Login

MET


Anci
Mafia, Nardella: “Guardia non va abbassata, rischio 'luoghi bellezza' diventino appetibili per chi ricicla denaro
Il Comune di Firenze, come tutti gli anni, sostiene le iniziative di Libera e Avviso Pubblico. Sala: "Impegno va esteso anche a Città Metropolitane"
“Il Comune di Firenze, come tutti gli anni, sostiene le iniziative di Libera e Avviso Pubblico in occasione della Giornata in ricordo delle vittime delle mafie. Un sostegno concreto, che nel corso del tempo ha visto la nostra amministrazione appoggiare e promuovere non solo le varie manifestazioni (fra cui una nazionale) che si sono svolte a Firenze e in Toscana, ma anche tutte le iniziative che si sono svolte e si svolgono nelle scuole per sensibilizzare e informare gli studenti. Il nostro appoggio, quindi, è totale anche quest’anno”. Lo afferma Dario Nardella, sindaco di Firenze e coordinatore nazionale delle città metropolitane, riferendosi alla Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si celebra domani.
“Il tema scelto per questo 2017, ‘luoghi di speranza e testimoni di bellezza’ è poi per la nostra città particolarmente sentito”, aggiunge il sindaco fiorentino. “Anche se qui non si sono rilevati atti intimidatori né pressioni particolari nei confronti delle amministrazioni e dei sindaci, non abbassiamo la guardia. I nostri sono infatti luoghi di straordinaria bellezza, e il rischio è che diventino appetibili per chi vuole riciclare denaro”.
Quanto poi alla minaccia dei tentativi di infiltrazioni criminali Nardella ribadisce. “L’attenzione della politica, delle istituzioni, della procura e delle forze dell’ordine è alta ed il contrasto a chi prova a infiltrarsi nella nostra economia è forte, come dimostra il blitz che lo scorso anno ha portato alla confisca di due ristoranti e un appartamento per un valore di 2 milioni di euro”.
Ma ciononostante, “continueremo sulla strada del contrasto e terremo alta l’attenzione a tutti i livelli. Combattere le mafie significa infatti anche contrastare a tutti i livelli quelle attività dove la criminalità organizzata cerca di fare guadagni illeciti. Penso alla prostituzione o alla filiera della contraffazione, contro le quali molto ci stiamo impegnando anche nella nostra città”, ricorda a tale proposito il coordinatore nazionale delle città metropolitane.
Infine, a proposito del Decreto legge sicurezza, il sindaco di Firenze si augura che “il Parlamento sia celere nella conversione del procedimento e che inserisca quei miglioramenti che i Comuni italiani hanno richiesto. Perché – conclude Nardella - quando una amministrazione ha più strumenti per controllare, si alza anche il controllo sulla criminalità organizzata”. (gp)

L'impegno delle istituzioni per combattere il fenomeno delle mafie e della criminalità organizzata “va esteso anche alla Città metropolitana”. Lo ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, alla presentazione del programma della XXII giornata dedicata al ricordo delle vittime di tutte le mafie, che si terrà domani a Milano come in tutta Italia.
Ai cronisti che gli hanno chiesto se pensa di istituire un comitato a livello metropolitano dedicato all'antimafia, Sala ha precisato che “la definizione non la so ancora, ma sono certo che solleverò la questione a livello di Città metropolitana”, di cui Sala è sindaco, “poi se la formula sarà un comitato o qualcos'altro vedremo. È chiaro che l'interesse delle varie mafie risiede nella grande città metropolitana di Milano ed è il tempo di lavorare insieme". Per questo “chiederò ai sindaci di attivare questa discussione - ha concluso - anche perché l'area metropolitana di Milano è un territorio ricco e appetibile dove può essere forte l'interesse delle mafie”. (com/ef)

20/03/2017 17.56
Anci


 
 

Google


Vai al contenuto