Login

MET


Istituto Universitario Europeo
Il saluto del Presidente Mattarella a ‘The State of the Union 2016’

IL PRESIDENTE DELLE REPUBBLICA SERGIOMATTARELLA INVIA IL PROPRIO SALUTO A THE STATE OF THE UNION 2016
“Desidero rivolgere un caloroso saluto agli illustri ospiti e agli organizzatori della sesta edizione della conferenza sullo ‘State of the Union’, iniziativa, organizzata dall’Istituto Universitario Europeo, che compie quest’anno quarant’anni di attività.
Il tema scelto quest’anno – il ruolo della donna in Europa e nel mondo – riveste un’importanza prioritaria.
L’Unione Europea ha compiuto un cammino rilevante per rafforzare il ruolo femminile in tutte le articolazioni delle società dei paesi membri, colmando progressivamente le disuguaglianze ancora esistenti tra donne e uomini in svariati ambiti. Tuttavia, assicurare il pieno dispiegamento del potenziali femminile nel mercato del lavoro e, più in generale, nel tessuto sociale dei paesi europei, rimane un obiettivo ancora da raggiungere, a partire dalla presenza nelle istituzioni nazionali ed europee.
Il ruolo della donna è fondamentale, non soltanto nello sviluppo economico, ma soprattutto nell’ambito della promozione dei diritti, dell’educazione e della coesione sociale, nella risoluzione dei conflitti e nella costruzione di società più pacifiche e sicure.
L’universo femminile è infatti portare di prospettive preziose e angoli visuali innovativi, di una naturale inclinazione alla mediazione e di una accresciuta capacità di dialogare e confrontarsi apertamente con le diversità, con cui quotidianamente, in un mondo sempre più interconnesso, dobbiamo interagire.
Tali sensibilità non sono tuttavia ancora adeguatamente tutelate e purtroppo molto rimane da fare per ridurre il drammatico fenomeno della violenza. Fisica e psicologica, perpetrata nei confronti delle donne.
Rendere la presenza delle donne nelle nostre società ancora più forte e incisiva, per attuare integralmente e senza ritardo il principio della parità di genere e per squarciare il velo di ignoranza che ancora ne limita la libertà e ne calpesta la dignità, significa investire sul futuro.
Sono certi che dai lavori di questi giorni emergeranno nuovi e fecondi spunti di riflessione, per assicurare che in Europa, così come in Italia, il ruolo della donna sia sempre più riconosciuto, a beneficio delle nostre società.
È con questo auspicio che rinnovo a tutti i presenti gli auguri di buon lavoro”.
Sergio Mattarella

05/05/2016 15.18
Istituto Universitario Europeo


 
 


Met -Vai al contenuto