera e ieri sera per controllare il centro della città e, sia ieri che oggi, i parchi dove si è registrato molto afflusso di persone.
Non tutti rispettano le regole e infatti sono state comminate decine di sanzioni tra Piazza Repubblica, via della Pellicceria, Piazza Ss Annunziata, Piazza S. Spirito. Intensificati i controlli nei parchi a partire dalle Cascine.
Se vogliamo prevenire il peggioramento del contagio dovremo dare il massimo, ciascuno di noi. Invito tutti, anche nella giornata di oggi, a limitare al massimo raggruppamenti, assembramenti, feste e ritrovi di ogni genere.
Siamo tutti stanchi e provati da questa lunga e impietosa pandemia, ma i numeri parlano chiaro e non ci fanno stare tranquilli: la guerra contro il virus è ancora nel pieno e non possiamo permetterci altri aumenti di casi proprio nella fase iniziale della campagna vaccinale.
07/03/2021 18.08 Comune di Firenze
Comune di Firenze Firenze. 8 marzo - Giornata internazionale della donna
Le iniziative in città La città celebra questa giornata con una serie di iniziative.

Si inizia con il colore giallo come il fiore simbolo di questa giornata, di cui saranno illuminate dalle ore 18.30 del 7 e dell’8 marzo le sei porte storiche della città, Porta San Gallo in piazza della Libertà, Porta alla Croce in piazza Beccaria, Porta San Niccolò, Porta Romana, Porta San Frediano e Porta al Prato. Illuminate di giallo anche la Basilica di San Miniato al Monte, il loggiato dell’Istituto degli Innocenti e lo Stabilimento Chimico Farmaceutico militare, dalle 18.30 alle 22,la sera dell’8 marzo.

Toponomastica femminile

Vie, terrazze e giardini intitolati alle donne. Si inizia lunedì 8 marzo alle 12.30 con l'intitolazione di un giardino sul lungarno Colombo a Tina Anselmi, partigiana, sindacalista, parlamentare e prima donna ministro della Repubblica Italiana, e presidente della commissione parlamentare di inchiesta sulla loggia P2. Con questa intitolazione parte da Firenze «La Geografia delle donne», il progetto di Vanity Fair dedicato alle figure femminili che hanno cambiato il tessuto sociale, culturale, politico ed economico dell'Italia e del mondo con imprese importanti, storie straordinarie e percorsi innovativi.

Lunedì 15 sarà la volta di Marielle Franco, a cui verrà intitolata, alle ore 11, la terrazza della Biblioteca delle Oblate. Politica, sociologa e attivista brasiliana, consigliera comunale a Rio de Janeiro, presidente del comitato delle donne del consiglio comunale, impegnata nella difesa dei diritti umani, Marielle è stata assassinata il 14 marzo 2028 a Rio de Janeiro.

A Maria Petroncini, prima donna chirurgo fiorentina, sarà infine dedicata una via nelle zona di Careggi, venerdì 19 ore 11.

GLI INCONTRI IN STREAMING

Venerdì 5 marzo
Dalle 15.30 alle 18 Nosotras Onlus promuove “Women – Percorsi di cittadinanza di genere”. Si parlerà di pari opportunità di accesso e conciliazione dei tempi di vita, lavoro e formazione, con la partecipazione di Benedetta Albanese, Assessora a diritti e pari opportunità di Firenze, Emma Donnini, vicesindaca e assessora del Comune di Fucecchio Educazione e scuola, politiche giovanili, formazione, sviluppo e politiche del lavoro; Linda Vanni, vicesindaca e assessora del Comune di Montopoli; Ilaria Angiolini, Consigliera delegata alle Pari opportunità

Lunedì 8 marzo
"Donne a confronto - (in)Visibili: le storie, l’impegno, i sacrifici e i successi di tante donne di oggi, con uno sguardo rivolto al domani", dal salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, dalle ore 18.15 alle 19.30.

Racconti di donne impegnate in diversi settori, condotti dalla vicesindaca Alessia Bettini che dialogherà con Maria Stella Reali Bigazzi, imprenditrice, Maria Allegrini, docente esterno di Fisica all’Università di Pisa, Maria Luisa Brandi, medico chirurgo specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo e presidente nazionale Firmo (Fondazione Italiana Ricerca sulle Malattie dell’Osso), Clara Vannucci, fotografa documentarista.

Poi il sindaco Dario Nardella intervisterà Giovanna Botteri, alla quale poi consegnerà le chiavi della città.

L’evento potrà essere seguito dal canale Dirette streaming del Comune di Firenze

(In)Visibili 8 marzo: https://www.comune.fi.it/system/files/2021-03/05032021LocandinaInvisibili8MARZO%20%281%29.pdf
(In)Visibili programma completo: https://www.comune.fi.it/system/files/2021-03/05032021LocandinaInvisibiliCOMPLETA%20%282%29_0.pdf

Alle ore 21.30, Alfabeto al femminile: storie vere, storie di donne: uno spettacolo di voci e sguardi in cui attrici e attori di tutte le età vi condurranno in un viaggio poetico tra le pagine di un alfabeto immaginato, dedicato a Michela Noli, Lettere che daranno forma a parole e ricordi per raccontare vite, amori e dolori di donne vere, donne forti, donne libere. Lo spettacolo sarà trasmesso in diretta streaming sul ed ha come finalità la raccolta fondi per sostenere Associazione Artemisia – Centro antiviolenza. canale YouTube di Quinte OFF: https://www.youtube.com/watch?v=705FDn_Rnnw%C2%A0

Inaugurazione con Daniela Morozzi, della mostra opere diffuse nella zona delle Cure organizzata dall’associazione Le Curandaie APS, grazie al Comune di Firenze - Quartiere 2 ed in collaborazione con lo Studio Arpia. Oltre 60 artiste hanno realizzato creazioni attraversate da un “fil rouge”, una linea rossa che crea un ideale orizzonte comune, simbolo di unità dell’universo femminile. Un grande cornice/telaio con un ordito in corda grezza, che riunisce tutte le trame creando un’opera collettiva che rappresenta l’intreccio delle relazioni tra donne. Questa opera/installazione collettiva è esposta nella sede delle Curandaie, come gran parte degli elaborati; altri si possono ammirare presso lo Studio Arpia e in 76 negozi della zona delle Cure. La mostra sarà aperta fino all’8 aprile.

Dalle 16 alle 17.30, Il punto sul lavoro femminile nel territorio della Metrocittà Firenze: videoconferenza rivolta particolarmente alle associazioni impegnate nella difesa delle donne e nella promozione dei loro diritti. In particolare, alla presenza della Consigliera Angela Bagni, consigliera di Parità Annamaria Di Fabio, il tema si concentrerà su come la pandemia, che ha sconvolto il mondo del lavoro nella sua interezza, ha trasformato e sta trasformando in particolare il mondo del lavoro femminile".
Sono dunque previsti, oltre agli interventi di Angela Bagni e Di Fabio, dell'assessora regionale Alessandra Nardini, di Antonella Vitiello (Mita Academy - presentazione esperienza virtuosa di attività di formazione e reinserimenti lavorativi) e di Cristina Arba, responsabile del Coordinamento Donne delle Camere del Lavoro Metropolitana di Firenze (delegata Cgil per presentare dati sull'occupazione femminile nell'area fiorentina). Videoconferenza: https://www.youtube.com/watch?v=705FDn_Rnnw%C2%A0

Martedì 9 marzo
“Donne e fede”. Rappresentanti delle confessioni religiose si confronteranno in una diretta streaming sul sulla figura della donna nelle diverse esperienze religiose, martedì 9 ore 15. Iniziativa promossa dall’assessorato al dialogo con le confessioni religiose. Canale YouTube del Comune di Firenze: https://www.youtube.com/channel/UC8bNC4BIbHHu0XDV5vnZCJg

Iniziative del Quartiere 4

Lunedì 8 marzo, ore 16: Le donne per le donne
Lavorando per le donne si lavora per la società intera. Partecipano: Daniela Borselli, Segreteria Provinciale Spi CGIL e responsabile del Coordinamento Donne CGIL SPI Provinciale di Firenze; Carla Moretti, Segreteria di Lega Spi CGIL Q4 e componente coordinamento donne provinciale e regionale; Maria Antonietta Casella, Direttivo Spi CGIL Q4; Mirna Migliorini, Direttivo Spi CGIL Q4 e Coordinamento donne regionale. In diretta streaming sul canale Youtube del Quartiere 4: https://www.youtube.com/channel/UCBPYxHpiMIWM-OSOEa_fqBA

Martedì 16 marzo, ore 21: Donne resilienti dentro e fuori la pandemia. Rifletteremo insieme sulle difficoltà che abbiamo dovuto affrontare nei diversi àmbiti lavorativi in questo periodo attraverso la testimonianza di alcune voci femminili. In diretta streaming sul canale Youtube del Quartiere 4 (https://tinyurl.com/Q4Youtube).

Si scrive marzo, si legge donna – le iniziative delle biblioteche comunali
Le biblioteche comunali propongono il programma “Si scrive marzo, si legge donna”, dedicato all’universo femminile e a tutti i sentimenti che lo abitano: percorsi bibliografici, proposte di lettura e incontri online.
Programma completo: https://cultura.comune.fi.it/dalle-redazioni/si-scrive-marzo-si-legge-donna-0

  1. GrandiDonneaFirenze sui canali social
Sui profili social Facebook e Instagram Città di Firenze per tutto il mese di marzo la rassegna #GrandiDonneaFirenze, con post dedicati a storie di donne conosciute da tutti o che invece, nonostante abbiamo influenzato e contribuito alla storia della nostra città sono poco o per niente conosciute, rimaste nell'ombra della storia.

08/03/2021 8.40 Comune di Firenze
Regione Toscana Da lunedì 8 marzo e per tutta la prossima settimana, le scuole di 40 dei 273 comuni della Toscana rimarranno chiuse
Ai 22 comuni rossi se ne aggiungo ora altri 18: Anghiari, Castelfranco Piandiscò, Lucignano, Marciano della Chiana, Monterchi, Sansepolcro; Castelnuovo Berardenga, Asciano, Chiusdino, Monteroni d'Arbia, Monticiano, San Gimignano; Certaldo; Civitella Paganico; Bientina Da lunedì 8 marzo e per tutta la prossima settimana, le scuole di 40 dei 273 comuni della Toscana rimarranno chiuse. E’ quanto disciplinato con ordinanze dal presidente Eugenio Giani, a seguito della sessione di lavoro con il il comitato toscano per l’emergenza e la prevenzione scolastica (Ceps), conclusa in nottata con i sindaci dei territori interessati.

E’ prevista la “sospensione delle attività dei servizi educativi dell’infanzia, mentre le attività scolastiche e didattiche delle scuole di ogni ordine e grado si svolgeranno esclusivamente con modalità a distanza”.

“Nella zona rossa, come nel caso dei 20 comuni della provincia di Pistoia, la chiusura è un fatto automatico secondo l’ultimo Dpcm; a questi si sono aggiunti i comuni di Cecina e Castellina Marittima, appartenenti a province diverse e territorialmente contigui” spiega il presidente, che preannuncia una sola deroga per le Terme di Montecatini: “Rimarranno aperte, perché in questo caso c’è un aspetto di prevenzione sanitaria”.

Nella Toscana arancione, dunque, ai 22 comuni rossi se ne aggiungo ora altri 18: in 15 la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado è interamente disciplinata da ordinanza regionale; in altri 3 – Siena, Arezzo e Follonica - la disposizione sarà presa dai sindaci ma in condivisione con Giani, con specifico richiamo nell’ordinanza regionale: “Essendo comuni più grandi occorreva un’ordinanza più calibrata sulla specificità locale”, spiega il presidente.

“Con ciascuno dei comuni c’è stata un’analisi approfondita sulla presenza di focolai nelle scuole. Laddove il numero alto di contagi, secondo l’opinione del sindaco, non originava dalle scuole non si è disposto alcun intervento di chiusura; in altri casi, quando lo stesso primo cittadino ha fatto presente che poteva esserci una pericolosità di contagio, allora si è proceduto”.

“Ringrazio di cuore il lavoro del Ceps, che con me ha valutato la situazione epidemiologica soprattutto nelle scuole toscane” afferma Giani, ricordando che il confronto è stato portato avanti direttamente con i sindaci dei 76 comuni toscani che a ieri, venerdì 5 marzo, risultavano sotto osservazione per il loro alto valore di contagio come indicato dal Dpcm Draghi (ovvero oltre l’indice di 250 su 100mila abitanti).

Elenco dei Comuni interessati alla chiusura delle scuole

Oltre ai 20 comuni della provincia di Pistoia, dunque, con Cecina (Li) e Castellina Marittima (Pi), le ordinanze regionali disciplinano la chiusura delle scuole in ulterori 15 comuni. Sono questi: Anghiari, Castelfranco Piandiscò, Lucignano, Marciano della Chiana, Monterchi, Sansepolcro per la provincia di Arezzo.
Per la Provincia di Siena Castelnuovo Berardenga, Asciano, Chiusdino, Monteroni d'Arbia, Monticiano, San Gimignano.
Certaldo (Firenze), Civitella Paganico (Grosseto), Bientina (Pisa).
06/03/2021 13.41 Regione Toscana
Comune di Firenze Dante, per il 25 marzo restaurato il cenotafio a Santa Croce
Il sindaco Nardella presenta gli eventi: “Firenze aderisce con entusiasmo e molti progetti al Dantedì” Il restauro del cenotafio di Dante a Santa Croce sarà uno degli eventi clou del Dantedì, il giorno istituito dalla Presidenza del Consiglio per ricordare il Sommo Poeta ogni 25 marzo e che quest’anno di fatto inaugura ufficialmente le celebrazioni per il 700esimo anniversario dalla morte. Lo ha annunciato il sindaco di Firenze Dario Nardella intervenendo a una conferenza stampa online insieme al ministro per la cultura Dario Franceschini.

Erano presenti anche il presidente del Comitato nazionale per le celebrazioni dantesche, Carlo Ossola, il Segretario Generale del Comitato, Maria Ida Gaeta, il Presidente delle Scuderie del Quirinale, Mario De Simoni, e i sindaci di Ravenna, Michele de Pascale, e di Verona, Federico Sboarina.

“Quello che è un fenomeno letterario universale si trasforma con queste celebrazioni in un pluralità di manifestazioni e progetti - ha detto il sindaco Dario Nardella - che abbracciano l’intero Paese, incarnando un simbolo di rinascita a livello mondiale. Quella rinascita che acquista ancora più significato in questo momento drammatico di emergenza”. “Firenze aderisce con entusiasmo e molti progetti alle celebrazioni del Dantedì - ha continuato - e lo fa innanzitutto con il Museo della Lingua italiana, progetto lanciato dal governo e dal Mibact. Con il ministro Franceschini abbiamo deciso di comune accordo di realizzare questo Museo con i criteri più innovativi, anche dal punto di vista della fruizione, della valorizzazione, dei linguaggi e degli strumenti digitali. Il Museo, che avrà sede nel complesso monumentale e architettonico di Santa Maria Novella, nel cuore del centro storico di Firenze, sarà rivolto non solo alle nuove generazioni, ma in generale ai fiorentini, agli italiani e al pubblico internazionale”. “Il nostro obiettivo è inaugurare il primo lotto di lavori entro la fine di quest’anno - ha spiegato Nardella - in modo da poter onorare le celebrazioni dantesche. Ringrazio il Comitato organizzatore di cui fanno parte sessanta Istituzioni: ciascuna di queste è la punta di un iceberg. Per mettere a punto le tante iniziative delle celebrazioni c’è stato un bellissimo lavoro di squadra, seguito anche dall’assessore alla cultura Tommaso Sacchi”.

A proposito della mostra “Dante 700 – Santa Maria Novella. Un ritratto di Dante e i luoghi del poeta nelle fotografie di Massimo Sestini”, il sindaco Nardella ha dichiarato che “se l’emergenza Covid lo consentirà, una volta riaperte le frontiere, potrà essere allestita in alcune città straniere con la collaborazione degli Istituti di cultura italiani e il ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale”. La mostra, organizzata da MUS.E e promossa dal Comune di Firenze e dai Musei Civici fiorentini, con il sostegno del Ministero per i beni, le attività culturali e il turismo, e del Ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, è attualmente allestita nel complesso di Santa Maria Novella. La mostra “Dante 700” è un reportage fotografico della presenza di Dante nella nostra contemporaneità e nel nostro immaginario: le immagini raffigurano i luoghi in cui Dante ha vissuto o quelli della sua Commedia, i luoghi in cui viene ricordato o si suppone sia passato vengono narrati e ricostruiti attraverso tecniche fotografiche sperimentali e non convenzionali, donandoci uno sguardo inedito sul poeta e sulla sua eredità.



Le celebrazioni del Dantedì

Il 25 marzo verrà presentato il restauro del cenotafio di Dante, opera dello scultore Stefano Ricci, inaugurato il 24 marzo del 1830 e realizzato con una sottoscrizione pubblica, simbolo della riconciliazione del Poeta con Firenze e dei valori unitari risorgimentali. L’intervento di restauro è realizzato dall’Opera di Santa Croce in collaborazione con il Comune di Firenze e il Fondo Edifici di Culto (FEC) del Ministero dell’Interno, enti proprietari del complesso monumentale, ed è stato finanziato grazie ad alcuni donatori.

Nel pomeriggio sarà presentata l’App In Toscana con Dante, realizzata nell’ambito del progetto Dante o Tosco della Regione Toscana per promuovere la piena integrazione tra produzione di contenuti culturali e turismo.

E ancora le terzine dantesche saranno protagoniste di una iniziativa social realizzata in collaborazione con la Dante Society of America e la New York University: si tratta di una Call to action che inviterà persone di tutto il mondo a recitare i brani preferiti della Commedia. L’evento si aprirà con un saluto in streaming da piazza Santa Croce a Firenze e dal Dante Park di New York nella serata del 25 marzo.

Sempre in occasione del Dantedì MUS.E e l’Ufficio UNESCO Patrimonio Mondiale del Comune di Firenze avvieranno i Percorsi Danteschi e l’Accademia della Crusca ha in programma l’apertura di una mostra documentaria sui rapporti tra la Crusca e Dante.



Gli altri eventi

Oltre al Dantedì sono tantissimi gli appuntamenti fiorentini legati al ricordo del Poeta. Il sito www.700dantefirenze.it raccoglie in calendario, ad oggi, oltre sessanta eventi, organizzati da trenta istituzioni fiorentine riunite nel comitato organizzatore coordinato dal Comune di Firenze con il supporto di MUS.E, e da una decina di partner di respiro nazionale e internazionale.

In questi primi due mesi di attività, gli eventi si sono svolti prevalentemente online, a causa delle restrizioni dovute alla pandemia. Tra i più rilevanti, l’apertura del percorso espositivo col “Ritratto allegorico di Dante”, opera di Agnolo Bronzino, nel museo di Palazzo Vecchio. A marzo partirà anche il primo dei sei eventi che l’Università di Firenze dedicherà al settecentenario, dal titolo “Dante e i poeti italiani del Novecento”, e andrà avanti fino a dicembre 2021.

È stata invece posticipata ad aprile l’inaugurazione di due importanti mostre: Alberi In-Versi, la mostra dedicata a Giuseppe Penone ospitata dalle Gallerie degli Uffizi; e “Onorevole e antico cittadino di Firenze: il Bargello per Dante”. Attualmente è comunque attiva la mostra virtuale, curata dalle Gallerie degli Uffizi, dedicata agli 88 disegni realizzati alla fine del Cinquecento dal pittore Federico Zuccari, che illustrano il Poema dantesco.

Ad aprile è prevista poi l’apertura del percorso espositivo di Palazzo Bastogi, curato dall’Archivio Storico del Comune di Firenze.

A metà maggio inizieranno le riprese del film di Pupi Avati dedicato a Dante “Vita di Dante”, un grande tributo alla Firenze di allora e alla figura del Sommo Poeta: dal 17 le riprese saranno fatte a Cinecittà, mentre a partire dal mese di luglio si sposteranno a Firenze con Sergio Castellitto, che interpreterà Giovanni Boccaccio.

Nella seconda metà dell’anno si terranno diverse iniziative che coinvolgeranno altre istituzioni fiorentine. Il 13 settembre il Teatro del Maggio Musicale ospiterà la tappa della Dante-Symphonie di Franz Liszt (che toccherà le tre città dantesche: Ravenna, Firenze e Verona). Il Teatro Della Toscana ha in cantiere il “Progetto Inferno”, una produzione internazionale con la regia del drammaturgo statunitense Bob Wilson. L’ Institut francais di Firenze presenterà una Lectura Dantis con violoncello, a cura di Lorenzo Bastida e Volfango Dami.

In autunno, tre prestigiose biblioteche fiorentine (Medicea Laurenziana, Nazionale Centrale e Riccardiana), in concerto, proporranno una mostra articolata nelle loro tre sedi e dedicata a un patrimonio librario rarissimo dedicato alla produzione letteraria di Dante nei primi secoli dopo la sua morte.

A settembre è prevista la seconda mostra del Museo del Bargello (“La mirabile visione. Dante e la Commedia nell’immaginario simbolista”) e il progetto culturale di Felice Limosani, creato con le incisioni dell’illustratore francese Gustave Doré, ospitato nel complesso monumentale di Santa Croce. (edl)
06/03/2021 17.31 Comune di Firenze
Comune di Firenze Rinasce piazza della Vittoria: completati i lavori di riqualificazione con nuova pineta, arredi, pavimentazione, abbattimento delle barriere architettoniche e nuovi impianti e servizi
Il sopralluogo dell’assessore Del Re e del presidente Balli per la riapertura al pubblico Una piazza ad alta qualità ambientale con più verde, più spazi per famiglie e più luce: riapre al pubblico piazza della Vittoria completamente riqualificata dopo i lavori di ristrutturazione. Un intervento che dà nuova vita allo spazio urbano, con un disegno di percorsi e alberature per una riconnessione percettiva e funzionale delle diverse parti della piazza. Al sopralluogo per il completamento dei lavori erano presenti oggi l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re, il presidente di Silfi Matteo Casanovi, il presidente di Publiacqua Lorenzo Perra e il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli. Il progetto ha previsto un intervento complessivo riguardante l’impianto arboreo, gli arredi, la sistemazione della pavimentazione con l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’incremento delle dotazioni di servizi e impianti, tra cui wifi e videosorveglianza.

“Oggi completiamo un intervento di riqualificazione molto atteso e complesso - ha detto il sindaco Dario Nardella -, un altro tassello di città verde e accessibile che prende forma e torna ai cittadini più bello e funzionale. Una piazza per famiglie e bambini, completamente rinnovata nei servizi e negli arredi, che sarà resa ancora più sicura grazie anche al nuovo impianto di illuminazione”.

“Un investimento importante per una piazza storica - ha detto l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re -, che ha consentito di rinnovare il verde pubblico con una nuova pineta e il relativo impianto di irrigazione a servizio delle nuove alberature e del prato, per una piazza più verde, sicura e vivibile per la cittadinanza di oggi e quella di domani. Oltre al nuovo impianto di illuminazione ad efficientamento energetico realizzato da Silfi, insieme agli impianti per il Wi-Fi pubblico e la videosorveglianza, con Publiacqua si è proceduto ad un restyling del fontanello di alta qualità presente nella piazza che è molto utilizzato dai residenti della zona. La pavimentazione è stata realizzata in manto drenante con particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche”.

I lavori hanno riguardato l’intera superficie calpestabile della piazza, che è stata ripavimentata con manto drenante, e in particolare: la porzione centrale e i vialetti intermedi (circa 1200 mq) con pacchetto in asfalto drenante rifinito con manto di usura in inerti a vista; i nuovi percorsi in diagonale in ghiaino stabilizzato (circa 400 mq). È stato inoltre rifatto il manto del marciapiede perimetrale (600 mq), con un’attenzione particolare all’accessibilità e all’eliminazione delle barriere architettoniche. Per quanto riguarda il verde, sono stati messi a dimora 62 nuovi pini domestici secondo una griglia regolare di 8 x 8 metri. Nella parte corrispondente all’ingresso con via Puccinotti, un gruppo di 11 alberi adulti è stato mantenuto per garantire una zona d’ombra nei primi anni di attecchimento e sviluppo dei nuovi pini in altezza. A servizio del verde è stato realizzato un impianto di irrigazione per le alberature di nuovo impianto e per il prato, alimentato dall’acqua del pozzo di nuova realizzazione con cisterna di accumulo. È stato poi completamente rifatto l’impianto di smaltimento delle acque meteoriche. Rinnovati anche gli arredi, con 28 nuove panchine con doghe in legno e struttura in ghisa che sono state sistemate in vari punti della piazza e dei vialetti di accesso. Con la conclusione degli interventi di riqualificazione di piazza della Vittoria, è stato acceso il nuovo impianto di illuminazione, progettato e realizzato da Silfi, che ha inteso creare una fusione fra design classico e tecnologia contemporanea. L’impianto di illuminazione infatti si integra con il progetto di configurazione della piazza di stampo ottocentesco grazie alla collaborazione con la Direzione Ambiente del Comune di Firenze, seguendo la geometria degli spazi e dei vialetti pedonali che la caratterizzano secondo un disegno di forte caratterizzazione simmetrica. I nuovi pali decorativi ai quali sono sospesi gli apparecchi di illuminazione di alluminio bianco richiamano l’estetica ottocentesca. La tecnologia Led garantisce qualità della luce ed efficienza luminosa: i 17 pali di arredo urbano inseriti nella piazza consentono di illuminare con luce bianca calda tutta la piazza con poco più di 500W, arrivando a 650W. La piazza sarà dotata a breve di impianto wifi e di video sorveglianza. Rinnovato grazie a Publiacqua anche il fontanello di alta qualità, con nuova veste esterna e schermo informativo in linea con il restyling di tutta la piazza: il fontanello è stato dotato di un sistema di digital signage, cioè di uno schermo sul quale l’azienda e il Comune di Firenze potranno informare i cittadini su servizi, novità e opportunità messi in campo dai due enti. Un modo anche per ‘premiare’ il grande successo del fontanello di piazza della Vittoria che negli anni è diventato un punto di riferimento importante per tutto il quartiere e per gli studenti del vicino Liceo Dante erogando oltre 455 mila litri di acqua, equivalenti a oltre 303 mila bottiglie di plastica da 1,5 litri, pari a 10,6 tonnellate di plastica, che quindi non sono state immesse nell’ambiente.

La riqualificazione di piazza della Vittoria è avvenuta sulla base di un progetto approvato dall’amministrazione nel 2018, redatto in conformità agli indirizzi ricevuti dal Consiglio comunale, che aveva specificamente deliberato di finanziare l’intervento con 500mila euro derivanti dalla monetizzazione di extra oneri di urbanizzazione. Il progetto, approvato e realizzato nel rispetto di tutte le normative applicabili alla materia, rappresenta il risultato di un lungo percorso di partecipazione della cittadinanza alle scelte dell’amministrazione, nell’ambito del quale sono state apportate sostanziali modifiche alla proposta originaria, allo scopo di accogliere le richieste provenienti da una parte dei portatori di interesse. In accoglimento della richiesta di una parte della cittadinanza, di procedere gradualmente al rinnovo degli alberi della piazza, in questa fase sono stati conservati 11 soggetti arborei, che verranno sostituiti progressivamente in base all’esito di un severo regime di controlli al quale verranno sottoposti. A completamento degli interventi si è proceduto a rinnovare la pavimentazione bituminosa dei marciapiedi che perimetrano la piazza. (sc)
06/03/2021 11.23 Comune di Firenze
Unione Comuni Valdarno Valdisieve Scuole medie chiuse a Reggello: l'ordinanza per limitare il contagio da Covid-19
Da lunedì 8 fino al 13 marzo A seguito dell'aumento dei contagi sul territorio il Sindaco reggente Piero Giunti ha firmato l'Ordinanza n.31 con la quale a partire da lunedì 8 marzo e fino al 13 marzo viene sospesa l'attività didattica in presenza nella Scuola Secondaria di primo grado (scuola media) "Massimiliano Guerri" di Reggello.
Al momento gli altri istituti scolastici, Scuole Primarie e dell'infanzia, del territorio continueranno a svolgere regolare attività didattica in presenza (secondo le disposizioni vigenti contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri valido dal 6 marzo al 6 aprile 2021) poichè dai dati forniti dalla Azienda USL Toscana Centro emerge che le stesse non risultano al momento affette da sensibili criticità.
Tale scelta, insieme a quella di vietare l'accesso ai parchi e aree pubbliche di Reggello fino al 14 marzo, è legata all'aumento di positivi di questi giorni allo scopo di contenere l'epidemia da Covid-19 sul territorio.

Per maggiori info: https://www.facebook.com/1483277568/posts/10224815272757478/?d=n

06/03/2021 17.42 Unione Comuni Valdarno Valdisieve

Publiacqua spa Piazza della Vittoria, anche il fontanello si veste di nuovo
Un restyling in linea con l’inaugurazione della nuova Piazza Inaugurato il 16 agosto 2014, il Fontanello di Piazza della Vittoria viene oggi rinnovato nel suo vestito esterno e dotato di uno schermo informativo.

Un restyling in linea con l’inaugurazione della nuova Piazza che lo ospita e che va a premiare anche il grande successo riscosso dal Fontanello in questi oltre sei anni di vita.

Un fontanello che è diventato nel corso del tempo un punto di riferimento importante per tutto il quartiere ed anche per gli studenti del vicino Liceo Dante.

Giusto per dare qualche numero, il rinnovato fontanello di Piazza della Vittoria, negli ultimi tre anni di vita, e scontando quasi due mesi di stop durante il lockdown 2020, ha erogato oltre 455 mila litri di acqua, equivalenti a oltre 303 mila bottiglie di plastica da 1,5 litri, pari a 10,6 tonnellate di plastica, che quindi non sono state acquistate, movimentate e smaltite.

Un risparmio complessivo significativo per le tasche di cittadini e studenti (quasi 96 mila euro) ma soprattutto per l’ambiente grazie alle tonnellate di plastica già ricordate ma anche alle 63,7 tonnellate di CO2 che si è evitato di produrre.

Oggi questo fontanello prezioso per i cittadini e per l’ambiente si mette il “vestito nuovo” per inserirsi al meglio nel contesto della rinnovata Piazza della Vittoria ma, soprattutto, si dota di un sistema di digital signage e cioè di uno schermo sul quale l’azienda ed il Comune di Firenze potranno informare i cittadini su servizi, novità e opportunità messi in campo dai due enti.

GLI ALTRI FONTANELLI

I 23 Fontanelli di Alta Qualità di Firenze dal 2014 al 2020 hanno erogato oltre 79 milioni di euro. Questo corrisponde a 52,6 milioni di bottiglie di plastica da 1,5 lt e cioè euro 18,4 milioni di euro per le tasche dei cittadini.

Oggi Publiacqua ha installato 101 Fontanelli sul totale del territorio e per i prossimi 4 anni l’AIT ha approvato il raddoppio dei fontanelli sul territorio.

Quattro di questi Fontanelli, Piazza Bartali a Gavinana, Piazza delle Cure, Piazza Giovanni XXIII (Scandicci) ed appunto Piazza della Vittoria, sono dotati di dispositivo di digital signage.
06/03/2021 11.53 Publiacqua spa

Regione Toscana Toscana, i nuovi casi positivi salgono ancora: +1355
16.838 tamponi molecolari e 6.267 test rapidi effettuati. Somministrate 370.587 vaccinazioni, giovedì record con 17mila dosi in un giorno Aumentano i casi rispetto a ieri, così come i ricoveri, le terapie intensive, mentre si mantiene costante il numero delle persone decedute a causa del virus. Sono 1.355 in più i nuovi positivi al Covid (1.320 confermati con tampone molecolare e 35 da test rapido antigenico) che portano così a 164.451 i casi registrati in Toscana dall’inizio dell’epidemia. I nuovi positivi sono lo 0,8% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dello 0,5% e raggiungono quota 138.244 (84,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 16.738 tamponi molecolari e 6.267 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,9% è risultato positivo. Sono invece 13.435 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui il 10,1% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 21.401 (+3,4% rispetto a ieri). I ricoverati sono 1.308 (38 in più rispetto a ieri), di cui 199 in terapia intensiva (10 in più). Si registrano 10 nuovi decessi, 6 uomini e 4 donne con un'età media di 77,6 anni.

Questi i dati - accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale - relativi all'andamento dell'epidemia in regione.

L'età media dei 1.355 nuovi positivi odierni è di 44 anni circa (il 18% ha meno di 20 anni, il 21% tra 20 e 39 anni, il 35% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più).

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri (1.320 confermati con tampone molecolare e 35 da test rapido antigenico). Sono 44.708 i casi complessivi ad oggi a Firenze (316 in più rispetto a ieri), 13.881 a Prato (150 in più), 15.377 a Pistoia (195 in più), 10.168 a Massa Carrara (49 in più), 16.980 a Lucca (132 in più), 20.966 a Pisa (135 in più), 12.482 a Livorno (63 in più), 15.014 ad Arezzo (176 in più), 8.827 a Siena (85 in più), 5.493 a Grosseto (54 in più). Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 698 i casi riscontrati oggi nell'Asl Centro, 342 nella Nord Ovest, 315 nella Sud est.

La Toscana si trova al 13° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 4.417 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 5.057). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 5.377 casi per 100.000 abitanti, Pistoia con 5.247, Massa Carrara con 5.243, la più bassa Grosseto con 2.488.
Complessivamente, 20.093 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (665 in più rispetto a ieri, più 3,4%).
Sono 39.182 (1.246 in meno rispetto a ieri, meno 3,1%) le persone, anch'esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 15.052, Nord Ovest 15.127, Sud Est 9.003).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 1.308 (38 in più rispetto a ieri, più 3%), 199 in terapia intensiva (10 in più rispetto a ieri, più 5,3%).
Le persone complessivamente guarite sono 138.244 (630 in più rispetto a ieri, più 0,5%): 0 persone clinicamente guarite (stabili rispetto a ieri), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione e 138.244 (630 in più rispetto a ieri, più 0,5%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 2 a Firenze, 2 a Prato, 1 a Pistoia, 2 a Lucca, 2 a Arezzo, 1 a Siena.

Sono 4.794 i deceduti dall'inizio dell'epidemia cosi ripartiti: 1.600 a Firenze, 333 a Prato, 367 a Pistoia, 463 a Massa Carrara, 455 a Lucca, 552 a Pisa, 339 a Livorno, 306 ad Arezzo, 198 a Siena, 114 a Grosseto, 67 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 128,8 per 100.000 residenti contro il 165,3 media italiana (12° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (238,7), Firenze (159,3) e Pisa (130,7), il più basso a Grosseto (51,6).

La campagna vaccinale

Si è avviata dal 27 dicembre 2020 la campagna vaccinale anti-Covid. Alle 12.00 di oggi sono state effettuate complessivamente 370.587 vaccinazioni, 7.542 in più rispetto a ieri (+2,1%), tenendo presente che le Asl proseguono per l'intera giornata. Giovedì è stata somministrata la cifra record di 17mila dosi in un solo giorno. La Toscana è la 3° regione per percentuale di dosi somministrate su quelle consegnate (l’89,9% delle 412.040 consegnate), per un tasso di vaccinazioni effettuate di 9.955 per 100mila abitanti (media italiana: 8.830 per 100mila). Nella prossima settimana saranno vaccinati altri 33mila over 80 anni e sono già più di 1.000 gli estremamente vulnerabili vaccinati.

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19

Si ricorda che tutti i dati saranno visibili dalle ore 18.30 sul sito dell'Agenzia Regionale di Sanità a questo indirizzo: www.ars.toscana.it/covid19
07/03/2021 13.36 Regione Toscana
Comune di Firenze Giornata Internazionale della donna, pari opportunità al lavoro a Firenze
Convocati gli ordini professionali per superare disuguaglianze e gap di genere. L'assessora Albanese: “sensibilizzare, informare, prevenire e collaborare fra istituzioni per superare le differenze”. Per la festa della donna organizzati anche spettacoli web, mostre itineranti e campagne di sensibilizzazione “Sensibilizzare, informare, prevenire e collaborare fra istituzioni e associazioni per garantire pari opportunità e diritti alle donne. E lavorare per dare alle vittime di violenza una rete di protezione. E’ questo l’impegno per il quale lavoriamo tutto l’anno e sul quale facciamo un bilancio in occasione della festa della donna”. L’assessora a diritti e pari opportunità Benedetta Albanese sintetizza così il lavoro del suo assessorato e le iniziative organizzate in occasione dell’8 marzo.

Albanese ha convocato per il 9 marzo il tavolo interprofessionale dei comitati pari opportunità degli ordini professionali, per affrontare tutti insieme il tema delle pari opportunità al lavoro anche nel settore delle libere professioni. Inoltre, dopo aver partecipato al webinar organizzato da Nosotras Onlus dal titolo “Women – Percorsi di cittadinanza di genere” che si è svolto venerdì e durante il quale si è parlato di pari opportunità di accesso e conciliazione dei tempi di vita, lavoro e formazione, l’assessora Albanese seguirà lunedì 8 marzo alle 21.30 “Alfabeto al femminile: storie vere, storie di donne”, lo spettacolo di voci e sguardi in cui attrici e attori di tutte le età organizzato da QuinteOFF, in collaborazione con Associazione Artemisia e Toscana Aeroporti. Lettere che daranno forma a parole e ricordi per raccontare vite, amori e dolori di donne vere, donne forti, donne libere. Alfabeto al femminile è dedicato alla memoria di Michela Noli. Lo spettacolo sarà trasmesso in diretta streaming sul canale YouTube di Quinte OFF (https://www.youtube.com/watch?v=705FDn_Rnnw) ed ha come finalità la raccolta fondi per sostenere *Associazione Artemisia – Centro antiviolenza.

Anche lo Sportello Informadonna e le realtà associative della sua rete si mobiliteranno sul web per lanciare un grido collettivo e richiamare l'attenzione su una vera e propria emergenza lavorativa: secondo i dati Istat, nel corso di tutto il 2020, 444.000 persone hanno perso il loro posto di lavoro e di queste il 70% erano donne; un dato drammatico che evidenzia, ancora una volta, come la pandemia abbia accentuato le disparità occupazionali di genere. Lunedì 8 marzo, sulla pagina Facebook di Informadonna, ogni realtà sarà presente con un cartello riportante il seguente testo: Nel 2020 il 70% dei licenziamenti è donna! #DueSuTreNoncelafa #8marzoOgniGiorno.

Le realtà della rete di Informadonna, presenti sul Portale Donna del Comune di Firenze https://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/info_publish/donna.php sono: Centro Antiviolenza Artemisia, Nosotras Onlus, Associazione Co-Cò, Le Curandaie, Donna Chiama Donna, Just Women, Consapevolmente, Spazio Neo Mamme, Lilt - Sezione di Firenze, Il Gomitolo Perduto, Il Giardino dei Ciliegi, Mamme per la Pelle, Fiesolana 2b, Corrente Alternata, La mia Ostetrica, Gli Anelli Mancanti, Progetto Arcobaleno, Resto Io, Woman in Charge, Donne in Salute, Azione Gay e Lesbica, Associazione Studi e Ricerche Donne Iraniane.

E proprio una di queste associazioni, Le Curandaie APS, ha organizzato una mostra di opere diffuse nella zona delle Cure, grazie al Comune di Firenze - Quartiere 2 ed in collaborazione con lo Studio Arpia. Oltre 60 artiste hanno realizzato creazioni attraversate da un “fil rouge”, una linea rossa che crea un ideale orizzonte comune, simbolo di unità dell’universo femminile. E’ stata inoltre costruita una grande cornice/telaio con un ordito in corda grezza, dove ogni artista ha potuto inserire la sua trama di fili rossi, così da creare un’opera collettiva che rappresenta l’intreccio delle relazioni tra donne. Questa opera/installazione collettiva è esposta nella sede delle Curandaie, come gran parte degli elaborati; altri si possono ammirare presso lo Studio Arpia e in 76 negozi della zona delle Cure. All’interno dei negozi sarà disponibile la mappa che indicherà il percorso della mostra diffusa, visitabile quindi all’aperto ed in tutta sicurezza. Tutti i cittadini potranno partecipare alla mostra nella mostra, creando le proprie opere sul volantino distribuito nei negozi delle Cure, che saranno poi riunite in una mostra virtuale on line. A fare da madrina all’inaugurazione lunedì 8 marzo sarà Daniela Morozzi, attrice fiorentina da sempre sensibile ed impegnata nel sociale. La mostra sarà aperta fino all’8 aprile. (sp)

06/03/2021 13.33 Comune di Firenze
Comune di Prato Norme anti-Covid, a Prato divieti di stazionamento per evitare assembramenti
Biffoni: "Più controlli e più responsabilità da parte di tutti, altrimenti non ne usciamo" Si è appena conclusa la riunione in Prefettura, ultimo tavolo di confronto dopo le riunioni di ieri sera con la Regione Toscana per fare il punto sulla situazione contagi nella provincia pratese. I dati indicano una percentuale di positivi non legati al mondo scolastico: lambito ma non superato il limite di 250 positivi ogni 100mila abitanti, con i dati sul territorio comunale in leggero miglioramento, e la necessità di monitorare attentamente la situazione. "Con i sindaci della provincia siamo d'accordo nel prendere provvedimenti uniformi su tutto il territorio provinciale, ma al contempo non sussistono motivi per chiudere le scuole come unico provvedimento - sottolinea il sindaco Matteo Biffoni -. D'accordo con la presidenza della Regione e con la prefettura è stato decsio dunque di intervenire con un'ordinanza sindacale che preveda il divieto di stazionamento in alcune vie e piazze del centro negli orari di maggiore affluenza per evitare assembramenti. A questo seguiranno anche maggiori controlli che già da ieri ho richiesto alla prefettura". Perché anche se da lunedì Prato resta in zona arancione e le scuole saranno aperte, l'Amministrazione ha deciso di non restare ferma: "Questa è l'ultima occasione, è bene sia chiaro a tutti: se i dati non migliorano dovremo prendere provvedimenti drastici di chiusura e non mi riferisco solo alle scuole, perché non ha senso lasciare gli studenti a casa e tutto il resto aperto - ribadisce Biffoni -. Aumenteranno i controlli ma deve aumentare il senso di responsabilità di ciascuno, altrimenti non se ne esce. E le conseguenze continueranno a ricadere sulla salute e sul lavoro, due beni a cui credo teniamo tutti".

L'ordinanza alla firma del sindaco prevede il divieto di stazionare a piedi o anche su veicoli non chiusi, quali velocipedi, ciclomotori, biciclette e simili, fermi restando i divieti e gli obblighi vigenti, in particolare quelli relativi all’assembramento e all’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Il divieto di stazionamento si applica nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle ore 16 alle ore 20 nelle seguenti vie e piazze del Comune di Prato:

Via Pugliesi

Via dell’Accademia

Via Giuseppe Garibaldi

Via Settesoldi

Via dei Lanaioli

Via dei Sei

Via dei Cimatori

Vicolo Inghirami

Via Buonconti

Via Verdi

Via Cesare Guasti

Via Firenzuola

Corso Mazzoni

Via Ricasoli

Via Cairoli

Via Santa Trinita

È comunque fatta salva la possibilità di attraversamento per l'accesso e deflusso agli esercizi pubblici legittimamente aperti e alle abitazioni private.

L'ordinanza è in vigore dalle ore 6:00 del 6 marzo 2021 fino alle ore 20:00 del 27 marzo 2021;

La violazione dei divieti stabiliti con l'ordinanza e` punita con la sanzione amministrativa da 400 a mille euro.

06/03/2021 13.44 Comune di Prato
Comune di Firenze Giornata internazionale della donna, lunedì le Chiavi della città di Firenze a Giovanna Botteri
Appuntamento dalle 18,15 con un dibattito al femminile. Interventi della vicesindaca Bettini e dell’assessora Albanese. A seguire il sindaco Nardella intervista la giornalista. Poi la consegna del riconoscimento. Live streaming da Palazzo Vecchio Giovanna Botteri, uno dei volti più noti del giornalismo italiano, riceverà le Chiavi della città. La consegna avverrà da parte del sindaco di Firenze Dario Nardella lunedì 8 marzo.

La serata si aprirà alle 18,15 dal salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio con un confronto tra donne impegnate in diversi settori, condotto dalla vicesindaca Alessia Bettini, che dialogherà con Maria Stella Reali Bigazzi, imprenditrice, Maria Allegrini, docente esterno di Fisica all’Università di Pisa, Maria Luisa Brandi, medico chirurgo specialista in Endocrinologia e Malattie del metabolismo e presidente nazionale Firmo (Fondazione Italiana Ricerca sulle Malattie dell’Osso), Clara Vannucci, fotografa documentarista. Successivamente, Benedetta Albanese, assessora alle Pari opportunità, introdurrà il sindaco Dario Nardella, che intervisterà la giornalista Giovanna Botteri. L’iniziativa fa parte della rassegna “(in)VISIBILI – Le donne nella società di oggi e di domani”, organizzata dal Comune di Firenze insieme a AIWA ONLUS, in collaborazione con l’agenzia di organizzazione eventi Stilli Solutions S.r.l. e con il contributo di Officina Profumo - farmaceutica di Santa Maria Novella.

Al termine, intorno alle 19,30, il sindaco consegnerà a Giovanna Botteri il riconoscimento, che è la riproduzione fedele delle chiavi delle antiche porte di Firenze.

L’evento si potrà seguire esclusivamente online, sul canale Dirette streaming del Comune di Firenze - https://www.youtube.com/DirettestreamingdelComunediFirenze.
06/03/2021 10.25 Comune di Firenze
Comune di Empoli Arnovecchio Empoli. Al via ‘Due rive per un piano’, il percorso di partecipazione per la redazione del nuovo Piano Strutturale Intercomunale
Riguarda tutti i cittadini dei cinque Comuni di Capraia e Limite, Cerreto Guidi, Empoli, Montelupo Fiorentino e Vinci
Coinvolgere i cittadini, le associazioni, il mondo del lavoro, dell’impresa, i giovani nella definizione del futuro del territorio: è questo l’obiettivo principale di “Due Rive per un Piano”, il percorso di partecipazione promosso dai Comuni di Capraia e Limite, Cerreto Guidi, Empoli, Montelupo Fiorentino e Vinci, impegnati nella redazione del Piano Strutturale Intercomunale, lo strumento di pianificazione urbanistica che disegnerà l’assetto dei cinque comuni per i decenni futuri.

Il percorso - affidato alla regia di Sociolab, cooperativa fiorentina da anni impegnata sul fronte della partecipazione e del coinvolgimento della cittadinanza nelle decisioni pubbliche - si articola in diverse fasi che accompagneranno la redazione del Piano fino alla sua adozione, in modo che i cittadini possano contribuire alla definizione degli obiettivi, dei temi e delle sfide che segneranno il futuro di questo territorio.

Conclusa nelle scorse settimane la fase di istruttoria interna, con il mese di marzo si entrerà nel vivo delle attività rivolte ai principali portatori di interesse e alla cittadinanza.

Il primo appuntamento sarà un incontro - previsto per la prossima settimana (in modalità online) - rivolto ai tecnici dei vari ordini professionali, con l’obiettivo di illustrare loro i contenuti e le modalità di presentazione di contributi tecnici riguardanti le trasformazioni del territorio non urbanizzato con destinazione non residenziale.

Successivamente il percorso si aprirà a tutti: si comincerà con alcune interviste rivolte a personalità rappresentative del territorio e della sua storia, che serviranno ad ampliare il quadro conoscitivo, proseguendo poi con attività rivolte a tutta la cittadinanza (camminate urbane, laboratori itineranti all’aperto), con particolare attenzione ai più giovani. Un momento particolare sarà quello che chiamerà i principali attori organizzati a confrontarsi sugli scenari di sviluppo del territorio.

Le attività si concluderanno con un momento di confronto e riflessione finale, durante il quale saranno presentati i risultati della partecipazione. Infine, una volta adottato il PSI, sarà allestita una mostra virtuale che avrà l’obiettivo di “raccontare” in maniera visiva l’idea di territorio e di comunità che emerge dal Piano, mettendo in evidenza i contributi emersi durante il percorso di partecipazione.

Intanto venerdì sera, 5 marzo, il percorso e tutto l’iter che porterà alla redazione del Piano, con i suoi obiettivi strategici, sono stati illustrati dai sindaci e dai tecnici coinvolti a tutti i consiglieri comunali (oltre 80) dei cinque Comuni invitati a partecipare a un incontro informativo on line, attraverso una piattaforma digitale.

«La redazione del Piano Strutturale Intercomunale è un momento importante per il futuro di questo territorio. Abbiamo deciso di affrontarlo insieme – dicono i sindaci dei Comuni di Capraia e Limite, Alessandro Giunti; di Cerreto Guidi, Simona Rossetti; di Empoli, Brenda Barnini; di Montelupo Fiorentino, Paolo Masetti; e di Vinci, Giuseppe Torchia –, consapevoli del legame sempre più forte che c’è tra le nostre comunità, non solo a livello amministrativo. In questo modo crediamo che si possano cogliere migliori opportunità per disegnare uno sviluppo equo e sostenibile per l’intero territorio. Proprio per l’importanza che lo strumento ricopre, crediamo sia necessario coinvolgere le comunità nella costruzione degli indirizzi urbanistici e socio-economici per i prossimi decenni. Il percorso di partecipazione rappresenta dunque un’occasione importante di ascolto e coinvolgimento, per arricchire il processo decisionale con gli spunti, le riflessioni, i saperi, le competenze formali e informali di chi vive e opera su questo territorio, contribuendo così alla costruzione di politiche più condivise e al rafforzamento della coesione e del capitale sociale. Nonostante la situazione non si presti a un percorso partecipativo come li abbiamo conosciuti in passato, verranno adottati tutti gli accorgimenti, gli strumenti e le metodologie per poter permettere ai cittadini di partecipare in sicurezza. Per questo motivo invitiamo tutti a cogliere questa opportunità di partecipazione. A informarsi e a esprimersi».

Sui siti web dei cinque Comuni interessati esiste una sezione dedicata dove è possibile consultare il documento di avvio del procedimento e tutti i suoi allegati. Al medesimo indirizzo saranno resi disponibili anche il calendario degli appuntamenti e i materiali prodotti durante il percorso di partecipazione, gli elaborati tecnici in corso di redazione e le osservazioni prodotte a seguito dell’adozione del Piano.

La presentazione del percorso partecipativo si è svolta nell'Oasi Naturalistica di Arnovecchio,a Empoli. Luogo simbolico di unione fra i 5 Comuni coinvolti nel progetto 'Due Rive per un piano' in quanto in quel punto anticamente scorreva l'Arno. O meglio un meandro del fiume Arno, - da qui il nome Arnovecchio - che fu rettificato nel XVI secolo per volere del granduca Cosimo I de’Medici e spostato più a nord.




06/03/2021 10.48 Comune di Empoli
Comune di Firenze Lavori all’impianto dell’illuminazione pubblica in via della Villa Nuova, alla rete idrica in via di Ugnano e alla rete fognaria in via di Rocca Tedalda
Ecco gli interventi che prenderanno in via la prossima settimana sulle strade di Firenze Lavori all’impianto dell’illuminazione pubblica in via della Villa Nuova e alla rete idrica in via di Ugnano e via del Pellegrino. E anche la sostituzione della rete fognaria in via di Rocca Tedalda. Sono solo alcuni dei principali interventi che prenderanno in via la prossima settimana sulle strade cittadine e che comporteranno l’istituzione di provvedimenti di circolazione. Ecco l’elenco.

Via della Villa Nuova: proseguono gli interventi per la sostituzione degli apparecchi di illuminazione pubblica. Da lunedì 8 a mercoledì 10 marzo in orario 8-17 la strada sarà chiusa fra via Primo Settembre e via di Peretola.

Via di Rocca Tedalda: inizieranno lunedì 8 marzo i lavori di sostituzione della rete fognaria. L’intervento andrà avanti fino al 2 aprile e sarà articolato in fasi successive con chiusure nel tratto senza sfondo verso il muro della ferrovia (diramazione dopo numero civico 43r).

Via di Ugnano: per lavori relativi a un nuovo allaccio alla rete idrica da lunedì 8 marzo nel tratto tra Viuzzo di Ugnano e la rotatoria di via di Ugnano saranno in vigore un restringimento di carreggiata e divieti di sosta. Termine previsto 12 marzo.

Via Giotto: lunedì 8 e martedì 9 marzo sarà effettuata la pulizia delle superfici vetrate di un immobile. In orario 7-18 saranno in vigore un restringimento di carreggiata in via Giotto da viale Amendola al numero civico 55. Prevista anche la chiusura del controviale Amendola dal numero civico 34 a via Giotto. In vigore anche divieti di sosta.

Via del Pellegrino: inizieranno martedì 9 marzo gli interventi per la verifica di una rottura della rete idrica. Fino al 16 marzo la strada sarà chiusa nel tratto interno (dal numero 15R a fine strada).

Via della Vigna Vecchia: martedì 9 marzo è in programma un intervento edile. Dalle 8 alle 12 sarà in vigore un divieto di transito da via dell’Isola delle Stinche a via dell’Acqua. Previsto anche un senso unico nel tratto di via dell’Acqua tra via della Vigna Vecchia e via Ghibellina verso quest’ultima.

Via Sant’Antonino: per lavori edili con piattaforma aerea mercoledì 10 marzo in orario 9.30-19 scatterà la chiusura del tratto fra via dell’Ariento e via Faenza.

Borgo Pinti: ancora un intervento con piattaforma aerea con l’istituzione, sempre mercoledì 10 marzo, di un divieto di transito nel tratto via Nuova dei Caccini-via di Mezzo. Previsti anche sensi unici in via di Mezzo (da via Fiesolana a Borgo Pinti verso quest’ultimo), in Borgo Pinti tra via di Mezzo e via Sant’Egidio verso quest’ultima), via Nuova dei Caccini (tra Borgo Pinti e via della Pergola verso quest’ultima). I provvedimenti saranno in vigore dalle 9 alle 19.

Via Corteccia: per un trasloco mercoledì 10 marzo in orario 6-14 sarà chiuso il tratto via della Villa Demidoff-via Tacchinardi.

Via dei Magazzini-via dei Gondi: per effettuare il sollevamento di materiali dalle 22 di mercoledì 10 alle 6 di giovedì 11 marzo lsarà chiusa la direttrice via dei Magazzini-piazza della Signoria-via dei Gondi.

Vicolo del Bigozzi: per lavori edili giovedì 11 marzo scatterà la chiusura del tratto da via Vittorio Emanuele II a via Fabbroni (orario 7-19).

Via dei Conciatori: venerdì 12 marzo è in programma un trasloco con scala aerea. Dalle 7 alle 19 prevista la chiusura del tratto compreso fra via delle Casine e via delle Conce.

Borgo Tegolaio: sempre un trasloco con scala aerea con l’istituzione venerdì 12 marzo di un divieto di transito tra via dei Michelozzi e via Mazzetta (orario 7-19). Previsto anche un cambio di senso in via Michelozzi che diventerà da Borgo Tegolaio verso via Maggio. (mf)
06/03/2021 11.21 Comune di Firenze
Musei Statali Uffizi per l'8 marzo: una clip su facebook racconterà le storie di Caterina de’ Medici, Vittoria della Rovere e Anna Maria Luisa de’ Medici
Tre personalità più forti del loro tempo e per questo entrate nella storia. Sui social del museo, da oggi al 9 ci saranno anche un cortometraggio, una diretta e tanti post a tema Un video in omaggio a tre grandi dame della famiglia Medici, Caterina, regina di Francia, Vittoria della Rovere, moglie di Ferdinando II, e Anna Maria Luisa, Elettrice Palatina: così, con una clip su Facebook, affiancata da una serie di iniziative social, le Gallerie degli Uffizi celebrano quest’anno la Festa della Donna.
Il video dedicato verrà postato sul profilo delle Gallerie la mattina dell’8 marzo. Ad interpretarlo sarà l’assistente museale Carolina Forasassi, che racconterà, attraverso i loro ritratti, tre grandi donne, diverse tra loro, ma accomunate dal fatto di possedere personalità più forti del comune rispetto alle donne (e a molti uomini) del loro tempo: tanto forti da consentire loro di entrare nella storia e farne parte per sempre.
La prima è Caterina de’ Medici: nata a Firenze nel 1519, diventerà la prima regina italiana di Francia, Paese nel quale porterà raffinatezza, cultura e il gusto fiorentino per il bello. La seconda protagonista è Vittoria della Rovere, nata a Pesaro nel 1622, favolosa ereditiera del ‘600. Ultima discendente del Ducato di Urbino, porterà alla famiglia Medici e a Firenze una dote prodigiosa: settanta carri stracolmi di oggetti d’arte e dipinti straordinari provenienti dal Palazzo Ducale di Urbino e dalle dimore del suo ducato, oggi custoditi alle Gallerie degli Uffizi: tra questi capolavori di Raffaello Sanzio, Piero della Francesca, Tiziano, solo per citarne alcuni. Terza del trittico – ma non certo per importanza storica – è infine Anna Maria Luisa dei Medici, nata a Firenze nel 1667 ed ultima discendente della famiglia, saggia quanto la nonna Vittoria della Rovere. Le collezioni raccolte della sua dinastia sarebbero disperse nel mondo se lei non avesse deciso di legare il patrimonio artistico dei Medici alla sua Toscana. Stipulò un “Patto di Famiglia” il 31 ottobre del 1737 che vincolava tutti i beni medicei, rendendoli inamovibili dal territorio, comprendendo in anticipo sui tempi che questo avrebbe portato turismo, commercio e ricchezza a tutta la regione.

A rafforzare la celebrazione dell’8 marzo da parte degli Uffizi ci saranno però anche tante altre iniziative. Già il 7 marzo sul canale Facebook degli Uffizi si inizierà con un cortometraggio, “Voci di donne. Ritratti femminili dalle Gallerie degli Uffizi”, realizzato da Studio Riprese Firenze in collaborazione con il dipartimento di Strategie digitali. La protagonista di questo cortometraggio è una bambina in visita agli Uffizi, e la storia del suo viaggio in museo ha un risvolto fiabesco: la bimba, che si sofferma ad osservare i ritratti delle grandi donne del passato (tra le quali anche la celeberrima Eleonora da Toledo del Bronzino), scopre infatti che le parlano, raccontandole le loro storie.

A chiusura, il 9 marzo, le Gallerie pensano a tutte le donne con “La Velata rivelata”, diretta streaming – sempre sul canale Facebook degli Uffizi – in compagnia della curatrice della pittura del Cinquecento, Anna Bisceglia, che alle 13.30 illustrerà al pubblico virtuale il capolavoro di Raffaello, esposto nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti.

Infine, ad accompagnare il tutto, a partire da oggi sabato 6 marzo e fino a martedì, ci saranno post dedicati all’arte femminile, che avranno al loro centro storie ed opere di pittrici delle quali le Gallerie conservano opere: tra queste anche alcune artiste che si sono autoritratte, come Élisabeth Vigée Le Brun o Angelika Kauffmann.

Il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt: “Ogni anno celebriamo l’otto marzo con una mostra dedicata a donne artiste o a temi femminili, come quella attualmente allestita nella sala Detti degli Uffizi “Imperatrici, matrone, liberte. Volti e segreti delle donne romane” che sarà visibile non appena i musei riapriranno. Nell’attesa, abbiamo deciso di ricordare questa data simbolica con una serie di eventi online rivolti al pubblico globale dei social, portando inoltre l’attenzione sull’immenso patrimonio di cui tutti beneficiamo grazie ai doni di due magnifiche dame come Vittoria della Rovere e Anna Maria Luisa de’ Medici, e alla diffusione della cultura fiorentina in Europa con Caterina dei Medici, regina di Francia.”
06/03/2021 11.57 Musei Statali
Autostrade per l'Italia A1, chiusure notturne della stazione di Firenze sud, in uscita per chi proviene da Bologna
Nelle due notti consecutive di martedì 9 e mercoledì 10 marzo, con orario 22:00-6:00 Sulla A1 Milano-Napoli, per consentire lavori propedeutici all'ampliamento della terza corsia, previsti in orario notturno, nelle due notti consecutive di martedì 9 e mercoledì 10 marzo, con orario 22:00-6:00, sarà chiusa la stazione di Firenze sud, in uscita per chi proviene da Bologna.
In alternativa si consiglia di uscire alla stazione di Firenze Impruneta.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite i collegamenti "My Way" in onda su Sky Meteo24 (canale 502 Sky), su Sky TG24 (canali 100 e 500 Sky e canale 50 del digitale terrestre), su La7 e La7d (canale 7 e 29 del digitale terrestre) e sui seguenti canali: sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple, sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24.

06/03/2021 17.56 Autostrade per l'Italia
Comune di Firenze Fiorino d’oro per la storica dell’arte Mina Gregori
L’annuncio in occasione del suo compleanno Mina Gregori, decana degli storici dell’arte italiani, accademica dei Lincei, professoressa emerita di Storia dell’Arte moderna presso l’Università di Firenze, sarà insignita del Fiorino d’oro della città di Firenze. Lo hanno annunciato il sindaco Dario Nardella e l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi.

“Domani - dichiarano Nardella e Sacchi - la professoressa Gregori compirà 97 anni e avremmo tanto voluto essere con lei a festeggiare questa importante ricorrenza consegnandole di persona la più alta onorificenza del Comune. La pandemia ci ha fatto cambiare programmi ma il conferimento del Fiorino è solo rimandato a quando le condizioni sanitarie del Paese permetteranno l’organizzazione di una cerimonia. Intanto però vogliamo mandare i nostri più cari auguri a Mina, certi che questo speciale regalo di compleanno potrà farci essere virtualmente vicini”.

La consegna del Fiorino d’oro a Mina Gregori è prevista il 23 giugno nell'ambito della tradizionale cerimonia di consegna dei Fiorini d'oro, alla quale parteciperanno tra gli altri lo storico dell'arte Vittorio Sgarbi, unito alla Gregori da un lungo rapporto di amicizia e stima, a partire dalla collaborazione nella Fondazione Longhi.

Gregori, nata a Cremona il 7 marzo del 1924, si è laureata a Bologna con Roberto Longhi nel 1949. Ha percorso i vari gradi della carriera universitaria a Firenze e ha diretto la Scuola di Specializzazione in Storia dell’arte dell’ateneo fiorentino.

Considerata tra le esperte mondiali del Caravaggio, a lei è stata affidata la scelta dei dipinti del Merisi per l’esposizione Caravaggio e il suo tempo tenutasi nel 1985 al Metropolitan Museum di New York e al Museo di Capodimonte di Napoli. Nella mostra Michelangelo Merisi da Caravaggio. Come nascono i Capolavori (Firenze-Roma, 1991-1992) ha presentato i metodi esecutivi del Caravaggio e le indagini di laboratorio.

Altri suoi interessi sono la pittura in Toscana del Seicento e del Settecento e la pittura lombarda del Trecento. Curatrice instancabile di mostre, è stata anche insignita della Legion d’onore, è membra dell’Accademia delle arti del disegno e Cavaliere di Gran Croce della Repubblica italiana. (edl)
06/03/2021 13.27 Comune di Firenze
Ordine dei Medici e Odontoiatri di Firenze 8 marzo, 200 odontoiatri-sentinelle contro la violenza su donne e minori
Come riconoscere i maltrattamenti e aiutare le vittime? Lunedì il webinar di formazione organizzato da Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Firenze Un dente rotto, una lesione sul labbro, un'ecchimosi sul volto possono essere i campanelli d'allarme di un maltrattamento. Così l'odontoiatra può diventare sentinella antiviolenza. L'idea viene lanciata dall'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Firenze, che insieme alla Commissione Albo degli Odontoiatri di Firenze e Fondazione Andi onlus hanno organizzato per la Giornata Internazionale della Donna, il webinar “Odontoiatri sentinelle contro la violenza sulle donne e sui minori: l’importanza della prevenzione e dell’intercettazione precoce del fenomeno”, in programma l'8 marzo dalle 17 alle 20.30 (iscrizione gratuita, riservata a 200 partecipanti, è disponibile sul portale https://fad.mcrconference.it/).

L'evento di formazione per medici, odontoiatri e psicologi ha lo scopo di fornire linee guida, protocolli e procedure per riconoscere e contrastare tempestivamente la violenza di genere e sui minori. A quali segnali porre attenzione? Come indagare con delicatezza le cause di una lesione? Come aiutare a indirizzare la vittima in un corretto percorso di uscita dalla violenza? Sono queste alcuni temi che saranno affrontati durante l'incontro.

“Come odontoiatri, parte integrante del sistema salute del nostro Paese, vogliamo dare il nostro contributo alla lotta alla violenza di genere - commenta Alexander Peirano, presidente della Commissione Albo degli Odontoiatri di Firenze - Dall'8 marzo avremo 200 odontoiatri di Firenze che saranno informati e formati per essere sentinelle contro i maltrattamenti. Noi possiamo porre attenzione a certi segnali e poi, con delicatezza e garbo per non aggiungere violenza alla violenza, parlarne con le pazienti: d'altronde per i medici, il tempo di relazione equivale al tempo di cura, l'ascolto facilita la diagnosi e il rapporto di fiducia contribuisce al successo della terapia”.

“Scopo di questo webinar – spiega Gabriella Ciabattini Cioni, responsabile scientifico, vice presidente di Fondazione Andi, è quello di alzare la guardia sul problema della violenza di genere, specialmente in un periodo difficile come quello attuale in cui il destino di tante donne è veramente drammatico.” Ciabattini ricorda i dati Istat: tra marzo e ottobre dello scorso anno, le richieste di aiuto al numero verde 1522 del Dipartimento per le Pari Opportunità dedicato alla violenza sulle donne e allo stalking sono aumentate del 71,7 % rispetto allo stesso periodo del 2019. Ben 44 donne sono morte durante il lockdown, una ogni due giorni.

Programma

Durante il webinar dell'8 marzo, dopo i saluti di Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana, e di Dario Nardella, sindaco di Firenze, ci saranno Elisabetta Alti, vicepresidente Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Firenze, Carlo Ghirlanda, presidente Nazionale Andi, Luca Barzagli, vice presidente vicario Nazionale Andi, Raffaele Iandolo, presidente nazionale Cao, Evangelista Giovanni Mancini, presidente Fondazione Andi onlus, Alexander Peirano, presidente Cao Firenze, e Valerio Fancelli, presidente Andi Firenze. Interverranno: Gabriella Ciabattini Cioni, vice presidente Fondazione Andi onlus e coordinatrice Commissione Nazionale Andi Politiche di genere e Pari Opportunità, Franco Cracolici, vice presidente Fisa, Sabrina Santaniello, presidente Andi Roma, Vilma Pinchi, professore ordinario di Medicina Legale e Direttore della scuola di specializzazione in Medicina Legale Università di Firenze, Teresita Mazzei, coordinatrice commissione nazionale Medicina di Genere FNOMCeO, Gianpaolo Donzelli, presidente Fondazione Meyer, Monica Pierattelli, pediatra di famiglia referente Fimp per la Regione Toscana contro la violenza sui minori, Sara Funaro, assessore Educazione e Welfare di Firenze, Alessandra Pauncz, direttore Centro di ascolto uomini maltrattanti di Firenze.

A conclusione del webinar, moderato da Gabriella Ciabattini Cioni e da Arturo D’Arienzo, segretario culturale Andi Firenze, verrà sottoposto un test conclusivo di verifica dell’apprendimento, il superamento darà diritto al riconoscimento di crediti di Educazione continua in Medicina (ECM) ai partecipanti.
06/03/2021 12.06 Ordine dei Medici di Firenze
Comune di Montespertoli Riapertura della piscina di Montespertoli, sopralluogo del Sindaco
"Stanziate più risorse per la gestione e per la manutenzione in modo da essere pronti se le norme anticontagio consentiranno l'apertura da giugno" Venerdì 5 marzo il Sindaco di Montespertoli Alessio Mugnaini ha fatto un sopralluogo alla piscina comunale di Molino del Ponte (Baccaiano) insieme al vicesindaco Marco Pierini e all'Assessore allo Sport Paolo Vignozzi.

Sono partiti i lavori di manutenzione della piscina che prevedono al momento il rifacimento della canalizzazione e proseguiranno nelle prossime settimane con una serie di interventi manutentivi degli spazi esterni e interni all'immobile.

L'impegno dell'Amministrazione è riaprire gli impianti per la stagione estiva 2021, compatibilmente con l'evolversi della situazione epidemiologica e delle relative misure di contenimento.

"Quest'anno è indispensabile riaprire la piscina comunale dopo lo stop dovuto ai rischi covid dello scorso anno. La piscina è un servizio importante che consente alle famiglie della zona di trascorrere giornate di divertimento e relax e lo scorso anno ne abbiamo sentita la mancanza. Abbiamo stanziato più risorse per la gestione e per la manutenzione in modo da essere pronti se le norme anticontagio consentiranno l'apertura da giugno." dichiara il Sindaco Alessio Mugnaini
06/03/2021 12.10 Comune di Montespertoli
Redazione di Met MAD Murate Art District non si ferma
I prossimi eventi tra lezioni di design e una call di Mariko Hori che invita a riflettere sul significato di questo momento Chiuso al pubblico ma in costante attività: tra le mura antiche di Murate Art District continua ad esserci fermento. Prova ne sono le iniziative che vengono proposte e che promuovono una nuova forma di fruizione della cultura.

L’8 marzo alle 17:30 parte il nuovo ciclo di “Lezioni di design” che Self Habitat Cultura, Isia, Fondazione Cesifin “Alberto Predieri” hanno promosso insieme a Adi associazione design Industriale, Fondazione e Ordine Architetti Firenze, Mad Murate Art District, Museo Horne e Selfhabitat, rinnovando un appuntamento ormai consolidato dell’offerta culturale fiorentina, e che vogliono proporre alla città, agli studiosi, agli operatori e imprenditori che si interrogano sul futuro della città come “casa comune”. Lezioni e dialoghi online che assumono il design e le sue molteplici declinazioni culturali, tecniche, imprenditoriali, come la leva per una innovativa stagione di politiche pubbliche, di iniziative professionali e di processi di partecipazione civica a progetti urbani adeguati alla “grande trasformazione” che, ci piaccia o meno, è alle porte di casa. L’appuntamento dell’8 marzo (il primo di cinque, che avranno cadenza mensile) avrà come tema “Download Design: Manutenzione straordinaria della cultura materiale” e vedrà intervenire l’architetto e designer Denis Santachiara introdotto dal direttore dell’Isia Francesco Fumelli e coordinati da Giuseppe Furlanis, presidente di Cnam. Per partecipare alla lezione è necessaria la registrazione al sito www.isiadesign.fi.it

C’è tempo fino al 18 marzo per partecipare alla call dell’artista Mariko Hori dal titolo If the wind blows. Il titolo del progetto, a cura di Renata Summo, parte dal proverbio giapponese “If the wind blows, the barrel makers prosper” ovvero “Quando il vento soffia i bottai si arricchiscono”, ovvero ogni evento può portare con sé effetti inattesi. Ma perché il vento farebbe arricchire i produttori di botti?

Quando il vento soffia, la polvere va negli occhi della gente. Se la polvere va negli occhi, alcuni potrebbero diventare ciechi. La tradizionale occupazione per un cieco nell’antico Giappone era il musico e cantastorie ambulante suonando lo shamisen, uno strumento musicale a tre corde. Quindi più ciechi comprerebbero più shamisen. La pelle usata per creare questo strumento è spesso di gatto. Quindi se il numero di ciechi aumentasse, più gatti verrebbero uccisi per ottenerne la pelle. Se molti gatti vengono uccisi ci saranno molti topi. Se i topi aumentano, la popolazione dovrà tenere il proprio riso al sicuro, ben chiuso in barili di legno. Quindi molte persone dovranno ordinare molti barili. E i produttori di barili si arricchiranno proprio grazie al “soffio di vento”.

“Desidero riesaminare questo proverbio in un contesto attuale parlandone con i cittadini di Firenze – spiega Mariko Hori - rapportandolo alla nostra situazione contemporanea, cercando di comprendere anche cosa porti per il futuro questo inatteso eccezionale evento che è il COVID 19. Considero la pandemia del Covid-19 come una sorte di forte vento che soffia apportando anche alcuni effetti benefici, come per esempio rallentare le attività umane. Credo che tutto possa presentare almeno un aspetto positivo e che si possa trovare un aspetto benefico in qualsiasi evento”.

Chi vuole può partecipare alla call, completando a proprio piacimento la frase “Se il vento soffia…”, con la propria storia alternativa e inviandola a korimariho@me.com o al profilo Instagram @korimariho. La suggestioni narrative raccolte confluiranno nell’installazione che verrà realizzata durante un periodo di residenza che l’artista trascorrerà a MAD a giugno di quest’anno.

Info: www.murateartdistrict.it
06/03/2021 10.12 Redazione di Met
Comune di Firenze L’approvazione del Regolamento quadro delle Consulte nel Consiglio comunale di Firenze di lunedì
La seduta convocata in videoconferenza dalle 14,30, diretta sul canale youtube Il Consiglio comunale è convocato lunedì prossimo, 8 marzo, in videoconferenza. Alle 14,30 il Question Time, a seguire l’apertura della seduta con comunicazioni e domande di attualità. Al termine, la comunicazione in occasione della Giornata Internazionale della Donna. Invitata a svolgerla la Professoressa Brunella Casalini, ricercatrice dell’Università di Firenze.

La conferenza dei capigruppo ha stabilito di non svolgere come di consueto le interrogazioni per passare subito al voto sulla delibera per l’approvazione del Regolamento quadro delle Consulte. Iscritti nell’ordine dei lavori anche numerosi ordini del giorno.

Alle 18,30 la seduta terminerà per consentire a consigliere e consiglieri di partecipare nel Salone dei Cinquecento al conferimento delle chiavi della città alla giornalista Giovanna Botteri. (fdr)

Il programma completo dei lavori è consultabile al seguente link:https://www.comune.fi.it/system/files/2021-03/2021-03-08%20-%20ordine.pdf

Diretta sul canale youtube:

https://www.youtube.com/channel/UCXdLhwYzwI9159Ei7TDTn4w
06/03/2021 10.30 Comune di Firenze

Comune di Firenze Riprendono a pieno regime i servizi della Polizia Municipale di Firenze a cavallo
Gli agenti presidieranno i principali parchi cittadini, ma prevista anche la presenza in centro e su alcuni itinerari “verdi" Con l’imminente arrivo della primavera riprende a pieno regime il servizio della Polizia Municipale a cavallo. Agli agenti con i loro animali è affidato in particolare il presidio dei parchi e dei giardini, ma non mancano anche servizi in centro storico. Una presenza molto gradita ai cittadini in particolare dai bambini che frequentano i giardini.
La prossima settimana per esempio saranno presenti due giorni al Parco delle Cascine (tra questi il martedì in occasione del mercato settimanale), poi nei parchi San Donato e Villa Favard e in centro in zona piazza D’Azeglio. La settimana successiva saranno presenti sull’itinerario lungarno Colombo-via Funga, ancora due volte al parco delle Cascine, a Villa Vogel, sul percorso Argingrosso-Isolotto e il centro (quadrilatero romano). Ultima settimana di marzo previsti servizi sempre alle Cascine, nei parchi di Ponte a Mensola e San Donato, sull’itinerario Renai-Piaggie e in Oltrarno. (mf)

06/03/2021 13.48 Comune di Firenze
Ataf Lunedì 8 Marzo 2021 sciopero nazionale trasporti
Le modalità per Ataf Si comunica che, per Lunedì 8 Marzo 2021, in adesione allo sciopero generale di 24 ore di tutte le categorie pubbliche e private proclamato nell’ambito della giornata internazionale di lotta contro la violenza e la discriminazione di genere, le O.S. COBAS del Lavoro Privato e CUB Trasporti hanno indetto un’azione di sciopero che si terrà, in ATAF Gestioni S.r.l., con le seguenti modalità:

Movimento (autobus):
Inizio servizio – 06.00
09.15 – 11.45
15.15 – fine servizio

Operai ed impiegati:
Intero turno di lavoro

Le fasce di garanzia sono le seguenti:
-dalle 06.00 alle 9.00. Saranno effettuate le corse dei bus con partenza dai capolinea fino alle ore 08.59
-dalle 12.00 alle 15.00. Saranno effettuate le corse dei bus con partenza dai capolinea fino alle ore 14.59

Si informa che nel corso dell’ultima astensione collettiva proclamata in ATAF Gestioni S.r.l. in occasione della giornata internazionale di mobilitazione per l’8 marzo, la percentuale di adesione tra il personale viaggiante è stata complessivamente del 16,25%.
05/03/2021 13.24 Ataf
Autostrade per l'Italia Annullate le chiusure sulla A1 Milano-Napoli Panoramica, previste da lunedì 8 a giovedì 11 marzo
Nei tratti compresi tra l'allacciamento con la A1 Direttissima e Roncobilaccio verso Bologna e Pian del Voglio-Località Aglio in direzione di Firenze A1 MILANO-NAPOLI PANORAMICA: DA LUNEDI’ 8 A GIOVEDI’ 11 MARZO REGOLARMENTE APERTI I TRATTI ALLACCIAMENTO A1 DIRETTISSIMA-RONCOBILACCIO VERSO BOLOGNA E PIAN DEL VOGLIO-LOCALITA’ AGLIO VERSO FIRENZE

Roma, 6 marzo 2021 – La Direzione di Tronco di Firenze di Autostrade per l’Italia comunica che sono state annullate le chiusure sulla A1 Milano-Napoli Panoramica, previste da lunedì 8 a giovedì 11 marzo, dei tratti compresi tra l'allacciamento con la A1 Direttissima e Roncobilaccio verso Bologna e Pian del Voglio-Località Aglio in direzione di Firenze. Di conseguenza, nel suddetto periodo, anche l’area di servizio “Roncobilaccio ovest”, sarà regolarmente fruibile. La sospensione temporanea della attività per la prossima settimana, risponde alla richiesta della ditta appaltatrice dei lavori che ha registrato un singolo caso di positività da Covid-19 e ha attivato le misure di prevenzione previste dalla normativa in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica.

Le attività di cantiere in corso sulla A1 Panoramica riprenderanno regolarmente a partire dal 15 marzo. Si ricorda infatti che sulla tratta sono in corso lavori di ispezione e manutenzione delle gallerie, secondo quanto previsto dalle linee di indirizzo del MIT sulle specifiche infrastrutture. Le attività comportano ispezioni approfondite eseguite da specializzate società esterne di ingegneria e con l'utilizzo di tecnologie avanzate come laser scanner e georadar. Si tratta di modalità di ispezione che seguono gli standard di controllo introdotti sulle gallerie in cooperazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e in adeguamento ai migliori protocolli internazionali.

L’esecuzione di alcune attività previste dal programma di lavori richiede l’assenza di traffico nel tratto interessato dai cantieri. Per organizzare al meglio gli interventi è in corso un’interlocuzione con gli enti territoriali al fine di ottimizzare l’organizzazione delle chiusure necessarie a condurre le rigorose e improrogabili attività di controllo e manutenzione dei fornici, da completare prima di un possibile aumento dei volumi di traffico nei mesi estivi.

Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite i collegamenti "My Way" in onda su Sky Meteo24 (canale 502 Sky), su Sky TG24 (canali 100 e 500 Sky e canale 50 del digitale terrestre), su La7 e La7d (canale 7 e 29 del digitale terrestre) e sui seguenti canali: sulla App My Way scaricabile gratuitamente dagli store di Android e Apple, sul sito autostrade.it, su RTL 102.5, su Isoradio 103.3 FM, attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in area di servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il call center Autostrade al numero 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24.
06/03/2021 19.55 Autostrade per l'Italia
Comune di San Casciano San Casciano, eventi on line e progetti culturali per celebrare i diritti della donna tutto l’anno
Saranno diffusi nel web, pagina Fb e canale You Tube del Comune, letture, concerti, incontri e riflessioni sul mondo femminile. Lunedì 8 marzo il bus navetta del Comune sarà gratuito e in funzione per l’intera giornata Libera di essere nella giornata internazionale dei diritti della donna e non solo. Libera di valorizzare la propria identità per dare nome alle strade e ai luoghi pubblici, libera fuori e dentro la scuola, libera di esprimersi e fare proposte per contribuire alle scelte della vita pubblica, di leggere e raccontare esperienze letterarie nel web, di confrontarsi sui temi e le problematiche che interessano il mondo del lavoro.

Nel ricco programma culturale, confezionato dal Comune di San Casciano e dalla Commissione Pari Opportunità, presieduta da Paola Malacarne, le celebrazioni della Giornata internazionale della donna non si limitano alla rievocazione dell'8 marzo ma si protrarranno per tutto il mese. Il calendario degli eventi trova spazio prevalentemente nel web, con incontri e video on-line, pubblicati sui canali social del Comune (pagina Facebook e canale YouTube) e il contenitore virtuale Il Melograno. In primo piano i progetti e interventi delle componenti della commissione Pari opportunità, arricchiti dal coinvolgimento di figure del mondo culturale e teatrale e degli studenti dell'Istituto Comprensivo Il Principe di San Casciano.

"Riaffermare in questo momento il ruolo e il valore della donna è per noi un'occasione di rilievo universale che attraversa il tempo e lo spazio - dichiara Paola Malacarne - intendiamo ricordare non soltanto le conquiste sociali, economiche e politiche ma anche le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in molti luoghi del mondo".

EVENTI ON LINE

Ad inaugurare il cartellone un video, disponibile sulla Pagina Facebook del Comune, che contiene l’incontro con l'autrice Ester Rizzo, autrice del libro “Camicette Bianche. Verso l'8 marzo” e le videoletture a cura di Massimo Salvianti e delle componenti della Commissione Pari Opportunità. Lunedì 8 marzo alle ore 10, nel giardino della scuola, saranno premiati gli studenti della secondaria di primo grado Ippolito Nievo che hanno partecipato al progetto legato alla toponomastica che si propone di individuare nomi femminili finalizzati all'intitolazione a tre spazi pubblici del capoluogo. L’iniziativa prosegue alle ore 18 con le video letture a cura di Tiziana Giuliani e delle componenti della Commissione Pari Opportunità sul testo Camicette bianche verso l'8 marzo. Tra i protagonisti dell’iniziativa i musicisti e i cantanti del Coro Quodlibet che ha allestito un concerto, diffuso in modalità on line, dedicato alla composizione al femminile. I brani che spaziano dalla musica classica alla tradizione folk sono eseguiti da Claudia Durati (arpa celtica), Elena Mariani (soprano) e Gianni Franceschi (pianoforte). Il 26 marzo, sempre alle ore 18, i canali social istituzionali ospiteranno l'incontro con Francesca Torelli, Laura Scalia e Maria Nella Lippi sul tema della violenza e delle molestie nei luoghi di lavoro. Per concludere il 31 marzo, alle ore 18, sarà presentato il progetto "Le strade libere le fanno le donne che le attraversano", iniziativa con la quale l'amministrazione comunale intende estendere il progetto delle intitolazioni a figure femminili anche nei luoghi pubblici delle frazioni.

MOBILITA’ SOSTENIBILE: BUS NAVETTA 8 marzo ATTIVO TUTTO IL GIORNO E GRATUITO

Altra iniziativa speciale è Il bus navetta Muoversi in Comune, sevizio gratuito e in funzione per l'intera giornata dell'8 marzo. Il veicolo, messo a disposizione dall'amministrazione sancascianese, con l’obiettivo di collegare il lunedì e giovedì mattina le frazioni e le aree più decentrate al capoluogo, offre un omaggio alle cittadine del territorio. Coloro che usufruiscono della navetta, ed in particolare le persone più anziane e con difficoltà nella mobilità, avranno l’opportunità di viaggiare e spostarsi senza sostenere alcuna spesa. Il servizio normalmente si svolge nella fascia mattutina in modo da favorire le persone che hanno l’esigenza di raggiungere a San Casciano durante il mercato settimanale. Lunedì 8 marzo, in occasione della giornata che celebra il mondo femminile, le cittadine potranno viaggiare a titolo gratuito anche nel pomeriggio. Il progetto Muoversi in Comune, promosso e organizzato dal Comune in collaborazione con la ditta Ricci Bus è teso a favorire percorsi di autonomia e di mobilità sostenibile ed è uno dei servizi più fruiti anche nel periodo della pandemia.
06/03/2021 7.35 Comune di San Casciano
Istituto Storico della Resistenza Dalla memoria all’impegno. Le azioni del presente: 8 marzo alle 18 ultimo incontro di Deportazione politica
La presenza in Toscana delle istituzioni per la memoria e i gemellaggi. Le iniziative possono essere seguite sul canale FB di ANED nazionale L’8 marzo ricorre l’anniversario della partenza per Mauthausen dei deportati dalla stazione di Firenze e si conclude anche il ciclo di incontri “Deportazione politica. Una pagina della nostra storia”, nato dalla collaborazione fra ANED nazionale, Istituto storico toscano della Resistenza e dell’età contemporanea e Museo della Deportazione di Prato per tenere viva la memoria della deportazione politica a Firenze, Prato ed Empoli.

Lunedì 8 marzo alle 18 l’appuntamento è con “Dalla memoria all'impegno. Gemellaggi e azioni nel presente”, incontro a cui partecipa anche il presidente nazionale ANED Dario Venegoni. Camilla Brunelli con “I presidi di conoscenza nel territorio e i gemellaggi”, parla della presenza in Toscana di istituzioni come l’ISRT e il Museo della Deportazione e ricostruisce il percorso che dal gemellaggio pilota di Prato con Ebensee nel 1987, forse il primo di questo genere in Europa, ha poi condotto a quello di Empoli con Gusen nel 1997 e infine a quello di Firenze con Mauthausen nel 2009, luoghi che in Austria erano stati sede di campi di concentramento in cui finirono anche molti toscani. Intervengono anche il sindaco di Prato Matteo Biffoni, l’assessore Alessandro Martini del Comune di Firenze, il presidente del Consiglio comunale di Empoli Alessio Mantellassi, i sindaci Thomas Punkenhofer di Mauthausen, Markus Siller di Ebensee, Erich Wahl di St. Georgen an der Gusen e Patrizia Bonanni della Città metropolitana di Firenze.
06/03/2021 10.20 Istituto Storico della Resistenza

Comune di Firenze Salvano anziano in Arno, riconoscimento del Comune a tre canottieri
Lo ha consegnato questa mattina l'assessore allo sport Guccione Un riconoscimento del Comune come ringraziamento per aver salvato, la scorsa settimana, un anziano caduto In Arno. Stamani l'assessore allo sport Cosimo Guccione ha consegnato uno speciale attestato a tre atleti della Canottieri comunali: Domenico Sepe, Fabrizio Massai e Andrea Genna. La consegna è avvenuta nel corso della premiazione dei campionati italiani di canoa maratona.

Sabato l’anziano era scivolato in acqua ed era stato trascinato dalla corrente fino a tre metri dalla riva. Avrebbe rischiato di affogare se un passante non lo avesse notato dando così l’allarme. A salvare poi il pensionato sono stati i tre canottieri che stavano pagaiando in direzione della Pescaia San Niccolò. Uno si è gettato subito in acqua, ha afferrato l'anziano e lo ha portato fino a riva. Gli altri due hanno prestato a terra i primi soccorsi finché l'uomo non ha ricominciato a respirare autonomamente.

“Un plauso ed un ringraziamento a Domenico Sepe, Fabrizio Massai e Andrea Genna - ha dichiarato l'assessore Guccione - quello che abbiamo consegnato stamani è un ‘piccolo’ segno della gratitudine di Firenze per il loro gesto. Questi tre atleti, oltre ad una grande competenza nelle manovre di salvataggio, hanno messo in pratica alcuni dei valori fondanti dello sport: l'altruismo e la solidarietà. Valori che sono anche i mattoni sui quali si fonda una vera comunità”. (fn)
06/03/2021 13.25 Comune di Firenze
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze Via Canova. Esce dal supermercato pagando 0,67 euro un robot aspirapolvere del valore di 300,00 euro
Arrestato dai Carabinieri ragazzo italiano per furto aggravato. Con la stessa tecnica e con un complice aveva sottratto a Campi due televisori Nel tardo pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze hanno tratto in arresto un 29enne italiano, già noto alle FF.P., responsabile di aver asportato un elettrodomestico all’interno di un supermercato di Via Canova.
Da quanto ricostruito dai militari dell’Arma, il ragazzo, introdottosi nel negozio come normale cliente, si recava al reparto ortofrutta ove pesava dei pomodori ed ottenendo così dalla bilancia la relativa etichetta con codice a barre; lo stesso, anziché attaccarla al prodotto pesato, si recava presso gli scaffali di vendita degli elettrodomestici e la incollava sulla scatola di un robot aspirapolvere, con il quale, poco dopo, si recava alle casse self service. Qui, ovviamente, passava il lettore sul codice a barre poco prima applicato, ottenendo quindi lo scontrino di euro 0,67 che, una volta corrisposto, gli consentiva l’apertura delle barriere poste all’uscita con il costoso elettrodomestico.
Fortunatamente un addetto alla sicurezza del supermercato lo fermava per le ordinarie verifiche a campione circa la corrispondenza dei prodotti acquistati e dei relativi scontrini, realizzando l’ingegnosa frode messa in atto dal ragazzo.
La contestuale segnalazione del fatto al 112 permetteva il tempestivo invio di una pattuglia del Nucleo Radiomobile che, giunta immediatamente, recuperava la preziosa refurtiva, non danneggiata e che veniva restituita.
Inoltre, nelle fasi di escussione del vigilante si apprendeva casualmente che un suo collega in servizio presso un supermercato a Campi Bisenzio della stessa catena, gli aveva riferito di un furto lì commesso nella mattinata con le stesse modalità, ove però l’autore era riuscito ad allontanarsi con quanto asportato.  
I Carabinieri decidevano quindi di approfondire la strana analogia di reati appurando, grazie anche all’ammissione successivamente ottenuta in Caserma da parte del ragazzo, messo di fronte all’evidenza dei fatti, che l’autore era sempre lo stesso; nel furto a Campi Bisenzio, inoltre, il ragazzo confessava di essere stato in compagnia di un suo amico, che veniva dopo poco compiutamente identificato. Anche in questo caso la refurtiva, costituita da ben nr. 2 televisori del valore commerciale di euro 400,00 circa, è stata interamente recuperata e restituita al direttore del supermercato.  
Per il giovane ladro sono quindi scattate le manette, avendolo colto nella flagranza del reato di furto aggravato; lo stesso e l’amico sono stati inoltre deferiti per l’analogo reato, in concorso, relativamente ai fatti di Campi Bisenzio. L'uomo è stato ristretto in regime di arresti domiciliari presso la sua abitazione; sarà giudicato con rito direttissimo nella mattinata di oggi.
06/03/2021 11.50 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
Carabinieri-Comando provinciale di Firenze Carabinieri arrestano 'al volo' scippatore al Parco delle Cascine di Firenze
Aveva strappato di mano il telefono a una donna in tramvia Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Firenze e della Compagnia di Intervento Operativo del 6° Btg. “Toscana”, nel corso dei consueti servizi di controllo del territorio presso il parco delle “Cascine”, hanno tratto in arresto, per l’ipotesi di reato di furto con strappo, M.A., 23enne del Ciad, senza fissa dimora, già noto alle Forze dell’Ordine.
In particolare, mentre i militari erano impegnati in un controllo di persone nei pressi della fermata “Cascine”, hanno notato sopraggiungere la tramvia il cui conducente ha catturato la loro attenzione suonando ripetutamente il clacson. Contestualmente, all’apertura delle porte sono state udite le urla di una donna e notato un soggetto che, sceso di corsa dal mezzo, si è dato alla fuga. Immediata i militari hanno rincorso e raggiunto l'uomo, bloccandolo. Subito dopo è scesa dalla tramvia una ragazza 30enne di Scandicci che ha chiesto aiuto poiché, poco istanti prima, l’uomo, che viaggiava nella sua stesa vettura, le aveva strappato lo smartphone dalle mani. Il telefono infatti è stato ritrovato in tasca all’uomo e subito restituito alla ragazza.  
L’arrestato, trattenuto nella camera di sicurezza, si presenterà in udienza nel corso della mattinata.
06/03/2021 11.46 Carabinieri-Comando provinciale di Firenze
 
 




Vai al contenuto