Login

MET

Città metropolitana di Firenze Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze


IN PRIMO PIANO....

Guardia di Finanza - Comando regionale Toscana GdF. Sequestrata area commerciale di circa 1.200 mq nella zona Est del comune di Empoli
Utilizzata come discarica abusiva di rifiuti speciali Un’attività di controllo economico del territorio effettuata nei giorni scorsi dai Finanzieri della Compagnia di Empoli ha portato all’individuazione di un fondo commerciale utilizzato quale discarica abusiva, ubicato nella zona Est del Comune di Empoli (FI).
Le Fiamme Gialle empolesi sono pervenute a tale scoperta a seguito di un controllo fiscale avviato nei confronti di un’attività commerciale di carrozzeria, la cui titolare - ancorché avesse dichiarato la cessazione dell’operatività dell’azienda ai fini tributari - aveva adibito un appezzamento di terra, adiacente a tale esercizio commerciale, a deposito di rifiuti di ogni genere, speciali e pericolosi, quali: elettrodomestici, parte di veicoli, pneumatici, batterie di autovetture, contenitori vari in plastica. Sul suolo, inoltre, sono state individuate vistose chiazze di sostanze oleose, fuoriuscite da fusti e veicoli abbandonati, penetrate nel sottosuolo.

La normativa, al riguardo, prevede che il responsabile dell’abbandono dei rifiuti (una donna italiana di 58 anni), in solido con il proprietario dell’area, sia tenuto, a proprie spese, a procedere alla rimozione, all’avvio a recupero ed allo smaltimento dei rifiuti nonché al ripristino dei luoghi.

L’autore della violazione è stato denunziato alla locale Procura della Repubblica per la violazione dell’articolo 256 del Testo Unico sulle Leggi Ambientali (ex D.L.gs. n. 152/2006) che prevede per il trasgressore l’arresto da sei mesi a 2 anni e l’ammenda da € 2.600 a € 26.000.

L’area è stata sottoposta a sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria inquirente.
27/02/2017 10.29 Guardia di Finanza - Comando regionale Toscana
Regione Toscana Consiglio: Gonfalone per l’Oscar Alessandro Bertolazzi
Ad annunciare la decisione il presidente Eugenio Giani con il consigliere dell’Ufficio di Presidenza, Antonio Mazzeo Il Consiglio regionale renderà omaggio a Alessandro Bertolazzi, uno dei due italiani premiati alla 89a edizione degli Oscar per il miglior “Make up and hairstyling” (trucco e parrucco) con il film “Suicide Squad”. Ad annunciarlo è il presidente del Consiglio, Eugenio Giani con Antonio Mazzeo, componente dell’Ufficio di presidenza.

“Il Gonfalone d'argento è un riconoscimento destinato a tutti coloro che, attraverso la propria attività, hanno contribuito e contribuiscono a dare lustro alla nostra regione”, ha ricordato Giani. “Bertolazzi è nato altrove, ma è a Firenze che è cresciuto, si è formato ed ha vissuto negli anni che lo hanno proiettato prima a Londra e poi a Los Angeles diventando un protagonista assoluto nel mondo del cinema. Il suo è un lavoro 'dietro le quinte' ma proprio per questo la sua opera è fondamentale per la realizzazione di una pellicola. Stanotte, con le sue parole, ha testimoniato non solo i suoi valori ma anche quelli propri della storia di una regione come la Toscana”, ha aggiunto il presidente.

“Bertolazzi è un cittadino del mondo ma per anni ha fatto base in Toscana - ha spiegato Mazzeo - affermandosi prima a livello nazionale poi internazionale e lavorando con alcune delle star più importanti di Hollywood. Ma al talento che lo ha portato a questo riconoscimento ha aggiunto anche parole di straordinaria civiltà che non possono che rendere orgogliosi tutti noi. Sono felice che il presidente Giani abbia subito accolto la mia proposta e si sia reso disponibile a questo importante e simbolico riconoscimento”.

Bertolazzi ha dedicato l’Oscar a “tutti gli immigrati” ricordando che anche lui viene dall’Italia e gira per il mondo. (Cam)
27/02/2017 15.57 Regione Toscana
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli - Terza Corsia A1: pubblicato l'elenco degli espropri e delle occupazioni temporanee
Per la consultazione e le osservazioni c'è tempo dal 27 febbraio al 14 marzo. Il Comune di Bagno a Ripoli informa che dal 27 febbraio al 14 marzo 2017 compresi è possibile consultare, all'Albo pretorio e sul sito del Comune direttamente sulla home page http://www.comune.bagno-a-ripoli.fi.it, i piani parcellari degli immobili e gli elenchi ditte delle rispettive ditte proprietarie, da espropriare od occupare temporaneamente o asservire per l’esecuzione dei lavori di ampliamento alla terza corsia Barberino di Mugello - Incisa Valdarno. Tratta: Firenze Sud - Incisa Valdarno Lotto 1 (SEDE AUTOSTRADA), eseguiti dalla AUTOSTRADE PER L’ITALIA S.p.A. in base alla disposizione amministrativa dell’Anas n. 68105 del 14/05/2012.
Nel termine sopraindicato, le parti interessate potranno prendere visione dei documenti dei suddetti piano particellare ed elenco ditte ed eventualmente proporre le loro osservazioni in merito.
I documenti possono essere consultati scaricando i file allegati a lato della pagina o presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico in questi orari: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8 alle 13, martedì e giovedì dalle 8 alle 12 e dalle 14.30 alle 18, sabato dalle 8.30 alle 12.30.
Le osservazioni devono essere inviate a Autostrade per l'Italia Spa e, per conoscenza, al Comune di Bagno a Ripoli.
27/02/2017 12.44 Ufficio Stampa Comune di Bagno a Ripoli

Regione Toscana Pari opportunità: in memoria di Rosa Genoni, stilista e pacifista
Presentate le iniziative in programma il 4 marzo a palazzo Pitti per celebrare la cofondatrice della Lega internazionale donne per la pace. Rosanna Pugnalini: “Grazie a Rosa Genoni, che ha capito come il mondo della moda potesse intrecciarsi non solo con il costume, ma anche con la politica” “Come commissione Pari opportunità ci stiamo impegnando a colmare una serie di vuoti storici e quindi a promuovere figure di donne che hanno lasciato un segno nel nostro tempo”. Così la presidente della commissione regionale, Rosanna Pugnalini, presentando in conferenza stampa a palazzo del Pegaso l’evento in programma sabato 4 marzo a palazzo Pitti, per celebrare la figura di Rosa Genoni, stilista di moda e ideatrice dello stile italiano, prima donna a ricevere il Premio Expo nel 1906. Socialista, femminista, pacifista, Rosa Genoni non esitò, all’apice della carriera, a concentrare le proprie energie nella pericolosa campagna per la pace, quando cominciavano a soffiare venti di guerra.

Rosa Genoni, infatti, non fu solo creatrice di moda, ma anche cofondatrice, all’inizio del Novecento, della Lega internazionale donne per la pace e la libertà (Wilpf).

“Grazie alla sinergia di forze tra la nostra commissione e il mondo della cultura e dell’associazionismo – ha continuato Pugnalini – intendiamo recuperare il ruolo e la testimonianza di questa importante figura, che ha capito come il mondo della moda potesse intrecciarsi non solo con il costume, ma anche con la politica”.

Alla conferenza stampa, insieme alla presidente Pugnalini, Giovanna Pagani, Wilpf Italia e Caterina Chiarelli, curatrice della moda e del costume agli Uffizi, hanno presentato la figura di Rosa non solo creatrice di moda estremamente sensibile – come testimoniano gli abiti ispirati al Rinascimento e conservati a Firenze – ma anche e soprattutto capace di esaltare la bellezza della donna per liberarla e portarla ad impegnarsi nella società. Una figura, ancora oggi attuale, che sarà proposta in tutte le sue sfaccettature il 4 marzo al Rondò di Bacco, dove parteciperanno, tra gli altri, il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, la presidente della commissione regionale per le Pari opportunità, Rosanna Pugnalini, la nipote e biografa di Rosa Genoni Raffaella Podreider.

L’evento prevede anche la proiezione di un breve filmato Wilpf “These Dangerous Women”, le performance musicali di Moisés De Santi (violino) e la visita alle creazioni di Rosa Genoni nella “Galleria del Costume” di Palazzo Pitti e il “Museo Ferragamo”. (ps)


27/02/2017 15.05 Regione Toscana
Accademia della Crusca La sentenza della Corte Costituzionale ha riconosciuto appieno il primato e il valore della lingua italiana
La scorsa settimana si è diffusa la notizia della sentenza della Corte Costituzionale (Decisione del 21/02/2017; Sentenza n. 42) a seguito della nota causa sollevata da un gruppo di professori del Politecnico di Milano Inspiegabilmente, importanti fonti di stampa hanno diffuso la notizia, presentandola, con grave fraintendimento, come una “vittoria” del Politecnico contro i professori. Tale affermazione è ingiustificata.

Richiamiamo brevemente i fatti. Il Senato accademico del Politecnico di Milano con delibera del 21 maggio 2012 ha ritenuto di poter determinare l’attivazione, a partire dall’anno 2014, dei corsi di laurea magistrale e di dottorato di ricerca esclusivamente in lingua inglese. Alcuni docenti dell’ateneo milanese hanno proposto ricorso al Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia, ottenendo l’annullamento del predetto provvedimento amministrativo (sentenza 23 maggio 2013, n.1348). Contro la decisione del TAR della Lombardia, hanno proposto appello al Consiglio di Stato il Politecnico di Milano e il MIUR. Il Consiglio di Stato ha espresso il dubbio sulla legittimità costituzionale della disposizione di legge, e si è rivolto alla Corte Costituzionale.

È vero che la Corte costituzionale ha respinto questi dubbi di costituzionalità, ma solo perché la disposizione della legge Gelmini sulla internalizzazione delle nostre università non avrebbe comunque potuto legittimare una decisione come quella assunta dal Politecnico di Milano: cioè di offrire interi corsi di laurea esclusivamente in una lingua diversa dall’italiano. Sarà bene tener conto delle importanti argomentazioni della Corte, e vale la pena richiamarne qui alcune, che l’Accademia della Crusca ritiene di grande significato.

Scrive la Corte che la lingua italiana, nella sua ufficialità, e quindi primazia, è vettore della cultura e della tradizione immanenti nella comunità nazionale, tutelate anche dall’art. 9 della Costituzione. La progressiva integrazione sovranazionale degli ordinamenti e l’erosione dei confini nazionali determinati dalla globalizzazione possono insidiare tale funzione della lingua italiana, ma tali fenomeni non devono costringere quest’ultima in una posizione di marginalità: al contrario, il primato della lingua italiana non solo è costituzionalmente indefettibile, ma diventa ancor più decisivo per la perdurante trasmissione del patrimonio storico e dell’identità della Repubblica, oltre che garanzia di salvaguardia e di valorizzazione dell’italiano come bene culturale in sé.

La Corte prosegue affermando che la “centralità costituzionalmente necessaria della lingua italiana si coglie particolarmente nella scuola e nelle università”. L’obiettivo dell’internazionalizzazione – questo il parere della Corte – “deve essere soddisfatto […] senza pregiudicare i principî costituzionali del primato della lingua italiana, della parità nell’accesso all’istruzione universitaria e della libertà d’insegnamento”. “Ove si interpretasse la disposizione oggetto del presente giudizio nel senso che agli atenei sia consentito predisporre una generale offerta formativa che contempli intieri corsi di studio impartiti esclusivamente in una lingua diversa dall’italiano, anche in settori nei quali l’oggetto stesso dell’insegnamento lo richieda, si determinerebbe, senz’altro, un illegittimo sacrificio di tali principî. L’esclusività della lingua straniera, infatti, innanzitutto estrometterebbe integralmente e indiscriminatamente la lingua ufficiale della Repubblica dall’insegnamento universitario di intieri rami del sapere. Le legittime finalità dell’internazionalizzazione non possono ridurre la lingua italiana, all’interno dell’università italiana, a una posizione marginale e subordinata, obliterando quella funzione, che le è propria, di vettore della storia e dell’identità della comunità nazionale, nonché il suo essere, di per sé, patrimonio culturale da preservare e valorizzare”.
27/02/2017 13.53 Accademia della Crusca
Regione Toscana Rossi: "Grazie ai fondi europei creati più di un terzo dei posti di lavoro attivati in Toscana"
"Grazie alla sua capacità di impiegare interamente i fondi europei, la Toscana ha contribuito a creare, nel settenato 2007-2013 ben 3.500 dei 10.000 posti di lavoro attivati ogni anno. E il volume di investimenti effettuati nel manifatturiero è stato pari a 2,5 miliardi di euro" È presentando queste "credenziali" che il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha iniziato il suo incontro con la Commissaria europea per le politiche regionali, la rumena Corina Cretu, nel corso di Toscana tech, la due giorni organizzata dalla Regione presso il Palazzo dei Congressi di Firenze e che ha preso avvio questa mattina. Insieme hanno discusso delle politiche comunitarie di coesione sociale, registrando una piena consonanza di intenti. La Commissaria ha detto che servirebbe che anche l'Italia, così come hanno già fatto Germania e Francia, producesse un documento capace di sintetizzare una posizione comune delle Regioni italiane, utile e definire la futura politica di coesione dell'Unione europea.

"Mi impegno - le ha risposto Rossi - a fare in modo che il documento si faccia, superando quella disattenzione in materia di politiche di coesione che ha finora caratterizzato l'atteggiamento italiano. Io le giudico fondamentali per ridurre gli squilibri causati dalla concorrenza".

Il presidente, che ha ricevuto i complimenti della Commissaria per le capacità dimostrate dalla Toscana, ha infine sottolineato come i fondi europei abbiano "determinato una crescita dell'occupazione nel settore della ricerca che è passata dal 3,8 al 4,7%", come l'export toscano sia cresciuto (dopo il Trentino Alto Adige) più che nel resto dell'Italia, al pari con Lombardia ed Emilia, e come "la Toscana ad oggi ha già impegnato un quarto della dotazione complessiva di fondi europei che avrà a disposizione nel settennato 2014-2020", ponendosi tra le Regioni di testa per capacità di impiego delle risorse comunitarie.

La Commissaria Cretu ha invitato il presidente Rossi a Bruxelles per due appuntamenti: in aprile all'incontro tra i presidenti delle Regioni europee e a giugno al Forum dedicato alle politiche di coesione.


27/02/2017 12.29 Regione Toscana
Firenze Convention Bureau Il valore del turismo MICE: una grande risorsa per la città
Dati e risultati del 2016 presentati da Firenze Convention and Visitors Bureau Il 2016 è stato un anno importante per il turismo MICE a Firenze che porta sempre di più ricchezza alla città.

Per quanto riguarda il congressuale i numeri parlano da soli: sono oltre 77.000 i congressisti transitati da Firenze Fiera (il centro congressi leader in Toscana), circa 44.000 i partecipanti ad eventi e congressi che hanno visitato Firenze grazie al lavoro di candidatura della città svolto da di Firenze Convention and Visitors Bureau insieme a Firenze Fiera, ai PCO (Professional Congress Organizer) e ai DMC (Destination Management Company) associati a FCVB; 55 le candidature presentate da FCVB per l’acquisizione di congressi internazionali di cui 10 vinte, che tradotto significa 10 congressi internazionali acquisiti.

Dal 2015 al 2016 c’è stato un incremento del 2% sui congressi acquisiti da Firenze (8 nel 2015, 10 nel 2016. Il dato sul 2016 è ancora parziale poiché ci sono alcune candidature in attesa di risposta). La stima approssimativa dell’impatto economico che le 10 candidature vinte avranno sulla città è di circa 4.850.000,00 di Euro calcolati sui servizi correlati al congresso, sui pernottamenti, sui trasporti e le attività richiesti per i partecipanti (dato elaborato da FCVB). La stima dell'impatto economico dei congressi acquisiti nel corso degli anni che si sono svolti nel 2016 è € 16.000.000,00 (dato calcolato da fcvb).
Il 2016 è stato un anno molto positivo perché grazie alle tante attività di candidatura fatte nel corso degli anni, FCVB è riuscito a portare a Firenze 2 congressi tra i più rilevanti in termini di partecipazione dei delegati (Congresso WUWHS, 5.000 persone, candidatura vinta nel 2012 - Heart Failure, oltre 6.000 persone, candidatura vinta nel 2014).

Anche il dato sugli eventi di altro genere come convention, lanci prodotto, meeting è positivo: oltre 340 le richieste ricevute e gestite da FCVB di cui circa 200 si sono trasformate in eventi e congressi confermati passati in gestione agli oltre 230 Soci coinvolti (catering, servizi tecnici, trasporti, organizzatori, intrattenimento, hotel…).

Inoltre nel 2016, dopo alla nascita nel 2015 della divisione Tuscany for weddings del Convention Bureau di Firenze, è stato possibile monitorare anche le richieste legate al mondo dei big wedding. In seguito anche al Congresso mondiale dei wedding planners (DWP Congress - aprile 2016) che ha dato grande risalto e visibilità alla destinazione Firenze, sono state ricevute 40 richieste per matrimoni internazionali e nazionali che sicuramente porteranno altra ricchezza alla città e a tutto il territorio toscano.

Questi risultati sono stati raggiunti anche grazie all’attività svolta dal Convention Bureau di Firenze che è stato infatti scelto dal Comune di Firenze come partner ufficiale per la promozione della città e per rappresentare l’offerta turistica di Firenze, con particolare focus su grandi eventi internazionali, weddings e turismo congressuale.

Proprio l’Assessore al Turismo Anna Paola Concia, recentemente nominata dal Sindaco Dario Nardella, ha detto “La bellezza ed il patrimonio di Firenze sono la nostra principale risorsa, conosciuta in tutto il mondo. Ma noi dobbiamo essere capaci di organizzarla con attività pragmatiche e insieme a partner concreti per portare una maggiore crescita economica ed un numero sempre più alto eventi di qualità”.

Firenze inoltre mette in campo fino a 60.000,00 Euro di servizi a supporto delle candidature per i congressi internazionali grazie alla collaborazione sinergica tra il Comune di Firenze, il Firenze Convention and Visitors Bureau ed alcuni dei suoi Soci come Firenze Fiera, per gli spazi congressuali, Gerist per i servizi di catering e Tecnoconference TC Group e SSD Grafiche per i servizi tecnici e gli allestimenti. Un piano incentivi che contribuisce a presentare e candidare la città al meglio e favorire l’acquisizione di importanti eventi internazionali.

“I risultati sono in crescita grazie a molti fattori: il nostro piano incentivi, la grande sinergia che si è creata tra i big player del settore e la partnership con il Comune, elementi che hanno rafforzato la nostra destinazione come ideale per congressi ed eventi rendendoci sempre più competitivi rispetto alle altre destinazioni europee” ha detto la Direttrice del Firenze Convention and Visitors Bureau, Carlotta Ferrari.

A metà del 2017 saranno disponibili dati ancora più precisi grazie una ricerca, sponsorizzata dal Convention Bureau di Firenze e affidata all’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi (OICE), con un focus sulla città riferito al 2016 che presenterà nel dettaglio il numero e la tipologia di eventi e congressi svolti sul territorio fiorentino. Questa ricerca sarà una fondamentale testimonianza dell’importanza del comparto turistico legato al settore MICE. L’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi (OICE) a livello nazionale è promosso da Federcongressi&eventi e realizzato dall’ Alta Scuola in Economia e Relazioni Internazionali (ASERI), coordinato da Roberto Nelli dell’Università Cattolica del Sacro Cuore con l’obiettivo di fornire una dimensione precisa, puntuale e aggiornata del settore degli eventi evidenziandone le caratteristiche e i trend.

Molti sono infatti i vantaggi delle destinazioni che ospitano congressi ed eventi scientifici. Sono sia benefici tangibili ed altri meno facili da misurare ma che ugualmente generano ricchezza, come ad esempio:

- la destagionalizzazione delle attività turistiche

- l’impatto economico prodotto dalla spesa per l’organizzazione e la partecipazione ai meeting

- la spesa elevata del congressista rispetto ad altre motivazioni di viaggio (da 2 a 3 volte la spesa del turista per vacanza)

- la creazione di nuovi posti di lavoro

- la promozione di investimenti, commercio, comunicazione e sviluppo tecnologico

- il basso impatto ambientale

- la crescita professionale delle comunità locali attraverso formazione e informazione

- la riqualificazione ed arricchimento delle infrastrutture del territorio

- un incremento della domanda
27/02/2017 12.25 Firenze Convention Bureau
Comune di Sesto Fiorentino Sesto Jazz Festival
Dal 3 al 5 marzo concerti ed eventi nel segno della musica jazz Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il Sesto Jazz Festival, la kermesse promossa da Scuola di Musica di Sesto Fiorentino, Music Pool e Comune di Sesto Fiorentino che prenderà il via venerdì 3 marzo e per tre giorni animerà la scena sestese con concerti, seminari ed esibizioni dedicati alla musica jazz.

Ogni giorno, alle 19,30, il Bar Grotta ospiterà un concerto-aperitivo a cura del Centro Attività Musicali di Firenze, mentre alle 21, presso il Teatro della Limonaia, si esibiranno alcuni dei nomi più importanti del jazz italiano e internazionale. Venerdì 3 marzo la Rainbow Jazz Orchestra diretta da Duccio Bertini si esibirà in un “Omaggio a Duke Ellington”, di cui verranno eseguite alcune suites orchestrali; guest star Nico Gori. Sabato 4 sarà il pianoforte di Fabrizio Puglisi a condurre gli spettatori in un viaggio nella tradizione afro-cubana con “Guantanamo”, mentre domenica 5 Ben Wendel, Joe Sanders e Jeff Ballard, tre nomi di grandissimo rilievo internazionale, chiuderanno la tre giorni musicale.

Di notevole interesse anche gli eventi collaterali: venerdì 3, presso la Scuola di Musica, Nico Gori terrà un laboratorio di improvvisazione jazz; sabato 4, sempre presso la Scuola, Gianni Grisolia terrà una conferenza dal titolo “L’arte di Duke Ellington”; domenica 5, alle ore 16, presso la Pieve di San Martino, Pilgrims Choir, Academy Singers di Firenze e Coro della Scuola di Musica, diretti da Gianni Mini, si esibiranno in un Grande Concerto Gospel.

I concerti presso il Teatro della Limonaia sono a pagamento, mentre gli altri a ingresso libero.

Il programma integrale e tutte le informazioni per la partecipazione agli eventi sono disponibili sul sito della Scuola di Musica di Sesto Fiorentino (www.scuoladimusicasesto.it).
27/02/2017 17.27 Comune di Sesto Fiorentino
Camera di Commercio di Firenze Giovani a caccia dell'impresa giusta
Parte il secondo anno di Crescere in digitale con Ministero del Lavoro, Unioncamere e Google Italia: a Firenze già attivati 25 tirocini retribuiti
Bassilichi: «Numeri ancora troppo bassi, è davvero assurdo»
Sono dieci i ragazzi che questa mattina, superato il corso gratuito online, hanno incontrato in Camera di Commercio di Firenze un gruppo di imprenditori per iniziare il tirocinio retribuito di digitalizzatore. Si avvia in questo modo il secondo anno di Crescere in digitale, l’iniziativa promossa da Ministero del Lavoro e attuata da Unioncamere in collaborazione con Google per diffondere nuove competenze tra i giovani che non studiano e lavorano e allo stesso tempo avvicinare le imprese al web.

«Viviamo un paradosso inaccettabile – ha commentato Leonardo Bassilichi, presidente della Camera di Commercio di Firenze - la disoccupazione giovanile è ancora drammaticamente alta e allo stesso tempo le imprese non riescono a trovare giovani con le competenze giuste per metterle in contatto con potenziali clienti sul web e sui social in Italia e nel mondo. Questo progetto unisce le due esigenze in maniera gratuita per i ragazzi e per le imprese, eppure i numeri di coloro che lo utilizzano sono ancora troppo bassi. Vorrei che fossero centinaia, magari migliaia, solo a Firenze i giovani davanti ai computer per questo corso. C’è bisogno di dirlo, di gridarlo. E’ assurdo e pazzesco: non possiamo continuare a sentire il piagnisteo sulla disoccupazione e poi vedere che non vengono sfruttate occasioni come questa. E’ nostro compito dare una scossa per far conoscere il progetto ed è responsabilità delle imprese e dei giovani darsi una mossa per partecipare».

Il progetto si rivolge ai ragazzi (dai 15 ai 29 anni) iscritti al programma Garanzia Giovani e offre un percorso formativo di 50 ore online, laboratori sul territorio e oltre 3mila tirocini retribuiti nelle imprese italiane. Nel laboratorio di oggi a Firenze hanno partecipato i dieci giovani che hanno recentemente completato la prima fase del percorso formativo on line e superato il test, mentre dall’inizio del progetto sono stati 25 i ragazzi che hanno iniziato i tirocini, con le prime assunzioni già messe a segno. I laboratori, infatti, rappresentano anche la prima occasione di contatto fra neo-tirocinanti e imprese iscritte con lo scopo di attingere alle professionalità digitali, particolarmente richieste sul mercato del lavoro.
27/02/2017 13.08 Camera di Commercio di Firenze
Comune di Greve in Chianti "Gocciole di Storia: dalla piccola Lucolena alla Grande Guerra a Greve in Chianti
Al Museo di San Francesco da venerdì 3 a domenica 5 marzo
"Gocciole di Storia: dalla piccola Lucolena alla Grande Guerra, a cura di Andrea Gigliotti con la preziosa collaborazione di Leonardo Losappio e Marco Meini


Greve in Chianti, Museo di San Francesco

Ricordi e immagini ritrovati tra i cimeli di famiglie e riproposti sulla strada della memoria riaperta grazie ad Ottaviano Martini e il suo diario di poesia.




27/02/2017 10.06 Comune di Greve in Chianti
Museo dell’Opera del Duomo Giorgio Vasari. Ciclo di incontri “Profili di artisti nei monumenti dell’Opera di Santa Maria del Fiore”
Martedì 28 febbraio alle ore 17.00 A Giorgio Vasari è dedicato il decimo appuntamento del ciclo di incontri “Profili di artisti nei monumenti dell’Opera di Santa Maria del Fiore”. La conferenza a cura di Alessandro Cecchi, Direttore della Fondazione Casa Buonarroti, si terrà domani 28 febbraio, alle ore 17.00, presso Il Centro Arte e Cultura dell’Opera di Santa Maria del Fiore a Firenze (Piazza San Giovanni 7). L’ingresso è gratuito, senza prenotazione, fino a esaurimento posti.

Il ciclo di conferenze, a cura di Francesco Gurrieri e Bruno Santi, ha come tema i grandi artisti che furono chiamati a lavorare per i monumenti del Duomo di Firenze. Una ricognizione, che si configura come un'aggiornata, affascinante antologia di cultura artistica.

Il ciclo di conferenze proseguirà il 7 marzo con Paolo Uccello a cura di Mauro Minardi e, infine, il 21 marzo con Luca della Robbia di Giancarlo Gentilini.

Per scaricare il nuovo programma:
https://operaduomo.firenze.it/blog/posts/scoprire-arnolfo-di-cambio-e-le-sue-opere-al-grande-museo-del-duomo

Ingresso gratuito, senza prenotazione
Centro Arte e Cultura
Piazza San Giovanni 7, Firenze
Per informazioni: Tel. 055 2302885
Email: opera@operaduomo.firenze.it
27/02/2017 10.41 Museo dell’Opera del Duomo
Regione Toscana Toscana Tech, l'innovazione è un'idea: sei finalisti per il Ris3 Toscana Contest
Idee, talenti e attività di ricerca da premiare e idee di business da valorizzare A Toscana Tech, la due giorni sull'innovazione promossa dalla Regione, non poteva mancare un concorso rivolto a chi le idee le 'fabbrica' e a chi alle idee prova a mettere le gambe. In fondo la Toscana è la quarta regione in Italia per capacità di attrazione di finanziamenti in ricerca e le sue università e centri di eccellenza sono apprezzati dalle multinazionali che qui hanno deciso di investire. In ventidue hanno partecipato al concorso.

Medicina, meccanotronica e internet delle cose
Le idee sono state presentate tra ottobre e dicembre e sei sono stati alla fine i finalisti selezionati per la prima edizione di "Ris3 Toscana Contest". Ci trovi la chimica e la robotica applicata alla medicina, quella che lavora alla ricostruzione di organi o alla chirurgia dell'occhio: Dario Puppi dell'università di Pisa ha messo a punto l'idea di nuovi scheletri polimerici biodegradabili a servizio della medicina rigenerativa, mentre Francesca Rossi del Cnr ha studiato una consolle robotizzata per la chirurgia della cornea che accorciare i tempi di guarigione delle ferite. Tra le idee finaliste ci trovi anche la meccatronica della fabbrica intelligente: Lorenzo Sallese dell'università di Firenze ha ideato un dispositivo capace di ridurre le vibrazioni durante la fresatura di un pezzo. Daniele Fortuna di Immagilis srl prova a mandare in pensione martelletto e saggi a campione di formaggi illustri e blasonati con una Tac, non troppo di versa da quella che si usa in medicina, con ui verificare la qualità del prodotto senza che le forme di formaggio debbano essere tagliate. Massimiliano Simi di Medical Micro Instruments S.r.l ha pensato invece ad un robot che aiuterà i medici impegnati nella ricostruzione chirurgica di minuscoli vasi sanguigni e nervi. E poi c'è l'immancabile internet ella cose, con nuove applicazioni innovative per oggetti sempre più intelligenti, elaborati in questo caso di Gabriele Montelisciani di Toi srl.

Talento e competenza
"Con questo concorso abbiamo voluto valorizzare idee, talento e competenza di ricercatori e startupper toscani, ma anche idee di business coerenti con la strategia regionale di specializzazione intelligente Ris3" raccontano dagli uffici della Regione impegnati nell'organizzazione dell'evento. Due sono infatti le sezioni .- ricerca e idee di business - e una commissione di valutazione in capo all'unità H2020 di IRPET ha valutato la validità tecnica delle proposte, oltre che la solidità dei modelli di business presentati. "Ora lavoreremo alla loro promozione – spiegano -, a partire dalla ricerca di possibili investitori". Tra le ventidue giunte ce ne sono dieci che hanno evidenziato la capacità di trasformare idee in modelli di business. Ma anche le dodici attività di ricerca presentate hanno messo in luce opportunità di applicazioni concrete in segmenti produttivi ad alto valore aggiunto, oltre a confermare la qualità della ricerca toscana.

La prima edizione del contest si è dimostrata sicuramente un successo e dopo il 27 febbraio già inizierà la preparazione della seconde edizione, con il coinvolgimento massivo di centri di ricerca e distretti tecnologici. "Continuiamo ad investire sulle eccellenze che il sistema regionale dell'innovazione è in grado di esprimere – sottolineano in Regione - , ma anche su quel potenziale di sviluppo, incarnato in primis dalla creatività e dalle competenze dei giovani, dei ricercatori e degli startupper". Con un obiettivo preciso: contribuire a quell'economia 'smart' ma anche sostenibile, solidale e inclusiva a cui ha deciso di tendere per il 2020 l'Europa, capace di affermarsi per competitività e alta produttività ma anche elevati livelli di occupazione.

L'economia intelligente che incontriamo ogni giorno
Scienziati e ingegneri con camici bianchi sono un pilastro fondamentale di questa economia intelligente che punta ad ottenere di più con il minor sforzo rendendosi in questo modo più competitiva. Ma l'innovazione, è bene ricordare, è qualcosa di comune e trasversale alla vita quotidiana. Lo si è ripetuto più volte anche stamani, a Toscana Tech. È importante per il lavoro del dipendente di un supermercato come lo è per il lavoro di un tecnico informatico. L'economia intelligente comprende figure professionali come l'idraulico e l'elettricista ad esempio, che avendo perso il lavoro in cantiere ha istituito una società di installazione di apparecchi ad alta efficienza energetica. Comprende la figura dell'impiegato dell'ospedale che ha trovato il modo di gestire e abbreviare la lista d'attesa per visite ed esami utilizzando risorse informatiche e software. Appartiene anche al produttore di latte che ricorre alla tecnologia per migliorare l'alimentazione dei propri animali e produrre così latte a prezzi più convenienti o che decide di installare un distributore automatico di latte fresco in piazza al quale i cittadini possono rifornirsi direttamente, ampliando il numero dei consumatori del proprio prodotto. E' il grande magazzino che utilizza software per identificare le tendenze dei consumatori, regolare la procedura di stoccaggio delle merci e ridurre i tempi di consegna. Sono le manifatture che cercano un alto valore aggiunto, con investimenti in capitale umano, tecnologia ed innovazione.
27/02/2017 13.23 Regione Toscana
Regione Toscana Rossi: "La Toscana non compete sul costo del lavoro, ma attraverso l'innovazione"
Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha spiegato così il protocollo d'intesa firmato questa mattina al Palazzo dei Congressi di Firenze insieme alle Università e agli istituti di ricerca presenti in Toscana, al termine della prima sessione di Toscana tech, la due giorni organizzata dalla Regione, dedicata all'industria 4.0 "In Toscana non intendiamo essere competitivi riducendo il costo del lavoro, ma vogliamo esserlo attraverso il valore aggiunto prodotto dall'innovazione. È questo il senso del protocollo d'intesa che abbiamo sottoscritto stamani. Vogliamo mettere in connessione il mondo della ricerca con le imprese. La Regione si pone come facilitatore di questo rapporto e stamani abbiamo preso l'impegno di fare in modo che l'industria toscana sia sempre più competitiva".

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha spiegato così il protocollo d'intesa firmato questa mattina al Palazzo dei Congressi di Firenze insieme alle Università e agli istituti di ricerca presenti in Toscana, al termine della prima sessione di Toscana tech, la due giorni organizzata dalla Regione, dedicata all'industria 4.0.

Rossi ha detto che la Regione ha finanziato il programma attraverso il quale alcuni giovani ricercatori si sono recati nelle piccole e medie imprese toscane per spiegare loro come accedere ai fondi europei: un'iniziativa che ha definito unica e che ha avuto grande successo.

È stata poi la Commissaria europea per le politiche regionali, Corina Cretu, a congratularsi con Rossi per ciò che sta facendo e per la capacità della Toscana di utilizzare interamente i fondi europei, così come è avvenuto nel settenato 2007-2013, citando gli esempi del people mover per il collegamento tra Pisa e il suo aeroporto e la tramvia fiorentina.

"Ho visitato - ha detto Cretu - le Regioni del sud Italia che hanno numerosi problemi nell'utilizzo dei fondi europei e sono felice di essere oggi in Toscana che è un buon alunno dell'Unione europea, perché svolge bene il suo compito. Ho apprezzato il collegamento fatto da Rossi tra innovazione e questione sociale perché ritengo importante non dimenticare alcuno, non lasciare indietro nessuno, né i giovani né le persone più vulnerabili. È "solidarietà" la parola chiave in questo sessantesimo anniversario del Trattato di Roma".

Enrico Rossi ha infine ringraziato la Commissaria per la sua presenza a Firenze, aggiungendo: "l'Europa c'é se si fa vedere e la presenza della Commissaria al Sud e nelle zone terremotate è importante perché ci fa sentire l'Europa più vicina. È quello di cui abbiamo bisogno".


27/02/2017 14.11 Regione Toscana
Redazione di Met Le convenienze e inconvenienze teatrali, opera di Donizetti, in scena all'Opera di Firenze
Martedì 28 febbraio e mercoledì 1 marzo Una pièce operistica per scherzare sul mondo dell’opera: nasce così Le convenienze e inconvenienze teatrali, un capolavoro di autoironia firmato da Gaetano Donizetti, raramente rappresentato, che sarà in scena all’Opera di Firenze martedì 28 febbraio e mercoledì 1 marzo.

Sul palcoscenico sono messe in scena le prove dell’immaginario spettacolo “Romolo ed Ersilia”, con una serie di gag comiche divertenti che coinvolgono l’impresario, il compositore e il librettista e mostrano il lato vanesio dei cantanti, che litigano tra loro per avere uno spazio più importante in scena. Ad interrompere le prove arriva Mamma Agata, la possessiva e intrusiva madre della Seconda Donna, rappresentata da un baritono en travesti: a lei è affidato il brano “Assisa a piè d’un sacco”, parodia dell’aria dell’Otello rossiniano “Assisa a piè d’un salice”. I litigi tra Mamma Agata e la Prima Donna sono esilaranti: vengono rinfacciate parentele e tresche amorose, mentre gli altri cantanti via via scappano. Dopo la fuga della prima donna e del tenore russo-tedesco dal nome impronunciabile, l’Ispettore annuncia l’annullamento dello spettacolo: per evitare di pagare i costi di produzione di tasca propria, tutti se la svignano di soppiatto, lasciando l'Impresario solo e in preda alla disperazione.

Una curiosità: il libretto dell’opera ambienta la scena “al teatrino di Brozzi”, sobborgo di Firenze, in occasione della fiera di Campi Bisenzio.

La rappresentazione all’Opera di Firenze è affidata alla direzione del M° Paolo Ponziano Ciardi, che guiderà l'Orchestra ed il Coro, preparato dal M° Francesco Rizzi, del Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze.

La regia, curata da Francesco Torrigiani, è volta a raccontare «un fallimento dovuto a un sistema di produzione tutto rivolto a un mondo autistico, che parla un linguaggio obsoleto […] privo di una coscienza profonda del valore primo del teatro quale luogo di riflessione collettiva» e si ispira indirettamente a Prova d’orchestra di Federico Fellini. Gli interpreti saranno in scena per rappresentare l’opera in un recente passato o, come suggerisce il regista, negli «anni ’70 come tempo di un racconto passato, di una dinamica relazionale antiquata ma non antica, da modernariato della memoria».

LE CONVENIENZE E INCONVENIENZE TEATRALI
Dramma giocoso in due atti

Libretto di Domenico Gilardoni tratto da Le convenienze teatrali e Le inconvenienze teatrali di Antonio Simone Sografi
Musica di Gaetano Donizetti
Nuovo allestimento in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze

DATE
Martedì 28 febbraio, ore 20:00
Mercoledì 1 marzo, ore 20:00

PREZZI
Platea 1 € 30
Platea 2 € 20
Platea 3 € 15
Palchi e Galleria € 10
27/02/2017 10.18 Redazione di Met
Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana A good american, un film di Friedrich Moser
Un uomo avrebbe potuto evitare l’11 settembre, una storia vera. Lunedì 27 Febbraio, ore 21 (alla presenza di Bill Binney) Un avvincente docu-thriller su un rivoluzionario programma di sorveglianza, la brillante mente dietro ad esso e su come i vertici della NSA (Agenzia per la sicurezza nazionale) abbandonarono questa soluzione rivoluzionaria solo per interessi economici – il tutto tre settimane prima dell’11 settembre.

Dopo la fine della Guerra Fredda, il migliore decodificatore che gli Stati Uniti abbiano mai avuto, Bill Binney, insieme ad un piccolo team all’interno della NSA, inizia a sviluppare un rivoluzionario programma di sorveglianza, chiamato ThinThread, in grado di captare qualsiasi segnale elettronico sulla terra, filtrarlo e fornire risultati in tempo reale, tutto questo senza invadere la privacy. Il programma è perfetto – a parte per un dettaglio: costa troppo poco. Per questo motivo i vertici della NSA lo scaricano.
Il regista austriaco Friedrich Moser racconta la storia di ThinThread e tutte le persecuzioni che Bill Binney e i suoi collaboratori subirono dal momento in cui decisero di rendere pubblica la vicenda e denunciare la NSA per "Violazione della Costituzione degli Stati Uniti d'America".

“A Good American” racconta una delle storie più importanti della società dell’informazione ed esamina i meccanismi interni e i nodi di una perversa rete politico-economica il cui raggio d’azione si estende ben oltre l’America.
Il protagonista sarà presente alla proiezione per introdurre il film

Ingresso: euro 6 (intero), euro 5 (ridotto)
27/02/2017 11.56 Fondazione Sistema Toscana/Mediateca Toscana
Redazione di Met Province: C.Conti, insieme a Metropoli criticità su entrate
Su patto stabilità inadempienti oltre 210 enti (ANSA) - ROMA, 27 FEB - "Persistenti criticità" sul versante delle entrate, soprattutto con riferimento al gettito derivante dalle entrate proprie: lo riferisce la Corte dei Conti per le Province e le Città metropolitane, all'esito degli esercizi 2015, compresa la spesa, il cui andamento ha evidenziato su base annua un incremento degli impegni assunti sulla competenza del 22,86%, riferibile soprattutto alla crescita della spesa per gli investimenti (per effetto, anche, dei maggiori spazi finanziari creati dalla riduzione dell'indebitamento e, quindi, della spesa per il rimborso dei mutui) e meno alla dinamica della spesa corrente (in aumento del 12,63%). Province e Città metropolitane mettono in luce anche una flessione degli impegni della spesa per personale (-9,53%) e per l'acquisto di servizi (-2,11%). Nel mirino anche il patto di stabilità 2015, almeno nella sua ultima applicazione prima del passaggio alla diversa regola fiscale del pareggio di bilancio, che mette in luce l'inadempienza di 64 Province e di 150 Comuni. Degni di interesse anche i primi esiti riferiti al monitoraggio del rispetto del pareggio alla data del al 30 settembre 2016, che ha mostrato criticità nel livello di osservanza, di relativa significatività, considerato che i dati a consuntivo normalmente modificano gli andamenti infrannuali. Inoltre l'andamento dei debiti fuori bilancio registra un'inversione di tendenza rispetto agli anni precedenti: nei Comuni l'importo di quelli riconosciuti si è ridotto da 766,4 a 653,3 milioni di euro (-8,5%), nelle Province e nelle Città metropolitane è passato da 66,1 a 63,6 milioni di euro (-9,6%). L'importo complessivo del disavanzo (al netto dei debiti fuori bilancio) ammonta, nei Comuni, a circa 4 miliardi di euro; nelle Province e nelle Città metropolitane a 121 milioni di euro. Quanto alle gestioni in dissesto, l'analisi dei dati ha evidenziato - informa da ultimo la relazione della Corte dei Conti - "come tali situazioni colpiscano essenzialmente Comuni di piccole dimensioni". In ogni caso il numero degli Enti in pre-dissesto è tornato a crescere sensibilmente nel 2016, dopo la riduzione riscontrata nel 2015.(ANSA).
27/02/2017 17.37 Redazione di Met
Comune di Firenze Il sindaco Nardella ha incontrato in Palazzo Vecchio la commissaria Ue alla Politica regionale Cretu
L'incontro alla presenza dell’assessore Lorenzo Perra e del direttore generale Giacomo Parenti Questa mattina il sindaco Dario Nardella ha incontrato a Palazzo Vecchio la commissaria Ue alla Politica regionale Corina Cretu. L’incontro, che si è tenuto in Sala di Clemente VII e al quale hanno partecipato tra gli altri l’assessore Lorenzo Perra e il direttore generale Giacomo Parenti, è stato “cordiale, concreto e produttivo”, ha detto il sindaco. Che ha aggiunto: “Abbiamo rafforzato la consapevolezza di aumentare sempre più la collaborazione tra le città metropolitane e l’Unione europea. In questo quadro Firenze potrebbe svolgere un ruolo via via più incisivo anche come leader nella definizione delle politiche urbane, in settori molto sentiti dai cittadini come l’ambiente, i trasporti, l’immigrazione, la riqualificazione urbana”. “Ci siamo dati appuntamento per il prossimo 7 marzo a Bruxelles - ha spiegato Nardella - per rendere operativa la collaborazione nell’interesse della città”.
Il 7 marzo il sindaco Nardella sarà nella capitale belga per partecipare al summit dei sindaci sul futuro sul futuro dell’Europa. Con lui saranno presenti tra gli altri i sindaci di Bologna, Venezia, Berlino, Dresda, Leeds, Rotterdam, Stoccolma, Strasburgo, Mannheim e Nantes.
“La commissaria Cretu per noi è un interlocutore strategico perché dalla sua Direzione passano i più importanti finanziamenti legati allo sviluppo delle infrastrutture e allo sviluppo urbano - ha concluso il sindaco -. Questa è l’Europa che ci interessa: non ci interessa l’Europa delle polemiche e delle pastoie burocratiche, ci interessa quella della collaborazione istituzionale, della concretezza e dell’attenzione verso le città”. (fp)


27/02/2017 17.34 Comune di Firenze
Comune di Figline e Incisa Valdarno Al Garibaldi di Figline va in scena lo spettacolo “Enigma”
Appuntamento il 4 e il 5 marzo con Silvano Piccardi e Ottavia Piccolo. Biglietti acquistabili online e in biglietteria Sono disponibili online già da oggi, lunedì 27 febbraio, i biglietti per lo spettacolo “Enigma”, scritto da Stefano Massini e diretto da Silvano Piccardi. In scena al Teatro Garibaldi di Figline (piazza Serristori) il regista stesso, nei panni di protagonista accanto a Ottavia Piccolo, che dopo tre anni di assenza torna in città il 4 e il 5 marzo. È durante la stagione 1987-1988, infatti, che aveva recitato in “L’avventuriero e la cantante” accanto a Corrado Pani.

Quanto ad “Enigma”, invece, si tratta di un dialogo serale tra due personaggi (un uomo e una donna), che portano in scena una rappresentazione all’interno della quale niente significa mai una cosa sola, come suggerisce lo stesso sottotitolo dello spettacolo.

L’unica certezza fornita è il contesto di ambientazione: ci troviamo a Berlino circa vent’anni dopo quel fatidico 9 novembre 1989, quando il Governo della Repubblica Democratica Tedesca (Germania Est) decretò la soppressione del divieto, per i suoi cittadini, di passare liberamente dall’altra parte del muro, che fino ad allora aveva diviso in due la città.

L’appuntamento è fissato per sabato 4 marzo alle ore 21 (abbonamento turno “B”) e per domenica 5 marzo alle ore 16,30 (abbonamento turno “D”). I biglietti potranno essere acquistati online o presso la biglietteria del Teatro, in piazza Serristori. Nel primo caso, saranno acquistabili attraverso il circuito Box office (https://www.boxol.it/it/advertise/enigma/188365) oppure collegandosi direttamente al sito www.teatrogaribaldi.it; nel secondo da mercoledì 1° marzo in orario 9,30-12,30 e 16-19 oppure, in alternativa, presso tutti i box di ingresso dei supermercati UniCoop Firenze (a Figline è in via Ungheria).

Per maggiori informazioni sul programma del Teatro Garibaldi e sulle agevolazioni promosse dall’Assessorato alla Cultura è possibile consultare il sito ufficiale www.teatrogaribaldi.org.
27/02/2017 9.38 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Redazione di Met Tre uomini a piedi lungo la Via degli Dei
Viaggio nell'Appennino con il libro di Paolo Ciampi Natura e cultura unite in un programma che vede al centro un libro e la promozione di un percorso e dei territori che attraversa. E’ la Via degli Dei che lungo l’Appennino, da Bologna giunge a Firenze, ed è protagonista dell’ultimo libro del giornalista e scrittore Paolo Ciampi dal titolo “Tre uomini a piedi”, Ediciclo editore . Un progetto portato avanti con grande determinazione da Pro Loco Vaglia e Pro Loco Area Mugello con la collaborazione di Appennino Slow, Viaggiatori dell’altra montagna gestore della Via degli Dei e il patrocinio delle Pro Loco e dei comuni attraversati : Fiesole, Vaglia, Barberino del Mugello, San Piero a Sieve, San Benedetto Val di Sambro, Monzuno, Sasso Marconi, Bologna e delle città Metropolitane di Bologna e di Firenze . Un programma ricco di incontri che sarà l’occasione per parlare a 360° di uno dei percorsi più interessanti dove storia e natura si compenetrano. Particolarmente atteso l’appuntamento a Vaglia in programma per sabato 4 marzo alle ore 17.00 presso il Centro Polivalente di Vaglia (ex Centro Giovani) in Via Bolognese n.1259 che vedrà la partecipazione di Laura Nencini, Vice sindaco del Comune di Vaglia con delega al turismo, Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione, Stefano Lorenzi di Appennino Slow e Sandro Corona presidente di Pro Loco Vaglia e coordinatore dell’Area Mugello e che per l’occasione sarà preceduto da un “Trekking con l’autore”. Gli amanti dell’escursionismo infatti potranno partecipare all’ultima tappa della via degli Dei che si snoda tra sentieri e carrarecce tra boschi e coltivi del basso Mugello e che porterà alla Badia del Buonsollazzo fino a raggiungere Vaglia. Il percorso della lunghezza di 9,5 km prevede 3 ore di percorrenza incluse le soste, la partecipazione è gratuita e chi fosse interessato può mettersi in contatto entro mercoledì 1 marzo direttamente con la guida ambientale Elena Beleffi ( elena.beleffi@gmail.com).

Di seguito il programma delle presentazioni :

2 marzo Fiesole

Sala Consiliare h 17.30

p.zza Mino da Fiesole 24

Intervengono:

Anna Ravoni Sindaco di Fiesole

Alessandro Vergari Walden Viaggi



4 marzo Vaglia

Centro Polivalente h 17.00

v. Bolognese 1259, Vaglia

Intervengono:

Laura Nencini Vice-Sindaco e Ass. al Turismo

Alberto Peruzzini Dir. Toscana Promozione

Stefano Lorenzi Appennino Slow



18 marzo Barberino di M.llo

Centro Civico h 17.00

v. A. Vespucci 18

Intervengono:

Sara di Maio Vice Sindaco

Ida Cecchi Pro Loco per Barberino



25 marzo San Piero a Sieve

Oratorio della Compagnia h 17.00

Interviene:

Sauro Bani Pro Loco San Piero a Sieve



8 aprile S. B. val di Sambro

Biblioteca Comunale h 17.30

Interviene:

Ermanno Pavesi Vice Sindaco di Monzuno



21 aprile Monzuno

Circolo di Monte Adone h 17.30

Loc. Brento

Interviene:

Ermanno Pavesi Vice Sindaco



6 maggio Sasso Marconi

Sala Mostre R. Giorgi h 17.30

p.zza de’ Martiri

Interviene:

Mirco Turini Assessore al Turismo



13 maggio Bologna

Libreria Coop h 17.30

Centro Borgo v. M.E. Lepido

Interviene:

Enrico Neri Cartografo Via degli Dei
27/02/2017 13.35 Redazione di Met
Comune di Firenze Tramvia, chiuso il Ponte Mariti per prove di carico
Martedì 28 febbraio dalle ore 6:00 Scatterà domani alle 6 la chiusura del Ponte Mariti. Il provvedimento, nell’ambito dei lavori della linea 2 della tramvia, è necessario per effettuare le prove di carico. Il ponte sarà chiuso, anche per i pedoni, fino alle 24. Dall'impresa si sottolinea che non è stato possibile effettuare il test di domenica per problemi organizzativi dei carici tecnici e di laboratorio. I percorsi alternativi saranno segnalati da numerosi cartelli: per i veicoli provenienti da viale Guidoni in ingresso città e diretti verso via Mariti e Careggi utilizzeranno via Forlanini, via del Ponte di Mezzo, via Mariti per rientrare in piazza Dalmazia. Stesso itinerario per i veicoli provenienti da via Novoli (ingresso città). Chi arriva da viale Redi e diretti in via Mariti e verso Careggi dovranno usare il Ponte Doni, via Circondaria, via Buonsignori, via Mariti per arrivare in piazza Dalmazia. I mezzi soccorso in arrivo da Novoli e diretti a Careggi potranno utilizzare anche la corsia preferenziale di via Maragliano, svoltare su Ponte Doni per poi riprendere l’itinerario precedente. Infine i pedoni provenienti da viale Redi e diretti in via Mariti dovranno utilizzare il Ponte Doni. (mf)
27/02/2017 14.00 Comune di Firenze
Unione Montana dei Comuni del Mugello Sulla Sieve a far rafting, 2° raduno "Sentieri blu in Mugello e Valdisieve"
L'appuntamento per sportivi, appassionati e curiosi è per il 4 e 5 marzo Sulla Sieve si fa rafting. Si avvicina il 2° raduno “Sentieri blu in Mugello e Valdisieve”, l’evento sportivo, in programma i prossimi 4 e 5 marzo, che prevede la discesa del fiume Sieve in rafting, kayak, canoa e sup. Lo organizza T-rafting, compagnia di rafting gestita da Aquaterra Asd di Firenze, col patrocinio di Uisp Area nazionale Acquaviva, Unione montana dei Comuni del Mugello, Unione dei Comuni di Valdarno e Valdisieve, Comune di Dicomano, oltre alla collaborazione di altri partner. Un’occasione per conoscere più da vicino gli sport fluviali ma anche per vivere il territorio, e la natura, lungo la “strada blu” che lo attraversa. E che la campionessa Costanza Bonaccorsi ha più volte solcato per i suoi allenamenti.
La discesa si svolge su tratti facili, adatta quindi anche ai praticanti con poca esperienza e a tutti i tipi di imbarcazione e consiste in un week end multi sport di “acqua viva”, ovvero nella discesa del fiume Sieve dalla località Ponte a Vicchio fino a Scopeti (Rufina) con gommoni da rafting, kayak, canoa canadese, canoe gonfiabili, Sup, nei territori del Mugello e della Val di Sieve, in totale sicurezza”. Le tappe: tappa 1 sabato 4 marzo (9 Km circa di lunghezza), con partenza dalla località Ponte a Vicchio fino a Dicomano; tappa 2, domenica 5 marzo (7 Km circa di lunghezza) con imbarco a Dicomano e sbarco a Scopeti, nei pressi di Rufina.
Per maggiori informazioni sull’evento sportivo e le condizioni di partecipazione: www.t-rafting.com; http://www.t-rafting.com/programmi/raduno-sentieri-blu-mugello-val-sieve-2017/?instance_id=802
27/02/2017 13.35 Ufficio Stampa Unione Comuni Mugello

Regione Toscana Sanità: sindromi neuropsichiatriche acute nei bambini, un convegno in Consiglio regionale
“Pandas e Pans: quando i patogeni infiammano il cervello dei bambini”, martedì 28 febbraio alle 9.30 nell’auditorium del palazzo del Pegaso. Con il presidente Eugenio Giani e l’assessore regionale Stefania Saccardi Un convegno in Consiglio regionale su due malattie autoimmuni che colpiscono i bambini: gli acronimi sono Pandas e Pans e indicano disturbi neuropsichiatrici autoimmuni e acuti, che si manifestano a seguito di infezione da streptococco. “Pandas e Pans: quando i patogeni infiammano il cervello dei bambini”, questo il titolo del convegno. L’appuntamento è per martedì 28 febbraio, a partire dalle 9.30 all’auditorium del palazzo del Pegaso (via Cavour, 4). Interverranno il presidente del Consiglio toscano, Eugenio Giani e l’assessore regionale Stefania Saccardi. Si tratta di patologie non ancora ufficialmente riconosciute dalla comunità scientifica internazionale, ma diagnosticate in circa mille bambini in Italia. La sindrome si presenta all’improvviso, generalmente dopo un’infezione streptococcica: otiti, faringiti, tonsilliti, bronchiti, infezioni cutanee. Colpisce principalmente i bambini dai 3 ai 14 anni. I sintomi sono di tipo neuropsichiatrico, tra i quali tic motori e vocali, aggressività, iperattività, isolamento, depressione, cambi repentini di umore, e altri sintomi meno frequenti, che compaiono nell’arco di poche ore.

Il convegno vedrà la partecipazione della dottoressa Madeleine Cunningham, Ph.D. all’Health Sciences Center della Oklahoma University, che nel prosieguo della giornata terrà anche una lezione per medici all’Università degli Studi di Firenze. L’introduzione dei lavori sarà affidata a Giuliana Galardini, presidente dell’associazione Pandas Italia. Con la dottoressa Cunningham interverranno Fernanda Falcini pediatra reumatologo all’Università di Firenze e Marco Matucci Cerinic, professore ordinario, Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica. Sarà proiettato il film ‘Special Mothers’ di Marco Bricco e Grazia Fallarini. Per i genitori e i medici, che impegnati a ottenere il riconoscimento della patologia, il convegno di martedì rappresenta un segno di apertura da parte delle istituzioni per una sindrome neuropsichiatrica, che può essere anche molto grave.

La data prescelta non è casuale, il 28 febbraio è la Giornata mondiale delle malattie rare. Il convegno è organizzato dalla Regione Toscana, in collaborazione con l’associazione di volontariato Pandas Italia, attiva dall’agosto 2010. (s.bar)
27/02/2017 12.23 Regione Toscana
Comune di Empoli ‘Evolviamoci’ sbarca alla ‘Fucini’: la prima giornata dedicata a Darwin
Un ‘Darwin Day’ empolese nel ricordo delle sue scoperte, della teoria sull’evoluzione, con seminari, conferenze su vari temi, approfondimenti laboratoriali, mostre fotografiche, esposizione di reperti e vivarium. Sabato 4 marzo, dalle 16 alle 19, nei locali della biblioteca comunale di Empoli
Per la prima volta a Empoli ecco il ‘Darwin Day’ organizzato dalla biblioteca comunale ‘Renato Fucini’, in collaborazione con l’associazione Vivascienza, il Museo Paleontologico cittadino e alcuni esperti, divulgatori e appassionati. Un’intera giornata dedicata a Charles Darwin dal titolo “Evolviamoci! Una giornata con Darwin e la teoria dell’evoluzione” l’appuntamento è sabato 4 marzo 2017, dalle 16 alle 19 con l’apertura straordinaria dei locali della biblioteca e del Cenacolo degli Agostiniani. L’ingresso è libero, ma è gradita la prenotazione.

Un’iniziativa riservata in particolare ai giovani, ma che sarà altrettanto molto interessante e appassionante anche per gli adulti, ricca di interessanti e vari spunti di riflessione, a partire da seminari e conferenze su vari temi, approfondimenti laboratoriali, mostre fotografiche, esposizione di reperti e vivarium delle principali specie di insetti e rettili.

Da tempo il mondo anglosassone commemora la nascita di Charles Robert Darwin che ricorre il 12 febbraio (Shrewsbury, 12 febbraio 1809 – Londra, 19 aprile 1882), il naturalista inglese che ha ridisegnato la visione della vita, con conferenze, incontri, dibattiti, eventi che celebrano i valori della ricerca scientifica e del pensiero razionale darwiniano.

Dal 2003 l’Uaar (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti) programma il ‘Darwin Day’ anche in Italia con scienziati, docenti e giornalisti scientifici.



CHI E’ STATO CHARLES ROBERT DARWIN – E’ stato un biologo, naturalista e illustratore britannico, celebre per aver formulato la teoria dell'evoluzione delle specie animali e vegetali per selezione naturale agente sulla variabilità dei caratteri ereditari, e della loro diversificazione e moltiplicazione per discendenza da un antenato comune.



PROGRAMMA DELLA GIORNATA - La mattinata sarà riservata alle scuole secondarie di primo grado: gli insegnanti potranno accompagnare le classi in una avvincente visita guidata in esclusiva. Mentre il pomeriggio è tutto per l’utenza libera, che potrà recarsi in biblioteca anche per usufruire dei servizi di prestito e consultazione, data l’apertura straordinaria di tutte le sezioni dalle 16 alle 19. Tutti i collaboratori dell’iniziativa hanno già in passato contribuito al programma di promozione della cultura scientifica promosso dalla biblioteca comunale “Renato Fucini”.



CHI SONO I COLLABORATORI - Gli esperti dell’Associazione GeA Geologia e Ambiente che curano i laboratori del Museo Paleontologico; David Caponi, presidente dell’Associazione Vivascienza che ha proposto nel 2016 i laboratori alla scoperta dei rettili, degli insetti e dei rapaci; Simone Terreni, giovane imprenditore empolese che tra ottobre e febbraio ha condotto alla Fucini il fortunato ciclo di incontri di divulgazione sulle tecnologie “Dai segnali di fumo ai social”; Massimo Brizzi, noto fotografo naturalista, che ha già esposto in biblioteca nel ciclo “La Biblioteca a scatti”. Insieme a loro, alla loro prima collaborazione, i biologi Simone Rizzuto e Andrea Vannini dell’Associazione Komorebi, Ambiente Nutrizione Benessere.







CONFERENZE



A Bordo del Beagle: il viaggio che sconvolse il mondo (a cura di Simone Terreni)

Guardare le cose da un’altra prospettiva, capovolgere il punto di vista comune, chiedersi il “perché”: è partendo da questi concetti che tanti uomini hanno dato vita a innovazioni che hanno condizionato per sempre le nostre esistenze.

Durante lo Storytelling, verrà raccontata la storia del viaggio che sconvolse il mondo: dall’annotazione delle osservazioni delle specie viventi che incontrava, Darwin elaborò il libro “L’Origine delle Specie” che tutti noi oggi conosciamo. Applicando il metodo di Darwin all’osservazione della condizioni metereologiche, Fitzroy rese per primo disponibili al grande pubblico le previsioni meteorologiche. Se da un lato Darwin era il genio, Fitzroy rappresentava la persona comune che, influenzata dal genio, rende migliore il mondo dopo aver cancellato i suoi preconcetti e cambiato idea sull’innovazione.

Scopo dell’incontro è dimostrare come chi osserva con metodo, chi studia, chi si applica con obiettività riesce ad innovare e a cambiare la realtà circostante.



Dieta: da Homo Sapiens a “Homo Sedentarius” (a cura di Simone Rizzuto)

La specie umana si è evoluta a partire da popolazioni di cacciatori-raccoglitori, fino a formare una società sedentaria caratterizzata da individui inattivi e sovrappeso.

Questo viaggio nella storia della cultura umana dell’alimentazione vi spiegherà come si alimentava il nostro antenato Homo Sapiens, e come le abitudini alimentari si siano evolute nel corso della storia fino ad arrivare alla Dieta mediterranea e ad una alimentazione attuale prevalentemente “occidentalizzata”. È giusto farsi condizionare dalla dieta americana? Ci possiamo permettere di perdere le tradizioni culinarie? Possiamo prendere spunto dalle abitudini alimentari dei nostri antenati?



Becchi, carapaci e conchiglie: gli animali che hanno insegnato l’evoluzione a Darwin (a cura di Andrea Vannini)

Prima di essere scienziato e filosofo Darwin era soprattutto un appassionato della natura e della biodiversità. Quali sono le specie che hanno ispirato la teoria dell’evoluzione? In che modo hanno “insegnato” a Darwin che le specie rispondono alle sfide dell’ambiente?

Uccelli, tartarughe e chiocciole. Gli animali dimenticati che hanno cambiato la storia della scienza. I viaggi di Darwin e le sue osservazioni. L’evoluzione agisce anche intorno a noi? Quali sono gli animali che si stanno evolvendo sotto i nostri occhi?



MOSTRE ED ESPOSIZIONI

L’Associazione Vivascienza organizzerà isole tematiche espositive dedicate a rettili e artropodi, proponendo come suo solito un’area vivarium che saprà affascinare grandi e piccini.

Il presidente, David Caponi, ottimo divulgatore e appassionato naturalista accompagnerà i partecipanti in un viaggio alla scoperta dei punti forti di specie ed esemplari con cui si ha poca dimestichezza. Uno spazio espositivo sarà invece dedicato all’evoluzione umana, con modelli e calchi di crani e scheletri.

Il fotografo naturalista empolese Massimo Brizzi esporrà invece scatti stupefacenti dell’infinitamente piccolo, e accompagnerà i ragazzi nell’esplorazione al microscopio di inconsueti esemplari.



LABORATORI



Le strategie evolutive dei fringuelli (a cura di GeA – Geologia e Ambiente)

Partendo dallo studio di Darwin sulle diverse tipologie del becco dei fringuelli, cercheremo di comprendere come l'evoluzione sia stata importante in queste isole e abbia permesso la nascita di ben 18 specie diverse di fringuelli con caratteristiche specifiche e differenti tipologie di alimentazione. Il tutto sarà introdotto da un racconto a cui seguirà un laboratorio per bambini che porterà alla costruzione del disco " Giraevoluzione".



A ciascuno il suo cibo (coordinamento di Simone Rizzuto)

Gioco interattivo consistente nel fare riconoscere ai bambini determinati tipi di alimento e metterli in relazione ad un preciso popolo o periodo storico. Lo scopo è quello di insegnare ai bambini a riconoscere le diverse culture presenti sulla Terra, e a relazionarle con le diverse culture alimentari.



Rettili striscianti (a cura di Vivascienza)

Impariamo a conoscere i serpenti in modo meno aggressivo



Evolviamoci! L’evoluzione umana dall’Homo sapiens a oggi (a cura di Vivascienza)



E dai, evolviti (a cura di Filippo Bucelli)

Un divertente laboratorio divulgativo e creativo per esplorare l’evoluzione.



Ciascuna specie ha la sua casa (coordinamento di Andrea Vannini)

Gioco interattivo consistente nel fare riconoscere ai bambini determinate specie animali, mettendole in relazione ai vari tipi di ambienti naturali presenti sulla Terra. In modo da insegnare ai bambini a riconoscere gli animali e a capire quali sono gli adattamenti che permettono loro di vivere in un certo ambiente.



PER I PIU’ PICCOLI

Una divertente attività di lettura e laboratorio sarà dedicata anche agli utenti più piccoli, che potranno giocare a trasformarsi nei loro animali preferiti e calarsi nella parte dei personaggi più insoliti degli albi illustrati della Sezione Ragazzi.



COME SI PARTECIPA - L’ingresso è libero e gratuito. Per partecipare ai laboratori è necessario essere iscritti alla biblioteca. L’iscrizione è gratuita e necessita di documento di identità e tessera sanitaria. Si può effettuare l’iscrizione sabato stesso, in pochi minuti.

Le attività si svolgeranno nei locali della biblioteca. Durante tutta la giornata sarà possibile che alcune postazioni di studio non siano disponibili per gli utenti.

La prenotazione è gradita.

Info e prenotazioni: 0571/757873 – biblioteca@comune.empoli.fi.it



Il programma completo:



CONFERENZE

A bordo del Beagle

Ore 16/16.45

massimo di partecipanti: 90 persone

Target: ragazzi e famiglie



Becchi, carapaci e conchiglie: gli animali che insegnarono l’evoluzione a Darwin

Ore 17/17.45

massimo di partecipanti: 90 persone

Target: ragazzi e famiglie



Dieta: da Homo Sapiens ad “Homo Sedentarius”

Ore 18/18.45

massimo di partecipanti: 90 persone

Target: adulti



LABORATORI:

Travestiti dal tuo animale preferito

(attività di laboratorio della Sezione Ragazzi per bambini dai 3 ai 6 anni)

Ore 16/16.30



Le strategie evolutive dei fringuelli

Ore 16/17 – 17/18 – 18/19

Target: ragazzi e famiglie

A ciascuno il suo cibo

Ore 16.30/17

Target: ragazzi e famiglie



Rettili striscianti: impariamo a conoscere i serpenti in modo meno aggressivo

Ore 16.30/17 – 17.30/18

Target: ragazzi e famiglie



Evolviamoci! L’evoluzione umana dall’Homo Sapiens ad oggi

Ore 17/17.30 – 18/18.30

Target: ragazzi e famiglie



Il Paese dei mostri selvaggi

(lettura animata con il teatrino delle storie 4/8 anni)

Ore 17/17.30

Target: ragazzi e famiglie



E dai, evolviti!

Ore 18/18.30

Target: ragazzi e famiglie



Ciascuna specie ha la sua casa

Ore 18.30/19

Target: ragazzi e famiglie
27/02/2017 12.52 Comune di Empoli
Asl Toscana Centro Martedì alla Lilly un ospedale da campo
Per 300 vaccinazioni contro il Meningocco C Domani martedì 28 febbraio sarà allestito un vero e proprio ospedale da campo con quattro postazioni sanitarie per la somministrazione di 300 dosi di vaccino contro il Meningocco C, all’interno della Lilly Campus, l’azienda che produce farmaci biotecnologici con sede a Sesto Fiorentino.

Alle 12,30 saranno presenti diverse autorità e tra queste il Sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi, il direttore sanitario dell’Azienda USL Toscana Centro Roberto Biagini, il Comandante dell’VIII Centro di Mobilitazione CRI di Firenze Col. Giampiero Alessandro oltre alla dirigenza dell’Azienda Lilly campus.

L’iniziativa è stata realizzata grazie al contributo della CRI che allestirà le postazioni per la somministrazione del vaccino (di cui 70 già prenotati per il personale delle aziende che operano continuativamente all’interno del Lilly Campus), nell’arco dell’intera giornata (dalle ore 9.00 alle ore 19.00 con orario continuato). I vaccini saranno dispensati anche alla popolazione esterna alla Lilly che avevano effettuato la prenotazione tramite Cup.
27/02/2017 11.46 Asl Toscana Centro
Comune di Dicomano “Dicomanociock” appuntamento con i maestri cioccolatieri
Musica animazione, dolcezza ed interessanti occasioni per lo shopping sabato 4 e domenica 5 marzo Due giorni di dolcezza, musica ed animazione: sabato e domenica 4 e 5 marzo prossimi ci sarà nel centro storico “Dicomanociock”, una festa interamente dedicata al cioccolato.
È la prima volta che Dicomano ospita questa particolare iniziativa che vedrà protagonisti assoluti i maestri cioccolatieri. Ci sarà cioccolato di grande qualità e di tante varietà: al latte, bianco, con nocciole, fondente, al peperoncino e molto altro, capolavori di bontà nati dalla passione dei maestri cioccolatieri. Insieme a loro anche il team di “Cuochi si nasce” che si cimenterà nella produzione di deliziosi dolcetti, naturalmente a base di cacao.
Il programma dei due giorni prevede sabato mattina il consueto mercato settimanale, che in occasione della manifestazione sarà rimodulato e, per tutta la domenica, in via Dante Alighieri i commercianti del Centro Commerciale Naturale organizzeranno “Lo sbaracco” una vendita straordinaria a prezzi molto vantaggiosi. Oltre a questo saranno presenti alcune bancarelle con prodotti artigianali, il tutto, naturalmente, allietato da musica ed animazione.
"Uno degli obiettivi di questa Amministrazione – spiega Donatella Turchi, Assessore allo Sviluppo Economico - è sicuramente quello di incrementare le occasioni di incontro tra e con i cittadini proponendo, insieme agli eventi della tradizione, nuove occasioni per stare insieme e per divertirsi. Dicomanociock è la festa per tutti perché la cioccolata è la regina delle golosità per grandi e piccini".


27/02/2017 13.43 Comune di Dicomano
Comune di Cerreto Guidi Sbandieratori in gara a Cerreto Guidi
La nona edizione del Torneo indoor è in programma domenica 5 marzo al Palazzetto dello sport L’Associazione Storico Culturale Caracosta, in collaborazione con la F.I.Sb. (Federazione italiana sbandieratori) e avvalendosi del patrocinio del Comune di Cerreto Guidi, organizza il IX° Torneo Indoor “Città di Cerreto Guidi”.

La manifestazione, articolata nelle specialità di singolo, coppia e piccola squadra under 15 e singolo, coppia e piccola squadra assoluti, si svolgerà domenica 5 Marzo 2017, presso il Palazzetto dello Sport di Cerreto Guidi.

Il programma prevede, alle ore 9, l’arrivo dei gruppi partecipanti, mentre l’inizio della manifestazione è fissato per le ore 10, preceduto dal saluto del vicesindaco e assessore allo sport del Comune di Cerreto Guidi.

“Anche quest’anno la contrada Caracosta è riuscita a riproporre lo svolgimento del torneo che ormai da anni promuove con ottimi risultati, sia per la perfetta organizzazione sia per la nutrita partecipazione delle squadre . E’dunque un onore per questa Amministrazione – commenta Serena Buti- partecipare anche quest’anno all’ evento e collaborare con la contrada per la perfetta riuscita dello stesso. Fa piacere inoltre constatare come tutta l’ attività che la contrada svolge nel corso dell’anno con il gruppo sbandieratori trovi poi riconoscimento in gare come questa confermando l’importanza del lavoro svolto quotidianamente”.

La competizione andrà avanti per tutta la mattinata e parte del pomeriggio.

Alle ore 17 avrà luogo la cerimonia di premiazione con la proclamazione dei vincitori e i premi attribuiti ai primi tre classificati di ciascuna specialità.

Come già accaduto in occasione delle precedenti edizioni, si annunciano numerosi i gruppi in arrivo da tutta Italia per partecipare al Torneo Indoor “Città di Cerreto Guidi” che è una delle occasioni ufficiali con le quali Cerreto Guidi tiene viva la storica presenza degli sbandieratori nel borgo mediceo.
27/02/2017 16.49 Comune di Cerreto Guidi
Comune di Firenze Torna la Domenica Metropolitana
5 marzo, il programma completo Anche la Domenica Metropolitana di marzo offre numerose proposte per la scoperta e la fruizione dei Musei Civici Fiorentini, realizzate grazie al sostegno di Giotto-FILA e di Mukki: oltre al ricco ventaglio di percorsi in Palazzo Vecchio - che include una visita tematica sulla Sala delle Carte geografiche - si segnalano le visite a Cappella Brancacci, Fondazione Romano e Santo Spirito, Museo Bardini e Museo Novecento, mentre per le famiglie sono in programma , l’attività Animali di pietra presso la Fondazione Romano e quella sul Blu al Museo Bardini, gli atelier sul disegno animato al Museo Novecento e quelli sull’affresco e sulla decorazione a grottesca in Palazzo Vecchio; e ancora in Palazzo Vecchio Il Palazzo gioca, Vita di corte, la Favola della tartaruga con la vela e Per fare una città ci vuole un fiore.

Sono inoltre in programma le visite accompagnate presso il Museo del Bigallo alle h9.30, 10.30, 11.30 e 12.30 (Piazza San Giovanni 1, prenotazione obbligatoria, tel. 055-288496) e presso il Museo della Misericordia alle h15.15 e alle h16.30 (Piazza Duomo, prenotazione obbligatoria, tel. 055-239393).

Si ricorda che tutte le visite guidate e le attività sono gratuite per i cittadini residenti nella città metropolitana di Firenze e la prenotazione è obbligatoria. All’atto della prenotazione è possibile riservare un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone.

Senza prenotazione sono gli *accessi ai Musei Civici Fiorentini.

Museo di Palazzo Vecchio (orario 9.00/19.00), **Torre di Arnolfo (orario 10.00/17.00, 30 persone ogni mezz’ora), Scavi archeologici di Palazzo Vecchio (orario 9.00/19.00, 25 persone ogni mezz’ora), Santa Maria Novella (orario 13.00/17.30), Museo Stefano Bardini (orario 11.00/17.00), Fondazione Salvatore Romano (orario 13.00/17.00), Museo Novecento (orario 11.00/19.00), Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine (ingressi 13.00/17.00, ultimo accesso ore 16.15, 30 persone ogni mezz’ora), Museo del Ciclismo Gino Bartali (Ingressi 10.00/16.00).

Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura.
  • Gli accessi sono disponibili fino ad esaurimento posti per motivi di sicurezza.
**In caso di pioggia la Torre di Arnolfo resterà chiusa al pubblico per motivi di sicurezza. Sarà accessibile il camminamento di ronda.
27/02/2017 9.29 Comune di Firenze
Comune di Tavarnelle Val di Pesa Edizione speciale del Passignano per ringraziare il pompiere-eroe Riccardo Leoncini
La mozione del gruppo di maggioranza è stata approvata all’unanimità. L’iniziativa sarà organizzata nelle prossime settimane Un’edizione speciale del Premio Il Passignano dedicata ad un eroe nostrano, il vigile del fuoco originario di Tavarnelle Riccardo Leoncini che ha prestato soccorso all’Hotel Rigopiano di Farindola in Abruzzo. L’iniziativa nasce da un‘idea del consigliere Francesco Tomei, espressa in una mozione presentata dal gruppo di maggioranza Centrosinistra Tavarnelle e approvata all’unanimità dal Consiglio comunale. Il gruppo chiede al sindaco David Baroncelli e al presidente del Consiglio comunale Alberto Marini di istituire un’occasione attraverso la quale nel corso delle prossime settimane riconoscere pubblicamente il valore del concittadino che, assieme alla squadra dei pompieri, ha tratto in salvo alcune persone sommerse dalla valanga di Rigopiano.

“Riccardo Leoncini – afferma Francesco Tomei – rappresenta un esempio per tutti noi, un uomo coraggioso, altruista, generoso, al quale va la nostra più profonda stima e gratitudine per aver sostenuto concretamente e con le proprie capacità professionali e umani le popolazioni colpite dal terremoto del centro Italia”. “E’ una proposta che abbiamo accolto - fa sapere il presidente Marini - anche per gli scopi e lo spirito cooperativo con cui il Premio Il Passignano, che premia l’impegno culturale, sociale, sportivo e legato alla solidarietà di cittadini, gruppi e associazioni, nasce e si porta avanti da numerose edizioni. L’approvazione è stata unanime e sostenuta da tutte le parte politiche”. L’evento, al momento in fase organizzativa, si terrà nelle prossime settimane. Il gruppo di maggioranza ha chiesto inoltre di istituire una giornata da dedicare alla solidarietà e di riconoscere alle varie associazioni presenti sul territorio il valore e l’impegno dimostrato in situazioni di emergenza.
27/02/2017 9.13 Comune di Tavarnelle Val di Pesa
Comune di Certaldo Martedì grasso: a Certaldo c'è il Carneval-teatro di strada
Trampolieri, maghi, bolle e street band Martedì 28 Febbraio 2017, dalle ore 15 circa al tramonto, il borgo medievale di Certaldo si riempie di musica, giochi e colori con il tradizionale Carnevale organizzato dalla Associazione Centro Storico Certaldo Alto, in collaborazione con Istituto Comprensivo e Comune di Certaldo.

Anche quest'anno è previsto un ricco programma di eventi, che pesca a piene mani nel teatro di strada, dalla musica ai trampoli spaziando per la magia e i giochi di animazione.

Un carnevale pensato per i ragazzi ma che non mancherà di divertire anche tutti gli adulti.

Ecco quindi in pista la Zastava Street Band, banda itinerante che dalla Maremma arriva a Certaldo ed è ben conosciuta al grande pubblico di Mercantia, così come conosciuti sono la Compagnia del Drago Nero che si esibirà in evoluzioni dui trampoli e giochi vari. La magia delle bolle vedrà poi protagonisti il Mago Dartagnan, mentre i giochi e l'animazione saranno messi in campo dal Clown Fagiolino.

Si ricorda anche che per gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Certaldo e tutti gli altri bambini partecipanti al Carnevale, si può arrivare in Certaldo Alto anche partecipando al corteo che alle ore 14.30 partirà dalla Scuola Media per Certaldo Alto, al seguito della Zastava Street Band.
27/02/2017 9.17 Comune di Certaldo
 
 




Vai al contenuto