Login

MET

Met - News dalle Pubbliche amministrazioni della Toscana centrale

News dalle Pubbliche Amministrazioni
della Città Metropolitana di Firenze icona met


IN PRIMO PIANO....

Città Metropolitana di Firenze Notiziario della viabilità di lunedì 22 aprile 2024
Principali cantieri previsti sulle strade della Città Metropolitana di Firenze Novità

Mugello

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per lavori di demolizione del ponte e successiva ricostruzione, Chiusura al transito e deviazione della circolazione sulla variante di cantiere, nel tratto dal km 27+850 al km 28+000 circa nel Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 12/01/2025.

Sulla strada provinciale 20 Modiglianese per eventi meteorologici del 16 e 17 maggio 2023, Confermata chiusura, nel tratto compreso tra l´intersezione con la SP29 e la località Abeto nel Comune di Marradi, fino al 31/12/2024.
(data indicativa e comunque fino a ripristino della viabilità)

Sulla strada provinciale 29 traversa di Lutirano per eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, Chiusura confermata, nel tratto dal Km 3+500 fino al confine regionale, fino al 31/12/2024.
(data indicativa e comunque fino a ripristino della viabilità)

Sulla strada provinciale 610 Selice-Montanara Imolese per valutare consistenza di tutte le opere costituenti il ponte, senso unico alternato con orario 07:00/18:00 nel Comune di Firenzuola, nel tratto dal km 65+000, fino al 31/12/2024.
(data indicativa e comunque fino a termine lavori). Integrazione dall'ordinanza 1574 del 01/06/2023

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per Eventi meteorologici del 16 e 17 maggio 2023, senso unico alternato, nel tratto in prossimità del km 48+000 Comune Borgo San Lorenzo, fino al 31/12/2024.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 477 dell'Alpe di Casaglia per eventi meteorologici del 16 e 17 maggio 2023, Transito consentito ai veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa superiore, nel tratto dal km 2+800 al km 16+000 nei comuni di Borgo San Lorenzo e Palazzuolo sul Senio, fino al 31/12/2024.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 306 Casolana-Riolese per eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, transito consentito ai veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa superiore, nel tratto fra il confine di regione e il km 35+500 e dal km 37+200 (centro abitato di Palazzuolo) al km 48+500 (intersezione con la SR302) nei Comuni di Palazzuolo sul Senio e Marradi, fino al 31/12/2024.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 32 della Faggiola per eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, Circolazione consentita a tutti i veicoli di massa complessiva non sup. a 35 q.li, con orario 05:30/21:00, mezzi soccorso e pubblica utilità e H24 a tutti i mezzi impegnati nel ripristino viabilità, nel tratto dal km 0+000 al km 18+150 nei comuni di Firenzuola e Palazzuolo sul Senio, fino al 31/12/2024.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche e integrazioni alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 58 Piancaldolese per eventi metereologici del 16 e 17 Maggio 2023, transito consentito a tutti i veicoli di massa complessiva non sup a 20 ton, ai mezzi di soccorso, mezzi di pubblica utilità e mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa superiore, nel tratto tra l´intersezione con la SP117 e il confine di Regione nel Comune di Firenzuola, fino al 31/12/2024.
(Data indicativa e comunque fino al termine lavori)

Sulla strada provinciale 20 Modiglianese per eventi meteorologici del 16 e 17 maggio 2023, Transito consentito ai veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa superiore, nel tratto dal km 0+900 al confine con la SP29, fino al 31/12/2024.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche e integrazioni alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 29 traversa di Lutirano per eventi meteorologici del 16 e 17 Maggio 2023, transito consentito a tutti i veicoli di massa complessiva non sup. a 20 ton, ai mezzi di soccorso, ai mezzi di pubblica utilità e ai mezzi impegnati nel ripristino della viabilità anche di massa supe, nel tratto tra il Km 0+000 e il Km 3+500 nel Comune di Marradi, fino al 31/12/2024.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifiche e integrazione alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023, 1568 del 31/05/2023 e 1574 del 01/06/2023

Sulla strada provinciale 58 Piancaldolese per Eventi meteorologici del 16 e 17 maggio, chiusura al transito-parzializzazione della circolazione: consentita a tutti i veicoli di non superiore a 35 q.li, con orario 05:30/21:00 e a tutti i mezzi di pubblica utilità anche oltre 3,5 tonn., nel tratto dall´intersezione con la SP117 fino al confine di regione, fino al 31/12/2024.
(Data indicativa) e comunque fino a termine lavori. Modifica alle ordinanze 1453 del 19/05/2023, 1454 del 21/05/2023 e 1568 del 31/05/2023

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per lavori di demolizione e successiva ricostruzione del ponte, senso unico alternato, nel tratto dal km 27+850 al km 28+000 circa nel Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 29/11/2024.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per lavori di demolizione e successiva ricostruzione del ponte, divieto di transito in entrambi i sensi di marcia, per i veicoli aventi massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, nel tratto al km 27+930nel Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 29/11/2024.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per cedimento del muro di sostegno del corpo stradale, senso unico alternato, nel tratto dal km 24+500 al km 24+700 circa loc.Faltona nel Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 30/06/2024.

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per ripristino del manto stradale, senso unico alternato con orario 8:00/18:00, nel tratto fra le progressive chilometriche 11+800 e 29+620 comune di Calenzano e Barberino di Mugello, fino al 31/05/2024.

Sulla strada regionale 302 Brisighellese-Ravennate per lavori di manutenzione straordinaria per il consolidamento del ponte, chiusura al transito con deviazione sulla strada comunale di Casaglia, nel tratto fra le progressive chilometriche 50+900 e 51+420 Comune di Borgo San Lorenzo, fino al 15/05/2024.

Sulla strada provinciale 551 traversa del Mugello per realizzazione di muro di sostegno, senso unico alternato orario 22:00/06:00, nel tratto dal km 13+800 al km 13+900, circa nel Comune di Vicchio, fino al 15/05/2024.
Proroga ordinanza n. 3511 del 21/12/2023

Sulla strada provinciale 551 traversa del Mugello per ripristino del muro di sostegno a valle della strada, senso unico alternato con orario 08:00/17:00, nel tratto al Km 16+600 nel Comune di Vicchio Frazione la Ginestra, fino al 10/05/2024.

Sulla strada provinciale 503 del Passo del Giogo per lavori per conto di Fastweb SPA, senso unico alternato con orario 08:00/18:00, nel tratto al km 31+105 nel comune di Scarperia e San Piero, fino al 30/04/2024.

Sulla strada provinciale 551 traversa del Mugello per completare i lavori nell´area della rotatoria, senso unico alternato, nel tratto presso la rotatoria al km 14+400 circa, intersezione con Viale Beato Angelico, nel Comune di Vicchio, fino al 30/04/2024.

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per cedimento del piano viabile, senso unico alternato, nel tratto dal km 27+900 al km 28+000 Comune di Barberino di Mugello, fino al 30/04/2024.

Sulla strada provinciale 503 del Passo del Giogo per interventi infrastruttura a fibra ottica, senso unico alternato in tratti diversi e saltuari orario 08:00/18:00, nel tratto fra le progressive chilometriche 5+545 e 17+030 nel comune di Firenzuola, fino al 30/04/2024.

Sulla strada provinciale 503 del Passo del Giogo per lavori di ripristino urgente della copertura di un fabbricato residenziale, senso unico alternato, nel tratto al km 1+230 in località Paliana, nel Comune di Firenzuola, fino al 27/04/2024.


Valdarno

Sulla strada provinciale Aretina per S. Donato per realizzazione paratia di micropali e piazzola per tiranti, senso unico alternato, nel tratto in prossimità del cantiere dal km 16+650 al km 16+750 circa, nel Comune di Figline e Incisa Valdarno, fino al 03/12/2024.

Sulla strada provinciale 18 Braccio di S. Clemente per lavori al cavalcavia ferroviario, senso unico alternato, nel tratto dal km 0+400 al km 0+600, nel Comune di Rignano sull Arno, fino al 05/08/2024.

Sulla strada regionale 69 di Val dArno per lavori di realizzazione nuova rotatoria, senso unico alternato con orario 08:00/18:00, nel tratto al km 1+700 circa, nel Comune di Pelago, fino al 19/07/2024.

Sulla strada provinciale 89 bis per intervento di adeguamento del ponte, senso unico alternato, nel tratto in corrispondenza del ponte sul Fiume Arno in località Pian dell?Isola, nei Comuni di Figline ed Incisa Valdarno e di Reggello, fino al 30/06/2024.

Sulla strada provinciale 87 Ponte Matassino-Reggello per attestato di transitabilità, divieto di transito ai veicoli aventi una massa superiore a 26 tonnellate, nel tratto al km 0+700 circa Ponte Matassino - Reggello nel Comune di Figline e Incisa Valdarno, fino al 30/06/2024.
fino al venire meno delle condizioni che hanno reso necessaria tale limitazione


Chianti Val di Pesa

Sulla strada provinciale 70 Imprunetana per Pozzolatico per lavori di regimazione idraulica delle acque superficiali e ripristino muro franato, senso unico alternato, nel tratto dal km 3+400 al km 3+700 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 31/12/2024.
Fino a termine lavori

Sulla strada regionale 429 di Val d'Elsa per creare condizioni di maggiore sicurezza, restringimento della carreggiata con segnaletica orizzontale strisce gialle, nel tratto dal km 44+550 al km 44+650 nel Comune di Barberino Tavarnelle, fino al 31/12/2024.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada regionale 222 Chiantigiana per creare condizioni di maggiore sicurezza, restringimento della carreggiata con segnaletica orizzontale strisce gialle, nel tratto dal km 19+800 al km 19+900 in Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2024.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada provinciale 4 Volterrana per creare condizioni di maggiore sicurezza, senso unico alternato, nel tratto dal km 7+180 al km 7+380 nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 31/12/2024.
Fino a termine lavori

Sulla strada provinciale 119 del Palagione per evento franoso, senso unico alternato, nel tratto dal km 5+400 al Km 5+600 nel Comune di Greve in Chianti, fino al 31/12/2024.
Fino al termine dei lavori

Sulla strada regionale 222 Chiantigiana per realizzazione accesso carrabile di cantiere, senso unico alternato, nel tratto dal km 7+140 al km 7+290 circa, nel Comune di Impruneta, fino al 10/07/2024.

Sulla strada provinciale 92 Grevigiana per Mercatale per senso unico alternato, messa in sicurezza porzione di muro, nel tratto dal km 5+700 al Km 6+100, nel Comune di San Casciano Val di Pesa, fino al 30/06/2024.
comunque fino al termine dei lavori


Area fiorentina

Sulla strada provinciale 54 dei Bosconi per messa in sicurezza del muro di contenimento, senso unico alternato, nel tratto dal km 1+200 al km 1+400 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 07/04/2025.

Sulla strada provinciale 107 di Legri e del Carlone per crollo di un muro a sostegno della sede stradale, senso unico alternato, nel tratto dal km 4+000 al km 4+150 nel Comune di Calenzano, fino al 31/12/2024.
Comunque fino al termine dei lavori

Sulla strada provinciale Aretina per S. Donato per aggravamento di una lesione trasversale, divieto di transito ai trasporti eccezionali con massa complessiva a pieno carico superiore alle 44 tonnellate, nel tratto ponte sul Borro di Querceto, posto al Km 7+850, nel Comune di Bagno a Ripoli, fino al 31/12/2024.

Sulla strada provinciale 54 dei Bosconi per realizzazione nuovo accesso carrabile, senso unico alternato orario 08:00/18:00, nel tratto dal km6+500 al km 6+600 circa, nel Comune di Fiesole, fino al 06/05/2024.

Sulla strada provinciale 34 di Rosano per posa della rete in fibra ottica, senso unico alternato con orario 08:00/18:00, nel tratto dal km 1+835 al km 4+860 e dal km 6+530 al km 10+673 circa, nel Comune di Bagno a Ripoli, fino al 30/04/2024.
Proroga ordinanza n° 519 del 28/02/2024

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per interventi di asfaltatura, senso unico alternato in tratti diversi e saltuari orario 08:00/18:00, nel tratto fra le progressive chilometriche 16+000 e 20+000 Comuni di Calenzano e Barberino di Mugello, fino al 30/04/2024.

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per lavori per conto di Fastweb SPA, senso unico alternato in tratti diversi e saltuari fra le progressive chilometriche 6+000 e 11+690 con orario 8:00/18:00, nel tratto fra le progressive chilometriche 6+000 e 11+690 nel Comune di Calenzano, fino al 30/04/2024.

Sulla strada provinciale 73 Malmantile per posa infrastruttura fibra ottica, senso unico alternato con orario 08:00/18:00, nel tratto dal km 2+868 al km 3+510,nel Comune di Lastra a Signa, fino al 30/04/2024.

Sulla strada provinciale 8 Militare per Barberino di Mugello per installazione e sostituzione di barriere di sicurezza, senso unico alternato, nel tratto dal km 13+950 al km 14+200 Comune di Calenzano, fino al 24/04/2024.


Fi-Pi-Li

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per risanamento acustico, restringimento della carreggiata mediante realizzazione due corsie in direzione Mare, nel tratto dal km 0+000 al km 2+200 Comune di Firenze, fino al 30/04/2024.
Proroga ordinanza n° 2133 del 19/07/2023

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per lavori sulle barriere acustiche, restringimento della carreggiata mediante realizzazione due corsie in direzione Mare, nel tratto dal km 0+000 al km 2+200 nel Comune di Firenze, fino al 30/04/2024.
Proroga ordinanza n° 2133 del 19/07/2023 - Rettifica ordinanza n° 3148 del 07/11/2023

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per lavori di alleggerimento e regolazione idraulica del muro al km 51+800, restringimento di carreggiata in direzione Mare, nel tratto tra il km 51+100 e il km 51+900, fino al 30/04/2024.

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per messa in sicurezza del viadotto Ponzano al km 24+30, divieto di transito agli automezzi con massa superiore alle 44 tonn, nel tratto tra Empoli Centro e Empoli Est in direzione Firenze, fino al 30/04/2024.
Proroga ordinanza n° 2121 del 18/07/2023

Sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno per messa in sicurezza del viadotto Ponzano al km 24+300, restringimento della carreggiata in direzione Firenze, nel tratto dal km 24+750 e il km 24+100, fino al 30/04/2024.
Proroga ordinanza n° 2121 del 18/07/2023


Empolese-Valdelsa

Sulla strada provinciale 79 Lucardese per ripristino del piano viabile, senso unico alternato orario 07:00/17:00, nel tratto dal km 0+572 al km 1+437 circa Comune di Montespertoli, fino al 30/06/2024.

Nota: Le notizie contenute in questa pagina sono fornite in base alla programmazione dei lavori stradali. A seguito delle condizioni meteo o di esigenze dei cantieri possono verificarsi situazioni diverse da quelle indicate.
22/04/2024 11.22 Città Metropolitana di Firenze
Musei Statali Uffizi, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli aperti gratuitamente per il 25 aprile
Tra i giorni speciali a ingresso libero, oltre alla Festa della Liberazione, anche le festività del 2 giugno e del 4 novembre Apertura speciale gratuita, a Uffizi, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli per il 25 aprile, Festa della Liberazione. Tutti gli spazi saranno accessibili nei consueti orari di visita; l’ultimo ingresso sarà consentito un’ora prima della chiusura.
Oltre al 25 aprile e alla prima domenica di ogni mese, ci saranno ulteriori aperture gratuite speciali in occasione di particolari festività: e il 2 giugno, Festa della Repubblica, e il 4 novembre, Festa delle Forze Armate.

Sono poi da ricordare anche le aperture straordinarie del lunedi (normalmente giorno di chiusura) per Galleria delle Statue e delle Pitture e Giardino di Boboli, in programma il 29 aprile, il 24 giugno (Festa di San Giovanni, Santo Patrono di Firenze) e il 30 dicembre. Infine, da non dimenticare le aperture serali ogni martedi fino al 17 dicembre alla Galleria degli Uffizi: in tali occasioni il museo resterà infatti accessibile di sera, offrendo ai visitatori l’esperienza magica dei capolavori dell’arte da ammirare nella luce del tramonto. L’orario di apertura del museo si allungherà dalle 18,30 (normale momento di chiusura) alle 22 (con ultimo ingresso consentito alle 20,30).

22/04/2024 12.56 Musei Statali
Città Metropolitana di Firenze Firenze apre la serratura per il futuro di Sant'Orsola. Consegnate le chiavi
Artea rileva il grande complesso immobiliare nel cuore della città che verrà recuperato e valorizzato: ecco come diventerà Si è svolta nel pomeriggio di lunedì 22 aprile 2024, alle ore 16, la Cerimonia per la consegna delle chiavi, dalla Città Metropolitana di Firenze alla Società concessionaria francese Artea, del Complesso immobiliare dell'ex Convento di Sant’Orsola. Erano presenti il Sindaco Metropolitano, l’Amministratore Delegato della Società Artea Philippe Baudry e la consigliera delegata della Città Metropolitana di Firenze delegata al Patrimonio.

Sarà Artea a condurre in porto il recupero e la rifunzionalizzazione dell’ex convento, sulla base di una convenzione che regola, per i prossimi 50 anni, l’uso degli spazi dell’ex convento situato nel cuore del centro storico di Firenze.

Il progetto adottato costituisce un intervento urbano di rilevanza strategica nel centro storico di Firenze, posto al centro di punti di interesse e riferimento del quartiere quali il Mercato centrale, piazza Indipendenza, piazza San Lorenzo, piazza San Marco e piazza Duomo.
Ambiti di riabilitazione:
- riqualificazione di tutta l’area sia da un punto di vista commerciale che da un punto di vista del degrado insediativo dovuto in gran parte alla presenza di attività non coerenti con la vocazione dell’area
- offre spazi e opportunità notevoli nei confronti delle esigenze più volte espresse dalla comunità che vive e lavora nel quartiere di San Lorenzo.
La compromissione di gran parte degli spazi coperti e scoperti e la consistente scomparsa e scarsa riconoscibilità degli elementi caratterizzanti le destinazioni precedenti - tra le quali la funzione conventuale, prevalente per ben cinque secoli - non ha consentito una adeguata valutazione delle trasformazioni subite rendendo difficile l'attribuzione alle superfici esistenti dei loro usi originari.

Le linee di indirizzo del progetto tengono conto dell’insieme delle esigenze del territorio, dei vari attori coinvolti e delle interazioni dei vari sistemi, culturale, turistico, sociale e della formazione.

Il progetto risulta essere coerente con Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio affinché possano essere perseguiti gli obiettivi generali della tutela, conservazione, valorizzazione, gestione, promozione e fruizione del bene, per la sua più ampia ricaduta culturale ed economica sul tessuto sociale cittadino, favorendo l’insediamento di attività sociali e culturali fruibili anche durante le ore serali, la ricostituzione dell’identità del complesso dal punto di vista storico-architettonico e funzionale, la valorizzazione degli accessi principali su via Panicale e via Guelfa e il ripristino anche di quelli storici di via Taddea e via Sant’Orsola.

Il progetto prevede che saranno spazi pubblici i tre cortili (il Cortile dell’Orologio, il Cortile della Spezieria e il Cortile del Tabacco) e i varchi di accesso dalle quattro strade (via Guelfa, via di Sant’Orsola, via Taddea e via Guelfa).

Il piano terra è concepito come un’estensione del quartiere e delle funzioni della città, mentre i piani superiori sono destinati ad accogliere attività di formazione e crescita professionale; l’autorimessa esistente è prevista a servizio sia delle attività inserite nel complesso che della collettività.

Il progetto di recupero e rifunzionalizzazione costituisce un intervento urbanistico di rilevanza strategica, finalizzato alla riqualificazione di un intero rione, e offre una risposta alle numerose richieste di recupero da parte della comunità nel corso degli anni. Le funzioni prevalenti che troveranno spazio all’interno di Sant’Orsola, ampio complesso immobiliare di proprietà pubblica e di rilevanza storico-artistica e culturale, sono di tipo formativo-culturale, come indicato dalla Città metropolitana, proprietaria del complesso dal 2007.

Nella convenzione adottata da Amministrazioni comunale e metropolitana e Artea è previsto che vengano realizzati un museo dedicato alla storia del complesso con una fruizione privilegiata per i fiorentini (inserimento nel circuito delle domeniche gratis, l’apertura gratuita dello spazio museale alle scolaresche di ogni ordine e grado della Città metropolitana di Firenze);
un Centro di formazione professionale (Cfp): l’operatore dovrà mettervi a disposizione a uso gratuito, per 15 giorni l’anno al Comune e per 15 giorni annui alla Città metropolitana, spazi pubblici destinati a sale riunioni/conferenze sulla base di una programmazione annuale da concordare;
spazi per start up per la produzione culturale; una foresteria con spazi destinati all’ospitalità dei partecipanti ai corsi e dei rispettivi docenti del Cfp e/o dei fruitori degli spazi e della Scuola di alta formazione, con il divieto di accogliere ospiti diversi dalle categorie indicate; servizi turistici (Info point) per la promozione, commercializzazione e gestione di prodotti turistici complessi e integrati;
un’area per il tempo libero dove svolgere attività anche a carattere culturale, comprensiva di mostre, eventi, concerti e ricreativa con intrattenimento; una Scuola di alta formazione di livello universitario e/o parauniversitario, dove dovranno essere garantite per ogni anno scolastico tre borse di studio per la frequentazione delle scuole presenti nel complesso. L’assegnazione delle borse, a cura del Comune, interesserà un bacino di utenza riferito ai residenti della Città metropolitana di Firenze, e in subordine della Regione Toscana, in base a un criterio ISEE inferiore o uguale a 36.000 euro e in base a criteri di merito da definire in accordo con l’istituzione scolastica di riferimento e l’amministrazione comunale.

Nell’ex convento è prevista anche una ludoteca aperta a tutti: l’apertura gratuita dovrà essere pari ad almeno sei ore al giorno per sei giorni alla settimana. Qualora il Comune richieda di inserire la ludoteca nel circuito delle ludoteche comunali, il concessionario si impegnerà a mettere a disposizione lo spazio gratuitamente al Comune per la sua gestione diretta. Saranno a carico del concessionario l’allestimento, la guardiana, la pulizia e la manutenzione dello spazio.

Anche la biblioteca sarà aperta a tutti. Il concessionario realizzerà al suo interno uno spazio da destinare ad emeroteca attrezzata anche per la consultazione online, con libero accesso gratuito a tutti i fruitori. Qualora organizzi in questi spazi eventi culturali e presentazioni letterarie nonché artigianali deve assicurarne la libera accessibilità. In tali spazi potrà essere realizzato anche un servizio di caffetteria/bar per gli utenti.

Gli spazi destinati agli atelier artisti dovranno essere concessi dall’operatore in locazione ad artisti e artigiani per la produzione e la vendita. L’accesso al Chiostro della Spezieria sarà libero e gli spazi saranno vere e proprie vetrine del “saper fare” fiorentino e italiano, consentendo la scoperta e la comprensione dei diversi passaggi che portano alla realizzazione del prodotto finito.

Il Chiostro della Spezieria, con accesso da via Sant’Orsola e da via Taddea, sarà destinato alla realizzazione di opere d’arte e prodotti artigianali locali; inoltre sarà riconfigurato a verde e dedicato alla coltura di orti. Il Chiostro potrà ospitare laboratori di agricoltura urbana per adulti e bambini.

L'ex convento si presenta ad oggi come il risultato di una sommatoria di interventi edilizi succedutesi nei secoli, dei quali il primo coincidente con la fase di fondazione e sviluppo monastico, che va dal XIV all’inizio del XIX sec., il secondo dovuto alla riconversione in Manifattura Tabacchi che si conclude alla metà degli anni ’40 del XX sec. ed infine il terzo riguardante il riadattamento del Complesso a centro di accoglienza per gli esuli Istriani e sfollati che si concluderà alla fine degli anni ‘60.

Quest'estate sarà allestita una mostra in occasione del Tour de France dedicata al ciclista Battecchia.

Breve cronistoria dell'ex Convento di Sant'Orsola:
1309 fondazione del convento benedettino e della Chiesa di Sant’Orsola
dal 1327 al 1627 vari ampliamenti del convento
1773 soppressione attuata da Leopoldo di Lorena nei confronti delle compagnie religiose
1808 soppressione con editto napoleonico e passaggio al patrimonio del Demanio termina la funzione religiosa
dal 1816 al 1818 lavori per trasformazione in Manifattura Tabacchi (poi trasferita nel 1940 alla Nuova Manifattura in Piazza Puccini)
dal 1945 al 1968 i locali vengono utilizzati prima come ricovero per esuli Istriani sfrattati e poi successivamente abbandonato
1975 concessione del complesso da parte del Demanio all’Università per un progetto di realizzazione di alloggi e servizi per studenti
1985 progetto e lavori per adeguamento del complesso a sede della Guardia di Finanza
2009 trasferimento di proprietà dal Demanio alla Provincia, poi Città Metropolitana di Firenze

In allegato slide di presentazione del progetto di recupero e valorizzazione dell'ex Convento di Sant'Orsola
22/04/2024 10.34 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Autobus ecologici per il trasporto pubblico locale del Lotto Debole nella Metrocittà di Firenze
Dieci nuovi mezzi elettrici grazie a risorse Mims in Valdarno, Valdisieve, Mugello e Alto Mugello Su proposta del Consigliere delegato al Trasporto pubblico locale, il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha approvato il rinnovo del parco autobus del servizio di Tpl del cosiddetto Lotto Debole, ovvero dei territori a domanda debole di trasporto pubblico.

Il nuovo accordo fra Metrocittà, Regione Toscana e Soggetti Gestori del raggruppamento Colbus, prevede la dotazione di nuovi mezzi a trazione elettrica, due autobus ad alimentazione elettrica di otto metri e due autobus elettrici di dodici o similari e relative infrastrutture, per un importo complessivo di 2.841.478 euro, stanziato grazie a risorse assegnate dal Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (Mims).

Colbus svolge i servizi di Trasporto Pubblico Locale extraurbano nelle zone del Valdarno, Val di Sieve, Mugello e Alto Mugello.
19/04/2024 10.03 Città Metropolitana di Firenze
Redazione di Met 25 aprile, ingresso gratuito ai Musei del Bargello
Il giorno dell’Anniversario della Liberazione d’Italia, il Museo Nazionale del Bargello, le Cappelle Medicee, il complesso di Orsanmichele e Palazzo Davanzati saranno aperti al pubblico gratuitamente L’Anniversario della Liberazione d’Italia si trascorre tra i tesori dei Musei del Bargello. Il 25 aprile, il gruppo di musei statali aderisce infatti all’iniziativa del Ministero della Cultura e garantisce l’ingresso gratuito a tutti i visitatori.

Il Museo Nazionale del Bargello con le sue straordinarie collezioni sarà aperto dalle 8:15 alle 13:50. Il Museo delle Cappelle Medicee, celebre luogo di sepoltura della famiglia granducale fiorentina, sarà visitabile dalle 8:15 alle 18:50. Al Complesso di Orsanmichele, restituito alla fruibilità del pubblico all’inizio del 2024 dopo un anno di lavori, si potrà accedere dalle 8:30 del mattino alle 18:30 mentre al Museo di Palazzo Davanzati, testimonianza della vita delle antiche famiglie signorili fiorentine si potrà entrere dalle 8:15 alle 13:50.

L’ultimo ingresso è fissato 50 minuti prima della chiusura di ciascun museo.

www.bargellomusei.it
22/04/2024 14.03 Redazione di Met
Città Metropolitana di Firenze Grand Départ del Tour de France 2024 da Firenze: accordo per le asfaltature del percorso a Pontassieve e Pelago
Per garantire la sicurezza dei corridori dell’evento ciclistico internazionale Nel Consiglio della Città Metropolitana di Firenze, presentato dalla Consigliera competente alla viabilità di zona, è stato approvato un accordo tra l’Ente e i Comuni di Pontassieve e di Pelago, per la progettazione e realizzazione di interventi di asfaltatura della SS 67 “Tosco Romagnola”, al fine di migliorarne la sicurezza in vista del passaggio del Tour de France 2024.

Nell’accordo di collaborazione relativo all’organizzazione del Grand Depart del Tour de France 2024, che parte da Firenze il 29 giugno da Piazzale Michelangelo e prosegue in Emilia-Romagna e poi Piemonte, è previsto che gli Enti sottoscrittori si debbano coordinare con i Comuni nei quali è previsto il passaggio delle tappe per l’esecuzione dei lavori stradali prescritti da A.S.O. (Amaury Sport Organisation), società francese titolare dei diritti di esclusiva relativi al Tour de France, ai fini della sicurezza dei corridori.

Poiché il tratto di strada della SS 67 “Tosco Romagnola”, di competenza comunale, che attraversa i Comuni di Pontassieve e di Pelago, presenta un manto stradale che necessita di importanti interventi manutentivi, per garantire la sicurezza dei ciclisti, è stato definito un intervento di asfaltatura per un costo complessivo di euro 720.000 euro, finanziato per € 600.000 dalla Città Metropolitana di Firenze, 60.000,00 dal Comune di Pontassieve, 60.000,00 dal Comune di Pelago.

Il “Grand Départ 2024” del Tour de France, in ragione della visibilità internazionale dell’evento, costituisce una grande opportunità per i territori toccati dalle tappe dalla manifestazione, sia in termini di attrattività turistica e rafforzamento dell’immagine a livello globale, sia per la possibilità di far conoscere e valorizzare le tradizioni ciclistiche locali e nazionali.

og
19/04/2024 12.02 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Scarti d’autore di Rodolfo Lacquaniti: mostra diffusa in luoghi simbolo della città con "Lo Scarto Rinasce"
Dopo "The Garbage Revolution" alla Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi la seconda tappa de La Biennale dello Scarto a Firenze La mostra diffusa "Lo Scarto Rinasce", dal 16 aprile al 14 maggio, è un percorso a tre tappe che parte dal Complesso monumentale di Santa Croce con l'opera Sfera di Luce, per proseguire in piazza Santissima Annunziata con l'installazione Mutamenti di Materia e concludersi a San Miniato al Monte dove il Cristo abbraccia l'intera città.

Piazza Santissima Annunziata
Opera Mutamenti di Materia di Rodolfo Lacquaniti
Complesso monumentale di Santa Croce
Opera Sfera di Luce di Rodolfo Lacquaniti
San Miniato al Monte
Opera Il Cristo di Rodolfo Lacquaniti

Con il patrocinio di Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica, Citta Metropolitana di Firenze, Città di Firenze, Provincia di Grosseto, Comune di Grosseto, Fondazione Grosseto Cultura, Comune Massa Marittima, Comune di Castiglione della Pescaia e Festambiente Legambiente.
Con il contributo di ServiziItalia, Coopservice e Istituto di Vigilanza Coopservice, Corepla, Revet, Alia Servizi Ambientali, Antonio Lauria e Tracy Maurine McIntyre.
19/04/2024 11.29 Città Metropolitana di Firenze

Città Metropolitana di Firenze Sp 76, lavori rinviati al 6 maggio
A causa di un lutto improvviso La ditta esecutrice dei lavori sulla Sp 76 ha comunicato che purtroppo, a causa del decesso improvviso del loro operatore specializzato della macchina fresatrice e per individuare una nuova maestranza analoga, le lavorazioni di manutenzione straordinaria sulla Sp 76 previsti per il giorno 22 aprile 2024, inizieranno il 6 maggio 2024. La Città Metropolitana esprime cordoglio per il lutto che ha colpito la famiglia e i colleghi dell'operatore.

Vedi https://met.cittametropolitana.fi.it/comunicati/comunicato.asp?id=377933
19/04/2024 14.08 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Bando per la concessione di spazi del Parco Mediceo di Pratolino
Per il coordinamento di una rassegna culturale e ricreativa estiva negli anni 2024, 2025 e 2026 La Città Metropolitana di Firenze ha pubblicato un bando per la concessione di spazi del Parco Mediceo di Pratolino per il coordinamento di una rassegna culturale e ricreativa estiva per gli anni 2024/2026, eventualmente per un altro triennio, per spettacoli con una platea di non oltre 200 spettatori ciascuno.
Il bando è pubblicato nella sezione Avvisi dell’Albo Pretorio della Città Metropolitana di Firenze fino al 29.04.2024.

Link: http://attionline.cittametropolitana.fi.it/testi.aspx?docid=23625737&tipo=14&doCheckTimePeriod=true

In allegato: l'atto dirigenziale, l'avviso, il modello per la domanda, il modello per la proposta culturale
01/04/2024 19.26 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Assegnati circa 1.700.000 euro per il sostegno alla cultura nella Città Metropolitana di Firenze
Sono dodici i progetti finanziati nell'ultimo Consiglio di Palazzo Medici Riccardi a Enti lirici, Fondazioni culturali, Comuni, Enti, Associazioni e Istituti, dal Maggio Musicale all'Orchestra da Camera Fiorentina Il Consiglio della Città Metropolitana di Firenze ha approvato, su proposta della Consigliera delegata alla Cultura, la concessione di contributi a Enti lirici, Fondazioni culturali, Comuni, Enti, Associazioni e Istituti, soggetti pubblici o privati operanti sul territorio metropolitano.
Ogni anno la Metrocittà assegna contributi per il sostegno e la promozione della cultura, supportando la realizzazione di specifici progetti culturali: per il 2024 sono dodici per un totale di 1.693.600 euro.
Alla Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, per la realizzazione del progetto Maggio Metropolitano, sono stati assegnati 1.550.000 euro e all’Associazione Orchestra da Camera Fiorentina, 40.000 euro per il progetto Orchestra Metropolitana, allo scopo di portare i loro concerti su tutto il territorio metropolitano.
All’Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea concessi 1.000 euro per la realizzazione del progetto di studio a supporto della realizzazione della cartellonistica didattica del percorso Monte Giovi al Parco del Mensola.
Al Comune di Sesto Fiorentino vanno 15.000 euro per la realizzazione del progetto culturale "Giorni di Storia" e alla Pro Loco di Pontassieve 10.000 euro per la realizzazione del progetto "Toscanello d’oro". All’AICS Associazione Italiana Cultura Sport, 25.000 euro per la realizzazione Festival dei bambini all’Impruneta.
A Contrajus APS sono stati assegnati 3.000 euro per la realizzazione dell’evento "Be Kind". All’Associazione culturale Estravago 9.000 euro per la realizzazione del progetto cinematografico "La vita inesplosa".
Al Teatro dell’Elce vanno 15.000 euro per la realizzazione del progetto "Teatro nelle città" e al Teatro d’Almaviva 12.000 euro per la realizzazione del progetto "Apparizioni nel parco".
Infine, al Rotary Club Firenze Brunelleschi, assegnati 8.000 euro per la realizzazione del progetto “Per Firenze canta Firenze" e all’Associazione culturale BANG 5.600 euro per la realizzazione dei concerti di "Mercati sonori".
L’erogazione delle quote stabilite avverrà dopo apposita rendicontazione da parte del beneficiario.

(og)

18/04/2024 10.19 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Giardino mediceo di Pratolino: al via la messa in sicurezza di un muro perimetrale e un intervento di riqualificazione forestale
Approvati i due progetti nell’ultimo Consiglio metropolitano Due proposte della consigliera metropolitana con delega ad Ambiente, parchi e aree protette sono state approvate all’unanimità nell’ultimo Consiglio metropolitano. Entrambe riguardavano il Giardino mediceo di Pratolino, patrimonio dell’umanità Unesco, sito nel Comune di Vaglia.

La prima decisione riguarda il finanziamento, per circa 290.000 euro, dei lavori di messa in sicurezza di una porzione importante del muro monumentale e perimetrale del Parco, danneggiato a metà marzo dalla caduta di un albero di quercia, con conseguente crollo del muro all'altezza della strada pedonale di via delle serre. La fine dell’intervento di ripristino è prevista per la seconda metà di luglio.

La seconda decisione presa sul Parco permetterà di beneficiare di un intervento a costo zero di recupero e manutenzione di un’area umida, presso il lago superiore del parco, grazie a una convenzione tra la Città Metropolitana di Firenze e la società AzzeroCO2 per l'adesione alla campagna nazionale "Mosaico Verde".
AzzeroCO2 è una società a responsabilità limitata, costituita da Legambiente e Kyoto Club, che offre ad aziende ed Enti pubblici la possibilità di contribuire attivamente alla prevenzione delle conseguenze dell'emergenza climatica, come l’innalzamento delle temperature e precipitazioni più intense o frequenti, attraverso progetti mirati e concordati.

Grazie al progetto "Mosaico Verde", la Città Metropolitana di Firenze beneficerà di un intervento gratuito di riqualificazione attraverso un’azione di rimboschimento con specie arboree autoctone, la manutenzione e il recupero della vegetazione del lago superiore del Parco Mediceo di Pratolino.
In particolare, è prevista la messa a dimora di circa cinquanta piante di 160-200 cm di altezza e la realizzazione di una siepe di alloro di circa duecento piante, creando così una barriera naturale idonea alla conservazione e allo sviluppo del sottobosco, oltre all’ampliamento dell’impianto di irrigazione.
L’intervento di riqualificazione forestale verrà eseguito entro la fine del 2024, con un costo stimato di 10.000 euro, completamente a carico di AzzeroCO2.

(og)

19/04/2024 9.41 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Empoli "Empoli 1424. Masolino e gli albori del Rinascimento", al via le visite guidate alla mostra
Sarà possibile effettuarle a partire dal 27 aprile e fino al 7 luglio 2024. Ecco il calendario e le modalità di prenotazione

Da sabato 27 aprile 2024, il Comune di Empoli promuove un fitto calendario di visite guidate alla mostra "Empoli 1424. Masolino e gli albori del Rinascimento", promossa e organizzata dal Comune di Empoli e dalla Fondazione CR Firenze, in corso fino al 7 luglio al Museo della Collegiata di Sant’Andrea e alla Chiesa di Santo Stefano a Empoli.

L’iniziativa risponde alla crescente e continua richiesta del pubblico, sia singoli che gruppi organizzati, provenienti da zone limitrofe e da fuori regione, per ammirare i capolavori di Masolino da Panicale e di quei pittori che condividevano la sua stessa apertura verso nuove soluzioni stilistiche, quali Lorenzo Monaco, Gherardo Starnina, Giovanni Toscani e altri. A testimonianza di ciò, si segnala che sono quasi del tutto esauriti i posti disponibili per le visite guidate gratuite promosse in collaborazione con Unicoop Firenze.

Le visite guidate sono in programma, fino al 7 luglio, tutti i sabati alle ore 16.30, tutte le domeniche alle ore 11 e i mercoledì 8 e 22 maggio, 5 e 19 giugno, 3 luglio alle ore 10.30. Per partecipare è necessaria la prenotazione da effettuare entro il giorno precedente la data della visita scrivendo a empolimusei@comune.empoli.fi.it o telefonando al numero tel. 0571 757563. Il costo della visita guidata, comprensivo del biglietto d’ingresso alla mostra, è di 15 euro.

"Empoli 1424. Masolino e gli albori del Rinascimento", promossa e organizzata dal Comune di Empoli e dalla Fondazione CR Firenze, con il patrocinio del Ministero della Cultura, della Regione Toscana, della Città Metropolitana di Firenze, con il sostegno di CEAM Group, AeA, Cerofolini srl, Fondazione SeSa, Sammontana spa, Unicoop Firenze, Ubics e la partecipazione di Edison Network, diretta da Cristina Gelli e curata da Andrea De Marchi, Silvia De Luca e Francesco Suppa, raduna il maggior numero di opere, mai presentato finora, di Masolino da Panicale, alcune conservate a Empoli, altre provenienti da prestigiose istituzioni come le Gallerie degli Uffizi a Firenze, il Museo del Bargello a Firenze, la Pinacoteca Vaticana, il Musée Ingres di Montauban, la chiesa di Santa Maria del Carmine a Firenze, il Museo di Palazzo Venezia a Roma, il Museo di San Matteo a Pisa e molti altri ancora. L’esposizione si tiene in occasione del 600° anniversario della realizzazione di uno dei capolavori di Masolino, concluso proprio nel 1424, ovvero il ciclo di affreschi con le Storie della vera Croce per la cappella della Compagnia della Croce nella chiesa di Santo Stefano degli Agostiniani a Empoli, di cui restano ancora dei frammenti e delle sinopie molto importanti.

Per tutte le informazioni utili sulla mostra, le visite guidate e la didattica è possibile chiamare lo 0571 757563, scrivere a empolimusei@comune.empoli.fi.it oppure visitare il sito web www.empoli1424.empolimusei.it.
22/04/2024 10.05 Comune di Empoli
Regione Toscana Elezioni: il Corecom comunica l’inizio della Par Condicio
In vista delle consultazioni europee e delle amministrative dell’8 e 9 giugno prossimo entra in vigore, per tutte le amministrazioni pubbliche, il divieto di comunicazione, fatta eccezione per quelle effettuate in modo impersonale e indispensabili per l’efficace svolgimento delle proprie funzioni
Il Corecom della Toscana ha trasmesso, con una lettera indirizzata ai presidenti della Giunta e del Consiglio regionale, ai sindaci e alle strutture dirigenziali degli Enti, la comunicazione dell’entrata in vigore delle norme sulla Par Condicio, così come previsto dalla legge 28/2000, in vista delle elezioni europee e amministrative dell’8 e 9 giugno prossimi. La Par Condicio è scattata da giovedì 11 aprile, con la pubblicazione del decreto del Presidente della Repubblica con il quale indice i comizi elettorali per le elezioni europee.

L’entrata in vigore delle norme previste all’articolo 9 dalla legge 28/2000, comporta il divieto, fino alla chiusura delle operazioni di voto (compresi i ballottaggi dei Comuni), di svolgere attività di comunicazione, a eccezione di quelle effettuate in modo impersonale e indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni. Il divieto interessa tutte le amministrazioni pubbliche, a prescindere da quelle interessate al rinnovo delle proprie cariche elettive.

Come più volte chiarito da Agcom, l’impersonalità richiesta comporta l’obbligo di evitare, oltre che l’uso di nomi e cognomi degli amministratori, anche del logo e dello stemma dell’Ente.

Il Corecom della Toscana indica che la legge 150/2000, dove si disciplinano le attività di informazione e comunicazione delle amministrazioni pubbliche, e che sono quindi fatte oggetto del rispetto delle norme sulla Par Condicio, considera tali quelle finalizzate a: “a) illustrare e favorire la conoscenza delle disposizioni normative, al fine di facilitarne l’applicazione; b) illustrare le attività delle istituzioni ed il loro funzionamento; c) favorire l’accesso ai servizi pubblici, promuovendone la conoscenza; d) promuovere conoscenze allargate e approfondite su temi di rilevante interesse pubblico e sociale; e) favorire processi interni di semplificazione delle procedure e di modernizzazione degli apparati nonché la conoscenza dell’avvio e del percorso dei procedimenti amministrativi; f) promuovere l’immagine delle amministrazioni, nonché quella dell’Italia, in Europa e nel mondo, conferendo conoscenza e visibilità ad eventi d’importanza locale regionale, nazionale ed internazionale” oltre alla “comunicazione esterna rivolta ai cittadini, alle collettività e ad altri enti attraverso ogni modalità tecnica ed organizzativa” finalizzata, tra l’altro, a “promuovere conoscenze allargate e approfondite su temi di rilevante interesse pubblico e sociale”.
15/04/2024 10.07 Regione Toscana
Città Metropolitana di Firenze Avviso per disponibilità rappresentanti nel Comitato di Indirizzo della Fondazione Destination Florence Convention & Visitors Bureau
Per la Città Metropolitana di Firenze. Avviso e modello di domanda. Termine di presentazione: venerdì 26 aprile 2024 La Città Metropolitana di Firenze procederà ad effettuare la designazione dei propri rappresentanti nel Comitato di Indirizzo della Fondazione Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

Tutti gli interessati sono invitati a presentare le loro candidature entro venerdì 26 aprile 2024.


La dichiarazione dovrà essere corredata da un curriculum vitae dettagliato e debitamente sottoscritto, con autorizzazione al trattamento dei dati personali (D. Lgs. 196/2003 e s.m.i.) ed indicazione, ai sensi dell’art. 43, co. 1 del D.P.R. 445/200, degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni e dei dati richiesti e copia di documento di identità valido, e trasmessa alla Città Metropolitana di Firenze, Ufficio Partecipate, Via Cavour 1, 50129 Firenze,
mediante:
- presentazione a mano all’Archivio generale della Città Metropolitana di Firenze, via de’ Ginori n. 10 Firenze, entro il giorno venerdì 26 aprile 2024, ore 13. L’Archivio Generale effettua il seguente orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e nei giorni di lunedì e giovedì dalle ore 15 alle ore 17;
- spedita tramite il servizio postale (purché venga ricevuta Archivio Generale della Città Metropolitana di Firenze entro il giorno venerdì 26 aprile 2024, ore 13);
- inoltrata, entro le ore 24,00 del medesimo giorno (26 aprile 2024) via PEC all’indirizzo cittametropolitana.fi@postacert.toscana.it

Il presente avviso sarà pubblicato:
- all’Albo Pretorio On-Line dell’ente, http://attionline.cittametropolitana.fi.it/, sezione Avvisi, fino a venerdì 26 aprile 2024, termine ultimo per la presentazione della dichiarazione di disponibilità;
- sulla homepage del sito della Città Metropolitana di Firenze, http://www.cittametropolitana.fi.it/
- depositato presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico “URP”.
Per eventuali informazioni sul presente avviso sarà possibile rivolgersi all’Ufficio Partecipate ai numeri: 055.2760.222.

Le informazioni sul procedimento sono riportare in dettaglio nell'avviso pubblicato in allegato insieme al modello di domanda.
15/04/2024 16.36 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Linee di indirizzo per le donne e i minori vittime di violenze di genere - Video di Florence Tv
Presentazione in Città Metropolitana di Firenze insieme a tutti i partner della Rete di Nicoletta Presentate a Palazzo Medici Riccardi le Linee di indirizzo per la presa in carico delle donne e dei minorenni vittime di violenza di genere. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità degli interventi, la coerenza delle risposte, la metodologia di lavoro promuovendo nel contempo un'alta specializzazione delle competenze, una rete di professionisti in grado di ascoltare, interrogarsi, progettare e promuovere risposte congrue ed efficaci ai bisogni delle donne e dei minorenni.

I dati del 15° Rapporto sulla violenza di genere in Toscana nel 2023, presentato dall’Osservatorio sociale regionale lo scorso novembre, raccontano di numeri ancora troppo grandi: in Toscana nel 2022 le donne che si sono rivolte a un Centro Anti Violenza sono state 4.592, mentre a livello nazionale si contano 34.500 richieste. Ad Artemisia, CAV di riferimento per l’area metropolitana fiorentina, si sono rivolte 1.151 persone con un incremento dell'11,5% rispetto al 2022. Di queste richieste 898 sono donne. Nell’ottica di promuovere le reti locali, sviluppare sinergie tra Enti Istituzionali e il Centro Antiviolenza e aumentare la capacità di protezione delle donne e dei minorenni nasce nel 2018 il Programma Antiviolenza “La Rete di Nicoletta” finanziato della Regione Toscana.

Le Linee sono state realizzate con la collaborazione della Dottoressa Marianna Giordano e successivamente sperimentate con la collaborazione dell’Istituto degli Innocenti che ha visto il coinvolgimento degli assistenti sociali di tutta l’area vasta, delle operatrici del centro antiviolenza, degli operatori del codice rosa ed anche delle donne protagoniste di storie di violenza.

Nell’ottica di promuovere le reti locali, sviluppare sinergie tra Enti Istituzionali e il Centro Antiviolenza e aumentare la capacità di protezione delle donne e dei minorenni nel 2018 nasce il Programma Antiviolenza “La Rete di Nicoletta” finanziato della Regione Toscana – Direzione Istruzione, Formazione, Ricerca e Lavoro – Settore Politiche di genere. Il soggetto proponente del Programma è la Società della Salute di Firenze e vede come partner il Comune di Firenze, la SDS Mugello, la SDS Fiorentina Nord Ovest, la SDS Fiorentina Sud Est, la Città Metropolitana di Firenze e il Centro Antiviolenza Artemisia APS.

Link al video:
https://www.youtube.com/watch?v=XgVii8-enE4

19/04/2024 12.59 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Corso di perfezionamento post lauream in amministrazione e organizzazione nel diritto degli enti locali le autonomie locali e le recenti riforme
Direttore Scientifico Prof. Wladimiro Gasparri - Coordinatore didattico Dott. Pasquale Monea La Città Metropolitana di Firenze, in collaborazione con Università degli Studi di Firenze, ha organizzato il corso dal titolo "AMMINISTRAZIONE E ORGANIZZAZIONE NEL DIRITTO DEGLI ENTI LOCALI LE AUTONOMIE LOCALI E LE RECENTI RIFORME" mirato anche alla formazione dei propri dipendenti.

Il corso mira a fornire ai partecipanti un quadro chiaro e articolato relativo a temi di grande attualità che riguardano le pubbliche amministrazioni a livello territoriale. Nel corso della IV edizione verranno trattati i temi legati alle più recenti riforme e quelli connessi all’impatto della digitalizzazione dell’organizzazione amministrativa, al fine di fornire un’ampia e aggiornata preparazione ai partecipanti, tanto di carattere teorico che applicativo. Saranno, in particolare, esaminate le proposte di riforma del T.U.E.L. con specifico riferimento ai temi dell’area vasta, il procedimento e il provvedimento amministrativo (in collegamento con la loro progressiva digitalizzazione), il lavoro alle dipendenze della p.a., la gestione dei servizi pubblici locali.

Le lezioni vedranno la presenza di più relatori che tratteranno congiuntamente dei differenti aspetti di ciascun tema, sia sotto il profilo teorico-istituzionale che pratico-professionale.
Al termine del corso i partecipanti avranno acquisito le competenze necessarie per operare nell’amministrazione degli enti locali con piena conoscenza e consapevolezza dei profili giuridici e delle loro implicazioni sia teoriche che pratiche.

PER INFORMAZIONI
Sul corso: segreteria.corsiperfezionamento@dsg.unifi.itbene.vivarelli@gmail.com
Sulla procedura di iscrizione: perfezionamenti@adm.unifi.it
Website: https://www.dsg.unifi.it/p816.html

LE PROSSIME DATE:

17 aprile | ore 14.30-19
Impatto delle nuove tecnologie: la digitalizzazione nell’organizzazione degli enti locali
Benedetto Ponti – Università di Perugia
Gianmarco Miele – Foro di Roma
Paola Sabella – Segretario generale Camera di Commercio di Messina
Benedetta Vivarelli – Foro di Firenze

24 aprile | ore 14.30-19
Forme di gestione dei servizi pubblici locali: fra T.U.S.P.L. e codice degli appalti
Harald Bonura – Foro di Roma
Stefano Pozzoli – Università di Napoli “Parthenope”
Federico Orso – Università di Firenze

8 maggio | ore 14.30-19
Rigenerazione urbana e la valorizzazione del territorio
Annalisa Giusti – Università di Perugia
Giampiero Cassola – Università della Tuscia
Matteo Scamporrino – Università di Firenze

15 maggio | ore 14.30-19
Disciplina del lavoro alle dipendenze degli enti locali
Giampiero Pizziconi – Corte dei conti, Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato
Mauro Montini – Foro di Firenze
Enrica Cataldo – Dirigente Ragioneria Generale dello Stato
Pasquale Monea – Segretario Comune di Firenze

22 maggio | ore 14.30-19
Enti locali e giudice amministrativo: forme di tutela collettiva e meccanismi alternativi
Davide De Grazia – Referendario Tar Umbria
Domenico Iaria – Foro di Firenze
Federico Orso – Università di Firenze

29 maggio | ore 14.30-19
Equilibri di bilancio e responsabilità erariale
Giampiero Pizziconi – Corte dei conti, Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato
Marco Catalano – Corte dei conti, Sezione di Controllo della Campania
Pasquale Monea – Segretario Comune di Firenze

16/04/2024 8.29 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Pelago Pelago: il 27 e 28 aprile 2024 settima edizione de “La Leonessa”
Ciclostorica sulle strade sterrate del Chianti Rufina e della Montagna Fiorentina La grande attesa è finita e uno degli eventi sportivi ma anche storici e culturali più amati del territorio è pronto a riprendersi un ruolo da protagonista: si svolgerà, infatti, sabato 27 e domenica 28 aprile a Pelago la settima edizione de La Leonessa, la ciclostorica del Chianti Rufina, della Valdisieve e della montagna fiorentina.

La due giorni pelaghese torna, dunque, ufficialmente per la prima volta dopo la lunga pandemia, a distanza di cinque anni dall’evento completo, ad eccezione della pedalata svoltasi nel 2022 valida come sesta edizione. Dopo la crescita pre-Covid, la Pro Loco Pelago tornerà a far colorare la bellissima piazza Ghiberti di Pelago con le mille sfumature delle tante maglie di lana, oltre a numerosi mezzi d’epoca.

Particolare attenzione sarà dedicata allo storico passaggio del Tour de France previsto per fine Giugno, con la 1^ Tappa che toccherà anche alcune delle strade de “La Leonessa”: a tale scopo, si terrà sabato 27 aprile alle ore 16.00 l’incontro “Tour de France: il Leone e il Pirata”, nel quale si rivivranno tramite video e racconti gli storici trionfi al Tour di Gastone Nencini (1960) e di Marco Pantani (1998).

Per l’intero fine settimana dell’evento si terrà inoltre la mostra “Le leggendarie biciclette Bianchi”, presso la Bottega del Ghiberti, a cura del “Pedale 4G Firenze”. Particolarmente ricco e pregiato si presenterà il pacco-regalo, rigorosamente composto da prodotti a km zero simbolo del legame profondo tra territorio e manifestazione: vino Liorsa, pasta all’uovo essiccata, pane del Pescatore, un digestivo e noci tostate provenienti direttamente da Pelago e dintorni.

I percorsi si svilupperanno su tre distanze: un itinerario più facile, il percorso corto, e due itinerari più impegnativi, ovvero i percorsi intermedio e lungo, con la leggendaria ascesa su sterrato verso il Passo della Consuma. “La Leonessa” transita su antichi percorsi oggi poco battuti che toccano molte delle principali architetture rurali della zona risalenti in gran parte al Basso Medioevo; si attraversano coltivazioni caratteristiche come viti e oliveti, presso vecchi edifici di campagna salendo fino alle meravigliose foreste vallombrosane: si potranno ammirare numerose vedute panoramiche e percezioni sempre diverse del territorio della Montagna Fiorentina, oltre ai ristori di Colle, Ferrano, Consuma e Nipozzano all’insegna dei tipici prodotti toscani e dei celebri vini ed oli d’oliva della zona.

Dal 2018 è tracciato anche il percorso permanente de “La Leonessa”, realizzato grazie al contributo del Comune di Pelago per favorire il cicloturismo grazie alla cartellonistica presente lungo gli 80 km della sua durata: questo ricalca l’itinerario lungo della ciclostorica pelaghese, in modo che le emozioni che il territorio sa trasmettere siano vivibili per tutti i 365 giorni dell’anno.

Le iscrizioni sono ancora aperte e lo saranno fino a poco prima dell’inizio della manifestazione: per tutto ciò che riguarda l’evento, il regolamento, i percorsi, i luoghi di pernottamento e quant’altro, sarà sufficiente consultare il sito ufficiale:

www.leonessaciclostorica.com

Per altre info
Si può scrivere all’indirizzo mail ufficiale: leonessaciclostorica@libero.it e per le informazioni turistiche, all’indirizzo mail: info@prolocopelago.it

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

SABATO 27 APRILE
A partire dalle ore 15.00 e durante tutto il fine settimana
“Le leggendarie biciclette Bianchi” - Presso la Bottega del Ghiberti, a cura del “Pedale 4G Firenze”, mostra dedicata al mitico marchio lombardo.
Dalle ore 15.00 alle ore 20.00, apertura iscrizioni “La Leonessa” e ritiro pacchi-gara.
?? Piazza L. Ghiberti - Bottega del Ghiberti

Alle ore 16.00
“Tour de France: il Leone e il Pirata”, con Giovanni Nencini e Riccardo Clementi rivivremo un video-racconto degli storici trionfi al Tour di Gastone Nencini (1960) e di Marco Pantani (1998)
?? Piazza L. Ghiberti, 7 – Presso i locali della Casa del Popolo

A partire dalle ore 18.30
“Una cena da Leoni..A”, gustosi aperitivo e cena vintage presso il “Leonia Bistrot”, con sconto speciale per gli iscritti a “La Leonessa”
Gradita la prenotazione – 3331968107
?? Viale della Rimembranza, 2

DOMENICA 28 APRILE

A partire dalle ore 07.00
Apertura iscrizioni “La Leonessa”
?? Ritiro pacchi-gara presso “Bottega del Ghiberti” fino alle ore 08.45

Ore 09.00
“La Leonessa” – 7^ Edizione
Partenza dei 3 percorsi della ciclostorica pelaghese

A partire dalle ore 11.00
Per accompagnatori e curiosi, “Sentieri e Magia” e “Castello di Ferrano” oltre al passaggio della ciclostorica dal castello organizzeranno attività di trekking, visite nel castello, assaggi e lezioni di yoga.
Info: 3348148927 Carlotta – Prenotazione obbligatoria

?? Castello di Ferrano, Ferrano (Pelago)
A partire dalle ore 12.00
“BARDICCIO PARTY”
Apertura del “Centro Pastorale La Pira” per il pranzo finale dei ciclostorici a base del tipico insaccato pelaghese: spogliatoi e docce in loco
?? Via Vallombrosana, 4

Altre informazioni e curiosità si possono trovare sulle pagine social dedicate all'evento:

https://www.facebook.com/LaLeonessaCiclostorica
https://www.instagram.com/leonessaciclostorica/
19/04/2024 11.12 Comune di Pelago
Comune di Lastra a Signa Lastra a Signa. Giovedì 25 aprile le celebrazioni per il 79° anniversario della Liberazione
Il programma della commemorazione Il Comune di Lastra a Signa ricorderà l’anniversario della Liberazione dal nazifascismo con una cerimonia che si terrà giovedì 25 aprile. Alle 10 si terrà la partenza del corteo da piazza del Comune che attraverserà le vie del centro storico per arrivare alle 10.30 in piazza Pertini dove si terrà la deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti.

A seguire, sempre in Piazza Pertini, gli interventi del sindaco, di rappresentanti della Sezione Anpi Bruno Terzani di Lastra a Signa, di ANED Firenze e di un rappresentante del consiglio comunale dei ragazzi. Accompagnerà la cerimonia la Banda Musicale della Misericordia di Malmantile. Saranno inoltre deposte corone d’alloro al monumento ai caduti a Ponte a Signa, Porto di Mezzo, Ginestra Fiorentina, Brucianesi, Masso della Gonfolina, Malmantile.

Alle 16 in sala consiliare si terrà la premiazione del concorso letterario Una storia partigiana promosso dalla sezione Anpi Bruno Terzani in collaborazione con il Comune.

Sempre nell’ambito delle iniziative della Liberazione giovedì 2 maggio alle 21.15 al Teatro delle Arti si terrà la proiezione del docufilm “Don Milani- tutto è possibile” scritto e diretto da Giovanna Carli e promosso in collaborazione con eremo di Lecceto (ingresso libero).
22/04/2024 13.11 Comune di Lastra a Signa
Pergola, Niccolini, Mila Pieralli, Rifredi Progetto Teatro Urbano 2024 – IV edizione. Molière
Saloncino ‘Paolo Poli’ del Teatro della Pergola – Firenze: 29 aprile ore 11:00 e ore 20 (ingresso gratuito).
Teatro degli Animosi – Marradi: 30 aprile ore 11:00. Teatro Excelsior – Reggello: 2 maggio 2024 ore 11:00. Orari riservati alle scuole
Molière, il grande teatrante, l’autore di commedie, l’attore appassionato, sarà il protagonista di un progetto e di uno spettacolo che guiderà il pubblico alla scoperta della vita e delle opere del grande drammaturgo francese.

MOLIÈRE è parte di TEATRO URBANO, un progetto di Venti Lucenti, promosso da Fondazione CR Firenze e Fondazione Teatro della Toscana e, anche nell’edizione 2024, in collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze.

Uno spettacolo Venti Lucenti in collaborazione con Fondazione Teatro della Toscana

Regia, scrittura scenica e costumi Manu Lalli
Scene Daniele Leone
Luci Gianni Mirenda
Attori Luca Avagliano, Chiara Casalbuoni, Giorgia Tomasi, Enrica Pecchioli, Enrico Rotoli, Angelo Rea

Attrezzeria e costumi realizzati da Marco Burberi e Paola Pietri (Laboratorio Venti Lucenti)

Immagine e Grafica Walter Sardonini


È Molière il protagonista dell’edizione 2024 di TEATRO URBANO che, alla sua quarta edizione, si rinnova e arricchisce di iniziative mosse dalla forte volontà di aprire le porte del teatro e della cultura.

TEATRO URBANO è un progetto promosso da Fondazione CR Firenze e Fondazione Teatro della Toscana, ideato e realizzato da Venti Lucenti, e che anche in questa edizione è realizzato in collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze: un grande contenitore di attività tutte rivolte alla creazione di un senso di appartenenza, un percorso di rinnovamento che si propone di diventare nel tempo un nuovo modo con il quale collaborare alla formazione permanente di tutti i cittadini, soprattutto dei giovani, utilizzando come centro propulsore il TEATRO.

I laboratori e le attività TEATRO URBANO sono sviluppati applicando il Metodo di Teatro Inclusivo di Venti Lucenti, sviluppato in oltre trent’anni di attività, basato sulla messa in condivisione di temi che i bambini e i ragazzi possano sentire come propri e la realizzazione di spettacoli “partecipati” nei quali, attraverso il lavoro a scuola, il teatro diventi un mezzo di divulgazione dei grandi temi della cultura.

Nell’edizione 2024 il progetto TEATRO URBANO si articola in due percorsi che si sviluppano attorno a Molière: il grande teatrante, l’autore di commedie, l’attore appassionato è, infatti, il soggetto del progetto e dello spettacolo di Venti Lucenti che guiderà il pubblico alla scoperta della sua vita e delle sue opere.


PERGOLA PER TUTTI! – MOLIÈRE

Nato nel 2022, in occasione delle celebrazioni del 400° anniversario della nascita del grande drammaturgo francese dal desiderio della Fondazione Teatro della Toscana e di Venti Lucenti di promuovere sempre più capillarmente le attività per la formazione culturale e del nuovo pubblico, si propone di contribuire all’avvicinamento da parte dei ragazzi e delle famiglie al Teatro di Prosa più importante e antico della città di Firenze e di approfondire la figura di Jean-Baptiste Poquelin, in arte Molière, restituendo, attraverso la partecipazione dei ragazzi coinvolti, prestigio e memoria ad uno dei principali simboli del teatro nel mondo.

In questa edizione sono previste due recite, una riservata alle scuole e una aperta a tutti.

La recita riservata alle scuole prevede una lezione di approfondimento a scuola, a cura dei formatori Venti Lucenti, e la visione “partecipata” dello spettacolo Molière il 29 aprile ore 11 nel Saloncino ‘Paolo Poli’ del Teatro della Pergola: 130 studenti delle scuole di Firenze assisteranno allo spettacolo e parteciperanno attivamente dalla platea in alcuni momenti dello stesso.

La recita serale del 29 aprile ore 20 è, invece, aperta a tutti, con ingresso gratuito su prenotazione (fino ad esaurimento dei posti disponibili).


PERGOLA PER TUTTI! – MOLIÈRE “METROPOLITANO”

Il progetto “Molière” verrà realizzato anche nell’area metropolitana, in collaborazione con la Città Metropolitana di Firenze, coinvolgendo un totale di 200 studenti delle scuole primarie del Comune di Marradi e del Comune di Reggello che riceveranno la formazione di Venti Lucenti e parteciperanno attivamente dalla platea durante lo spettacolo a loro riservato: 30 aprile ore 11 al Teatro degli Animosi di Marradi e il 2 maggio ore 11 al Teatro Excelsior di Reggello.

Lo spettacolo MOLIÈRE ha la scrittura scenica, la regia e i costumi di Manu Lalli, le scene di Daniele Leone e le luci di Gianni Mirenda. In scena, gli attori Luca Avagliano, Chiara Casalbuoni, Giorgia Tomasi, Enrico Rotoli, Enrica Pecchioli, Angelo Rea.

Dichiara Manu Lalli, Direttore artistico e regista di Venti Lucenti: “Il senso di un progetto come Teatro Urbano, realizzato grazie alla lungimiranza dei nostri partner, il Teatro della Pergola e la Fondazione CR Firenze, e coadiuvato dalla partecipazione dei Comuni di Marradi e Reggello che hanno aderito a questa edizione, è quello di riscoprire il teatro come luogo della città, un luogo che è possibile vivere ed abitare in tanti modi. Le grandi figure della storia come quella di Molière diventano pretesto per la messinscena di una performance collettiva attraverso la quale il teatro diventa un luogo di appartenenza di tutti. Un luogo riscoperto e vissuto in prima persona dal pubblico e soprattutto dai bambini, veri protagonisti di questa iniziativa”.

Aggiunge il Direttore Generale di Fondazione CR Firenze: “Siamo convinti che per amare il teatro sia necessario conoscerlo e viverlo fin da piccoli. Non è scontato che tutti i bambini e i ragazzi abbiano oggi questa grande opportunità. Il progetto Molière va proprio in questa direzione avvicinando al teatro le giovani generazioni in maniera coinvolgente ed entusiasmante. Un linguaggio che siamo lieti possa essere anche aperto alla città con una recita alla quale potranno partecipare tutti”.

“Il progetto di Venti Lucenti ha il merito di rendere i giovani i veri protagonisti della produzione culturale. Il futuro del teatro - afferma il Presidente della Fondazione Teatro della Toscana - passa infatti necessariamente da un coinvolgimento delle nuove generazioni attraverso linguaggi contemporanei e modalità di fruizione innovative, nonché dalla tessitura di una rete capillare che includa le scuole e le comunità locali nel segno dell'arte e dell'approfondimento culturale”.

Assessora alla Cultura e Istruzione del Comune di Reggello dichiara: "Questo è un bellissimo progetto che Venti Lucenti porta avanti da qualche anno ed è per noi un vero onore essere tra i tre comuni scelti quest'anno per poter presentare lo spettacolo. Abbiamo fortemente voluto collaborare alla realizzazione di questo evento che dà ai ragazzi ed alle ragazze della nostra scuola non solo l'opportunità di assistere ad un grande classico adattato e messo in scena da dei professionisti, ma anche di poter parlare in classe con gli attori e le attrici. Portare la cultura e la bellezza di ogni arte a scuola resta per la nostra amministrazione un punto fermo su cui impegnarsi costantemente".

Conclude l'Assessora alla Cultura del Comune di Marradi: “Il Comune di Marradi è onorato di poter partecipare all'iniziativa di coinvolgimento collettivo promossa dal Teatro Urbano, che offre a bambini e ragazzi la straordinaria occasione di partecipare dal di dentro, e cioè empaticamente e non solo da spettatori, all'esperienza teatrale, ed è uno straordinario strumento educativo, un contributo decisivo alla formazione di adulti e cittadini pienamente attrezzati dal punto di vista culturale”.


INFORMAZIONI

Durata spettacolo 1 ora circa

PARTECIPAZIONE SCUOLE 29 APRILE ORE 11 – TEATRO DELLA PERGOLA
gratuita su prenotazione produzione@ventilucenti.it | +39 338 896 0874


BIGLIETTO 29 APRILE ORE 20 - TEATRO DELLA PERGOLA
gratuito su prenotazione Eventbrite

CARTELLA STAMPA CON FOTO: https://drive.google.com/drive/folders/1ZKD3MZqG_GTr5q7-98LdXgO3B6OrhsB3?usp=drive_link

TEATRO URBANO: https://www.ventilucenti.it/teatro/progetti-spettacolo-di-comunita-civile/teatro-della-pergola/teatro-urbano/

TEATRO URBANO 2024: https://www.ventilucenti.it/teatro/progetti-spettacolo-di-comunita-civile/teatro-della-pergola/teatro-urbano/teatro-urbano-2024/

MOLIERE PERGOLA: https://www.ventilucenti.it/evento-spettacolo/2024-moliere-teatro-della-pergola/

MOLIERE METROPOLITANO: https://www.ventilucenti.it/evento-spettacolo/2024-moliere-metropolitano/
18/04/2024 12.20 Pergola, Niccolini, Mila Pieralli, Rifredi
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli. “Al museo e a teatro ti accompagno io”: nasce l’affido culturale, per contrastare la povertà educativa
Il progetto realizzato dal Comune insieme al Centro affidi darà l'opportunità a minori inseriti in contesti svantaggiati di partecipare gratuitamente a eventi culturali, accompagnati da volontari selezionati e formati. Via alla call per aderire

“Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio”. C’è la filosofia di un antico proverbio africano alla base del nuovo progetto di “affido culturale” pensato e organizzato dal Comune di Bagno a Ripoli insieme al Centro affidi, alla cooperativa Di Vittorio che lo gestisce, alla Società della salute della Zona Fiorentina Sud-Est e alle associazioni di volontariato del territorio.

Singole persone o famiglie, a titolo volontario, si mettono a disposizione per accompagnare bambini dai 6 ai 13 anni con famiglie con fragilità o inseriti in contesti svantaggiati al cinema o a vedere una mostra, al museo, a teatro o ad un laboratorio creativo. Un affido “temporaneo”, lungo un pomeriggio, il tempo di uno spettacolo o di un concerto. Ma i cui benefici aspirano ad essere duraturi. L'obiettivo è trasmettere ai più piccoli la passione per la cultura e la bellezza con cui altrimenti, per circostanze familiari, avrebbero meno occasioni di entrare in contatto, contrastando la povertà educativa. Il tutto consentendo ai bambini di partecipare gratuitamente a eventi culturali, accompagnati da volontari appositamente selezionati e formati.

Per realizzare il progetto, dal titolo "Vengo anch'io? Ti porto io!", si apre adesso la call per “arruolare” gli accompagnatori volontari. Possono farsi avanti adulti di tutte le età, sia singoli che coppie con o senza figli, pensionati e non. Le candidature saranno passate al vaglio dal Comune e dal Centro affidi. E le persone selezionate, prima di mettersi all’opera, dovranno seguire un breve corso preparatorio condotto dal Centro affidi.

Le iniziative culturali proposte si terranno sul territorio comunale, nei comuni circostanti della Sds Fiorentina Sud-Est e della Città metropolitana di Firenze. I bambini che beneficeranno del servizio saranno individuati dai servizi sociali del Comune, ma potranno essere segnalati anche dalle associazioni di volontariato.

“Ci sono persone e genitori che vanno normalmente con i loro bambini al museo, a un concerto, in biblioteca. Altri, per ragioni disparate, non ne hanno l'abitudine, il tempo, i mezzi o la possibilità. Ecco allora che con questo progetto i primi possono dare una mano ai secondi. Si crea una vera e propria rete socio-culturale, nuovi legami tra le famiglie, nuove occasioni di socializzazione, rappresentando al meglio cosa significhi prendersi cura degli altri, in questo caso dei più piccoli. Il tutto partendo dalla cultura, riconoscendone il ruolo nella crescita dei bambini e arricchendo il loro bagaglio di conoscenze ed esperienze”, dichiara il sindaco di Bagno a Ripoli ringraziando il Centro affidi e gli uffici comunali per aver ideato e realizzato l’iniziativa che promuove la cultura dell'affido, anche quello part-time, avvicinando nuovi soggetti a questa esperienza.

“Il progetto – dichiara l’assessora comunale al Sociale – introduce una nuova visione di welfare. Accanto ai bisogni socio-economici delle famiglie fragili, che restano fondamentali, si prendono in considerazione anche quelli educativi e culturali. Anch’essi indice di qualità della vita, benessere e opportunità”.

Per candidarsi e farsi avanti come volontari o per ricevere ulteriori informazioni: 055-645093 - centroaffidi@comune.bagno-a-ripoli.fi.it .
22/04/2024 10.58 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

Comune di Pontassieve Valdisieve. 25 Aprile: insieme per la Libertà
Le iniziative sul territorio dei Comuni di Pelago, Pontassieve e Rufina Durante il mese di aprile tante iniziative per celebrare la Festa della Liberazione. Dal cinema, alle mostre, alla musica, oltre 10 eventi promossi e organizzati dai Comuni di Pontassieve, Pelago e Rufina in collaborazione con tante realtà e associazioni del territorio, per celebrare, Giovedì 25 Aprile, l’80esimo anniversario della Liberazione dal nazifascismo.

Giovedì 25 Aprile alle ore 9 si inizia con la Santa Messa nella Chiesa di San Michele Arcangelo a Pontassieve. Dopo la messa, alle ore 10, nel giardino di via Giuseppe Di Vittorio cerimonia in forma statica e deposizione della Corona di alloro al monumento a Salvo D'Acquisto in collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri (ANC).

Alle ore 10,30 Concentramento dei Gonfaloni e partenza del Corteo, con accompagnamento della Filarmonica Puccini, dal Circolo Rinascita di San Francesco (Pelago). Il corteo si concluderà alle ore 11,30 in Via Tanzini con i saluti delle autorità. Alle ore 12, nel palazzo comunale di Pontassieve, visita all’esposizione “Adotta un articolo della Costituzione” a cura di Soci Coop Valdisieve con interventi dei ragazzi “Musica di libertà e pace, di generazione in generazione”, con filmati storici tratti dall'archivio Imperial War Museum di Londra.

Il pomeriggio si apre alle ore 13 col Pranzo del Partigiano, organizzato da Anpi Pontassieve, alla Casa del Popolo di Pontassieve. Alle ore 14,45 nei locali del Ciaf Bianca Bianchi (Rufina) “Girotondo della pace", corteo per le vie del paese, con i ragazzi delle scuole e delle società sportive di Rufina, accompagnati dal gruppo musicale "Fiati sprecati" e arrivo in Piazza Umberto I. Alle ore 15,30 gli eventi proseguono al Circolo Rinascita di San Francesco con il Concerto del coro “Canto Liberi”, letture, merenda e Laboratorio “papaveri per bambini” , gli eventi si concluderanno alle 19,30 al CRS La Torretta, Molino del Piano con la “Pizza della Liberazione”

Tutte le occasioni per ricordare la Liberazione. Di Seguito il calendario completo.

16 aprile ore 18:30 Sala Eroine – Comune Pontassieve: presentazione libro “Comunità in guerra: Valdisieve 1940-1944” di Francesco Fusi

17 aprile ore 21:00 Teatro Cinema Italia Pontassieve: spettacolo teatrale Il Corpo - ANPI Pontassieve Pelago

17 aprile ore 10:30 Berceto, Rufina Commemorazione dell'Eccidio di Berceto con l'Istituto Comprensivo di Rufina, la Famiglia Vangelisti e la sezione Anpi Rufina.

19 aprile ore 21:00 Sala del Consiglio Comunale di Pontassieve: presentazione libro “Il bambino nel gioco di coraggio” di Serena Raggi

21 aprile ore 10:30 Berceto Rufina Commemorazione dell'Eccidio - a seguire pranzo di comunità

23 aprile ore 10:00 Scuola Primaria Mazzini, Rufina: presentazione libro “Il bambino nel gioco di coraggio” di Serena Raggi

Giovedì 25 aprile tutto il giorno - Festa Nazionale con corteo, mostre, concerti e letture.

Ore 9.00 Chiesa di San Michele Arcangelo

SS Messa in Memoria dei caduti per la Libertà

Ore 10.00 giardino di via Giuseppe Di Vittorio

In collaborazione l’Associazione Nazionale Carabinieri (ANC), cerimonia in forma statica e deposizione della Corona di alloro al monumento a Salvo D'Acquisto

Ore 10.30 Circolo Rinascita ‘72, Pelago
Concentramento dei Gonfaloni e partenza del Corteo accompagnamento Filarmonica Puccini

Deposizione della Corona di alloro al monumento in via Petrarca e prosecuzione del corteo lungo via del Molino e Giardino dei Peri, commemorazione di Natale Benvenuti, Partigiano “Stoppa”

Da qui prosecuzione del corteo per via del Molino fino a Piazza Verdi, San Francesco: deposizione di una corona di alloro. Attraversamento del Ponte Mediceo e deposizione delle corone di alloro in Piazza XIV Martiri e Piazza Vittorio Emanuele II a Pontassieve

Ore 11.30 via Tanzini 23, Pontassieve

Saluto delle Autorità Regione Toscana e ANPI Pontassieve-Pelago

Ore 12.00 Palazzo Comunale di Pontassieve Sala del Consiglio Comunale - Esposizione Mostra “Adotta un articolo della Costituzione” a cura di Soci Coop Valdisieve

Sala delle Eroine - Momento musicale, proiezione video e interventi dei ragazzi “Musica di libertà e pace, di generazione in generazione”, con filmati storici tratti dall'archivio Imperial War Museum di Londra

Ore 13.00 Casa del Popolo di Pontassieve Pranzo del Partigiano, organizzato da Anpi Pontassieve Pelago, per prenotazioni 339 3986421 - 349 8627408

Ore 15.30 Circolo Rinascita 72 San Francesco

a cura di Circolo Arci Rinascita, Anpi Pontassieve Pelago, Spi Cgil, Auser, Socicoop Valdisieve

Concerto del coro “Canto Liberi”

Laboratorio papaveri per bambini

Letture di testimonianze della Resistenza a cura del gruppo di lettura Soci Coop Valdisieve

Merenda del partigiano

Durante l’iniziativa saranno raccolti elaborati, scritti e disegni realizzati dai partecipanti, esposti successivamente nei locali del Circolo Rinascita

Ore 14.45 Ciaf Bianca Bianchi Rufina

“Girotondo della pace", corteo per le vie del paese, con i ragazzi delle scuole e delle società sportive di Rufina, accompagnati dal gruppo musicale "Fiati sprecati" arrivo a Piazza Umberto I.

Ore 19.30 CRS La Torretta, Molino del Piano “Pizza della Liberazione”

26 aprile ore 21:00 Casa del Popolo di Pelago: “Una Farfalla che imbraccia il fucile” a cura di 'Donne in Cammino*Voci dal Futuro' e 'Alesia 2007 Onlus e partecipazione di "ArTrio" e "Brigand Trio"

28 Aprile ore 8:45 Circolo Culturale Contadino di Colognole: Camminata sui sentieri Partigiani, organizzata da ANPI Rufina, Geo e La Leggera, con pranzo organizzato dalla Leggera, allietato da musica e balli.

30 aprile ore 11:00 presso l'Istituto Comprensivo di Rufina: presentazione Atlante delle stragi con il dott. Taccetti dell'Istituto storico della Resistenza Rufina e Sezione ANPI Rufina.

2 maggio ore 9:00 Ciaf Bianca Bianchi di Rufina: "Mattinata resistente" con i ragazzi delle scuole Medie e con la sezione Anpi di Rufina.
22/04/2024 12.47 Comune di Pontassieve
Redazione di Met Giuseppe Gibboni solista dell’Orchestra Fiorentina. Due concerti con la giovane star del violino
Domenica 21 e lunedì 22 aprile 2024 ore 21. Auditorium di Santo Stefano al Ponte Vincitore del prestigioso Premio Paganini e artista conteso dalle maggiori orchestre, Giuseppe Gibboni è la giovane star del violino che domenica 21 e lunedì 22 aprile debutterà con l’Orchestra da Camera Fiorentina diretta da Giuseppe Lanzetta: due i concerti in programma, domenica 21 e lunedì 22 aprile all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte (Firenze).

Ad esaltare le doti di Giuseppe Gibboni sarà proprio una composizione di Niccolò Paganini, il “Concerto per violino e orchestra”. Completano il programma la “Sinfonia n. 6 in si minore, op. 74” di Pyotr Ilyich Tchaikovsky e, in apertura, la prima esecuzione assoluta di “Valzer di Mezzanotte” di Gianmarco Contini.

Classe 2001, Giuseppe Gibboni ha riportato il Premio Paganini in Italia dopo 24 anni. In tale occasione si è aggiudicato anche il premio del pubblico e due premi speciali per la migliore interpretazione di “Capricci” e del “Concerto per violino” di Niccolò Paganini. In seguito, l'ormai ventiduenne musicista ha iniziato una vasta carriera concertistica. Tra le altre cose, ha debuttato con il Concerto per violino di Tchaikovsky con l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia sotto la direzione di Lorenzo Viotti. Poco dopo ha suonato con la chitarrista Carlotta Dalia su invito del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel Palazzo del Quirinale a Roma.

E ancora, tra i momenti più significativi della scorsa stagione, il debutto negli Stati Uniti con la Detroit Symphony Orchestra diretta da Jader Bignamini e i concerti con l'Orchestra della Toscana diretta da Diego Ceretta e l'Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli diretta da Dan Ettinger. Nell'autunno del 2023, Giuseppe Gibboni ha debuttato con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Zubin Metha eseguendo il “Concerto per violino” di Mendelssohn e con l’Orchestra Sinfonica di Milano diretta da Joel Sandelson, eseguendo il “Concerto per violino” di Tchaikovsky.

Giuseppe Gibboni ha registrato il suo cd di debutto all'età di 15 anni per l'etichetta Warner Classics. Dal 2017 è sponsorizzato da Classically Connected, Inc (precedentemente conosciuto come Fondazione SI-YO di New York) che fornisce il suo "F. Tourte arco di violino 1800 Ca”.
Suona il violino "Auer, Benvenuti" di Antonio Stradivari, Cremona 1699, che gli è stato messo a disposizione da una fondazione tedesca, e il violino Stradivari 1722 "Jupiter" in prestito dalla Nippon Music Foundation. In qualità di vincitore del Concorso Paganini, ha avuto anche l'opportunità di suonare sul "Cannone", lo strumento preferito di Niccolò Paganini costruito da Guarneri del Gesù nel 1743.

Biglietti 15/20 euro. Prevendite online sul sito ufficiale www.orchestradacamerafiorentina.it, su www.ticketone.it e nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita). Biglietti disponibili anche presso Opera Your Preview – via Por Santa Maria 13, Firenze – tutti giorni dalle ore 10 alle 18. Riduzioni per studenti, over 65 e soci Unicoop Firenze.

La 44esima stagione dell’Orchestra da Camera Fiorentina è realizzata con il contributo di Ministero della Cultura, Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze, Unicoop Firenze e – in art bonus - Fondazione CR Firenze e Intesa Sanpaolo. Per informazioni e prenotazioni si può contattare la segreteria dell’Orchestra, tel. 055.783374 – 333 7883225 anche via whatsapp. Programma completo sul sito ufficiale www.orchestrafiorentina.it.

Le foto allegate sono autorizzate all’uso libero da diritti, limitatamente alla diffusione della notizia.
www.orchestrafiorentina.it

Programma concerti
G. Contini - Valzer di Mezzanotte prima esecuzione assoluta
N. Paganini - Concerto per violino e orchestra n. 2 in si minore la Campanella
P.I. Tchaikovsky - Sinfonia n. 6 Patetica

Domenica 21 e lunedì 22 aprile 2024 – ore 21
Auditorium di Santo Stefano al Ponte
Piazza Santo Stefano (accesso da via Por Santa Maria) – Firenze
ORCHESTRA DA CAMERA FIORENTINA Direttore GIUSEPPE LANZETTA
Violino solista GIUSEPPE GIBBONI
Musiche di G. Contini, N. Paganini, P.I. Tchaikovsky

Informazioni e prenotazioni
Segreteria Orchestra tel. 055.783374 - 333 7883225 - 339 1632869, anche via whatsapp. www.orchestrafiorentina.it - orchestra.camerafiorentina@gmail.com.
19/04/2024 11.40 Redazione di Met
Comune di Scandicci 25 aprile, 79° Anniversario della Liberazione d'Italia: gli eventi a Scandicci
Il Comune di Scandicci, insieme al Comitato della Memoria, ha reso noto il programma degli appuntamenti per giovedì 25 e non solo 25 aprile 2024, 79 esimo Anniversario della Liberazione d'Italia. Il Comune di Scandicci, insieme al Comitato della Memoria, ha reso noto il programma degli appuntamenti per giovedì 25 e non solo. Il calendario completo nel giorno del 25 aprile e il programma anche degli eventi inerenti alla Liberazione d'Italia.

Giovedì 25 aprile 2024
- ore 10.30: onore ai caduti e deposizione della corona d'alloro al Sacrario del Cimitero Sant'Antonio

- ore 10.45: in Piazza Matteotti l'onore ai caduti e deposizione della corona d'alloro al monumento in ricordo della Liberazione. Seguirà il corteo fino a Piazzale della Resistenza.

- ore 11.00: al Piazzale della Resistenza, celebrazione ufficiale con la partecipazione dei "Cori di Scandicci" a cura della Scuola di Musica di Scandicci e Filarmonica Vincenzo Bellini.

- ore 17.00: all'Auditorium Centro Rogers, concerto della Liberazione a cura della Filarmonica Vincenzo Bellini.

Altre iniziative inerenti il 25 aprile

- Martedì 23 aprile: verranno collocate tramite ANPI nelle 13 scuole di Scandicci (elementari, medie e superiori) alcune targhe plastificate con una frase simbolica di Sandro Pertini ("Si svuotino gli arsenali, si colmino i granai", del 1979), alla presenza del Sindaco e dei rappresentanti dell'Amministrazione Comunale.

- Dal 24 aprile al 12 maggio 2024, alla Biblioteca di Scandicci, la mostra fotografica "La Liberazione di Scandicci".

- Dal 7 al 9 maggio 2024. "Dentro il tunnel della storia", performance per raccontare la storia dell'Italia dopo la Liberazione organizzata dalla Biblioteca di Scandicci. Gli Amici del Cabiria, Krill Teatro. Presso la Biblioteca di Scandicci e Fabbrica dei Saperi.
22/04/2024 13.56 Comune di Scandicci
Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa Borgo San Lorenzo. Mensa: torna la pizza ai grani antichi
Protagonista il Km0 Martedì 23 aprile, mercoledì 24 per la Secondaria di Primo Grado, torna in mensa la pizza realizzata con base a km0 creata artigianalmente utilizzando un composto di farina di grani antichi, e pomodori pelati acquistati direttamente dal produttore.
Ma oltre a questi ingredienti sulle tavole della mensa questa settimana ci saranno tanti altri prodotti a km0 (ovvero locali o toscani): pasta, burro, farina, farro, fagioli, lenticchie, patate, uova e latte; mentre a filiera corta (acquisto diretto dal produttore) tacchino, riso, parmigiano e mozzarella.

Promuoviamo il territorio, costruiamo tutti insieme la comunità del cibo.

22/04/2024 10.49 Comune di Borgo San Lorenzo - Ufficio stampa
Comune di Bagno a Ripoli Bagno a Ripoli. Concerti e canti “resistenti”, il corteo e il film sui partigiani: Bagno a Ripoli in festa per la Liberazione
Tantissimi appuntamenti in programma giovedì 25 aprile nel 79° anniversario della Liberazione dal regime nazifascista. Dalle corteo a Ponte a Ema e la festa con i bambini della Vittorino da Feltre a Grassina Libera Tutti, le attività in programma organizzate o patrocinate dal Comune insieme ad ANPI e ai circoli e le associazioni del territorio

La deposizione delle corone ai cippi commemorativi presenti sul territorio, il tradizionale corteo a Ponte a Ema e la festa con i bambini della scuola “Vittorino da Feltre”. I canti dei partigiani e i concerti rock “resistenti” a Grassina. E il film sulle donne che liberarono l’Italia all’Sms di Bagno a Ripoli. Anche quest’anno si conferma ricco il programma di iniziative per rendere omaggio alla Liberazione del Paese dal regime nazi-fascista in occasione, il prossimo 25 Aprile, del 79esimo anniversario. Tanti gli appuntamenti aperti a tutta la cittadinanza organizzati o promossi dal Comune in collaborazione con la sezione ripolese di ANPI intitolata a Pietro Ferruzzi, il Quartiere 3 del Comune di Firenze, i circoli e le associazioni del territorio.

Le corone nei luoghi della Memoria
La giornata di giovedì 25 Aprile si aprirà alle 8.00 con la deposizione delle corone presso i cippi. Una prima delegazione partirà da piazza della Vittoria, davanti al palazzo comunale, per poi dirigersi in piazza della Pace, all’Isis “Gobetti Volta”, alla scuola media “Granacci”, alla Porta della Memoria al giardino “Nano Campeggi” ai Ponti, alla chiesa di Quarto, a Candeli, per poi fare tappa in via Roma - Fratelli Manzi, al borro di san Giorgio, alla lapide dell’Armata britannica in via Roma, a Gamberaia, a Fontesanta, al Lonchio, a villa Valori. Per poi raggiungere Antella, con i giardini della Resistenza e la Casa del popolo di Balatro. La seconda delegazione partirà alle 8.00 dal Circolo Acli di Grassina per poi dirigersi al parcheggio di San Michele a Tegolaia, ai cippi di Bubè in via Pian di Grassina, alla chiesa di San Martino, Castelruggero, Villa La Selva, al cimitero di Ponte a Ema, per poi congiungersi al corteo in programma a Ponte a Ema che condurrà alla scuola “Vittorino da Feltre”.

L’omaggio a Giorgio Grassi
Alla lapide dedicata ai caduti della Seconda Guerra Mondiale, collocata in piazza della Vittoria sulla scalinata del palazzo comunale, in occasione del 25 Aprile verrà ad aggiungersi un nuovo nome. E' quello di Giorgio Grassi, cittadino ripolese, caduto sul fronte russo il 19 dicembre 1942 a Kantanirowka nel corso di una grande battaglia con la 4°divisione corazzata sovietica. Il figlio Enzo, accertate solo recentemente dall'Autorità giudiziaria tali vicende relative alla morte del proprio padre, in occasione dell’anniversario, ha provveduto al restauro conservativo del monumento, omaggio alla Comunità di Bagno a Ripoli e alla sua memoria collettiva.

Il corteo e la festa con i bimbi a Ponte a Ema
Dopo la deposizione della corona ai caduti del cimitero di Ponte a Ema, si svolgerà il tradizionale corteo per le vie del paese: il ritrovo è alle ore 9.15 in via Benedetto Fortini, con partenza prevista per le 9.30. Alle 9.45 è in programma la deposizione delle corone alle lapidi presso la scuola “Vittorino da Feltre” e l’esecuzione degli inni ufficiali.
Alle 10.00 avrà inizio la cerimonia nel piazzale della scuola accompagnata dalla messa. Saranno presenti il sindaco Francesco Casini, la presidente del Quartiere 3 di Firenze Serena Perini e Luciano Bartolini della sezione Anpi di Ponte a Ema.

“Grassina libera tutti”
Dalle 16.00 alle 20.00 , alla Casa del Popolo di Grassina torna “Grassina Libera tutti”, festa per grandi e piccini in collaborazione con ANPI Bagno a Ripoli, Assopace Palestina, Fratellanza Popolare Grassina, Unicoop sezione soci Bagno a Ripoli e Cat Grassina.
Dalle 16.00 merenda antifascista, gonfiabili per i più piccoli e all’interno della Casa del Popolo proiezioni e mostre fotografiche. Tre concerti rock in programma, alle 16.00 “Ance”, alle 16.40 “Raggio” e alle 17.30 gran finale con “Train de vie”.
Dalle 19.00 apertura pizzeria “L’Arena” per poter cenare (prenotazione obbligatoria al 380-1867546).
L’evento si svolgerà anche in caso di maltempo nella sala sport della Casa del Popolo.

Canti partigiani al CRC Antella
Alle ore 17.00, Anpi Bagno a Ripoli e CRC Antella presentano il concerto del coro “L’Altrocanto” in “E come potevamo noi cantare?”, con canti partigiani dedicati alla Resistenza. Ingresso libero. Il CRC Antella è in via di Pulicciano 53. Ingresso libero.

“L’Agnese va a morire”
In serata, alle ore 21.00, il circolo SMS di Bagno a Ripoli (via Roma 124) con Anpi Bagno a Ripoli organizzano la proiezione del film “L’Agnese va a morire” di Giuliano Montaldo, tratto dall’omonimo romanzo di Renata Viganò. Il film narra la vicenda di una donna partigiana durante la lotta di Liberazione dal nazifascismo. Ingresso gratuito riservato ai soci ARCI.

La camminata della Memoria a Pian d'Albero
I festeggiamenti dedicati alla Liberazione non finiscono qua. Martedì 9 maggio si svolgerà la 13a edizione dell'iniziativa "Sui sentieri della libertà", la camminata della Memoria, per celebrare l’80° anniversario della strage di partigiani e civili che fu compiuta il 20 giugno 1944 per mano nazifascista. La camminata avrà come destinazione Casa Cavicchi a Pian d'Albero percorrendo in parte il sentiero della Memoria Monti Scalari. La manifestazione è organizzata dall’Istituto comprensivo Gobetti-Volta di Bagno a Ripoli, dalle sezioni dell’Anpi di Bagno a Ripoli, Ponte a Ema, Gavinana, Rignano-Reggello, Figline-Incisa, e si svolge con il patrocinio del Comune di Bagno a Ripoli.

“Oggi come 79 anni fa è sempre tempo di Resistenza, con guerre, violenze e ingiustizie che non accennano a placarsi anche intorno a noi. Dal dolore del regime nazifascista, nacque il sogno di un’Italia libera e unita che si riconosce nei valori della Costituzione. Essere antifascisti oggi significa impegnarsi ogni giorno per rispettarli, rivendicarli e metterli in pratica, contro ogni sopruso e prevaricazione, contro ogni nostalgia del passato, che oggi soffia più forte che mai. Siamo felici di trascorrere anche questo anniversario con tante iniziative e tanti bambini, che domani avranno un compito importante: portare nel mondo i valori, la memoria e la voce dei partigiani grazie a cui possono dire di essere nati liberi”, dichiara il sindaco.

“Ottant’anni fa, una parte coraggiosa e altruista dell’Italia decise di ribellarsi a un regime violento, brutale e razzista. E si organizzò per un’azione di libertà. Molte di quelle persone non avevano mai sentito parlare di una società equa, giusta, libera. Erano nate sotto la dittatura. Ma si armarono per renderla realtà, rischiando la propria vita, anteponendo il ‘noi’ all’io. Con il loro sacrificio, riscattarono la dignità del nostro Paese dopo la dittatura e l’alleanza con i nazisti, donando la libertà alla loro generazione e a quelle future. Oggi quelle persone sono il punto di riferimento del nostro 25 Aprile. A loro va un pensiero grato, ma soprattutto la nostra vitale sincerità nel coltivare gli ideali e i sogni che riversarono nella Costituzione. Viva il 25 Aprile, viva la Costituzione nata dalla Resistenza!”, dichiara il presidente di Anpi Bagno a Ripoli, Luigi Remaschi.
19/04/2024 11.08 Ufficio stampa Comune di Bagno a Ripoli

Redazione di Met Premio letterario Chianti, a San Casciano la 'Fisica delle separazioni' di Sartori
Terzo appuntamento con i finalisti. Sabato 27 aprile 2024, ore 17, Teatro Comunale Niccolini Sabato 27 aprile 2024, alle ore 17, presso il Teatro Comunale Niccolini di San Casciano, Giacomo Sartori presenterà alla giuria popolare e ai lettori il suo romanzo "Fisica delle separazioni in otto movimenti" (edito da Exorma) come terzo appuntamento della 36 esima edizione del Premio Letterario Chianti.

Con ‘Fisica delle separazioni in otto movimenti’ Giacomo Sartori esplora la metamorfosi dell’amore, i meccanismi della separazione, quasi una guida per porsi ad ascoltare la vita dell’altro e dell’altra che ci sta davanti nella sua unicità. Sartori non celebra le divisioni ma punta a sottolineare il valore della relazione di fronte all’individualismo che sfascia anche la vita di chi lo sceglie e, con otto “lezioni”, l’arte di voltare pagina per accogliere la ricchezza dell’altro.

Giacomo Sartori (Trento, 1958) è agronomo, e vive a Parigi. Autore di racconti e poesie, ha pubblicato i romanzi Tritolo (il Saggiatore, 1999), Anatomia della battaglia (Sironi, 2005), Sacrificio (Pequod, 2008; Italic, 2013), Cielo nero (Gaffi, 2011), Rogo (CartaCanta, 2015) e Sono Dio (NN Editore, 2016).
Per Exòrma ha pubblicato nel 2019 Animali non addomesticabili (con Paolo Morelli e Marino Magliani).
Alcuni suoi romanzi e racconti sono tradotti in francese, inglese e tedesco. È membro del blog collettivo Nazione Indiana.

Il Premio letterario Chianti è promosso dai Comuni di Greve in Chianti (Firenze), Unione Comunale Barberino V.E -Tavamelle Vel di Pesa (Firenze), Castellina in Chianti (Siena), Gaiole in Chianti (Siena), Impruneta (Firenze), Radda in Chianti (Siena), San Casciano Val di Pesa (Firenze), Castelnuovo Berardenga (Siena) e dall'Associazione Culturale Stazione di Posta di Firenze con l'ideatore del Premio Paolo Codazzi, con il coinvolgimento delle loro biblioteche.
Sponsor della manifestazione è il Rotary San Casciano - Chianti.
La finale del Premio è al momento fissata al 15 giugno 2024.

22/04/2024 11.50 Redazione di Met
Città Metropolitana di Firenze Lastra a Signa, incontro alle Quattro strade sulla viabilità
Le soluzioni tecniche individuate per l’intervento di installazione dell’impianto di illuminazione pubblica tra la Sp 72 “Vecchia Pisana” e la Sp 73 “di Malmantile”, l’allargamento di Via del Pollaiolo e la rimozione di un manufatto idrico dismesso Lastra a Signa, incontro venerdì alle Quattro strade per la presentazione da parte della Città Metropolitana di Firenze delle soluzioni tecniche individuate per l’intervento di installazione dell’impianto di illuminazione pubblica tra la Sp 72 “Vecchia Pisana” e la Sp 73 “di Malmantile”, l’allargamento di Via del Pollaiolo e la rimozione di un manufatto idrico dismesso.
Il progetto si pone l’obiettivo di incrementare la sicurezza degli utenti della strada, compreso il servizio di trasporto pubblico e di navette scuolabus, oltre che i mezzi dedicati al servizio di trasporto merci.
Vista la particolare conformazione del tracciato stradale, le pendenze trasversali che caratterizzano le piattaforme stradali intersecanti, l’esigua larghezza delle corsie esistenti, i raggi di curvatura sensibilmente stretti e gli angoli di visibilità pressoché attualmente inesistenti, si è proceduto a individuare 3 categorie di interventi, descritte brevemente in seguito.

1. Intervento strutturale
A seguito dell’esecuzione delle principali verifiche di visibilità e riguardanti l’ambito stradale, si è reso necessaria la riprofilatura del muro di sostegno esistente, in destra rispetto a SP.72, direzione Nord. L’attuale opera di sostegno del terrapieno verrà demolita, scavato il versante fino a intercettare le misure necessarie per il rispetto delle verifiche sopracitate e costruito un nuovo muro di sostegno in c.a. capace di sostenere la spinta del terrapieno.
Tale operazione permette di ottenere una sede stradale nell’intorno dell’area di intervento più larga e una percorrenza delle traiettorie più sicura, anche vista la presenza dei mezzi di trasporto pubblico che percorrono l’intersezione.
Il riempimento a tergo del nuovo muro di sostegno sarà fatto con materiale drenante e sistema di raccolta delle acque in modo da minimizzare le spinte idrostatiche e raccogliere in maniera efficace l’acqua evitando ammaloramenti.
In corrispondenza dell’intersezione SP.72 – Via del Pollaiolo Est, a valle del muro di sostegno viene realizzata una gradonatura in “muro verde in blocchi” per garantire i minimi triangoli di visibilità e assicurare un buon inserimento dell’opera nel contesto in cui si trova.

2. Intervento di sistemazione stradale
Dal punto di vista stradale, per garantire il rispetto delle principali verifiche di percorrenza, oltre a istituire un nuovo limite di velocità nei dintorni dell’intersezione oggetto di intervento, è stato necessario adeguare le dimensioni della piattaforma stradale dell’asse principale (SP.72) secondo i criteri dettati dalle attuali normative vigenti.
Inoltre, si è proceduto a modificare le isole spartitraffico esistenti, allargare le relative zebrature, demolire il manufatto idrico in disuso e realizzare una nuova conformazione dei cigli e delle cordonature per una migliore fruibilità dell’intersezione soprattutto da parte dei veicoli con maggiore ingombro.
Tali operazioni si riassumono in successive fasi di demolizione più o meno profonda e ricostruzione del pacchetto stradale, partendo dalla fondazione fino ad arrivare al rifacimento generalizzato dello strato di usura.
Infine viene prevista la chiusura dell’accesso diretto sulla strada da parte delle proprietà private adiacenti all’intersezione mediante la realizzazione di un cordolo di separazione fisico insormontabile (H maggiore di 20 cm) ed installazione di un parapetto metallico di sicurezza, di un’altezza inferiore al metro, in modo da non interferire con i suddetti triangoli di visibilità.

3. Intervento impiantistico
L’intersezione sarà inoltre soggetta a un’opera di illuminazione a basso impatto dell’intera area integrando il sistema attuale di illuminazione che si interrompe proprio in corrispondenza dell’intersezione con un nuovo sistema di lampioni, corredati dei loro necessari pozzetti e cavidotti, oltre che quadri elettrici di gestione e componentistica varia.

Fermate bus
Il progetto in parola assume come presupposto lo spostamento, a cura della Direzione Patrimonio e TPL della Città Metropolitana e dello stesso Comune, di entrambe le fermate del bus nella nuova localizzazione interna all’attuale area di parcheggio adiacente alla SP 72 ubicata a sud dell’intersezione con la SP 73. Non a caso il progetto prevede l’allargamento dell’intersezione tra la SP 72 e Via del Pollaiolo, funzionale proprio a consentire ai bus provenienti da Lastra a Signa e diretti verso Via del Pollaiolo di immettersi in tale via non più svoltando direttamente a sinistra dopo l’attuale fermata, ma svoltando a destra dopo aver raggiunto la nuova fermata nel parcheggio anzidetto e invertito il senso di marcia lungo la SP 72.

Procedura, tempi e costi
Il progetto, già di livello esecutivo, è attualmente nella fase di acquisizione dei pareri da parte degli enti preposti, mediante lo strumento della conferenza di servizi, che è previsto che si concluda entro il prossimo 12 maggio. Anche il Comune di Lastra a Signa deve esprimersi nello stesso termine e, ai fini espropriativi di alcune aree private funzionali all'allargamento della viabilità, dovrà anche concludere una specifica variante al proprio strumento di pianificazione urbanistica. In parallelo, il progetto esecutivo sarà sottoposto alla verifica prevista per legge da parte della Città Metropolitana. Dopo i suddetti passaggi si considererà perfezionata la conclusione della conferenza di servizi e il progetto potrà essere approvato con contestuale dichiarazione di pubblica utilità dell'opera e contestuale affidamento dei lavori ad una impresa esecutrice, presumibilmante la stessa impresa di cui già dispone la Città Metropolitana in quanto già affidataria di un accordo quadro quadriennale per l'esecuzione di lavori stradali.
Si stima che la conclusione dei suddetti passaggi burocratici e quindi l'inizio dei lavori possa avvenire entro il prossimo mese di settembre.
Il costo complessivo dell'intervento ammonta a 735.000 euro, spesa che la Città Metropolitana conta di coprire con le linee di finanziamento del Ministero delle Infrastrutture ad essa riservate e dedicate agli interventi di miglioramento della sicurezza delle strade provinciali.
20/04/2024 17.25 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Figline e Incisa Valdarno Una settimana a Brunico per gli studenti dell’ISIS Vasari come ambasciatori del territorio
Il gemellaggio con la locale scuola alberghiera: i ragazzi hanno anche collaborato con l’Amministrazione ad una guida multilingue su “Autumnia” Una settimana da ambasciatori del territorio di Figline e Incisa Valdarno in Alto Adige. Sono rientrati a casa nei giorni scorsi le studentesse e gli studenti di alcune classi dell’indirizzo alberghiero dell’ISIS Giorgio Vasari di Figline, dopo essere stati ospiti a Brunico (Bolzano), insieme ad un insegnante, della LHFS Bruneck, la locale scuola alberghiera, nel contesto di uno scambio bilaterale (la visita sarà restituita nel mese di maggio).

Il soggiorno ha previsto lezioni al mattino in lingua tedesca nelle classi in cui sono stati anche ospiti in famiglia e nel pomeriggio visite e incontri sul territorio ad aziende del mondo dell’ospitalità e dell’enogastronomia.

Si è trattato, per gli studenti figlinesi, della miglior occasione per conoscere in maniera approfondita la realtà culturale ed economica del territorio di Brunico e, al tempo stesso, della possibilità di far conoscere ai loro colleghi il territorio e le tradizioni di Figline e Incisa Valdarno.

Studenti dello stesso ISIS Vasari avevano anche collaborato, nei mesi scorsi, con il Comune nella realizzazione della mini-guida italiano-tedesco-inglese che racconta la bellezza e la particolarità di Autumnia, la tradizionale fiera autunnale dedicata ad agricoltura, ambiente e alimentazione.

In occasione del viaggio a Brunico, inoltre, gli studenti del Vasari hanno avuto modo di incontrare nel municipio dell’Alto Adige sindaco e vicesindaco a cui sono state lasciate delle copie della guida di Autumnia.

Una esperienza sicuramente formativa per i ragazzi, che fa eco a quella dello scorso anno a Pfungstadt, cittadina gemellata con Figline e Incisa Valdarno, durante l'Hessentag, la grande fiera del Land dell’Assia.

“Siamo molto orgogliosi di avere studenti così validi – le parole dell’assessora alla scuola - supportati da una scuola di eccellenza e da professori dinamici e innovativi, che sono capaci di renderli protagonisti ed esperti conoscitori del territorio in cui vivono e studiano. Come già l'anno scorso fecero a Pfungstadt durante l'Hessentag, siamo sicuri che anche questa volta siano state rappresentate al meglio le ricchezze e le tradizioni, non solo culinarie, di Figline e Incisa, mentre i ragazzi sono sicuramente riusciti ad accrescere il loro patrimonio culturale ed esperienziale, facendo tesoro di questa bellissima occasione”.
22/04/2024 13.52 Comune di Figline e Incisa Valdarno
Strade Anas Toscana, Anas: lavori in orario notturno sul raccordo Siena-Firenze per il risanamento dei cavalcavia
Tra Poggibonsi Sud e Colle Val d’Elsa Nord dal 22 aprile riaperto il viadotto “Cassia” tra Impruneta e Firenze Sul raccordo autostradale Siena-Firenze sono in corso i lavori di manutenzione programmata avviati da Anas nell’ambito del piano di riqualificazione dell’infrastruttura

Tra questi, proseguono gli interventi di risanamento dei cavalcavia che sovrappassano la sede stradale. Per consentire la prossima fase, saranno necessarie limitazioni temporanee al transito che sono state programmate esclusivamente in orario notturno.

Nel dettaglio, da lunedì 22 aprile a venerdì 10 maggio il raccordo Siena-Firenze sarà chiuso in entrambe le direzioni tra gli svincoli di Poggibonsi Sud e Colle di Val d’Elsa Nord dalle 21:30 alle 6:00 del giorno successivo.

Il traffico sarà deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni sul posto.

Mercoledì 17 aprile è stato invece rimosso il cantiere in corrispondenza del viadotto “Cassia” (km 54,700), in località Tavarnuzze, tra lo svincolo di Impruneta/Greve in Chianti e lo svincolo per Firenze/innesto autostrada A1.

I lavori, avviati da Anas sempre nell’ambito del piano di riqualificazione del raccordo Siena-Firenze sono terminati nella parte superiore dell’opera e proseguono al di sotto della sede stradale senza interferenze con la circolazione.

L’intervento, per un investimento di 1,17 milioni di euro, riguarda in particolare il rifacimento delle solette di transizione, la sostituzione dei giunti di dilatazione e il risanamento delle pile e dei cordoli laterali in calcestruzzo in entrambe le carreggiate.

Anas, società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane, ricorda che quando guidi, Guida e Basta! No distrazioni, no alcol, no droga per la tua sicurezza e quella degli altri (guidaebasta.it). Per una mobilità informata l’evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile anche su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all’applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito 800.841.148.
18/04/2024 15.24 Strade Anas
Redazione di Met IX edizione del Baroque Festival Florence
Sedici concerti, da venerdì 3 maggio a domenica 30 giugno 2024, alla Chiesa e Sala Capitolare di Santa Felicita a Firenze Prende il via venerdì 3 maggio 2024 alle 21 l’ottava edizione del Baroque Festival Florence, unica rassegna di musica barocca a Firenze, che prevede, fino al 30 giugno, sedici concerti con musicisti di rilevanza internazionale, quasi tutti in un luogo di grande valore artistico normalmente chiuso al pubblico: la Sala Capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze), con affreschi di scuola giottesca, oltre che in altri luoghi di grande interesse storico-artistico di Firenze, come la Chiesa di Santa Felicita (col suo stupefacente Pontormo), e la Biblioteca Marucelliana; due saranno all’aperto nel chiostro di Santa Felicita (in caso di pioggia, passeranno nella Sala Capitolare attigua).

La rassegna è organizzata da Konzert Opera Florence (K.O.F.), associazione musicale senza scopo di lucro che da nove anni propone concerti di musica rinascimentale e barocca in luoghi di interesse artistico a Firenze durante la stagione primaverile (maggio-giugno) e autunnale, coinvolgendo giovani musicisti e professionisti del settore famosi da tutto il mondo in programmi sempre nuovi, per richiamare l’interesse sull’opera barocca europea e sulla musica strumentale del periodo. L’attività si svolge nel centro storico, a pochi passi dal Ponte Vecchio. K.O.F. ha collaborato con la sezione di musica antica del maggior teatro di Firenze (Musica Antiqua del Maggio Musicale Fiorentino); collabora inoltre col Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze e col Museo Galileo Galilei, condividendo con queste istituzioni l’obiettivo di diffondere la musica antica, sia lirica sia strumentale, in Toscana.

Dal 2021 il progetto “Baroque Festival Florence” è rientrato fra quelli finanziati dal FUS Fondo unico per lo spettacolo; inoltre è parte dell’Estate Fiorentina, supportato da Città Metropolitana di Firenze, Regione Toscana, Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Presidente e direttore artistico dell’Associazione K.O.F. è Giacomo Benedetti: ha studiato pianoforte, organo, clavicembalo e direzione d’orchestra in Italia e Olanda, è organista e maestro di cappella nella chiesa di Santa Felicita e nella Basilica di San Miniato al Monte e docente al Conservatorio di Vibo Valentia. Lavora come organista e clavicembalista da solista e in ensemble in Italia e all’estero, realizzando concerti e incisioni; lavora per il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino; è stato Maestro Collaboratore (assistente per il corso di clavicembalo e per il dipartimento di musica antica) del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze e lo è ancora alla Scuola di Musica di Fiesole.

I concerti nella Chiesa di Santa Felicita o nella Biblioteca Marucelliana sono a offerta libera; quelli nella Sala Capitolare di Santa Felicita e nel chiostro hanno un prezzo variabile: 18 euro intero, 5 euro studenti; possibilità di abbonamento a 20 concerti dell’Associazione KOF (anche extra-festival) con riduzione del prezzo a 10 euro a concerto; info: 348 6928660, associazione.musicale.kof@gmail.com; konzertoperaflorence.eu

Programma
Venerdì 3 maggio, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Johann Sebastian Bach: Stile italiano, Stile tedesco. Sergio Foresti: basso; Anna Clemente: clavicembalo; Giacomo Benedetti: organo. Il concerto è una piccola antologia di arie di Bach per mettere a confronto lo stile tedesco e quello italiano: nella prima parte verranno proposti alcuni Lieder sacri, emblematici del mondo luterano e nella seconda lo stile tedesco con composizioni che più lo rappresentano, cioè tratte dalla cantata di argomento sacro ed il tentativo di imitare lo stile italiano con una delle pochissime pagine scritte in italiano, cioè la cantata profana Amore traditore che imita lo stile italiano, ma nella seconda aria lo stile cembalistico bachiano è evidente, perché lo strumento è obbligato, non un basso continuo, e la voce intona un’aria quasi come un corale. Il resto del programma darà spazio alla parte strumentale e rispetta il duplice aspetto stilistico proposto nella parte vocale: il Concerto in G-Dur BWV 592 per organo solista e clavicembalo, di respiro italiano, e il Ricercare a 6 dall’Offerta musicale a due clavicembali, che rispecchia lo stile prettamente tedesco.

Lunedì 8 maggio, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)
Divine bellezze. I mottetti napoletani per voce sola e continuo. Valeria La Grotta, soprano + La Confraternita de’ musici: Fabio De Leonardis, violoncello; Stefano Stabile, tiorba; Cosimo Prontera, maestro di concerto, organo e cembalo. Musiche di L. Leo, G. Salvatore. La devozione religiosa delle popolazioni del Sud Italia è testimoniata dall'incredibile numero di chiese, cappelle e conventi che già nel Seicento erano annoverate nei taccuini dei molti viaggiatori che fecero visita alla nostra penisola. La devozione fu incentivata da un alto numero di eventi tragici: guerre, carestie, terremoti. Le pratiche devote e i culti per i santi divengono simbolo di una ricerca di soccorso e di protezione che talvolta le pagine musicali ne registrano la sommessa voce. I brani scelti, oltre che ad un intrinseco valore spirituale, celano altri elementi significativi. In primis quello storico, in quanto questi brani furono scritti per le Cappelle e per le Confraternite del tempo – istituzioni preposte alle pratiche devozionali; secondo quelli funzionali, in quanto assolvevano al compito di accompagnare il servizio divino appagando la pietà popolare. La struttura formale canonizzata è costituita da cinque momenti: Aria, Rec. Aria, Rec. Alleluia, anche se in alcuni casi è tangibile la fusione di alcuni di essi o la successione non osserva la consueta pratica come nel mottetto di Leo.

Mercoledì 10 maggio, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Chiostro della Chiesa di Santa Felicita (in caso di pioggia: Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Il traversiere nella musica barocca europea. Enzo Caroli: flauto traversiere; Alessandra Artifoni: clavicembalo; Jean-Marie Quint: violoncello. Musiche di Telemann, Loillet, Handel, Lotti e J.S. Bach. Una passeggiata musicale attraverso gli stili compositivi dei grandi musicisti del barocco europeo. Il traversiere era lo strumento principe dell’epoca e il suo più noto rappresentante era J .J. Quantz, grande flautista e maestro di flauto del re di Prussia, Federico il Grande. È noto in effetti come il re si dilettasse a suonare la sera assieme ai suoi musicisti di corte; suo clavicembalista era Carl Philipp Emanuel Bach, figlio di Johann Sebastian. Quantz scrive nel suo famoso trattato per flauto e non solo: “la diversità di stile e ciò che più influenza i giudizi musicali. Questa diversità si manifesta presso varie nazioni che dimostrano di avere il gusto per le belle arti. Vi sono in particolare due popoli che ai nostri giorni hanno acquisito grandi meriti in relazione al miglioramento del gusto musicale. Essi sono quello italiano e quello francese. Le altre nazioni si sono adattate allo stile ora di una ora dell’altra, come lo stile della Germania”.

Giovedì 11 maggio, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

“Laudate Dominum: Seicento sacro”. Musica vocale del Seicento italiano. Rossana Bertini: soprano; Andrea Benucci: tiorba; Giacomo Benedetti: clavicembalo, organo e concertazione. Musiche di G. Frescobaldi, G.G. Kapsperger, H.Schütz , C. Monteverdi, G.Rovetta, M. Cazzati, F Cavalli, F. Caccini e altri. Il concerto spazia tra i capolavori dalla musica sacra vocale e strumentale del 1600: i più grandi musicisti della musica italiana sono stati imitati e presi ad esempio in tutta Europa. La musica della Seconda pratica italiana domina grazie a musicisti come G.Frescobaldi , M.Cazzati, C. Monteverdi e la sua scuola, da cui sono derivati maestri come G.Rovetta, H.Schutz, F.Cavalli. Grandi contrasti ed effetti di profonda dolcezza e solennità La voce solista è tra le interpreti più importanti della vocalità italiana del barocco: Rossana Bertini.

Mercoledì 17 maggio, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare e chiesa di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

La musica del Cinquecento e del Seicento al clavicembalo e all’organo. Carla Catalina Vicens: clavicembalo ed Organo Zeffirini (1572). Musiche di W. Byrd, J. Dowland, J. Bull, P. Philips, J.K. Froberger, G. Frescobaldi, G.Picchi, M. Cara, M.A.Cavazzoni, A. Cabezón. Nel XVI secolo, la musica per tastiera fiorisce in Europa insieme alla fondazione di alcune delle tradizioni più durature della costruzione di strumenti a tastiera. Un repertorio che oscilla tra il profano e il sacro, tra l'uso delle corde pizzicate della lira orfica e il maestoso suono dell’organo. Tastieristi amatori e professionisti vivono la trasformazione generata dalla stampa musicale. Essa ha inizio in Italia con le pubblicazioni di Petrucci, e dedicandosi agli strumenti a tastiera vede la luce la pubblicazione nel 1517 da parte di Andrea Antico di "Frottole da sonare organi", una raccolta delle canzoni italiane più popolari coltivate nelle principali corti d'Italia. Mentre la musica vocale rimane il modello principale per le composizioni per tastiera, generi strumentali come il “ricercare” e la “Toccata”, strettamente legati alla voce nelle loro origini, esplorano anche le caratteristiche idiomatiche degli strumenti. Ogni centro musicale in Europa afferma la propria identità, con l'internazionalismo condiviso che caratterizza la polifonia franco-fiamminga.

Dopo la crisi della Controriforma, all'inizio del Seicento, mentre le fiamme della Guerra dei Trent'anni si accendevano in Europa, si sviluppò un momento in cui la musica divenne un ponte tra le nazioni, anche mentre il conflitto incombeva all'orizzonte. La Guerra dei Trent'anni fu scatenata dalla deposizione dell'Imperatore Ferdinando II come Re di Boemia, sostituito da Federico V del Palatinato. Questo evento diede il via a un movimento di artisti in esilio, in cerca di rifugio e ispirazione in terre straniere.

Appena cinque anni prima, il 14 febbraio 1613, Federico V aveva sposato la principessa inglese Elisabetta Stuart. Essendo istruita nell'arte del clavicembalo, ricevette un dono di nozze significativo: la prima stampa inglese per virginale, intitolata Parthenia. Mentre la musica dalla Francia e dall'Italia veniva pubblicata in Inghilterra, la principessa intendeva portare la musica dei grandi compositori inglesi come Byrd, Bull e Gibbons alla sua nuova corte a Praga. Elisabetta regnò solo per un breve inverno come Regina di Boemia, prima di dover fuggire verso i Paesi Bassi. Questa regione, inclusa la capitale dei Paesi Bassi Spagnoli, Bruxelles, aveva già accolto altri musicisti inglesi in fuga come Francis Tregian, noto per aver compilato la musica del Fitzwilliam Virginal Book, e successivamente Peter Philips.

Lunedì 22 maggio, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Tre partite di Johann Sebastian Bach (1, 2, 5). Giulia Nuti: clavicembalo. Le Sei Partite BWV 825-830 uniscono forma italiana e stile francese; Giulia Nuti, acclamata interprete del repertorio italiano e dei clavicinistes francesi, valorizza entrambi gli elementi stilistici, offrendo una visione del tutto originale del grande Maestro. L’interpretazione di Giulia Nuti esalta la qualità vocale della scrittura di Bach: gli abbellimenti e le ornamentazioni seguono le più recenti e accreditate ricerche bachiane, pur nel fedele rispetto della partitura. Nel concerto, Giulia Nuti presenterà tre delle sei Partite; la sua registrazione Johann Sebastian Bach: The Six Partitas, recentemente uscito per l’etichetta Arcana, è stata molto lodata dalla critica:

“Unendo rigore e fantasia, senso dell'architettura e entusiasmo di libertà, Giulia Nuti infonde ad ogni Partita una vita intensa.” (Diapason)

“Il modo in cui suona Giulia Nuti ci fa capire che ha la capacità di ricavare dal clavicembalo tutto ciò che desidera.” (Gramophone)

Per Arcana Giulia Nuti ha inoltre inciso The fall of the leaf: English keyboard music on the Rucellai virginal (2022); Le coeur et l’oreille: Manuscript Bauyn (2017); Bach, Sei Suonate a cembalo certato e violino solo (con Chiara Zanisi, 2017).

Mercoledì 24 maggio, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Ispirazioni musicali d’Italia in Germania tra il XVII ed il XVIII secolo”. Sara Mengs: soprano; Tobias Bader Mengs: basso; Ensemble Baroque Lumina (Matteo Saccà e Rossella Pugliano: violini; Andrea Benucci: tiorba; Giacomo Benedetti: concertazione, clavicembalo ed organo). Introduzione di Maik Richter, direttore del museo Casa Heinrich Schütz a Weißenfels. Musiche di Johann Krieger, Heinrich Schütz, Johann Heinrich Freytag, Johann Friedrich Fasch, Georg Philipp Telemann, Georg Friedrich Händel. A compositori noti se ne alternano alcuni che non raggiunsero gran fama neanche in Germania, poiché molte delle loro opere furono distrutte da incendi di castelli e durante le guerre, per esempio Johann Friedrich Fasch e Johann Philipp Krieger. Il concerto è strutturato in tre parti. Alcune delle opere eseguite sono state finora ascoltate solo da poche persone in Germania. Questo vale soprattutto per le composizioni di Johann Heinrich Freytag (morto nel 1720, violinista dell'orchestra di corte di Anhalt-Köthen sotto la direzione di Johann Sebastian Bach) e di Augustin Reinhard Stricker (morto intorno al 1719, primo direttore d'orchestra della corte di Anhalt-Köthen fra 1714 e 1717 e predecessore di Bach). I fratelli Johann Philipp Krieger (1649-1725, direttore d’orchestra della corte ducale di Sassonia-Weißenfels dal 1680) e Johann Krieger (1652-1735, direttore musicale della città di Zittau in Sassonia dal 1682), invece, sono più noti agli appassionati di musica. La musica in Sassonia non è rappresentata solo da questi due musicisti, ma anche da Heinrich Schütz, che ha avuto un'influenza significativa sulla cultura musicale tedesca un secolo prima di Händel e Bach. Un altro grande compositore, anche se spesso apprezzato solo negli ambienti musicali, fu Johann Friedrich Fasch (1688-1758, direttore d‘orchestra di corte dei principi di Anhalt-Zerbst dal 1722). Insieme al principesco violinista austriaco Carl Hoeckh, Fasch lasciò la sua impronta sulla musica del Principato di Anhalt-Zerbst in un'epoca in cui la musica del vicino Principato Anhalt-Köthen aveva già perso il suo fascino; se ne esegue un salmo che il maestro di capella Fasch ha composto 1727 per la corte di Dresda.

Lunedì 29 maggio, ore 21 - Ingresso a offerta libera
Chiesa di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Il periodo d’oro della tromba barocca, da Fantini a Händel. Emilio Botto: tromba barocca; Giacomo Benedetti: organo; Angelo De Lucia e Simona Grazzini: danzatori. Musiche di G. Frescobaldi, G. Fantini, G.B.Viviani, G.F.Haendel, V. Pellegrini, B. Pasquini. Il concerto presenta un percorso della musica barocca per tromba e organo, dalla Firenze medicea del primo Seicento fino alla Londra di Händel del primo Settecento. Verranno proposte le Sonate di Fantini, i primi brani per tromba con intento artistico e non più solo militare; una Sonata del fiorentino Viviani del tardo Seicento e la celebre Suite per tromba dalla Water Music di Händel. Sull’organo di Onofrio Zeffirini , importante organaro del cinque-seicento , strumento fra i primi sei in Italia per qualità foniche e storiche, si alterneranno brani di G.Frescobaldi fino ad arrivare ai contemporanei di G.F:Handel . Il tutto interpretato su strumenti originali nella chiesa medicea di Santa Felicita dove molto probabilmente sono stati ospitati sia Fantini che Frescobaldi. I brani saranno accompagnati da danze in stile più in uso nel primo Seicento, eseguite dai danzatori Angelo Paolo De Lucia e Simona Grazzini in abiti sontuosamente barocchi.

Mercoledì 31 maggio, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Johann Sebastian Bach e Sylvius Leopold Weiss: musica per clavicembalo e liuto. Francesco Romano: tiorba e liuto; Francesco Cera: clavicembalo. Musiche di J.S. Bach e S.L. Weiss. Due capostipiti della musica tedesca barocca. Sylvius Leopold Weiss (1686-1750) è considerato uno dei più importanti e prolifici compositori di musica per liuto della storia, nonché uno dei liutisti più conosciuti e tecnicamente esperti del suo tempo. Varie furono le occasioni in cui Bach e Weiss si incontrarono a Dresda per improvvisare al cembalo ed al liuto. Un programma che offre all’ascolto opere solistiche per i due strumenti tratte dalla ricca produzione solistica dei venerati compositori ed un’inedita versione di alcuni contrappunti dell’Arte della Fuga eseguiti in duo.

Domenica 5 giugno, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Chiostro della Chiesa di Santa Felicita (in caso di pioggia: Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Johann Sebastian Bach. Ensemble di fiati del Conservatorio “L.Cherubini”, Scuola di musica d’insieme; fiati della prof.ssa Grazia Rossi (Giulio Valente, Li Yuesen: trombe, Francesco Onerati, Alessandro Scerbo: tromboni, Anna Berthouze e Antonio Pezzella: flauto, Leonardo Bulli: oboe, Remo Simonetti: clarinetto, Niccolò Fontani: corno, Sofia Fulgione: fagotto, Antonio Pezzella, Anna Berthouze: flauti, Anastasia Pankratova: violoncello). Musiche di J.S. Bach. La classe di musica d’insieme per fiati di Grazia Rossi ha incentrato lo studio di quest’anno sulla musica di J.S.Bach : arraggiamenti e ritrascrizioni di brani famosi da Cantate, da Corali dell’Orgelbüchlein, dal Clavicembalo ben temperato, da Trio sonate: un tripudio di musica celestiale per strumenti a fiato in un inedito ascolto sicuramente ricco di sorprese.

Martedì 7 giugno, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Lachrimae of the seven tears di John Dowland. Consort di Viole da gamba “I consortieri del Viaio” (Lisa Nocentini: viola da gamba soprano, Barbara Benvenuti: viola da gamba soprano e e viola da gamba basso, Cristina Rinaldi: viola da gamba tenore, Teresa Peruzzi e Maurizio Cucini: viola da gamba basso, Fabrizio Lepri: concertatore); Andrea Benucci: liuto. John Dowland, compositore e liutista, è considerato uno dei maggiori virtuosi di liuto di tutti i tempi. Nacque probabilmente a Londra, nel 1563 dove morirà nel 1625. Lachrimae of the seven tears è una sua raccolta di musica strumentale pubblicata a Londra nel 1604 per consort di cinque viole da gamba e liuto che contiene un set di variazioni sull’ incantevole tema del musicista inglese detto appunto “Lachrimae” e il meglio delle sue composizioni già molto diffuse durante la sua vita. Nel 1594 Dowland fu in Italia per incontrare il compositore Luca Marenzio, e sosterà per qualche mese anche a Firenze dove avrà la possibilità di esibirsi di fronte al granduca Ferdinando I, probabilmente in una delle stanze del palazzo Pitti, e di conoscere Giulio Caccini e la sua nuova arte. Tutta l’opera, con la sua intensità e struggente melanconia, riflette bene sia lo spirito dell’epoca elisabettiano che la dimensione interiore del travagliato autore che non a caso in diverse occasioni ebbe a descrivere se stesso come “infelice inglese”. Il Consort di Viole “la Consorteria del Viaio” di Anghiari diretto da Fabrizio Lepri insieme al liuto di Andrea Benucci presenteranno per la prima volta a Firenze molte pagine di questa meravigliosa opera, di rara esecuzione per la sua difficoltà e capace di varcare i confini del tempo.

Martedì 14 giugno, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Le sonate sacre vocali in Italia ed in Germania. Nina Bohlke: mezzosoprano; Andrea Benucci: tiorba; Giacomo Benedetti: clavicembalo ed organo. Musiche di G. Frescobaldi, H. Schutz, C. Monteverdi, J.C. Bach, J.D. Heinichen, J. Dowland. L’Amore nelle sue varie accezioni, umana e spirituale, sarà il filo conduttore del programma interpretato dal mezzosoprano tedesco Nina Bohlke con la concertazione e l’accompagnamento all’organo ed al clavicembalo da Giacomo Benedetti e la tiorba di Andrea Benucci. Tre le nazionalità che, con le rispettive modalità espressive, daranno voce alle liriche presentate; l’Italia con Frescobaldi e Monteverdi, l’inghilterra elisabettiana con Dowland e la Germania di Schutz, Heinichen e Johann Christian Bach, cugino di secondo grado del più famoso Johann Sebastian.

Domenica 19 giugno, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Chiostro della Chiesa di Santa Felicita (in caso di pioggia: Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Un’amicizia tra musica e fiori: Händel & Telemann. Musica del settecento per flauto e clavicembalo. Kerstin Fahr: flauti dolci; Flòra Fàbri: clavicembalo. Musiche di Georg Friedrich Händel e Georg Philipp Telemann. I due famosi compositori e amici Händel e Telemann condividevano non solo l'amore per la musica, ma anche l'amore per i fiori. Si scambiarono lettere su piante speciali. Esistono documenti che attestano l’invio da parte di Händel a Telemann di fiori esotici da Londra ad Amburgo. Entrambi i compositori hanno scritto opere impressionanti per flauto dolce e clavicembalo. Flóra Fábri e Kerstin Fahr illuminano musicalmente questa amicizia: loro eseguiranno sonate, suite e partite un affresco sulle emozioni del periodo barocco in tutte le sue incredibili sfumature.

Giovedì 23 giugno, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Giovani Talenti. Concerto di musica barocca e clavicembalo. A cura del Dipartimento di musica d’insieme per archi del Conservatorio “Luigi Cherubini”. Giorgio Sasso, Noemi Celestini, Eleonora Zamboni, Matilde Fubiani: violini; Matilde Giorgis: viola; Gabriele Bracci: violoncello; Luca Cola: contrabbasso; Giacomo Benedetti: clavicembalo solista e basso continuo. Musiche di: A. Corelli, A. Vivaldi, J.S.Bach. Il Dipartimento di musica d’insieme per archi del Conservatorio “L. Cherubini” propone un programma coi più grandi capostipiti della musica italiana strumentale per archi nel barocco: dai concerti grossi di Arcangelo Corelli ai concerti a quattro violini di Antonio Vivaldi fino ai concerti solisitici sempre di Vivaldi ed il concerto solistico di J.S.Bach per clavicembalo ed archi di ispirazione tipicamente italiana. La collaborazione con l’associazione Konzert Opera Florence ed in particolare del solista M° Giacomo Benedetti, docente di clavicembalo al Conservatorio di Vibo Valentia e maestro di cappella della chiesa di Santa Felicita, permette l’unione dell’esperienza con gli allievi del Conservatorio, guidati dal M° Giorgio Sasso, in un risultato ricco di freschezza ed entusiamo.

Martedì 28 giugno, ore 16 - Ingresso a offerta libera
Biblioteca Marucelliana, via Cavour 43/47 - Firenze

Il periodo d'oro del mandolino a Firenze. Concerto preceduto dalla conferenza Il mandolino nella Firenze di fine Ottocento, fra nobiltà e borghesia, tenuta da Ugo Orlandi su Enrico Marucelli, Carlo Munier ed il mandolino a Firenze nella seconda metà del XIX secolo. Ore 18 concerto con Ugo Orlandi: mandolino solista e liuto cantabile; Andrea Benucci: primo mandolino; Antonella Vezzani: secondo mandolino; Luca Becorpi: mandola; Luisella Conter, Antonio Scaramuzzino: chitarre. Musiche di E.Marucelli, C. Munier, G. Walter, G. Bellenghi, L. Bianchi. La conferenza, a cura del mº Ugo Orlandi, docente di mandolino presso il conservatorio “G.Verdi” di Milano e uno tra i maggiori esperti al mondo dello strumento, cercherà di ricostruire, attraverso documenti storici, il fervore culturale che ruotava intorno al mandolino nella Firenze di fine Ottocento, mettendo in luce aspetti finora poco noti dell’ambiente musicale fiorentino del periodo legato soprattutto al rapporto tra i grandi compositori mandolinisti fiorentini e personaggi di spicco della cultura musicale del periodo. Una parte della conferenza, a cura del mº Andrea Benucci, sarà dedicata ad illustrate le varie tipologie di mandolino in uso a Firenze nel periodo anche attraverso la presentazione di strumenti e materiale originale del periodo. Il concerto presenterà musiche originali del periodo di compositori fiorentini e sarà a cura del Quartetto a Plettro Fiorentino “Carlo Munier” fondato dal mº Benucci con la partecipazione straordinaria del mº Orlandi e della chitarrista Luisella Conter.

Giovedì 30 giugno, ore 21 - Ingresso € 18 intero / 5 ridotto / 10 abbonati
Sala capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze)

Giardini e Giordani: quartetti e concerti in stile galante. Giovanni Miszczyszyn: traversiere + Ensemble strumentale Accademia del Santo Spirito. Alessandro Conrado e Paola Nervi: violini; Massimo Barrera: violoncello; Luca Ronzitti: clavicembalo. Musiche di Tommaso Giordani (1730 circa - 1806) e Felice Giardini (1716-1796). Felice Giardini (Torino 1716 - Mosca 1796), compositore e violinista, fu allievo di G.B. Somis, suonò nell'orchestra del Teatro Regio di Torino e del S. Carlo di Napoli. Nello 1748 si recò a Parigi e nel 1750 a Londra, dove assunse, nel1752, la direzione dell'orchestra dell'Opera italiana del King's theatre. Sensibile alle tendenze più avanzate della musica del suo tempo, in particolare per i contributi recati alla forma del quartetto, diede prova inoltre di grande modernità condividendo con J.Ch. Bach, dalla cui opera fusensibilmente influenzato, il progressivo abbandono dello stile barocco in favore di un linguaggio già orientato verso il principio della forma-sonata e dello Stile Galante. Tommaso Giordani, (Napoli 1733 circa - Dublino 1806) compositore e clavicembalista, come Giardini visse a lungo e Londra, dove produsse innumerevoli Opere Italiane al King's theatre. Nella sua produzione strumentale privilegiò la forma sonata, lo stile Galante, caratterizzato da una amabile espressività dei tempi centrali, non privi di spunti melodici di rara eleganza, che nella presentazione dei temi, rivelano una maturità stilistica d'impronta chiaramente mozartiana.

Associazione Konzert Opera Florence (K.O.F.) presenta la IX edizione del
Baroque Festival Florence Chiesa e Sala Capitolare di Santa Felicita (Piazza di Santa Felicita, 3, Firenze) DA VENERDÌ 3 MAGGIO A DOMENICA 30 GIUGNO 2024
22/04/2024 13.19 Redazione di Met
Città Metropolitana di Firenze Firenze, accordo per l'ampliamento dell'apertura dell'ambulatorio dedicato agli studenti fuori sede: adesione dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario DSU Toscana
In consiglio Metropolitano approvato l'addendum all'accordo in essere tra Metrocittà, Usl Toscana Centro, Università degli Studi e Palazzo Vecchio Approvata in Consiglio Metropolitano all'unanimità, su proposta del Consigliere con delega alla Promozione Sociale, una modifica all'accordo in essere che istituisce un servizio sanitario per gli studenti fuorisede.
La Città Metropolitana, insieme con USL Toscana Centro, Università degli Studi di Firenze e Comune di Firenze, ha aperto nel 2021 un Ambulatorio dedicato agli studenti fuori sede, al fine di garantire assistenza sanitaria a studenti iscritti all’Università di Firenze che vivono nel territorio della Città Metropolitana ma che, essendo residenti in altre Regioni e non avendo optato per avere qui il proprio domicilio sanitario, non possono essere seguiti da un medico di medicina generale.
Secondo i dati forniti da USL Toscana Centro, ci sono stati 925 accessi all’ambulatorio e 57 consulti telefonici dal novembre 2021 al maggio 2023, richieste che altrimenti sarebbero state dirette al pronto soccorso o al servizio di guardia medica, determinando così un aumento dell'utenza di queste strutture.
Il servizio per i fuorisede è attualmente aperto presso il distretto di viale Morgagni a Firenze, operativo per 16 ore settimanali distribuite su 5 giorni. A seguito dell’addendum all’accordo del 2021 tra Città Metropolitana, USL Toscana Centro, Università degli Studi di Firenze e Comune di Firenze, sarà ampliata l'apertura dell’ambulatorio, grazie all’adesione dell’Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario DSU Toscana. L’Azienda ha dato la disponibilità a sostenere il servizio di assistenza sanitaria agli studenti fuori sede attraverso un apporto economico di 10.000 euro, da corrispondere annualmente all’Azienda Usl Toscana Centro.

og

19/04/2024 15.07 Città Metropolitana di Firenze
Città Metropolitana di Firenze Avviso pubblico di selezione per l’ammissione alla pratica forense presso l’ufficio Avvocatura della Città Metropolitana
Avviso e modello di domanda. Termine di presentazione: venerdì 10 maggio 2024 La Città Metropolitana di Firenze pubblica il presente bando per l’ammissione alla pratica forense presso l’Ufficio Avvocatura dell’Ente.

Il termine per la presentazione delle domande è il 10 maggio 2024.

Le informazioni sul procedimento sono riportare in dettaglio nell’avviso pubblicato; il modulo di domanda si trova in calce al bando.


17/04/2024 14.00 Città Metropolitana di Firenze
Comune di Fucecchio Quando il cicloturismo incontra l'originalità: a Fucecchio torna la Cispiosa
In sella per passione e per divertimento il 25 aprile Nata nel 2019 come gara ciclo turistica per premiare l'originalità dei partecipanti con le loro biciclette stravaganti e l'abbigliamento vintage, a Fucecchio torna il prossimo 25 aprile l'appuntamento con la Cispiosa. Stavolta in una versione slow adatta a tutti i tipi di bici e partecipanti (sconsigliate le bici da corsa moderne). La partenza sarà dal suggestivo Poggio Salamartano nel centro storico di Fucecchio. Alle ore 9,30 il via con un unico percorso di 40 km circa tra Fucecchio, Cerreto Guidi, Stabbia, Massarella (dove sarà previsto un goloso ristoro), Torre e Ponte a Cappiano.

L'edizione 2024 della Cispiosa fa parte del calendario ufficiale degli eventi collaterali alla grande partenza del Tour de France da Firenze.

Per partecipare alla Cispiosa non è necessaria alcuna iscrizione, è sufficiente presentarsi mezz'ora prima della partenza sul Poggio Salamartano.
Per il pranzo organizzato dagli Amici del Centro Storico di Fucecchio è necessaria la prenotazione attraverso il seguente link https://forms.gle/12CW7PP4uWqxieJR9 al costo di 15 euro.

22/04/2024 13.16 Comune di Fucecchio
Ufficio Stampa Comune di Vinci Sul palco del Teatro di Vinci la LXIII Lettura Vinciana ha aperto le celebrazioni leonardiane
Protagonista la Pianta di Imola, di cui il professor Andrea Cantile ha illustrato ipotesi e supposizioni. La LXIII Lettura Vinciana ha aperto questa mattina, al Teatro di Vinci, il fine settimana delle Celebrazioni Leonardiane, che ogni anno il Comune di Vinci dedica alla nascita di Leonardo.
L’evento, organizzato dal Comune di Vinci con la Biblioteca Leonardiana in collaborazione con il Centro internazionale di Studi e Documentazione ‘Leonardo Da Vinci’, ha visto l’illustrazione delle teorie su cui si basano gli studi sulla realizzazione della Pianta di Imola, il dipinto che Leonardo compose nel 1502 con il quale ha rappresentato fedelmente la mappa della città in provincia di Bologna.
A illustrare ai presenti ipotesi e interpretazioni, Andrea Cantile, docente di Cartografia storica per il paesaggio, che ha cercato di rispondere ad alcuni quesiti sulle conoscenze raggiunte riguardo questo capolavoro cartografico.

Cantile è stato introdotto dal sindaco, dalla vicesindaca con deleghe alla cultura e dalla direttrice della Biblioteca Leonardiana.

Una Lettura Vinciana, quella odierna, che prosegue la tradizione inaugurata il 24 aprile del 1960 grazie all’allora direttore della Biblioteca Leonardiana, Renzo Cianchi. L’evento non ha mai subito pause, eccetto che quella forzata, nel 2020, a causa della pandemia da Covid -19.
In tutte le sue edizioni la Lettura Vinciana è rimasta fedele ai principi che hanno mosso la sua ideazione, e ha portato peraltro sul palco del Teatro di Vinci il meglio degli esponenti della cultura italiana e leonardiana. Sul solco delle edizioni precedenti si presenta anche l’edizione 2024.

La continuità di questa iniziativa e la riconosciuta autorevolezza scientifica dei relatori hanno reso questa manifestazione un appuntamento di grande interesse culturale, capace di documentare tendenze fondamentali e protagonisti principali degli studi vinciani negli ultimi decenni.
22/04/2024 12.37 Ufficio Stampa Comune di Vinci
Comune di Vicchio Vicchio: riaccensione degli impianti di riscaldamento
Fino al 1 maggio compreso, emessa ordinanza Il Comune di Vicchio, tenuto conto del peggioramento delle condizioni meteo e delle temperature al di sotto della media stagionale, con ordinanza del sindaco n. 30 del 22-04-2024 è stata disposta la riaccensione facoltativa degli impianti di riscaldamento, nel territorio comunale, da oggi fino al 1 maggio.
La durata giornaliera dell’accensione non deve essere superiore a 7 ore (frazionabili in due o più sezioni di tempo nell'arco di una medesima giornata).
22/04/2024 12.56 Comune di Vicchio

Prefettura di Firenze Elezioni Amministrative 2024: "Al voto informati"
Sul sito della Prefettura notizie e dati. Convocati i Comizi elettorali Il 12 aprile 2024 il Prefetto di Firenze, Francesca Ferrandino, ha adottato il decreto di convocazione dei comizi elettorali per sabato 8 e domenica 9 giugno 2024, con eventuale turno di ballottaggio nei giorni di domenica 23 e lunedì 24 giugno 2024.

Sono interessati all'elezione diretta del Sindaco ed al rinnovo del Consiglio comunale i Comuni di Bagno a Ripoli, Barberino di Mugello, Barberino Tavarnelle, Borgo San Lorenzo, Calenzano, Capraia e Limite, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Dicomano, Empoli, Fiesole, Figline e Incisa Valdarno, Firenze, Firenzuola, Fucecchio, Gambassi Terme, Greve in Chianti, Lastra a Signa, Londa, Montaione, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Palazzuolo sul Senio, Pelago, Pontassieve, Rufina, San Casciano Val di Pesa, San Godenzo, Scandicci, Scarperia e San Piero, Signa, Vaglia, Vicchio e Vinci.

Le operazioni di voto delle elezioni amministrative e dei Consigli circoscrizionali del Comune di Firenze si svolgeranno nella giornata di sabato 8 giugno 2024 dalle ore 15 alle ore 23 e nella giornata di domenica 9 giugno 2024 dalle ore 7 alle ore 23.

Il decreto è consultabile sul sito istituzionale della Prefettura www.prefettura.it/firenze, sezione Elezioni, alla voce "Elezioni Amministrative del 8-9 giugno 2024 (eventuale turno di ballottaggio 23-24 giugno 2024)"

Sul portale del Ministero dell’Interno “Eligendo” sono, inoltre, raccolte notizie utili per lo svolgimento delle operazioni elettorali. Dal medesimo portale è possibile accedere all'Archivio storico delle elezioni che contiene i risultati di tutte le consultazioni politiche, amministrative e referendarie svoltesi in Italia dalla nascita della Repubblica, partendo dagli aggregati complessivi fino al dettaglio dei singoli Comuni e, per l'estero, dei singoli Consolati.

15/04/2024 17.06 Prefettura di Firenze
Comune di Firenze Scuderie del Museo Stibbert e Archivio storico del Comune, al via gli interventi di restauro
Due immobili di alto valore culturale che necessitano di urgenti lavori di riqualificazione per un totale di 450mila euro Un doppio intervento da 450mila euro per il restauro e l’adeguamento di due immobili culturali che necessitano di urgenti lavori di riqualificazione: il Museo Stibbert e l’Archivio storico del Comune in via dell’Oriuolo. È quanto previsto dai progetti che hanno avuto il via libera della giunta su proposta della vicesindaca e assessora alla Cultura e dell’assessora ai Lavori pubblici.

Nel dettaglio, l’intervento alle Scuderie Stibbert, per un importo di 290mila euro, riguarda il completamento del risanamento e restauro degli ambienti al piano terreno, che saranno destinati ad accogliere e rendere fruibile la biblioteca di Federigo Stibbert, oltre che a deposito e magazzino del museo. Sarà completata la pavimentazione della sala principale da adibire a biblioteca e sala conferenze, ma anche la decorazione delle pareti; è prevista inoltre la realizzazione di un ingresso funzionale ai visitatori, che farà da filtro alla sala d’accoglienza, attraverso una porta in vetro automatica. Saranno poi completati e implementati gli impianti elettrici, di climatizzazione e illuminotecnici, oltre che di sicurezza e antincendio.

Il secondo intervento, da 160mila euro, riguarda la riqualificazione di Palazzo Bastogi in via dell’Oriuolo, sede dell’Archivio storico del Comune, che necessita di lavori urgenti alla copertura e alla facciata.
22/04/2024 11.26 Comune di Firenze
Comune di Montemurlo Montemurlo. Il bando prevede l'erogazione di un contributo massimo di 200 euro. Per presentare richiesta c'è tempo fino al prossimo 31 agosto
Il bando prevede l'erogazione di un contributo massimo di 200 euro. Per presentare richiesta c'è tempo fino al prossimo 31 agosto Il Comune di Montemurlo informa che è aperto l'avviso per richiedere un contributo per la partecipazione alle vacanze anziani. Le persone con più di 65 anni, residenti nel Comune di Montemurlo, che vogliono partecipare ai soggiorni estivi organizzati da Auser Volontariato Promozione Sociale di Prato nel periodo da giugno a settembre 2024, potranno richiedere un contributo a sostegno del costo di partecipazione fino ad un massimo di 200 euro.

Le domande potranno essere presentate dal 15 aprile al 31 agosto 2024. La domanda di partecipazione si può scaricare dal sito del Comune di Montemurlo www.comune.montemurlo.po.it e si può presentare scrivendo una e-mail all'indirizzo protocollo@comune.montemurlo.po.it, oppure, tramite pec all’indirizzo comune.montemurlo@postacert.toscana.it, indicando nell'oggetto "Domanda Contributo Vacanze Anziani 2024 + nome e cognome"; o ancora di persona all’ufficio protocollo del Comune (piazza della Repubblica 1), dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.30. In caso necessità per la compilazione della domanda di contributo, è possibile prendere un appuntamento, chiamando i numeri 0574/558571 – 0574/558556 – 0574/558524 – 0574/ 558565 in orario d’ufficio.

Alla domanda dovrà essere allegata la fotocopia del documento di riconoscimento del dichiarante in corso di validità e la documentazione attestante l’iscrizione a uno dei soggiorni organizzati da Auser con la ricevuta di pagamento del soggiorno. Maggiori informazioni potranno essere richieste all’ufficio politiche sociali e intercultura chiamando i numeri 0574/558571 – 0574/558556 – 0574-558524 - 0574/558565 in orario d’ufficio o scrivendo al seguente indirizzo e-mail: sociale@comune.montemurlo.po.it.
22/04/2024 12.51 Comune di Montemurlo
Comunicazione Comune di Fiesole Fiesole: le celebrazioni per il 25 Aprile, Festa della Liberazione
"Un fiore per i caduti": due giorni di celebrazioni per il 79° anniversario della Liberazione Due giorni, mercoledì 24 aprile e giovedì 25 aprile, per celebrare il 79° anniversario della Liberazione dal nazifascismo.
Si inizia il 24 aprile con la deposizione dei fiori alle lapidi e ai cippi sul territorio, in memoria dei Partigiani e dei cittadini uccisi dai nazifascisti.

Il 25 aprile, dopo la deposizione dei fiori a Pian di San Bartolo e Ponte alla Badia, ci sarà l'omaggio e la deposizione della corona ai caduti al Parco della Rimembranza e poi al Monumento di Piazza Mino.
In chiusura delle celebrazioni, l'esibizione della Filarmonica di Fiesole.

Il programma

MERCOLEDì 24 APRILE

ORE 9.00 Partenza da Piazza Mino
SAN CLEMENTE. Cippo in ricordo del Carabiniere Sebatiano Pandolfo e del Partigiano Rolando Lonari
MONTEFIANO. Tabernacolo in ricordo dei cittadini fucilati dai nazisti e morti per cause di guerra
VETTA LE CROCI. Albero dedicato a Ettore Pitzalis, soldato sardo ucciso dai tedeschi
OLMO - ALBERACCIO. Cippo in ricordo del Partigiano Gino Francini
MONTEBENI. Cippo in ricordo dei Caduti nella battaglia dei Tre Pini
ONTIGNANO - PODERE CENCETTI. Tabernacolo in ricordo di Sergio Chiari e di altri 11 Partigiani uccisi
GELLO. Tabernacolo in ricordo dei cittadini fucilati dai tedeschi
CITERNO - VALLE. Lapide in ricordo di un Partigiano russo ucciso dai tedeschi
Le celebrazioni si concluderanno alle 12.30 circa.

GIOVEDì 25 APRILE

ORE 8.30 Partenza da Piazza Mino
PIAN DI SAN BARTOLO. Lapide in ricordo della battaglia alla Stazione di Montorsoli
PONTE ALLA BADIA. Cippo in ricordo di Franco Bracci
PARCO DELLA RIMEMBRANZA, SAN FRANCESCO (FIESOLE) Deposizione corona di alloro alla Lapide ai Caduti
ORE 10.30 PIAZZA MINO Deposizione corona di alloro alla Lapide ai Caduti
ORE 11.00 PIAZZA MINO Esibizione della Filarmonica di Fiesole
Le celebrazioni si concluderanno alle 11.30 circa.


22/04/2024 13.57 Comunicazione Comune di Fiesole

Questura di Firenze In fuga a bordo di un motorino rubato: la Polizia di Stato arresta un giovane cittadino marocchino accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale
Il mezzo di trasporto a due ruote è stato restituito dagli agenti del Commissariato di Sesto Fiorentino al legittimo proprietario e per il giovane è scattata anche una denuncia per ricettazione Ieri mattina la Polizia di Stato ha arrestato in via Alessandro Tassoni a Sesto Fiorentino un cittadino marocchino di 23 anni accusato di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Durante uno specifico servizio di controllo del territorio, gli agenti delle volanti del Commissariato cittadino hanno notato uno scooter, con due persone a bordo, sfrecciare a gran velocità tra le strade del comune alle porte di Firenze.

Immediatamente i poliziotti hanno intimato “l’alt” per poter effettuare gli opportuni controlli, ma il conducente del mezzo, notata la presenza delle pantere, avrebbe continuato la corsa a bordo del motorino per poi abbandonarlo e darsi alla fuga a piedi in direzione opposta rispetto al passeggero.

Uno dei due fuggitivi – il conducente – dopo una manciata a di metri, è stato raggiunto dagli agenti, contro i quali, a questo punto, si sarebbe scagliato colpendoli con calci e pugni.

Nonostante tutto i polizotti, che hanno riportato anche delle lievi contusioni con qualche giorno di prognosi, hanno avuto la meglio fermando definitivamente il giovane.

La Polizia di Stato sta ora indagando per risalire anche all’identità all’altro uomo che, al momento, ha fatto perdere le proprie tracce.

Il 23enne è finito in manette e a seguito degli accertamenti di rito, il mezzo a due ruote che è risultato poi essere provento di furto, è stato restituito al legittimo proprietario.

Per il giovane, infatti, è scattata anche una denuncia per il reato di ricettazione.

Si precisa che l’effettiva responsabilità della persona arrestata e la fondatezza delle ipotesi d'accusa a suo carico, dovranno essere sempre valutate nel corso del successivo processo e che al momento la stessa è assistita da una presunzione di innocenza.
22/04/2024 12.13 Questura di Firenze
Comune di Firenze Tramvia, da lunedì le asfaltature in viale Mazzini
Continuano i lavori propedeutici per la linea 3.2.1 Libertà-Bagno a Ripoli Proseguono le asfaltature propedeutiche all’avvio dei cantieri per la realizzazione della linea 3.2.1 Libertà-Bagno a Ripoli. La prossima settimana è la volta di viale Mazzini. Gli interventi saranno effettuati da lunedì 22 a mercoledì 24 aprile per fasi: in orario notturno le asfaltature e a seguire, fino alle 12, la segnaletica.

La prima notte i lavori interesseranno il tratto via Masaccio-via Manelli. Dalle 21 di lunedì 22 alle 12 di martedì 23 aprile previsto un restringimento di carreggiata.

I lavori poi si sposteranno nell’area di intersezione tra viale Mazzini e via Masaccio. L’incrocio sarà quindi chiuso metà per volta in orario 01-12.

Per consentire lo svolgimento dell’intervento dalle 21 di lunedì alle 6 di mercoledì 24 aprile viale Mazzini diventerà a senso unico da via Masaccio a via Mannelli verso quest’ultima. Senso unico anche nei tratti afferenti all’incrocio di via Masaccio: da via Scialoia verso viale Mazzini e da via Benedetto Varchi verso viale Mazzini. Sarà inoltre chiusa la corsia di collegamento tra via Mannelli e viale Mazzini (la svolta in corrispondenza del sovrappasso ferroviario).

A seguire, tra la fine di aprile e il mese di maggio, sarà la volta di via Danimarca, via di Ripoli e piazza Badia di Ripoli; di piazza Gualfredotto da Milano e via Lapo da Castiglionchio; via Aretina e via del Gignoro; via La Farina.
22/04/2024 11.30 Comune di Firenze
Comune di Calenzano Esercitazione di Protezione civile, prova di evacuazione a La Regina del bosco
Coinvolte associazioni, personale comunale e residenti della frazione per simulare un rischio di incendio Cinquanta persone impegnate, tra volontari delle associazioni e personale comunale, per l’esercitazione di Protezione civile organizzata dal Comune che si è svolta sabato in località Regina del bosco, alle pendici della Calvana. La prova prevedeva un rischio di incendio con l’ipotesi di un coinvolgimento delle abitazioni. Alle ore 8,30 è scattato l’allarme e sono intervenuti sul posto la Vab e i Vigili del fuoco del distaccamento di Calenzano. Dopo l’ordine di evacuazione del sindaco, sono intervenute Misericordia di Calenzano e Pubblica assistenza di Calenzano, che hanno supportato i residenti nella prova di evacuazione, con trasferimento al punto di raccolta a Le Croci, con il coinvolgimento della Polizia municipale a regolare la viabilità. I cittadini sono stati invitati ad abbandonare le abitazioni sia con l'uso di megafoni, sia con un passaggio casa per casa da parte dei volontari presenti. Alcuni si sono recati in piazza con un mezzo proprio, mentre ambulanze e mezzi per il trasporto sanitario sono stati utilizzati per simulare difficoltà di deambulazione e offrire un primo soccorso.

L’esercitazione ha consentito di verificare le attrezzature del Comune e delle associazioni, di testare il ponte radio presente nella zona, anche in funzione di adeguamento del Piano di protezione civile comunale. Sono stati testati anche gli idranti situati alla Regina del bosco e in piazza David Sassoli ed è stata verificata la percorribilità delle strade forestali nella zona di via Montemaggiore: una di queste è stata liberata da un albero caduto per il maltempo.

Il sindaco e l’assessore alla Protezione civile ringraziano i cittadini che hanno partecipato all’esercitazione e all’evacuazione, i volontari delle associazioni e il personale comunale. A maggio ripartirà la campagna di prevenzione contro il rischio incendio.


22/04/2024 13.26 Comune di Calenzano
Comune di Reggello - Ufficio Stampa Reggello. Pubblicato il bando per richiedere il Bonus idrico integrativo 2024

C'è tempo fino al 24 maggio per richiedere il Bonus sociale idrico integrativo per l’anno corrente.
Il Comune di Reggello ha pubblicato il bando 2024 per le agevolazioni sulla bolletta dell’acqua. Le domande possono essere presentate dal 22/04/2024 al 24/05/2024.

Anche quest’anno è stato messo a disposizione dall’AIT (Autorità Idrica Toscana) un fondo destinato a ridurre le spese per la fornitura di acqua.

Dal 22 aprile al 24 maggio 2024 i residenti nel Comune di Reggello possono presentare domanda per chiedere l'assegnazione rimborsi economici della tariffa del servizio idrico esclusivamente per l'abitazione di residenza.

Possono essere ammessi a presentare domanda tutti i cittadini che, alla data di pubblicazione del bando sono in possesso dei requisiti presenti nel bando.

Per scaricare la domanda e conoscere chi può beneficiare del Bonus idrico, visita il sito web del Comune di Reggello: https://www.comune.reggello.fi.it/eventi-notizie/bonus-idrico-integrativo-2024
22/04/2024 13.04 Comune di Reggello - Ufficio Stampa
 
 




Vai al contenuto