Login

MET


Fondazione Orchestra della Toscana
Tutti al Teatro Verdi … con la magia di Bustric!
Domani, sabato 18 febbraio alle ore 16.30, torna Bustric con il suo Pierino e il lupo per il secondo appuntamento della rassegna ORT dedicata al pubblico dei bambini e delle famiglie
"Pierino e il lupo è una fiaba musicale che normalmente è letta da un attore mentre un’orchestra suona. È una fiaba didattica che ha lo scopo di educare all’ascolto della musica. Il Pierino che ho realizzato non è semplicemente letto ma anche rappresentato: il racconto accade. Il narratore diviene il personaggio narrato. È un vero e proprio spettacolo musicale dove gli elementi immaginati grazie alla pantomima e al gioco di prestigio divengono realmente rappresentati. Ecco che la musica diviene viaggio avventuroso nel mondo della fiaba, un po’ reale e in po’ immaginario".
Sergio Bini in arte Bustric

Pierino e il lupo nasce nel 1936 come fiaba sinfonica per voce recitante e orchestra. Viene commissionata a Sergej Prokof'ev dal commissario per l’Educazione Infantile dell’URSS; il musicista la compone di getto in una settimana, completando la stesura pianistica il 15 aprile e la strumentazione il 24. Il 2 maggio avviene la prima esecuzione, diretta dallo stesso autore, nell’ambito di un concerto matinée della Filarmonica di Mosca. Con queste parole Prokof'ev, nella prefazione alla partitura, ci introduce all’ascolto di Pierino e il lupo: "Ciascun personaggio di questo racconto sinfonico è rappresentato da uno strumento: l’uccello dal flauto, l’anitra dall’oboe, il gatto dal clarinetto a suoni ‘staccati’, il nonno dal fagotto, il lupo da tre accordi di corni, Pierino dal quartetto d’archi, gli spari dei cacciatori dai piatti e gran cassa. Prima dell’esecuzione è preferibile mostrare tali strumenti ai ragazzi e suonare i vari temi conduttori, poiché, in tal modo, durante l’esecuzione, essi impareranno a riconoscere senza sforzo tutta una serie di strumenti d’orchestra".

Sul podio dell'ORT, a condurre l'orchestra nella partitura di Prokof'ev, c'è la giovane Valentina Peleggi che si sta rapidamente affermando sulla scena della direzione d’orchestra internazionale, per la sua visione intensa e carismatica.

17/02/2017 11.18
Fondazione Orchestra della Toscana


 
 

Google


Vai al contenuto