Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze


IN PRIMO PIANO....

Comune di Firenze Calcio Storico Fiorentino, Rocco Commisso Magnifico Messere nella finale
Il sindaco Nardella: "Ringraziamo il patron Viola della grande attenzione a Firenze e alle nostre tradizioni" Sarà Rocco Commisso il Magnifico Messere della finale del Calcio Storico fiorentino del prossimo 24 giugno. Lo annuncia il sindaco Dario Nardella appena avuta la conferma. “Sono davvero molto felice che il patron Viola abbia accettato la nostra proposta di fare il Magnifico Messere il giorno della finale del torneo più amato della città” ha detto il sindaco. “Per noi sarà un grande onore vedere il nuovo presidente della Fiorentina, e quindi del calcio attuale, in un ruolo importante come quello del Magnifico Messere della finale 2019 del Torneo di San Giovanni, il torneo storico più amato non solo dai tifosi ma anche da tutti i fiorentini. Ringraziamo Commisso che ha dimostrato una grande attenzione alla nostra città e alle nostre tradizioni”.
17/06/2019 17.02 Comune di Firenze
Comune di Firenze Insediamento del Consiglio comunale di Firenze
Venerdì 21 giugno alle 14,00 nel Salone dei Duecento Preso atto dell'eccezionalità ed imprevedibilità della prevista concomitanza della seduta del primo Consiglio comunale con la presenza nel Salone dei Cinquecento della camera ardente dello scomparso Maestro Franco Zeffirelli, per ragioni di opportunità legate alla rilevanza internazionale della cerimonia ed alla prevedibile forte affluenza, anche di personalità, e ai connessi problemi di sicurezza e logistica, si è ritenuto dare luogo all'insediamento del nuovo Consiglio comunale venerdì 21 giugno alle 14,00.

La seduta, presieduta dalla “consigliera anziana” Letizia Perini, sarà aperta dal giuramento del sindaco Dario Nardella, si proseguirà con la convalida degli eletti, l'elezione del presidente del Consiglio comunale e la successiva elezione dei due vice presidenti del Consiglio comunale. Si proseguirà con la comunicazione del sindaco in ordine alla composizione della Giunta e delle relative deleghe. Infine l'elezione della Commissione elettorale.
17/06/2019 17.09 Comune di Firenze
Comune di Firenze Firenze. Cambia la ZTL estiva
Dal 21 giugno, venerdì e sabato porte telematiche accese non stop, potenziamento di alcune linee Ataf e sconti per i parcheggi di struttura. E quest’anno in funzione due linee tranviarie Cambia la ztl notturna estiva. La giunta comunale ha deciso di modificare il provvedimento sperimentale in vigore negli ultimi due anni.
Le novità sono essenzialmente due: il mantenimento della finestra serale il giovedì e l’introduzione della ztl non stop il sabato. Dal 21 giugno, data in cui il nuovo provvedimento scatterà, la ztl estiva del giovedì rimarrà quella già in vigore dal primo fine settimana di aprile, quindi la finestra dalle 20 alle 23 e porte telematiche accese dalle 23 alle 3 del venerdì.

Nessun cambiamento invece rispetto alla sperimentazione degli ultimi due anni per il venerdì con la conferma della ztl no stop dalle 7.30 alle 3 del sabato (e quindi senza finestra serale). Ma la maggiore novità riguarda il sabato, giornata in cui normalmente la ztl cessa alle 16. Ebbene dal 21 giugno anche il sabato scatta revoca della finestra e l’istituzione della ztl non stop dalle 7 alle 3 di domenica a maggiore tutela del centro storico. Nessuna variazione per gli orari dei settori F e G (dalle 23 alle 3).
Contestualmente all’entrata in vigore della ztl notturna, torna il potenziamento del trasporto pubblico che quest’anno può contare sulle due linee tranviarie. Venerdì e sabato saranno quindi incrementate le corse delle cinque linee forti (6, 11, 14, 17 e 23) che funzioneranno fino alle 2.30 circa. A queste si aggiunge il servizio già attivo fino alle 24 della linea D che percorre il centro storico (in particolare l’Oltrarno) dalla stazione di Santa Maria Novella a piazza Ferrucci e ritorno. Confermato l’orario prolungato della tramvia nel fine settimana.
Tornano anche le promozioni per i parcheggi di struttura: riduzione del 50% della tariffa ordinaria per i giorni di venerdì e sabato nella fascia oraria 20-3 (per ingresso dopo le 20 e uscita prima delle 3) per i parcheggi di Porta a Prato, Stazione-Fortezza Fiera, Parterre e Alberti.
17/06/2019 11.22 Comune di Firenze
Regione Toscana Regione. Turismo, nel 2018 superati i 48 mln di presenze, +3,8% rispetto al 2017
Alcuni dei principali esiti contenuti nel Rapporto sul turismo in Toscana 2018, curato da Irpet e presentato oggi a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze Superata quota 48 mln di presenze in Toscana. Cresce anche nel 2018 il turismo in Toscana: +4,5% gli arrivi in strutture ufficiali e +3,8% le presenze, rispetto al 2017. A far da traino ancora i mercati stranieri, con un dato che doppia quello nazionale; in crescita anche la componente domestica. Sono alcuni dei principali esiti contenuti nel Rapporto sul turismo in Toscana 2018, curato da Irpet e presentato oggi a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze.

Secondo la ricerca tra il 2009 e il 2018 il turismo ha creato in Toscana circa 22.300 posizioni lavorative in più. Nello stesso periodo il saldo tra le entrate valutarie dal turismo internazionale, al netto delle spese dei turisti toscani all'estero, è passato da 2 a 3,1 miliardi di euro (+55%). La Toscana si è dimostrata inoltre molto brava ad approfittare del trend globale di crescita degli arrivi internazionali in tutto il mondo, aumentati nel 2018 del 6% rispetto all'anno precedente, intercettando buona parte del +7% che ha riguardato l'Europa mediterranea grazie a due elementi chiave in cima alle preferenze: città d'arte e paesaggio collinare.

Vediamo i dati salienti del rapporto.
Gli arrivi in strutture ufficiali sono aumentati del 4,5%, le presenze intorno al 3,8%. In termini assoluti le presenze in Toscana nel 2018 hanno toccato i 48,2 mln (33 nel 1998; 41,5 nel 2008; 46,5 nel 2017). Sono i mercati esteri a dare il contributo maggiore (+4,1% presenze +5,2% arrivi). In crescita anche il mercato interno (+3,4% presenze, +3,6% arrivi). Sul fronte internazionale tre i fattori evidenziati: il fisiologico minor dinamismo di alcune nazioni e continenti ‘giovani'; la crescita della componente di domanda più matura, proveniente dall'Europa occidentale; la conferma dell'aumento dei flussi da Stati Uniti e Canada. Il primo punto riguarda in particolare Europa orientale (+7,5%, +10% 2017), Russia (+16%, +40,2 2017), Brasile (+5,8, +19,9% 2017), Argentina (-5,1%,+18,9% 2017) e Cina (+7%, +13,8 del 2017). Rispetto al secondo, in crescita le presenze da Regno Unito (+5,2%) e Francia (+4,3%), meno da Nord Europa (+2,2%) e da Olanda e Belgio (+1,3%). Buone anche le performance di Spagna, Portogallo e Grecia; meno quelle dell'area tedesco-austriaca e della Svizzera. Gli Usa restano uno dei mercati più importanti per la Toscana: +11,6% (8,1% nel 2017); molto bene anche Canada (+6,3%), Australia (+4,3%) e Nuova Zelanda (+12,5%). Sul fronte interno il 2018 segna il ritorno consistente di alcuni mercati molto rilevanti per la Toscana: Lombardia (+5.5%), che contribuisce da sola per circa un terzo alla crescita complessiva, ma anche Toscana (+2.1%), Lazio (+3,3%) e Campania (+9.8%).

Prodotti turistici
Nel 2018 da evidenziare la maggior dinamicità degli ambiti che contengono le principali città d'arte (+6,8%) e quelli rurali collinari (+7,6%). Più lieve l'aumento per gli ambiti montani (+1,8%) mentre le aree balneari (+0,02%) soffrono il ritorno della competizione internazionale della sponda sud ed est del Mediterraneo, sul fronte degli stranieri in particolare. Rilevante la crescita (+5,2%) dei due ambiti contenenti le principali città termali, sebbene non ancora in grado di recuperare pienamente i livelli pre-crisi.

Città d'arte
Firenze ed aree circostanti segnano un +50,8% delle presenze dal 2008, soprattutto grazie alla domanda extra-europea, dando un contributo alla crescita regionale del +10,9% sul complessivo +16.1% nel decennio. Tra gli ambiti d'arte più dinamici in termini di presenze Terre di Pisa (+18%), Arezzo (+13%) e Terre di Siena (+5,5%). Buona performance anche per Piana di Lucca (+4,7%). In molti casi il traino principale arriva dai turisti stranieri ma il dato è spesso influenzato dal recupero di strutture inadempienti effettuato lo scorso anno.

Aree collinari
A crescere di più è l'ambito del Valdarno Aretino (+16,4%) grazie all'aumento delle presenze italiane (+31,4%) rispetto a quelle straniere (+10,6%). Al secondo posto nel trend l'ambito ‘Terre di Valdelsa e dell'Etruria Volterrana' (+11,7%). Seguono Val d'Orcia (+11,1%) e Val di Chiana aretina (+8,7%), ma anche qui il dato sconta il recupero delle inadempienze. Tra gli ambiti meno dinamici il Chianti con presenze comunque in aumento (+3,3%) grazie soprattutto agli stranieri (+5,5%; netta la flessione degli italiani - 5,1% dopo 4 anni consecutivi di crescita).

Ambiti costieri
Segno meno per la locomotiva del sistema balneare regionale, quella Costa degli Etruschi che negli ultimi dieci anni aveva continuato a crescere quasi ininterrottamente (+12,2% le presenze) nonostante la crisi, grazie alla tenuta sul fronte interno (+0,9%) e alla spinta del turismo internazionale (+30,1%). Nel 2018 il -0,6% va in buona parte attribuito alla diminuzione degli italiani (-2,1%), non sufficientemente controbilanciata dall'aumento degli stranieri (+1,4%). Stagnazione anche per l'ambito Maremma Area Nord (-0,1%) sia sul fronte degli italiani (+0,2%) che su quello degli stranieri (-0,5%). +3% per l'ambito della Maremma grazie soprattutto agli italiani (+3,3%), con gli stranieri che crescono in misura più contenuta (+1,7%). Meno 1,3% per l'Isola d'Elba, da ripartire in parti quasi uguali tra stranieri (-1,9%) e italiani (-1%). In Versilia lieve aumento (+0,1%) tutto dovuto alla crescita degli italiani (+1,7%), controbilanciato dalla diminuz ione degli stranieri (-1,9%). Riviera Apuanarealizza la peggior perdita di presenze tra gli ambiti balneari (-4,1%) a causa della diminuzione degli italiani (-4,9%), con gli stranieri sostanzialmente stabili (-0,7%). L'ambito livornese registra un +6,5%; frutto di un cospicuo aumento di stranieri (+22,5%) ed una diminuzione contenuta degli italiani (-3,1%).

Montagna
Il +1,8% delle presenze è merito soprattutto degli stranieri (+4,3%), mentre gli italiani registrano una stabilità assoluta (+0,0%). Gli ambiti più dinamici sono Lunigiana (+ 27,6%), Pistoia e montagna pistoiese (+4,7%), Amiata (+2,1%). Il Casentino resta sostanzialmente fermo alle presenze del 2017. In Val Tiberina il +1,3% è frutto della forte crescita degli stranieri (+14,1%), a riequilibrare il netto calo degli italiani (-5,4%). Garfagnana e Media Valle del Serchio registrano segni negativi (- 5,9%) per la diminuzione degli italiani (-11,3%) non sufficientemente controbilanciata dall'aumento di presenze dai paesi europei occidentali (+1,6%) e dal Nord America (+10,8%)

Ricettività
Sono gli agriturismo la tipologia ricettiva con la crescita più alta: +9,4% di presenze (+8,6% nel 2017). A seguire affittacamere e B&B (+5,8%) particolarmente apprezzati dal turismo europeo e italiano in città e borghi d'arte della regione, con profilo di spesa più contenuto. Il segmento alberghiero di fascia elevata si conferma anche nel 2018 come uno dei più dinamici: hotel a 4 stelle realizzano +5,3% (dopo il à5,8% del 2017) mentre i 5 stelle crescono un po' di meno (+3,4%) dopo l'aumento 2017 (+10,7%). Campeggi e villaggi turistici aumentano anche quest'anno le presenze turistiche: +3,3% dopo il + 2,2% del 2017. Più toccate dalla stagnazione sono le Residenze turistico alberghiere che dopo un 2017 di crescita (+2%,) quest'anno diminuiscono del -1,8%. Anche nel 2018 continua la crescita della capacità ricettiva della regione in termini di posti letto, seppur ad un ritmo (+1,1%) leggermente inferiore a quello medio annuo del decennio 2008- 2018 (+1,2%).

Il rapporto completo tra le risorse correlate
18/06/2019 11.18 Regione Toscana
Comune di Firenze Rete delle Città creative
Firenze prende atto della decisione della Commissione nazionale Unesco Firenze prende atto che il consiglio direttivo della Commissione nazionale Unesco ha scelto di sostenere città che vedono nella candidatura a Città creativa un possibile, e forse unico, strumento di valorizzazione della propria realtà artigianale. Firenze, forte della propria esperienza secolare, è in grado di esprimere ai massimi livelli internazionali il connubio tra creatività e artigianato: per questo motivo, l’Amministrazione comunale continuerà a seguire i progetti avviati, chiamando tutti i portatori di interesse coinvolti, con l’obiettivo di proseguire un cammino che ha già portato buoni frutti nelle sinergie nate dal percorso avviato per arrivare alla candidatura. Nel frattempo, in attesa della prossima candidatura e nello spirito che contraddistingue Firenze come città Patrimonio Mondiale - che ha alla base il valore dell'Umanesimo e quindi della solidarietà e del reciproco aiuto -, l’Amministrazione mette a disposizione del sistema Unesco la conoscenza e il saper fare che contraddistinguono la città in tutte le sue multiformi realtà. (sc)
17/06/2019 18.02 Comune di Firenze
Comune di Firenze Firenze. Alle rampe di San Niccolò la cerimonia dei Fiorini d’oro 2019
L’appuntamento della tradizionale cerimonia della consegna dei Fiorini d'oro è per domenica 23 giugno alle 21 La tradizionale cerimonia di consegna dei Fiorini d’oro a personalità od organizzazioni che si sono distinte nel loro impegno e amore per Firenze si svolgerà quest’anno alle Rampe di San Niccolò. L’appuntamento è per domenica 23 giugno alle 21. Gli insigniti sono la Fondazione CR Firenze, padre Bernardo Gianni (Millenario San Miniato), il Centro internazionale studenti 'Giorgio La Pira', il maestro orafo Paolo Penko, Artigianato a Palazzo, Firenze in rosa onlus, Caritas diocesana per Casa Vittoria, Florence Dragon Lady-Lilt e la professoressa Stefania Salvadori, astronoma e docente dell'università di Firenze. A consegnare le onorificenze sarà il sindaco Dario Nardella.
“Anche quest'anno – ha spiegato il sindaco – ho voluto insignire personalità e realtà che rispondono a diversi campi della cultura, della scienza, della tradizione, dell'impresa, della solidarietà. Non è facile individuare le persone che, più di altre, meritino il maggiore riconoscimento della città Firenze. Tuttavia credo che dalla decisione di quest'anno emerga lo spaccato di una città che sa tenere insieme la tradizione e l'innovazione, la solidarietà e l'attenzione verso la scienza”. “Sono estremamente contento – ha aggiunto – dell'entusiasmo con il quale tutti gli interessati hanno accolto la notizia. Quest'anno, per la consegna, abbiamo scelto un luogo di particolare significato, le Rampe di San Niccolò, che da pochissimi giorni sono tornate a risplendere per merito del grande lavoro di restauro e recupero realizzato grazie al decisivo sostegno della Fondazione CR Firenze. Quella di domenica sera, dunque, sarà una doppia festa: per gli insigniti e per la città intera. La consegna del Fiorino non è solo un modo per dire grazie a tutte queste persone e realtà ma è anche uno stimolo a fare sempre di più per la nostra città e a portare in alto il nome di Firenze onorando tutte quelle generazioni che, prima di noi, hanno fatto altrettanto”
18/06/2019 8.24 Comune di Firenze
Regione Toscana Regione. Disabili, dalla Regione 400.000 euro per favorire la mobilità individuale
Lo prevede una delibera presentata dall'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi e approvata dalla giunta nel corso dell'ultima seduta Acquisto di autoveicoli nuovi o usati, adattati o da adattare, modifica degli strumenti di guida, per il trasporto delle persone con disabilità, conseguimento delle patenti di guida delle categorie A, B e C speciali. A tutto questo è destinato il contributo di 400.000 che la Regione mette a disposizione per il 2019 e 2020 per favorire la mobilità delle persone disabili. Lo prevede una delibera presentata dall'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi e approvata dalla giunta nel corso dell'ultima seduta.

"Con questa delibera – spiega l'assessore Saccardi – abbiamo voluto varare una misura di sostegno finanziario, di carattere sperimentale, per favorire il più possibile la mobilità delle persone con disabilità. Questo è uno dei tanti provvedimenti con i quali la Regione intende promuovere l'autonomia e la vita indipendente dei disabili".

La gestione di tutti i procedimenti relativi all'erogazione dei contributi è affidata al Centro Regionale per l'Accessibilità (CRA) che risiede nella Asl Toscana centro. Entro 60 giorni dall'approvazione della delibera, la Asl Toscana centro dovrà pubblicare un avviso pubblico, articolato in due finestre di apertura: la prima, collocata nel 2019, si riferisce alle domande che riguardano le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018; la seconda, collocata nel primo trimestre del 2020, si riferisce alle domande che riguardano le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019.

Possono presentare la domanda le persone con disabilità motoria permanente, i genitori o componenti del nucleo familiare. I requisiti necessari: essere residente in Toscana; non aver presentato domanda di contributo per le stesse finalità nei 24 mesi precedenti ad altre pubbliche amministrazioni; essere in possesso di patente di guida di categoria A, B o C speciale, con indicazione delle modifiche da apportare sul veicolo; avere un valore dell'indicatore Isee riferito al nucleo familare del beneficiario non superiore a 36.000 euro.

Le domande saranno oggetto di un'apposita istruttoria da parte del CRA, che determinerà il contributo spettante; entro 30 giorni dalla data di conclusione di ciascuna finestra, verranno redatte le graduatorie, che saranno poi approvate dalla Asl Toscana centro.

Questi i contributi erogabili: fino a un massimo di 1.500 euro per il conseguimento della patente; fino a 18.000 euro per l'acquisto di autoveicoli nuovi o usati; fino a 20.000 euro per le modifiche degli autoveicoli e/o degli strumenti di guida.

Vai alle pagine del Centro Regionale Accessibilità http://open.toscana.it/web/toscana-accessibile/cra-centro-regionale-accessibilita
18/06/2019 11.38 Regione Toscana
Teatro del Maggio Musicale Fiorentino Sul podio del Maggio il maestro Michael Boder. Penultimo concerto sinfonico dell’LXXXII Festival
Giovedì 20 giugno alle 20, dirigerà l’Orchestra del Maggio in Dai calanchi di Sabbiuno di Fabio Vacchi e nella Sinfonia n. 4 in mi bemolle maggiore Romantica - Prima versione di Anton Bruckner Penultimo concerto sinfonico per il calendario dell’LXXXII Festival del Maggio Musicale Fiorentino che giovedì 20 giugno alle 20 vedrà salire sul podio il maestro Micheal Boder, che dirigerà l’Orchestra del Maggio in Dai calanchi di Sabbiuno di Fabio Vacchi e nella Sinfonia n. 4 in mi bemolle maggiore Romantica - Prima versione di Anton Bruckner.

Dai calanchi di Sabbiuno - Fabio Vacchi
Dai calanchi di Sabbiuno di Fabio Vacchi nasce nel 1995 su commisione del Teatro alla Scala per il concerto commemorativo organizzato nel cinquantenario della Liberazione nell’ambito della rassegna ‘Musica per la Resistenza 1995’. Il titolo si ispira infatti al tragico eccidio di un centinaio di partigiani avvenuto nel dicembre del 1944 a Sabbiuno, nei pressi di Bologna. Originariamente composto per un ensemble di soli cinque strumenti (flauto, clarinetto basso, campana tubolare, violino e violoncello), il brano fu poi trascritto due anni dopo per grande orchestra sinfonica su suggerimento di Claudio Abbado. Il clima mesto e desolato che pervade la pagina, i rintocchi delle campane tubolari e la linea melodica che dal registro grave sale verso l’acuto sottolineano la natura commemorativa del brano, che Vacchi immagina come un doloroso trenos, canto funebre di antichissima memoria. E proprio attraverso stilemi che appartengono alla tradizione, senza intellettualismi o velleità solipsisitiche, la musica di Vacchi vuole farsi memoria coniugando, come dichiarato dallo stesso autore, ‘il valore autonomo della scrittura con la sfera dell’umano’, e cercando ‘un punto d’incontro tra tradizione e modernità, tra soggettività e collettività’.

Sinfonia n. 4 in mi bemolle maggiore Romantica - Prima versione - Anton Bruckner
Il cammino sinfonico di Anton Bruckner risulta indubbiamente lungo e tortuoso; iniziato a quarant’anni suonati, fu infatti segnato da incertezze personali, pregiudizi e incomprensioni. Dopo anni di tribolazioni, con la Quarta Sinfonia - tenuta a battesimo il 20 febbraio 1881 da Hans Richter a capo dei Filarmonici di Vienna - Bruckner ottiene il primo riconoscimento pubblico. In realtà, quell’ultima creazione gli era costata non poca fatica: circa dieci anni di lavoro segnati da continue revisioni, tagli e modifiche che portano a ben quattro versioni d’autore (la prima, datata 1874, è la versione che ascolteremo in concerto). Il titolo descrittivo ‘Romantische’ fu apposto dallo stesso autore che, pur senza trascriverle in partitura, aveva stilato una serie di didascalie di ispirazione storico letteraria: il risveglio di una città medievale, i richiami mattutini delle trombe, cavalieri al galoppo, serenate, allegre scene di caccia e una chiassosa festa popolare. Così nei quattro magniloquenti movimenti tanto la fitta trama di associazioni descrittive, quanto le evocazioni naturalistiche, come il magnifico richiamo dei corni del primo movimento da cui deriva gran parte del materiale motivico dell’intera opera, contribuiscono a dare un senso di unitarietà e ciclicità all’imponente edificio sonoro bruckneriano.

Le informazioni contenute nella presente comunicazione ed i relativi allegati sono riservati e comunque destinati esclusivamente alle persone fisiche, agli enti e/o alle società in indirizzo. La diffusione, comunicazione, distribuzione e/o riproduzione del contenuto della presente email e dei suoi allegati da parte di qualsiasi soggetto diverso dal destinatario, o non autorizzato, è proibita ai sensi di legge e delle disposizioni in materia di protezione dei dati personali (D.lgs n. 196/2003 modificato dal D.Lgs. n. 101/2018 - GDPR UE n. 679/2016). Se avete ricevuto questo messaggio per errore, Vi preghiamo di distruggerlo e di informarci immediatamente inviando un messaggio all’indirizzo e-mail mittente. Si fa, inoltre, presente che l’indirizzo di posta elettronica da cui è stata inviata la presente comunicazione è Aziendale e non personale, qualsiasi comunicazione ivi inviata può essere quindi letta anche da incaricati aziendali diversi dal suo utilizzatore principale.
18/06/2019 12.09 Teatro del Maggio Musicale Fiorentino
Comune di Fucecchio Fucecchio. Giuseppe Montanelli eroe del Risorgimento
Giovedì 20 giugno alle 21,30 nel cortile del Museo civico il videoclip sulla battaglia di Curtatone e Montanara Nell’ambito delle iniziative per celebrare il cinquantesimo anno dalla fondazione del Museo di Fucecchio, giovedì 20 giugno alle ore 21,30, nel cortile del Museo sarà presentato il videoclip sulla battaglia di Curtatone e Montanara prodotto per fornire al visitatore una descrizione sintetica dello svolgimento della battaglia. La realizzazione, che arricchirà gli strumenti multimediali della sala di Giuseppe Montanelli del Museo, è stata prodotta in seguito alla mostra che l’Università di Pisa ha dedicato nel 2018 alla memoria della battaglia. Il video ha avuto una proiezione in anteprima nella nuova sala dedicata alla battaglia presso la Domus Mazziniana di Pisa, in occasione dell’annuale ricorrenza del 29 maggio.

Il video è basato su testi di Marco Cini e immagini di Michele Da Caprile (Università di Pisa), utilizza le riprese virtuali 3D appositamente realizzate sul grande plastico del campo di battaglia, prodotto dall’Associazione Fiorentina Battaglie in Scala e attualmente esposto nella Domus Mazziniana, ed è accompagnato dalla voce recitante di Andrea Giuntini per la realizzazione videografica di Andrea Lippi (Digitalismi). La proiezione del video sarà preceduta da interventi del sindaco di Fucecchio, Alessio Spinelli, dell’assessore alla cultura Daniele Cei e del Direttore del Museo e curatore del video, Andrea Vanni Desideri, cui farà seguito un commento storico sull’evento militare di Paolo Benvenuto (Università di Pisa) e letture di Andrea Giuntini.

“Questa iniziativa - spiega l’assessore Daniele Cei - contribuisce ad arricchire i contenuti e la possibilità di conoscenza del triumviro fucecchiese Giuseppe Montanelli e del suo ruolo nel Risorgimento italiano. Il Museo di Fucecchio in questi anni si è dotato anche di mezzi multimediali per agevolare la fruizione dei contenuti ed avvicinarsi maggiormente ad un modo di comunicare che coinvolga sempre più anche le nuove generazioni”.
18/06/2019 13.04 Comune di Fucecchio
Comune di Calenzano Prima seduta del Consiglio Comunale di Calenzano

Pedrini Presidente del Consiglio Comunale. Approvate le linee programmatiche presentate dal Sindaco Prestini
Si è tenuta il pomeriggio del 17 giugno la prima seduta del Consiglio Comunale, nella quale sono state esaminate le condizioni degli eletti, eletti il Presidente e il Vicepresidente del Consiglio e i componenti della commissione elettorale.

I gruppi consiliari presenti in Consiglio Comunale sono cinque: Pd con capogruppo Maria Arena, Calenzano Futura con capogruppo Andrea Pieri, Sinistra per Calenzano con capogruppo Marco Venturini, Lega Salvini Calenzano con capogruppo Daniele Baratti e il Gruppo Misto composto dal consigliere Americo D’Elia. Presidente del Consiglio Comunale è Alessio Pedrini, Vicepresidente Americo D’Elia, entrambi eletti all’unanimità.

Il Sindaco Riccardo Prestini ha giurato sulla Costituzione, comunicato le nomine della Giunta e presentato le linee programmatiche per i prossimi cinque anni.

“Ringrazio la cittadinanza tutta – ha detto il Sindaco Riccardo Prestini nel suo intervento - le forze politiche che hanno sostenuto la mia candidatura e il nostro programma, gli Amministratori uscenti, che ci hanno consegnato un contesto cittadino avanzato, che sarà per noi uno stimolo a proseguire nella strada intrapresa, continuando a migliorare le condizioni della nostra cittadina”.

Le linee programmatiche sono state presentate indicando le strategie contenute nel programma, sintetizzate in otto punti: il policentrismo di Calenzano, composto da tante realtà diverse ma unite e coese; la sostenibilità e quindi la tutela ambientale, la mobilità, la rigenerazione urbana, i parchi; il Comune come ente, che dovrà essere aperto, funzionale, tecnologicamente avanzato; il lavoro, con proposte per i giovani, il turismo, gli investimenti che rendano il nostro territorio attrattivo per lavoro di qualità; la scuola e la cultura, patrimoni essenziali per il futuro della comunità; la protezione e l’inclusione, e quindi la protezione civile, la salute, la casa, il ruolo delle associazioni, la legalità e il rispetto delle regole; lo sport, già fiore all’occhiello di Calenzano sia per impianti sportivi che per associazioni; la partecipazione, con il ruolo crescente del volontariato e lo sviluppo di progetti di cittadinanza attiva.

“Su questo programma ci auguriamo un confronto schietto, leale, sincero e corretto – ha concluso il Sindaco – sia dentro che fuori dagli organi istituzionali, evitando posizioni pregiudiziali che portino divisione nella comunità e di conseguenza un ampliamento del disinteresse per la cosa pubblica. Auspichiamo piuttosto un confronto civile, che riporti la fiducia dei cittadini nelle istituzioni, finalizzato ad un continuo miglioramento di vita nella nostra comunità”.
18/06/2019 8.28 Comune di Calenzano
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli - Le fiabe anti-violenza scritte dagli studenti della Redi (insieme a Marco Vichi) in scena al Bigallo
L’iniziativa in programma domani rientra nel calendario dell’Estate Ripolese. Gli alunni interpreteranno una favola dei fratelli Grimm che loro stessi, guidati dallo scrittore fiorentino, durante l’anno scolastico hanno riscritto in chiave antiviolenza e rovesciando gli stereotipi di genere Principesse che si salvano “da sole”, fanciulle che si ribellano per essere apprezzate solo per la loro bellezza e rivendicano le loro idee. Si rovesciano gli stereotipi di genere nella favola che domani sera, martedì 18 giugno alle 18, gli studenti della scuola media inferiore “Francesco Redi” porteranno in scena all’antico Spedale del Bigallo via del Bigallo e Apparita, ingresso gratuito).

A scriverne il testo, o meglio a riscriverlo in chiave anti-violenza partendo dalla fiaba “L’amore delle tre melarance” dei Fratelli Grimmi, sono stati gli alunni stessi, con un corso di scrittura creativa guidato dal romanziere fiorentino Marco Vichi. Un percorso di alcuni mesi, avviato nel mese di gennaio e previsto dal progetto artistico ed educativo “Emozioni, il tesoro nascosto”, ideato e organizzato dalle associazioni Musica a Traverso e Kantharos e patrocinato dal Comune di Bagno a Ripoli per sensibilizzare in collaborazione con la scuola i giovani studenti contro il femminicidio e la violenza di genere attraverso favole e narrativa libere dalla rigidità dei ruoli.

Al testo riscritto dagli alunni della “Redi”, intitolato “L’amore dei tre libri”, si affianca una traccia musicale originale realizzata da un gruppo di dieci musicisti professionisti. Anch’essa domani sera sarà interpretata dai ragazzi muniti di flauto, violino, pianoforte e chitarra, completando così la pieces teatrale. E dall’autunno avrà vita autonoma anche sul canale Youtube come “fiaba sonora”.

L’iniziativa ha coinvolto circa cinquanta bambini tra classi prime e seconde, seguiti nei laboratori dalla psicologa della scuola. La performance di domani sera è compresa nel calendario di eventi dell’Estate Ripolese.
17/06/2019 14.02 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

Questura di Firenze Operazione "Stazioni sicure": controllate 534 persone
Si è conclusa la notte del 17 guigno l’operazione “Stazioni Sicure” con controlli straordinari che si aggiungono alla quotidiana attività di prevenzione e repressione dei reati svolta dagli Agenti in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Toscana L’attività di controllo straordinaria, svolta all’interno delle stazioni, sui treni ed all’interno dei depositi bagagli, ha come finalità quella di incrementare ulteriormente il livello di sicurezza in ambito ferroviario, attraverso accertamenti specificamente indirizzati verso i viaggiatori ed i bagagli.

I servizi sono stati realizzati oltre che con l’ausilio dei palmari di ultima generazione che consentono l’identificazione immediata dell’individuo, anche attraverso l’uso dei metal detector, si sono svolti nelle sale d’attesa, nelle biglietterie, negli atri e nei sottopassi di 37 stazioni ferroviarie

L’operazione che ha visto l’impiego complessivo per tutta la giornata di 54 pattuglie ha portato all’identificazione di 534 persone ed al controllo di 24 bagagli ritenuti sospetti, attraverso l’uso dei metal detector.

Ammontano invece a due i denunciati in stato di libertà. In particolare, gli Agenti della Sezione Polfer di Pisa hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria uno straniero di 35 anni, irregolare sul territorio nazionale che, in stato di ubriachezza, infastidiva i viaggiatori in stazione. L’uomo, già segnalato per i reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di stupefacenti, ha opposto una tenace resistenza agli Agenti operanti e, pertanto, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale e sanzionato per ubriachezza manifesta.

A Lucca gli Agenti hanno invece denunciato per danneggiamento aggravato, un uomo irregolare sul territorio nazionale, notato dagli operatori mentre disturbava i viaggiatori in attesa di prendere il treno; i poliziotti hanno inoltre potuto appurare, sia in base a quanto affermato dallo stesso che dalla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza che aveva poco prima, senza alcun motivo, colpito con un pugno il vetro di una macchina parcheggiata in Piazza della Stazione.
18/06/2019 12.41 Questura di Firenze
Comune di Empoli Empoli. Valerio Vaglini va in pensione dopo quasi 40 in Comune. Era l’uomo dello sport e degli scuolabus
Si è contraddistinto per la grande disponibilità. Nell’Ente dal 1979 Un’altra storica figura del personale del Comune di Empoli è andata in pensione. Si è congedato nei giorni scorsi Valerio Vaglini, per 39 anni e 11 mesi dipendente del Comune di Empoli
È andato in pensione dopo 43 anni, 1 mese e 15 giorni, al termine di un periodo di lavoro che lo ha visto impegnato inizialmente anche fuori dall’ente.
È entrato in Comune il 16 luglio del 1979 lavorando fino al 1988 alle nettezze urbane; quindi un breve passaggio all’ufficio anagrafe e poi, sempre nel 1988, il passaggio all’ufficio sport e all’ufficio scuola, dove è stato dal 2011 anche coordinatore del trasporto scolastico; in sostanza era lui a organizzare orari e corsi dei tanti pullmino gialli del Comune che ogni giorno portano e vanno a riprendere i bimbi agli asili e alle scuole.
Si è sempre contraddistinto per la grande disponibile, per la mitezza nei modi, e per la sua precisione nei compiti assegnati, un dipendente che non negava mai la sua collaborazione nel risolvere un problema per la cittadinanza.

Nell’ufficio sport ha lavorato a fianco di tanti assessori: da Sauro Cappelli ad Albano Aramini, da Gianni Cerrini a Maurizio Cei, fino a Carlo Pasquinucci e adesso Fabrizio Biuzzi.

Dal sindaco Brenda Barnini, dalla giunta e da tutto il personale dell’amministrazione comunale un caloroso ringraziamento.

Adesso si dedicherà alla famiglia, ai suoi hobby e a breve a fare anche il nonno di due nipotini in arrivo.
18/06/2019 11.51 Comune di Empoli
Comune di Calenzano Calenzano Estate 2019
Musica teatro e molto altro, dal 21 giugno al 16 settembre, tra piazza Vittorio Veneto, il giardino del castello e CiviCa Cinquanta eventi, tutti ad ingresso libero e gratuito, per passare l’estate in compagnia di concerti, teatro, circo, conferenze musicali, commedie, lirica e molto altro ancora. È il programma di Calenzano Estate 2019, la rassegna culturale promossa dal Comune e organizzata interamente all’interno dell’ente.

“Una rassegna di alto livello culturale – ha commentato l’Assessore alla Cultura Irene Padovani -, un programma che negli anni si è arricchito, sia nel numero di eventi che nella loro qualità. Anche quest’anno sarà tutto ad ingresso gratuito, un’offerta importante per i nostri cittadini e anche per i tanti spettatori che arrivano da altri Comuni. Una ricchezza e una varietà di eventi, unica nel suo genere tra i Comuni delle nostre dimensioni”.

Si inizia, come di consueto, il primo giorno d’estate, venerdì 21 giugno con un concerto della Scuola di Musica in piazza Vittorio Veneto, quest’anno dedicato alla “Buona novella di De André”. Dal 25 giugno al 9 agosto si terranno gli spettacoli nel giardino del castello: da segnalare la presenza di Daniela Morozzi e Gaia Nanni, il ritorno della Compagnia delle Seggiole e dell’Orchestra da Camera Fiorentina.

Importante la collaborazione con l’associazione Borgo Antico, che organizzerà alcune serate e garantirà ogni sera il punto bar nella taverna. Altre serate saranno invece organizzate dal Museo del Figurino, che ripropone gli aperitivi al museo e la “notte dell’archeologia”.

Altro luogo di Calenzano Estate sarà CiviCa, che ospiterà due cicli di conferenze sulla musica, a cura di Alessio Zipoli. Il primo sarà dedicato a Michael Jackson, il secondo all’anno 1969 “anno zero del rock”. Sempre a CiviCa si terranno alcuni eventi di “Luglio Bambino”, la storica manifestazione culturale per i più piccoli del Comune di Campi Bisenzio, che già da quattro anni coinvolge anche il Comune di Calenzano e che prevede cinque serate, a CiviCa, al castello e al parco del Neto.
17/06/2019 13.19 Comune di Calenzano
Asl Toscana Centro In occasione dell'Estate fiorentina 2019 La Tinaia presenta Visioni notturne – aspettando il solstizio d'estate
Mercoledì 19 giugno, a partire dalle 21.30 Mercoledi 19 giugno, a partire dalle 21.30, La Tinaia aprirà le porte del suo atelier in via San Salvi 12 per la serata Visioni Notturne che prevede all'esterno del laboratorio una mostra di opere di Marcello Chiorra ispirate alle Anime morte di Gogol illustrate da Marc Chagall ed un live set del sound artist Daniele Ciullini. Successivamente i locali della Tinaia saranno aperti al pubblico accompagnato nella visita da una sonorizzazione sempre ad opera di Daniele Ciullini.

Visioni Notturne rientra tra gli eventi promossi dell'Estate fiorentina 2019 con l'idea di far conoscere alla cittadinanza il valore artistico e terapeutico di questo luogo storico, San Salvi, nel cuore della città, da sempre valorizzato e promosso dall' Azienda USL Toscana Centro e sede de La Tinaia, il Centro di Attività Espressive facente parte dei Servizi Riabilitativi Salute Mentale Q. 2 della ASL Toscana Centro.

“Visioni notturne è un lavoro site-specific. Dunque è realizzato per qualcosa di definito. In questo caso si tratta di un'area compresa all'interno di un cerchio che unisce l'ex-ospedale psichiatrico, il lavoro della Tinaia, la creatività che in quelle stanze vi si sprigiona.

Non vuole essere didascalico o illustrativo cioè tradurre in suoni, fin troppo facili immagini pre-basagliane. Qui il tentativo è quello di guardare e quasi rendere omaggio all'energia che, priva di mura e lacci, transita libera dal centro dell'essere verso la carta o l'argilla dove materializzarsi in forma e colore.

Arte come liberazione. Non sterile duplicazione della realtà ma proiezione della propria visione sullo schermo di uno scenario liberato dalla distanza fra il sé e gli altri.

Ecco, io ho guardato a questo” (cit. D. Ciullini).

Biografie

Marcello Chiorra ( Firenze, 1952), frequenta per qualche anno il liceo artistico a Firenze. Fin da ragazzo si dedica al disegno e alla pittura seguendo le tracce del padre appassionato miniaturista. Di notevole impatto risultano i ritratti, sia gli schizzi a penna o matita tratteggiati su taccuini o quaderni, che quelli policromatici realizzati su fogli di grandi dimensioni. Inizia a frequentare la Tinaia nel 2014.

Daniele Ciullini (Firenze, 1952) è un compositore elettronico/elettroacustico e sound artist italiano attivo fino dai primi anni '80. In quegli anni realizza alcuni lavori musicali autoprodotti nel formato audiocassetta + volumetto e partecipa, con singoli brani, a compilation su vinile o cassetta realizzate da varie etichette e fanzine dell'epoca.

Oggi il lavoro di quegli anni è stato quasi interamente ristampato da marchi quali Ecstatic, 777 was 666, Spittle ed singoli brani sono stati inseriti in compilation realizzate da Strut e Cherry Red.

Dopo una sosta durata una trentina di anni riprende a fare suoni con una serie di lavori di tipo elettronico (dark ambient/industrial) distribuiti in rete da una decina fra siti e netlabel.

Dal 2016 realizza live set per rassegne musicali e mostre d'arte.


Visioni Notturne – aspettando il solstizio d'estate
Centro di Attività Espressive La Tinaia /Associazione La Nuova Tinaia Onlus
Via San Salvi 12 Firenze

tel. 0556933578, info@lanuovatinaia.org, www.latinaia.org
17/06/2019 16.52 Asl Toscana Centro
Comune di Firenze Firenze. Antiabusivismo, raffica di sequestri della Municipale la scorsa settimana polizia municipale
In mano agli agenti della municipale più di 2.350 pezzi. Denunciato un senegalese perché irregolare sul territorio italiano Raffica di sequestri da parte della Polizia Municipale col Reparto Antidegrado durante i controlli antiabusivismo effettuati nel centro storico la scorsa settimana. Nelle mani degli agenti sono finiti, complessivamente, 2.352 articoli, soprattutto pezzi di bigiotteria, confiscati in via dell’Ariento, piazza San Giovanni e via Tornabuoni nel corso di 78 interventi.

Nel solo fine settimana sono stati sequestrati ben 445 oggetti. Tre gli abusivi colti nel vendere la propria merce ai quali sono stati sequestrati 240 oggetti in totale e che dovranno pagare un verbale da 5.000 euro ai sensi della Legge Regionale sul Commercio. Uno di loro, un 27enne senegalese, è stato denunciato perché irregolare sul territorio italiano. Nessun oggetto contraffatto è stato sequestrato nel corso delle operazioni.

18/06/2019 11.37 Comune di Firenze
Ordine degli Architetti di Firenze Architetti. "Stadio di Firenze, sì al restyling del Franchi con un ripensamento del quartiere"
La presidente dell'Ordine Serena Biancalani: "Una scelta che si muove nella virtuosa direzione del recupero di un bene nel segno della riqualificazione che ne attualizzi l’uso alle esigenze contemporanee" "Un'opportunità per mettere in campo le migliori competenze progettuali indicendo un concorso pubblico internazionale che consenta di acquisire una struttura che soddisfi le aspettative della tifoseria e dell’intera città”

"Il fermento di questi giorni attorno al tema del nuovo stadio ha registrato molte voci, dal nuovo proprietario della Fiorentina al neo rieletto sindaco Dario Nardella fino al soprintendente Andrea Pessina.

Da parte nostra accogliamo con favore l’ipotesi che il progetto del nuovo stadio di Firenze si possa concretizzare in un restyling dell’Artemio Franchi, monumento nazionale opera dell’ingegno di Pier Luigi Nervi e Gioacchino Luigi Mellucci. In tempi non sospetti l’Ordine degli Architetti si era già espresso in favore di questa scelta che si muove nella virtuosa direzione del recupero di un bene nel segno della riqualificazione che ne attualizzi l’uso alle esigenze contemporanee. Nel tempo, già nel 2006 come nel 2013, erano state fatte delle proposte in tal senso ma la scelta si era diretta verso la realizzazione di una struttura nuova, con un progetto certamente ambizioso dal percorso rivelatosi poi complesso.

Ripensare oggi allo stadio dove è già collocato, rinnovato con un intervento di restyling che di fatto si deve identificare come un moderno progetto di restauro, richiede un ripensamento del quartiere alla luce delle nuove previsioni sulla viabilità cittadina che coinvolga, oltre alla linea tranviaria, un potenziamento o l'ottimizzazione di quella ferroviaria.

In ogni caso si ritiene che la qualità e il livello dell’impresa per valorizzare le caratteristiche del monumento e restituirlo alla contemporaneità richiedano l’impegno delle migliori competenze progettuali e che l’unica opportunità per metterle in campo sia indire un concorso pubblico internazionale che consenta alla città di acquisire una struttura sportiva che soddisfi le aspettative della tifoseria, rappresentando al tempo stesso un’occasione per rianimare la progettualità e la spinta innovativa a regia pubblica. Con le premesse e l'entusiasmo dei soggetti coinvolti oggi si può forse dare maggiore concretezza all'effettiva realizzazione dell’opera, che manterrebbe un valore fortemente identitario nel proporre una soluzione di segno contemporaneo rafforzando l’immagine della città che si rinnova.

Nuova amministrazione, nuova conduzione della società di calcio, si presenta come una buona congiuntura di rinnovamento che per una città come Firenze non può prescindere dalla sua storia e si esprime quindi nel linguaggio che più gli appartiene, recuperando uno dei suoi monumenti, opera moderna e per questo maggiormente interessante per le ipotesi di progetto che partono dal restauro del cemento armato fino all’attualizzazione delle sue funzioni. Scelte che consentono di tramandare la memoria e la materia dei beni monumentali, preservandone l’integrità e rinnovandone la funzione.

È fondamentale comunque ragionare a scala urbana e cogliere l’opportunità di mettere a sistema le nuove previsioni di quartiere e il vantaggio dei residenti oltre che dei visitatori: è una scommessa che si può e si deve vincere con un concorso pubblico perché la soluzione possa essere scelta tra le migliori idee, su un bando ben costruito che fornisca le indicazioni e le scelte necessarie per formulare la proposta. L’Ordine degli Architetti si rende disponibile per dare un supporto al perfezionamento di questa scelta, nella forma che l’amministrazione riterrà necessaria".
18/06/2019 10.34 Ordine degli Architetti di Firenze
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci Prato. Alla ricerca del lavoro perduto. Millennial Warriors al Centro Pecci
Mercoledì 19 giugno ore 18.00 Ingresso libero Come sta cambiando il mondo del lavoro? Di quali competenze hanno davvero bisogno i giovani per entrarvi? Visto che non esistono (ancora) sfere di cristallo per rispondere a queste domande, proveranno a guidarci verso la risposta, Marta Basso e Alessandro Sandionigi, fondatori di Millennial Warriors, format che raccoglie e porta in tour per l'Italia storie di under35 che in prima persona si sono spesi e messi in gioco come imprenditori o sviluppando nuove competenze lavorative.

Nella tappa del tour di Prato saranno presenti Vittoria Pavesi, responsabile Editoria e Comunicazione del Centro Pecci e Alessio Marco Ranaldo Presidente Confindustria Toscana e direttore commerciale Pointex e Alma

Nel corso dell'iniziativa si terrà anche una sessione di networking sui tavoli da ping pong della mostra Rirkrit Tiravanija. Tomorrow is the question

https://www.centropecci.it/it/eventi/millennial-warriors
18/06/2019 11.34 Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci
Comune di Empoli Empoli. Zanzare, secondo appuntamento con un esperto al punto informativo presso l’Urp
Nuova apertura sabato 22 giugno per spiegare le buone norme per il contenimento dell’insetto Nuova apertura sabato 22 giugno per il punto informazioni sulle buone norme per il contenimento delle sviluppo delle zanzare nelle aree pubbliche e private che il Comune di Empoli mette a disposizione del cittadino.

Sabato 22 giugno, dalle 10 alle 12, i cittadini potranno recarsi allo sportello posto in Via Giuseppe del Papa n.41, al piano terra, negli spazi dell’URP, per chiedere informazioni e consigli.

Gli interventi sulle aree pubbliche, che esegue il Comune per mezzo della la ditta incaricata delle disinfestazioni, da soli non bastano.

E' fondamentale eseguire azioni di prevenzione anche nelle aree private per rendere efficaci gli interventi di disinfestazione.

Dopo l’appuntamento del prossimo sabato, la terza apertura dello sportello è in programma sabato 13 luglio, con lo stesso orario.

Al punto informativo sarà presente personale della ditta incaricata a cui si potranno chiedere informazioni sugli interventi eseguiti sul territorio e anche una consulenza per gestire gli spazi privati.

Gli interventi di prevenzione sono raccomandati anche perché hanno un impatto ridotto sull'ambiente.
18/06/2019 9.55 Comune di Empoli
Comune di Empoli Uno straordinario Volo del Ciuco notturno nel 900° anniversario dall’incastellamento di Empoli
La Compagnia di Sant’Andrea protagonista con la rievocazione storica. Sabato 22 giugno il corteo con 200 figuranti e il tradizionale lancio del fantoccio dal campanile. Poi ‘Notte Medievale’ in Piazza della Vittoria Sarà un Volo del Ciuco degno dei 900 anni dall’incastellamento della città. Per Empoli 2019 la tradizionale rievocazione storica, giunta alla sua 540esima edizione, avrà uno svolgimento davvero eccezionale. Una straordinaria edizione notturna sia del Corteo Storico, sia del Volo del fantoccio dal campanile della Collegiata di Sant’Andrea, che poi sarà seguita dall’altra novità, ovvero la ‘Notte Medievale’, che si terrà in Piazza della Vittoria.

Il momento di rivivere la tradizione del Volo del Ciuco è dunque arrivato. Da parte della Compagnia di Sant’Andrea e dell’amministrazione comunale c’è l’obiettivo di coinvolgere il maggior numero di cittadini e di fare dell’evento un momento di attrazione per tutta la città.

Sabato 22 giugno, dunque, la città di Empoli celebrerà per la 540a volta la sua storia più antica.

Dopo le splendide atmosfere della Cena Medievale, che si è svolta al Chiostro degli Agostiniani alla presenza di 150 persone, con spettacoli e musica a tema, è già in movimento la macchina organizzativa che porterà quasi 250 figuranti per le vie del centro e migliaia di persone in piazza Farinata degli Uberti per assistere al ‘volo’.

L’evento si svolgerà dalle 21.15 con partenza del corteo da Piazza XXIV Luglio, dove ha sede la Compagnia di Sant’Andrea. I figuranti rappresenteranno i Castelli di Empoli, Monterappoli e Pontorme. Indosseranno i costumi d’epoca, sapientemente cuciti dalle sarte dei Castelli che con passione da anni creano vere e proprie opere d’arte alcune delle quali sono stati in mostra nella chiesta di Santo Stefano degli Agostiniani.

Saranno accompagnati dai tamburini della Compagnia di Sant’Andrea, dai tamburi storici di Carmignano e dai musici e sbandieratori della Contrada di Porta Caracosta e Porta Fiorentina di Cerreto Guidi.

Da piazza XXIV Lugio ecco il percorso del corteggio: Via Giuseppe del Papa, piazza Farinata degli Uberti dove si svolgerà la benedizione del ‘ciuco’ da parte del Proposto Don Guido Engels. L’asinello è un fantoccio di cartapesta, realizzato anche quest’anno dagli alunni del liceo artistico “Virgilio” di Empoli, sotto la sapiente guida della professoressa Antonella Bertelli. Dopo la benedizione sarà portato in cima al campanile e il corteo proseguirà in Via del Giglio, Via Ridolfi, Via Giuseppe del Papa, Piazza della Vittoria, quindi ancora Via Giuseppe del Papa e il ritorno in Piazza Farinata degli Uberti. Insomma sarà coinvolto il centro storico, per una serata con negozi aperti e festa.

Alle 22.30 è previsto l’ingresso del corteo in piazza dei Leoni dove, ad intrattenere il pubblico, ci sarà il famoso giullare “messer Lurinetto”. Dopo l’esibizione degli sbandieratori della Contrada di Porta Caracosta e Porta Fiorentina di Cerreto Guidi, spiccherà il volo il fantoccio di cartapesta

Appena concluso il volo, dalle 23 l’appuntamento si sposterà in Piazza della Vittoria con la Notte Medievale: musica celtica con i Jig Rig e lo spettacolo di teatro-danza, manipolazione delle fiamme, trasformazione dei materiali con il Drago Bianco.

La celebrazione del Volo del Ciuco è un evento organizzato dalla Compagnia di Sant’Andrea, patrocinato dal Comune di Empoli, con il sostegno del Gruppo Sesa, della Livit, della China Gambacciani, in collaborazione con associazione Centro Storico e Confesercernti, col sostegno mediatico di gonews Radio Lady e Antenna50 che riprenderà in diretta tv l’evento. Hanno sostenuto l’organizzazione anche Sala 78, Palestra Link e Banca Chianti e Banca di Cambiano. Mentre Ollo Store ha messo in palio premi per il concorso fotografico ancora in corso.

STORIA - Il “Volo del Ciuco” fu per secoli uno spettacolo popolare molto seguito a Empoli e strutturalmente collegato, insieme alla processione e ad altre manifestazioni di contorno, alla festa del Corpus Domini. Per questo motivo, nel corso degli anni, la tradizione di celebrare il Volo del Ciuco il giorno antecedente al Corpus Domani non si è mai persa. La festa cittadina era legata a questa ricorrenza religiosa, cui tutti partecipavano, sia ricchi che poveri, compresi i vertici del governo locale e le autorità civili e religiose. In genere si trattava di un rituale molto semplice, ma in cui significato simbolico di rottura con la quotidianità era perfettamente rispettato: luminarie, prodotte con fiaccole e candele, in contrasto con il buio della notte medievale, il banchetto, che per una volta consentiva di mettere da parte l’abitudine alla frugalità. A Empoli fu celebrata con particolare solennità dal 1340, anno in cui fu fondata la compagnia di Sant’Andrea, la più antica delle numerose associazioni di laici, che si riunivano per scopi liturgici ed assistenziali e che caratterizzarono fortemente la religiosità popolare nel Medioevo e nella prima età moderna. Poiché questa confraternita nacque nel 1340 il giorno del Corpus Domini, i suoi fondatori pensarono di festeggiare tale ricorrenza offrendo ogni anno alla popolazione, un insieme di manifestazioni che, oltre alla funzione religiosa ed alla processione, prevedevano un banchetto e spettacoli popolari, come il “Volo del Ciuco” (risultando perciò una delle più antiche della Toscana), che partiva dalla cima del campanile della pieve di S. Andrea al Mercato. Abolito nel 1861, per l’Unità d’Italia, è stato finalmente ripristinato nel 2008, grazie alla nuova Associazione Compagnia di Sant’Andrea. Oggi la rievocazione si svolge il giorno precedente al Corpus Domini e coinvolge i tre principali e storici castelli dell’agro empolese: Empoli, Monterappoli e Pontorme.
17/06/2019 15.04 Comune di Empoli
Comune di Firenze Firenze. Tre incidenti stradali hanno rallentato il traffico in città
La viabilità cittadina in zona Firenze sud è rimasta fortemente compromessa fino alle 18.30 Pomeriggio di incidenti quello del 17 giugno, con molte ripercussioni sul traffico cittadino: alle ore 15.00 in via Aretina, prossimità Largo Cappuci, una Ford Fiesta condotta da una cinquantenne ha effettuato un sorpasso azzardato mentre era diretta verso il Girone. Durante il sorpasso infatti ha impattato contro un'utilitaria condotta da una fiorentina. Subito dopo l’urto la Fiesta ha ruotato su sé stessa andando anche ad urtare contro uno scooter con alla guida un 56enne. Il centauro e la 50enne sono rimasti feriti fortunatamente in modo lieve e sono stati trasportati in ospedale in codice giallo. Sul posto è intervenuta una pattuglia dell’autoreparto per i rilievi.

Poco più tardi, intorno alle 15.30, altro sinistro stradale sul cavalcavia delle Cure dove anche qui il sorpasso azzardato da parte di uno scooterista di 61 anni ha causato l’evento. L’uomo, infatti, appena imboccato il cavalcavia in direzione viale dei Mille, dapprima ha urtato contro una Volkswagen in transito nella direttrice opposta e poi contro una Fiat Panda che, come lui, era diretta verso lo stadio. Anche in questo caso fortunatamente lievi ferite riportate soltanto dal centauro che è stato trasportato all’ospedale di Santa Maria Nuova.

Terzo sinistro stradale accaduto poi poco prima delle 18 in piazza Beccaria che ha visto coinvolti tre veicoli tra cui un autoarticolato di grosse dimensioni. I tre mezzi, provenienti tutti dal viale Gramsci, si erano appena immessi nella piazza quando la fiancata destra dell’autotreno ha urtato contro la fiancata sinistra di una Yaris che si trovava sulla corsia a fianco. L’utilitaria è rimasta agganciata al grosso mezzo ed è stata letteralmente imbarcata sulla parte anteriore; in tale fase l’auto ha urtato un’Audi. Alla guida delle due auto due donne rimaste fortunatamente illese come l’autista dell’autoarticolato. Adesso la pattuglia della Polizia Municipale appartenente al distaccamento di Campo Di Marte dovrà stabilire l’esatta dinamica del sinistro.

A causa di questi incidenti la viabilità cittadina in zona Firenze sud è rimasta fortemente compromessa fino alle 18.30.
18/06/2019 8.31 Comune di Firenze
Comune di Pistoia Il Pistoia Blues si apre alla Street Art
Le esibizioni si terranno da lunedì 8 a mercoledì 10 luglio in via Cavour, via Cino e via Buozzi. Gli artisti interessati possono candidarsi entro il 5 luglio, inviando una email. La partecipazione è gratuita In occasione del 40° anniversario, il Pistoia Blues si apre alla Street art. Da lunedì 8 a mercoledì 10 luglio, in via Cavour, via Cino e via Buozzi, dalle 18.30 a mezzanotte, sono previste performance di artisti che intendono esprimersi sul tema Musica e/o cultura blues. Saranno ammesse performance pittoriche o grafiche su basi o sostegni mobili (tela, carta, gessi, ceramiche, tessuti e altro), ma anche musicisti che eseguano melodie blues -non amplificate- e altri artisti. Saranno vietati, invece, graffiti, murales e tatuaggi permanenti.

«La cultura blues può essere vissuta e raccontata attraverso forme artistiche diverse - sottolinea l'assessore al turismo Alessandro Sabella -. Da qui l'idea di arricchire questa quarantesima edizione del Pistoia Blues puntando l'attenzione anche sulla street art come forma d'arte e di comunicazione immediata, che trova sviluppo negli spazi pubblici, aprendosi alla città e trasmettendogli dinamismo. Possono partecipare artisti e performer che ricorrono a modalità espressive diverse, dai pittori ai musicisti, passando per le estetiste esperte in body painting, così da portare al centro dell'attenzione il blues, in tutte le sue sfaccettature.»

Per candidarsi, gli artisti hanno tempo fino a venerdì 5 luglio, scrivendo alla email all'indirizzo c.banci@comune.pistoia.it e indicando i giorni di presenza alla manifestazione. Sarà cura del Comune di Pistoia fornire anche tutte le informazioni necessarie per l'esecuzione delle performance.

Per la realizzazione delle opere non è prevista l'erogazione di contributi e non verrà richiesto il pagamento della tassa di concessione per il suolo pubblico, mentre ogni artista potrà raccogliere offerte libere.
18/06/2019 12.59 Comune di Pistoia
Comune di Castelfiorentino Castelfiorentino: Mito e mistero de “La Gioconda”, finissage all’Oratorio di San Carlo
Sabato 22 giugno (ore 17.30) “Conversazione con il maestro: Franco Fossi racconta la sua Gioconda”. Un percorso artistico e di ricerca che ha preso il via all’inizio degli anni Settanta Ha iniziato questa ricerca negli anni Settanta, quando aveva 16 anni. Folgorato dal genio di Leonardo da Vinci e dal mito che circondava già all’epoca la sua opera più famosa, “La Gioconda”; divenuta con il trascorrere dei secoli una vera e propria icona mondiale. Con un approccio diverso: andando “oltre la figurazione e le teorie” e ripartendo “dal grado zero della tecnica pittorica, per scrutare con indagine analitica il segno primigenio da cui questo grande mito ha avuto origine”.
E’ questo il biglietto da visita di Franco Fossi e della sua “Ossessione. Direzione Gioconda”, mostra diffusa in tutti gli undici comuni dell’Empolese Valdelsa in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, e che a Castelfiorentino si concluderà sabato 22 giugno (ore 17.30) all’Oratorio di San Carlo - via Testaferrata - con un finissage dal titolo “Conversazione con il maestro: Franco Fossi racconta la sua Gioconda”.
Tema centrale del suo percorso espositivo, il “DNA visivo” che come spiega l’artista “è il risultato di una ricerca che, iniziando dallo studio di un simbolo dell’Arte, quale appunto la Gioconda di Leonardo, è risalita a un codice primordiale, come il primo segno tracciato dagli uomini primitivi sulle pareti delle grotte che abitavano”.
La mostra, di cui è stato pubblicato anche un catalogo, è curata da Laura Monaldi
“Dagli anni Settanta - sottolinea la curatrice Laura Monaldi, l’artista ha ideato e porta avanti tutt'oggi una particolare ricerca artistica sulla figura della Gioconda che, nelle sue opere, diviene una forma/simbolo: il DNA Visivo di Franco Fossi nasce dalla volontà di ripercorrere i passi del Genio vinciano e sondare i campi sterminati dalla “co(no)-scienza” umana, anticipando visioni e riflessioni astraenti che potranno essere confermate in futuro, anticipando con l'Arte ciò che la Scienza convaliderà. Nel territorio in cui il DNA del Genio vinciano ha avuto origine, Fossi presenta la propria personale visione del DNA monnalisiano, offrendo al pubblico una nuova interpretazione del Codice leonardiano”.
La mostra allestita all’Oratorio di San Carlo, in particolare, riguarda il ciclo “le scrivanie dell’Angelo” (2002/2005), le cui opere sono visitabili questa settimana (fino a sabato) nei seguenti giorni: il martedì e giovedì ore 16.00-18.00, venerdì ore 9.00-13.00, sabato 10.00-12.00 e 16.00-19.00.
SEDI ESPOSITIVE
Certaldo, Palazzo Pretorio
12 maggio - 25 agosto
Cerreto Guidi
19 maggio - 30 novembre
Castelfiorentino, Oratorio di San Carlo
1 - 22 giugno
Montespertoli, Centro "I Lecci"
15 giugno - 6 luglio
Gambassi Terme, Atrio esterno del Comune
2 giugno - 31 dicembre
Fucecchio, Museo Civico
6 luglio - 31 dicembre
Vinci, Palazzina Uzielli
1 - 14 settembre
Montaione, Museo Civico e Palazzo Comunale
28 settembre - 3 novembre
Empoli, Palazzo del Circondario Empolese Valdelsa
4 ottobre - 31 dicembre
Montelupo Fiorentino, Museo della Ceramica
9 novembre - 23 novembre
Capraia e Limite, Fornace Pasquinucci
9 novembre - 23 novembre
18/06/2019 12.24 Ufficio stampa Comune di Castelfiorentino

Ufficio stampa Comune di Marradi Marradi: rilievi Corte dei Conti su rendiconti 2015-2016, piano del Comune per 'sterilizzare' effetti
Penalità su mutui e personale nel 2020, sindaco Triberti: un inciampo tecnico, già al lavoro su correttivi e impegni La transizione al nuovo sistema di contabilità pubblica, la contabilità armonizzata, è stata piuttosto complicata, soprattutto per i comuni più piccoli. La riforma ha generato incertezza applicativa relativamente ai nuovi principi contabili, con conseguenti problemi gestionali. E' successo anche a Marradi per le annualità 2015 e 2016, le prime col nuovo regime contabile applicato.
La Corte dei Conti ha esaminato i rendiconti 2015 e 2016 e dopo due richieste di chiarimenti trasmesse al Comune nella seconda metà del 2018 ha mosso rilievi nella gestione contabile per le due annualità. In particolare i rilievi si riferiscono a una quantificazione non congrua del Fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE) con un ammontare inferiore all'accantonamento corretto secondo i nuovi principi contabili e inoltre al mancato rispetto del patto di stabilità 2015 che, come ha motivato il Comune nei chiarimenti prodotti, è derivato da un mero errore materiale circa l'indicazione della voce riguardante il Fondo pluriennale vincolato. La Corte dei Conti, dopo i chiarimenti forniti dal Comune, ha constatato in una recente pronuncia la violazione del patto di stabilità e la non congruità del fondo crediti di dubbia esigibilità. Pertanto, per l'anno 2020 l'ente sarà sottoposto a penalità dovute al mancato rispetto del patto tra cui, le più significative, il divieto di contrarre mutui e di assumere personale, oltre al taglio delle indennità di funzione degli amministratori del 30%.
Il Comune, comunque, sta già approntando un piano per rettificare i rendiconti, rideterminando il Fondo crediti di dubbia esigibilità e il risultato d'amministrazione. Come precisa il sindaco Tommaso Triberti: “E’ questione estremamente tecnica che non sarebbe dovuta accadere. Che sia stato un mero errore di compilazione, un errore di valutazione o altro conta poco. Come conta poco che l’errore sia stato commesso da molti Comuni in un momento di rivoluzione tecnico-contabile. Conta poco la valutazione di una norma, quella sul rispetto del patto di stabilità, che è spropositata non differenziando tra sforamenti di lieve entità, come nel caso nostro, e importi ben maggiori e che non tiene conto delle conseguenze che le penalità possono produrre sui piccoli comuni, rispetto a quelli di grandi dimensioni soprattutto in merito alla possibilità di assumere personale e contrarre mutui, possibilità rimaste ferme per tanti anni, per rispettare le restrittive disposizioni di legge vigenti in precedenza. La cosa che conta - continua il sindaco - è che ci assumiamo la responsabilità dell’errore anche se prettamente tecnico, come è giusto che sia, e, senza drammi e allarmismi, lavoriamo alla programmazione per minimizzare gli effetti. Stiamo già lavorando per modificare la programmazione del biennio 2019-2020 sia per quanto riguarda gli investimenti e le progettazioni, che saranno numerosi e importanti, sia per quanto riguarda il piano assunzioni. Ovviamente avremmo preferito non fosse successo, ma con impegno e programmazione questo inciampo - conclude il sindaco - non modificherà il percorso che stiamo portando avanti per il rilancio di Marradi”.
18/06/2019 11.55 Ufficio stampa Comune di Marradi
Comune di Carmignano Carmignano. Concorso di poesia “Sogna ragazzo sogna”
Scadenza prorogata al 21 giugno C’è ancora qualche giorno di tempo per partecipare alla prima edizione del concorso di poesia “Sogna ragazzo sogna” promosso dall’assessorato alla Cultura del Comune di Carmignano e curato dalla professoressa Francesca Nicosia.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate fino a venerdì 21 giugno per posta (piazza G. Matteotti 1, Carmignano) o a mano all’Ufficio Protocollo del Comune negli orari di apertura al pubblico (lunedì 8.30-12.30 e 15-18; martedì, mercoledì e venerdì ore 8.30-12.30; giovedì ore 8.30-15.30). Non fa fede il timbro postale.

Partecipare è semplice e gratuito: basta avere tra gli 11 e i 19 anni e presentare una poesia senza limitazione alcuna di tematica, stile e metrica. Una poesia con la quale esprimere i propri sogni, desideri, preghiere, propositi, pensieri, dubbi e proteste in assoluta libertà. Due le categorie previste: Juniores, dagli 11 ai 14 anni; Iuvenes, da 15 a 19 anni. Le poesie saranno valutate da una giuria esperta e la premiazione si svolgerà lunedì 8 luglio alle 21 all’ex Cava di Bacchereto in occasione del Festival Rock, una delle iniziative promosse dall’assessorato alla Cultura nell’ambito della Carmignano Estate.

Il regolamento completo e il modulo di domanda sono scaricabili dal sito http://www.comune.carmignano.po.it. Per informazioni e chiarimenti: cultura@comune.carmignano.po.it; 055 8750252.
18/06/2019 12.12 Comune di Carmignano
Guardia di Finanza - Comando regionale Piano straordinario di controlli in occasione del festival musicale "Firenze Rocks" 2019
4 denunce per detenzione ai fini di spaccio di droga – sequestrato circa mezzo Kg di sostanze stupefacenti – segnalate alle competenti Prefetture 164 persone. 15 rivenditori denunciati per vendita di merce contraffatta – sequestrati 900 articoli di merchandising non originali. 3 bagarini sanzionati a cui sono stati sequestrati 600 € e biglietti dei concerti Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Firenze, la scorsa settimana, in concomitanza con lo svolgimento del festival musicale “Firenze Rocks” 2019 all’Ippodromo del Visarno (FI), hanno impiegato oltre 80 militari per contribuire alla sicurezza degli spettatori e degli operatori economici. I controlli, eseguiti dai finanzieri della Compagnia Pronto Impiego di Firenze e dalle unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza provenienti da tutta la Regione Toscana (Firenze, Livorno, Massa Carrara, Piombino e Pisa), hanno interessato l’area del parco delle Cascine con servizi antidroga nonché di contrasto ai venditori abusivi ed ai bagarini.
Sequestrati complessivamente 442 grammi di sostanza stupefacente (in particolare marijuana ed hashish). 4 le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio e 164 i soggetti segnalati alle competenti Prefetture per il possesso di droga, la cui maggioranza è compresa nella fascia d’età tra i 18 e i 40 anni (77%).
L’ausilio del cane è stato di fondamentale importanza per individuare le sostanze stupefacenti occultate sulle persone. Particolarmente ingegnosi sono risultati i nascondigli. Oltre che negli indumenti intimi, nelle scarpe, negli zaini, nei borsoni, sono state rinvenute sostanze psicotrope anche all’interno di un panino, come rilevato dal cane “Ebryl”; in una confezione di prodotti repellenti per le zanzare, come segnalato da “Geremy” e anche in bocca ad una persona, come indicato da “Anna”.
Nel settore dell'abusivismo commerciale sono stati individuati, non lontano dai varchi di accesso, 15 venditori di merchandising contraffatto (t-shirt, fascette, braccialetti). Nel corso delle attività, i militari si sono avvalsi della collaborazione dei periti incaricati per la tutela dei marchi registrati, che hanno visionato “in tempo reale” la merce sequestrata (più di 900 articoli), consentendo di sanzionare la commercializzazione dei prodotti non ufficiali.
Nel corso delle attività sono stati sanzionati anche tre bagarini, che stavano vendendo alcuni biglietti del concerto per una cifra quasi tripla del prezzo originale di vendita, ai quali, sono stati sequestrati i tickets e 600 euro, provento dell’attività di rivendita senza autorizzazione.
L’operazione sviluppata dalla Guardia di Finanza s’inquadra nelle linee strategiche dell’azione del Corpo, volte a tutelare i consumatori e gli operatori economici onesti nonché, nel caso specifico, anche allo scopo di concorrere al regolare svolgimento della manifestazione musicale che, nei quattro giorni di apertura al pubblico, ha visto una partecipazione indicata di quasi 200.000 persone.
18/06/2019 8.24 Guardia di Finanza - Comando regionale
Comune di Prato Prato. Nuovi appuntamenti con Museo Live, arriva la versione estiva nella corte del Pretorio
La rassegna prende il via giovedì 20 giugno Atmosfere elettro-dance nella corte del Pretorio, giovedì 20 giugno, con Museo Live Estate. Torna la rassegna che coniuga arte e musica per un appuntamento speciale fra le opere della mostra temporanea Effetto Leonardo e il dj set Pandha is back in town nella corte esterna del Museo. Dalle 19 aperitivo, alle 21 visita guidata, e dalle 21.30 dj set con un ampio catalogo di suoni e suggestioni.

Dopo il successo del cartellone invernale, con i concerti dei giovani cantautori pratesi nel grande salone con le opere del Rinascimento, cambia la formula di Museo Live che si apre all’estate con una serie di eventi all’aperto nella corte del Pretorio. Dopo Pandha dj, nuovo appuntamento il prossimo 25 luglio con una nuova proposta musicale.

Museo Live Estate è promosso da Palazzo Pretorio in collaborazione con CoopCulture, Capanno 17 e Frari delle Logge. Il pacchetto completo con visita guidata, aperitivo e djset costa 20 euro (dalle 19), visita guidata e dj set 5 euro dalle 21. Informazioni al numero 392 2008894.
18/06/2019 9.33 Comune di Prato
Publiacqua spa Publiacqua. Principali cantieri nel comune di Firenze il 18 giugno
Le strade interessate dai cantieri Aggiorniamo i cittadini del Comune di Firenze sui principali cantieri sulla rete idrica attivi in città nella giornata del 18 giugno, salvo cambiamenti del programma indotti da urgenze. Lavori per rifacimento allacci, sostituzione rete idrica, e manutenzione su tombini ecc. Di seguito i cantieri che vanno ad aggiungersi a quello comunicati nei giorni scorsi e che potrebbero avere effetti sul traffico locale:


- Viale Guidoni (altezza civico 12), rifacimento allaccio con chiusura marciapiede e restringimento carreggiata fino al 19 giugno;

- Via Baracca (altezza civico 199), rifacimento allaccio con chiusura marciapiede e restringimento carreggiata fino al 19 giugno;

- Via degli Abeti (altezza civico 5), rifacimento allaccio fognario con chiusura marciapiede e restringimento carreggiata fino al 19 giugno;

- Via Monteverdi (altezza civico 16), rifacimento allaccio fognario con chiusura marciapiede e restringimento carreggiata fino al 20 giugno;

- Via de’ Cattani (altezza civico 222), riparazione perdita con restringimento carreggiata fino al 20 giugno;

- Via Lega (altezza civico 8), rifacimento allaccio fognario con chiusura marciapiede e restringimento carreggiata fino al 20 giugno.
18/06/2019 8.32 Publiacqua spa
 
 




Vai al contenuto