Login

MET


Non-profit in provincia di Firenze
Semi di naso rosso nel deserto saharawi - M’illumino d’immenso clowncare e Ban Slout Larbi Onlus
Progetto di sostegno al popolo saharawi e di adozioni a distanza
Semi di naso rosso nel deserto saharawi
“Semi di naso rosso nel deserto saharawi” Perché questo nome. Ci piacciono i giullari che si guadagnavano da vivere esibendosi nelle corti dei “Signori” erano al tempo stesso attori, musici, cantori, acrobati, ballerini, alcuni ciarlatani altri profondamente sinceri, comunque uomini e sicuramente cantastorie che vagavano per le corti e per le piazze un po’ politici, un po’ ruffiani e un po’ buffoni, ma fra i
pochi che potevano dire la verità.

Erano l’elemento di unione tra la letteratura colta e quella popolare, le loro capacità relazionali e la loro ironia ci accompagnano in questo progetto e attraverso il simbolo, il naso rosso, che fa allegria e semina i semi dell’umanesimo.

Ecco quindi che il naso rosso diventa un simbolo, uno strumento, un ponte verso questo popolo per portare oltre a un sorriso anche un segno di cura nei loro confronti e di “verità” e attenzione per la sordità, ipocrisia e disattenzione del nostro mondo occidentale un po’ troppo seduto. In buona sostanza M'illumino d'immenso usa il naso rosso come mezzo e non come fine, il fine non è fare un buono spettacolo, anche se questo già aiuta e serve a relazionarsi meglio, ma realizzare un cambiamento di prospettiva e di
visione della realtà in chi ci incontra e che andiamo ad incontrare, M'illumino mira a far sì che le persone comprendano che c'è sempre un modo positivo di leggere tutte le cose, il punto è quanto si ha voglia di cercarlo e quanta energia vogliamo dedicare a questo per vivere meglio.

Chi siamo
Apparteniamo a due associazioni la Ban Slout Larbi Onlus e alla “Clowncare M’illumino d’immenso Onlus”. La prima rivolta alla solidarietà, alla difesa dei diritti umani e civili del Popolo Saharawi. L’altra impegnata nel cambiare in meglio l’ambiente ospedaliero in primis, tramite le tecniche di clowncare che significa prendersi cura di tutti con amore. Per entrambe le Associazioni un sogno da realizzare:
la costruzione di una società migliore.

Perché un progetto di clowncare per i Saharawi:
I Saharawi sono la popolazione che abita il Sahara Occidentale, Stato che si trova a sud del Marocco nell’Oceano Atlantico. Il Sahara Occidentale è stato Colonia Spagnola fino al 1975, quando alla morte di Franco, la Spagna ha preferito vendere il territorio al Marocco e Mauritania anziché consentire alla popolazione dei Saharawi di effettuare un referendum di autodeterminazione. Marocco e Mauritania invasero da nord e da sud il territorio e alla popolazione Saharawi che è riuscita a fuggire si è diretta verso l’unico confine praticabile, la piccola striscia confinante e che la unisce all’Algeria, nel deserto algerino. Quando si arriva nel deserto algerino, non possiamo non renderci conto dell’estrema dignità della popolazione saharawi che qui vive da oltre 40 anni. Estrema la loro dignità quanto estremo è il loro vivere in una condizione ambientale priva di acqua. Il deserto è un manto di velluto rosa, ma per chilometri e chilometri i pochi arbusti verdi sembrato figli malati o abbandonati. Dignità e aridità possono essere opposti ma nella popolazione saharawi entrambe convivono.

L’una anche con generosità e socialità e l’altra con l’amore per un territorio che nella sua inospitalità
diventa comunità, famiglia, casa. Il Popolo Saharawi non arma i suoi giovani, non li fa crescere in condizioni di ignoranza, ma non può vivere dei soli aiuti internazionali. Gli aiuti arrivano nei Campi profughi sempre inferiori e sono spariti dai bilanci degli enti locali i contributi per la solidarietà internazionale. Proprio queste caratteristiche di “non belligeranza” si legano bene con il progetto M'illumino d'immenso che mira da sempre e ha come scopo principale quello di cambiare la società in cui viviamo in meglio partendo dalla convivenza pacifica e dalla consapevolezza che solo cambiando noi in prima persona, senza cercare difetti negli altri come prima azione, possiamo davvero dare una svolta positiva alle cose che ci accadono e alla vita che viviamo. Perché in fondo clowncare per noi clown di M'illumino d'immenso vuol dire portare amore, rispetto, passione, sensibilità e poesia a giro per il mondo includendo ogni persona, con qualsiasi patologia e in qualsiasi situazione si trovi, poiché
“Clowncare” significa semplicemente prendersi profondamente cura di tutti gli altri con amore (nella parola altri sono perciò inclusi anche gli animali, le piante, l'ambiente e qualsiasi altra forma di vita ed essenza cercando di mettere tutte queste realtà in contatto armonioso e gioioso l'una con l'altra).
Conoscere questo popolo, che ha saputo – pur nell’isolamento e nella povertà – garantire la scolarizzazione a tutti i suoi cittadini fa comprendere che la strada che loro hanno percorso, ha frenato per anni la guerra contro il Marocco, ha eliminato l’oppressione di uno Stato su un altro Stato e ha cresciuto una o più generazioni che ben conoscono i loro diritti e le aspirazioni.

A questo Popolo sono negati cittadinanza, autodeterminazione, nazionalità e altri diritti sono sepolti in Marocco nelle carceri per i dissidenti. Le adozioni e il sostegno a distanza per i figli di un popolo senza nazione, futuri cittadini di una repubblica senza territorio

Destinatari
I destinatari del progetto sono bambine/i e ragazze/i che saranno indicati dalla R.A.S.D. (Repubblica Araba Saharawi Democratica), tra i più poveri dei campi profughi nel deserto.

Il sostegno può essere rivolto a:
• giovani dai 14 anni (fine dell’istruzione obbligatoria nei campi profughi) ai 20 anni per poter consentire ai giovani di proseguire gli studi anche nella vicina Algeri.
• bambini dai 0 anni ai 6 anni per aiutarli nei primi anni di vita con un sostegno alla famiglia e alla
madre in termini di prevenzione sanitaria.
• pre-adolescenti e adolescenti dai 6 anni ai 14 anni per garantire una migliore e completa alimentazione.
Come
Attraverso l'adozione a distanza, lo aiuteremo a crescere se pur nella condizione di profugo, a ricevere una buona istruzione, dei pasti equilibrati e regolari ma anche sostenere la sua famiglia nella cura dei figli e accudire gli anziani in uno dei luoghi più belli ma aridi del mondo, in attesa di vedere realizzato il diritto all’autodeterminazione e rientrare nella propria patria: il Sahara Occidentale
La tua donazione servirà a coprire tutte le spese per il bambino: cibo, vestiti, cure mediche, istruzione superiore e garanzia di accoglienza In Italia, per altri bambini, durante le annuali vacanze estive.
I bambini sono seguiti dai volontari delle nostre Associazioni, che ogni anno si recano nel deserto algerino e visitano le famiglie, individuano, insieme al Ministero della Gioventù della R.A.S.D., i bambini da sostenere, coinvolgendo e informando le loro famiglie e il villaggio.

Cosa si riceve:
• amicizia
• scheda personale del bambino
• lui riceverà la tua successivamente
• aggiornamenti, letterine, disegni, fotografie, oltre a notizie perlomeno due volte l’anno

Potrai inoltre:
• andare a trovare il bambino
• inviargli pacchi dono, cartoline, foto.

L’impegno
La quota annua per il Sostegno a Distanza per i:
• giovani è di 120 euro,
• bambini fino a 6 anni 60 euro,
• pre e gli adolescenti dai 6 ai 14 è di 100 euro.

Puoi versare il tuo contributo – per il momento – tramite bonifico bancario continuativo con cadenza trimestrale o annuale.
Il sostegno continua nel tempo, per interromperlo è sufficiente che ce lo comunichi con anticipo e noi troveremo per il bambino un nuovo sostenitore.
Sappi che con la quota annua, tolto il 10%, adotti/sostieni un bambino a distanza, mentre con il restante 10% sostieni parte dei costi relativi al viaggio e all’accoglienza dei bambini che ogni estate vengono ospitati in Italia dai Comitati di Solidarietà del Coordinamento toscano.
Come faccio a richiedere la mia adozione a distanza?
Richiesta di attivazione:
Inserisci i tuoi dati nel modulo 1) per richiedere la tua adozione a distanza e restituiscila al nostro coordinamento in una delle modalità indicate.
Conferma attivazione:
Dopo la compilazione e la riconsegna del modulo 1) riceverai la risposta di conferma tramite una mail o telefonata di contatto, seguirà la scheda del sostegno a distanza al recapito che ci hai segnalato.
Aggiornamenti:
Al rientro da parte dei volontari di ogni viaggio di solidarietà ti verranno recapitate le notizie, le foto del bambino o del giovane sostenuto. Con la stessa modalità potrai inviargli i doni, le cartoline, la tua scheda e le tue foto.

Come versare la quota per l'adozione a distanza?
BONIFICO sul c/c bancario intestato a Associazione Ban Slout Larbi – ONLUS presso la Banca Cassa Risparmio di Firenze - Agenzia di Sesto Fiorentino Centro
IBAN IT95Y0616038100000009750C00
Causale “Sostegno a distanza di …………………………………… (rinnovo) oppure (nuova adesione)”.

Come ottenere vantaggi fiscali con le mie donazioni e adozioni a distanza?
Ricorda che le tue donazioni a Ban Slout Larbi, in quanto Onlus - Organizzazione non lucrativa di utilità sociale - possono essere dedotte dal reddito Ai sensi dell'art.13 Dgls n.460/97 e successiva legge 80/05 ogni donazione è fiscalmente deducibile dal reddito complessivo del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui; oppure è possibile detrarre dall’imposta lorda il 24% dell’importo donato fino ad un massimo di 2.065,83 euro (art. 15, comma I lettera i-bis del D.P.R. 917/86). Per fruire dei benefici fiscali concessi dalla legge alle persone fisiche, è necessario conservare la relativa attestazione di donazione, ovvero la ricevuta di versamento nel caso di donazione con bollettino postale, l’estratto conto della banca in caso di bonifico e l’estratto conto della carta di credito emesso dalla società gestore.
Info: saharawicampi@gmail.com

02/03/2016 11.51
Non-profit in provincia di Firenze


 
 


Vai al contenuto