Login

MET


Comune di Pontassieve
PONTASSIEVE: IL SINDACO DI PONTASSIEVE CONTRARIO ALLA PARTENZA DELL'AZIENDA BRACCIALINI
Rischio occupazionale per i dipendenti residenti a Pontassieve
Definite in Provincia nuove ipotesi di collocazione dello stabilimento
Il Sindaco di Pontassieve Marco Mairaghi ha espresso tutta la sua preoccupazione per il paventato spostamento dell’azienda Braccialini a Scandicci, “non perché sia in discussione la libertà dell’azienda di scegliere un nuovo sito produttivo, ma perché - se tale scelta dipende dall’esigenza di ampliare il proprio stabilimento – in Valdisieve esistono numerose alternative alla attuale collocazione. Siamo molto preoccupati – prosegue Mairaghi – oltre che per la partenza di un marchio che da più di vent’anni lavora nel nostro territorio anche per il rischio occupazionale che tale allontanamento può generare. I 130 dipendenti impiegati nello stabilimento sono infatti tutti residenti in Valdisieve. Crediamo che l’azienda non preveda di operare una riorganizzazione in seguito allo spostamento, ma è evidente il disagio e le difficoltà che per molti dipendenti – molti dei quali donne – potrà generare lo spostamento lontano dalla loro residenza.
Il Comune di Pontassieve intende anche ribadire come localizzazioni adeguate siano presenti nella nostra area e le ipotesi di un nuovo collocamento siano ovviamente state portate a conoscenza dei proprietari della azienda stessa. Proprio questa mattina – martedì 7 febbraio – l’Amministrazione comunale di Pontassieve ha incontrato la Provincia per verificare tutti gli adempimenti tecnici necessari ad una nuova collocazione indicata dall’azienda Braccialini.
A cautela dei posti di lavoro il Sindaco intende inoltre chiedere alla stessa Provincia di attivare l’unità di crisi. “A questo tavolo di discussione – ha tenuto a precisare Mairaghi – sarà opportuna anche la presenza del Sindaco di Scandicci, che siamo certi potrà portare un contributo importante per arrivare ad una soluzione positiva per un’azienda così rilevante in Valdisieve.”
La richiesta di collaborazione con l’Amministrazione di Scandicci deriva inoltre dal fatto che il tema della crescita di un’azienda non può tradursi in una competizione tra sistemi territoriali della provincia fiorentina che da anni lavorano in sinergia per lo sviluppo e la crescita della filiera produttiva della pelletteria. La stessa sinergia è stata ribadita nei progetti dell’Associazione San Colombano - di cui i due comuni sono soci - che opera per lo sviluppo e la crescita del settore. Da sottolineare - in conclusione – che, Pontassieve e Scandicci, rappresentano i due punti di maggior concentrazione di imprese della pelletteria di lusso: si produce qui infatti oltre il 50% del fatturato nazionale.

07/02/2006 13.59
Comune di Pontassieve


 
 


Met -Vai al contenuto