Login

MET


Firenze Fiera
Un esperienza da non perdere MIDA 2019
La rinnovata Mostra Internazionale dell'Artigianato di Firenze
C’è tempo fino a Mercoledì Primo Maggio per visitare MIDA 2019, la Mostra Internazionale dell’Artigianato. Tante le eccellenze italiane e internazionali da scoprire in questi ultimi due giorni di apertura e tanti gli appuntamenti e i convegni in programma oggi (Martedì).

Alle 14.30 riflettori accesi sul convegno Due mondi da esplorare, a cura del CICE (Centro Italo-Iraniano di Cooperazione Culturale e Economica), ospitato al Teatrino Lorenese. L’evento, al quale parteciperanno personalità del mondo istituzionale e culturale della Repubblica dell’Iran, riveste particolare importanza negli scambi culturali e commerciali fra i due paesi. Presenti rappresentanti del Ministero iraniano dell’artigianato artistico e del turismo, e del Touring & Automobile Club della Repubblica islamica dell’Iran.

Si parlerà dell’Iran, l’antica Persia, sulle tracce della sua storia e dei suoi miti, fra archeologia, arte, artigianato, cultura, cinema, investimenti e turismo, per un dialogo dinamico e costruttivo fra le varie organizzazioni e le città gemellate fra loro. Come Firenze gemellata con la città di Isfahan, la principale meta turistica dell’Iran, una città da sogno, definita per la sua bellezza e per i suoi tesori artistici, la ‘metà del mondo’.

I visitatori potranno non solo partecipare all’evento ma anche scoprire le meraviglie dell’artigianato artistico iraniano, in mostra su una superficie di 160 metri quadrati al piano inferiore del padiglione Spadolini, con artisti provenienti da varie città e regioni del paese mediorientale, alcuni dei quali presenti in fiera con lavorazioni in diretta. Creazioni raffinatissime in ceramica, legno, stoffa, pelle, vetro, pietre. In mostra anche i manufatti di importanti cooperative artigiane che offrono lavoro a oltre 4.000 donne iraniane.

Fra gli altri appuntamenti in programma oggi, da non perdere il laboratorio “Come rendere un libro un’opera d’arte” di Recicartando alle 10 nella Fureria del padiglione Arsenale.

Si potrà poi ammirare la lavorazione del doratore Antonio Valenti della Manetti Battiloro alle 14,30 nel padiglione della Polveriera, e assistere al laboratorio “Come realizzare un ciondolo in soutache” alle 17 nello spazio della Fureria.

Ultimi due giorni anche per gli acquisti in fiera. Girando fra gli stand catturano l’attenzione le collane e i pezzi d’arte e d’arredamento in resina esposti al piano terra del padiglione Spadolini nello stand di Artresinks: pezzi unici realizzati da una pittrice di Sanremo, oppure i grammofoni per cellulare che amplificano naturalmente il suono degli smartphone come quelli esposti da Scaramaz (in romagnolo confusione), artigiano di Rimini, al padiglione delle Ghiaie e i G-phone di La table in mostra al piano terra del padiglione Spadolini. Carlo Mannucci, al padiglione delle Ghiaie, propone il riciclo di vecchi isolatori elettrici in porcellana Ginori che si trasformano in lampade originalissime

29/04/2019 17.16
Firenze Fiera


 
 

Google


Vai al contenuto