Login

MET


Comune di San Casciano
Pane, olio e fantasia. La domenica è in campagna, tra gli ulivi e i sapori del Chianti
Giugno incorona San Casciano Città dell’Olio. Iniziativa organizzata dal Comune in collaborazione con la Pro Loco di San Casciano e le aziende agricole del territorio
Buono e semplice come l’olio. Un filo di qualità sul pane della tradizione contadina. E l’immagine che torna alla mente è un gesto pieno di amore. L’oro verde del Chianti ‘condisce’ l’estate sancascianese, si fonde ai sapori di una volta, semplici e genuini, quelli che sanno di casa, ispirano intime atmosfere familiari, evocano il valore senza tempo di una ricetta che si tramanda di generazione in generazione. Prende il via da domani, domenica 13 giugno, la prima edizione della rassegna “Merenda nell’Oliveta”, un mix di appuntamenti e attività, dedicati al mondo dell’olio, nelle diverse location proposte da 15 aziende agricole del territorio, arricchiti da un ampio carnet di eventi per tutti i gusti e le fasce di età. Tra i contesti di particolare pregio che incorniciano l’iniziativa anche l’azienda agricola La Pia Percussina che con il suo parco storico, voluto e realizzato dalla famiglia di Piero Calamandrei, giurista, padre costituente e appassionato uomo politico, ha ospitato il lancio di presentazione della manifestazione, avvenuto questa mattina alla presenza della proprietaria Marta Santoro, del sindaco Roberto Ciappi, del presidente di Olio Dop Chianti Classico Gionni Pruneti, della rappresentante Airo Marta Mugelli, della presidente della Pro Loco di San Casciano Maria Rosaria Malatesta e di alcuni rappresentanti delle aziende agricole del territorio.

Sale sul palcoscenico delle colline fiorentine l’olio extravergine di oliva, protagonista assoluto di giugno, mese che apre le porte alla stagione turistica con un ingrediente immancabile sulle tavole di casa e quelle dei ristoranti del Chianti. L’olio chiantigiano, tipico e genuino, è il volano agroalimentare pronto a sedurre il palato di cittadini e turisti. Un prodotto che, pur avendo a cuore i saperi del passato, non rinuncia a sperimentare, a proiettarsi nel futuro.

Nelle prossime tre domeniche di giugno, 13, 20 e 27, in varie aree del territorio di San Casciano in Val di Pesa, si moltiplicano le occasioni per vivere all’aria aperta un’esperienza di scoperta e valorizzazione del patrimonio olivicolo locale. San Casciano Città dell’olio, membro dell’associazione che promuove la cultura olearia sul territorio nazionale, aderisce con i suoi produttori locali all’iniziativa “Merenda nell’Oliveta”, un programma di giornate en plein air, tra ulivi e vigneti, da vivere all’insegna del relax e del divertimento, da soli o in famiglia, in coppia o con gli amici.

“Le nostre radici sono un importantissimo patrimonio di valori immateriali che testimonia e indica il luogo, fisico e non solo, da dove veniamo e la direzione in cui vorremmo andare – dichiara il sindaco di San Casciano in Val di Pesa, nonché vicecoordinatore regionale delle Città dell’Olio, Roberto Ciappi – accendendo i riflettori su uno dei prodotti principe del Chianti non solo riscopriamo e preserviamo le nostre origini ma attiviamo un importante, quanto necessario, percorso di rilancio della cultura enogastronomica e dell’oleoturismo locale che a San Casciano si realizza con un percorso a tappe tra le aziende locali aderenti. Credo che offrire un’esperienza di qualità immersi nella vita chiantigiana, volta a far conoscere ed apprezzare l’essenza autentica della tradizione olivicola, sia una delle proposte estive che ci consentirà di ripartire e favorire la promozione del settore con il coinvolgimento diretto dei produttori locali, chiamati a mettere in primo piano le loro eccellenze”. Per Gionni Pruneti, presidente Consorzio Olio Dop Chianti Classico è necessario parlare di olio tutto l’anno. “La tradizione è uno dei fondamenti su cui si costruisce la nostra storia, il saper fare contadino delle nostre terre – aggiunge – abbiamo una grande risorsa tra le mani, sperimentata da tempo, fatta di qualità, genuinità, proprietà organolettiche e nutrizionistiche. Il nostro sforzo, da compiere anche in virtù della sinergia tra Consorzio Olio Dop Chianti Classico, amministrazione comunale e territorio, è quello di veicolarne le caratteristiche, le eccellenze che rendono unico il prodotto chiantigiano e non solo quando l’olio si frange. E’ fondamentale investire sull’attività di promozione e sul processo di internazionalizzazione dell’olio extra vergine di oliva, un simbolo che ci rappresenta e ci identifica nel mondo”. Dello stesso avviso è Marta Mugelli, membro dell’Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio che sottolinea l’importanza di fare rete e consumare a casa come al ristorante prodotti locali. “Nonostante la crisi pandemica – precisa – i ristoratori del Chianti hanno scelto la qualità e la territorialità, sono tantissime e in crescita le richieste di coloro che hanno deciso di mettere a tavola solo olio a Km zero, prodotto nelle aziende chiantigiane”.

Le aziende agricole aderenti alla manifestazione sono Azienda agricola Talente, Azienda agricola Torre Bianca, Fattoria I Greppi di Silli, Fattoria La Loggia, Fattoria Poggio Borgoni, La Pia Percussina, Agriturismo Il Pintello, Azienda agricola Bruscola, Azienda agricola La Ginestra, Fattoria Montanine, La Canigiana, Azienda Agricola La Ranocchiaia, Frantoio di Greve Pesa, I Casali.

La merenda nell’Oliveta offre un'esperienza condivisa, immersa nella natura, che accomuna passioni e interessi di adulti e bambini. Sono tante le attività che l’amministrazione comunale e la Pro Loco di San Casciano, presieduta da Maria Rosaria Malatesta, propongono e diffondono in occasione della Merenda nell’Oliveta. Il programma delle attività spazia dai corsi di assaggio e dai laboratori didattici, come quelli di panificazione per bambini, agli incontri con gli olivicoltori, gli agronomi, i frantoiani, i reading di poesie a tema olio, gliu spettacoli di danza, la musica dal vivo e le rappresentazioni teatrali. “Invitiamo cittadini e visitatori – continua il sindaco Ciappi - a riscoprire il valore della convivialità e apprezzare l’olio extravergine di oliva prodotto nei territori olivicoli delle Città dell’Olio in abbinamento alle eccellenze gastronomiche locali”.

L’iniziativa, ricca di appuntamenti domenicali che hanno coinvolto una quindicina di aziende agricole, frutto della collaborazione tra Comune, Pro Loco e aziende agricole locali, pone al centro qualità e ricchezza dell’olio prodotto nel territorio sancascianese, risorsa tra le più tipiche e prestigiose del comparto agroalimentare toscano. “La merenda dell’oliveta - spiega Maria Rosaria Malatesta, presidente della Pro Loco - sarà accompagnata da visite guidate, attività ludiche per bambini, suggerimenti sulla dieta mediterranea e sull’uso dell’olio in cucina, intrattenimenti musicali e percorsi curati da guide specializzate del territorio che ci permetteranno di entrare in contatto diretto con l’azienda”. Le visite si terranno in sicurezza e nel rispetto delle norme antiCovid, previste dalle disposizioni vigenti. Il programma dettagliato dell’evento è disponibile sul sito del Comune di San Casciano www.sancascianovp.net; e su quello della-Proloco, www.prolocosancascianovp.com.

12/06/2021 18.42
Comune di San Casciano


 
 


Met -Vai al contenuto