Login

MET


Comune di Fucecchio
“M’illumino di meno”, il Comune di Fucecchio aderisce alla campagna di sensibilizzazione per il risparmio energetico
L’assessore Tarabugi: “La razionalizzazione dei consumi al centro del nostro programma con azioni concrete”
Non basta spegnere le luci un giorno. Il risparmio energetico è un tema che occorre affrontare 365 giorni all’anno. Il Comune di Fucecchio da tempo è impegnato su questo fronte con tutta una serie di interventi sia sull’illuminazione pubblica che sui sistemi di riscaldamento degli edifici scolastici.
E’ importante, però, anche sensibilizzare i cittadini su un argomento che è sempre più di stretta attualità. Per questo motivo, anche quest’anno, l’amministrazione comunale aderisce a “M’illumino di meno”, la campagna sulla razionalizzazione dei consumi energetici ideata da Caterpillar, storico programma in onda su Radio 2 RAI.

In occasione della giornata del risparmio energetico, venerdì 24 febbraio, il Comune di Fucecchio spegnerà le luci sui principali monumenti cittadini.
“Lo faremo – spiega l’assessore all’ambiente Silvia Tarabugi - per richiamare l’attenzione sul tema del risparmio energetico, un argomento che sta particolarmente a cuore a questa amministrazione e che ci vede impegnati in tanti progetti sia sugli edifici scolastici che nel rinnovamento dei corpi illuminanti della pubblica illuminazione. Anche tutte le ultime opere inaugurate e quelle che stiamo per inaugurare, come Viale Colombo e Piazza della Ferruzza, sono caratterizzate da un sistema illuminante a risparmio energetico”.

Quella del prossimo 24 febbraio sarà la tredicesima edizione della campagna “M’illumino di Meno”. Oltre agli spegnimenti, quest’anno i promotori dell’iniziativa invitano tutti coloro che aderiscono a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. E’ dimostrato, infatti, come la più grande dispersione energetica sia causata dallo spreco in tutti ambiti dei nostri consumi: alimentari, trasporti, comunicazione.

17/02/2017 11.12
Comune di Fucecchio


 
 

Google


Vai al contenuto