Login

MET


Comune di Montelupo Fiorentino
Montelupo. Tutto esaurito per l’evento dedicato alla storia dell’ospedale psichiatrico giudiziario
Venerdì 3 maggio i locali della terza sezione dell’opg ospiteranno una lezione del Master di II livello - XIII Edizione in Psicopatologia Forense e Criminologia, coordinato dalla professoressa Barbara Gualco
Nella stessa giornata la struttura ospita anche una lezione del master in Psicopatologia Forense e Criminologia dell’Università di Firenze

La storia del complesso dell’Ambrogiana è indissolubilmente legata alle vicende dell’ospedale psichiatrico giudiziario.

Domani 3 maggio i locali della terza sezione dell’opg ospiteranno una lezione del Master di II livello - XIII Edizione in Psicopatologia Forense e Criminologia, coordinato dalla professoressa Barbara Gualco.

La lezione sarà tenuta da Franco Scarpa, psichiatra, ex direttore dell'OPG di Montelupo.

Gli studenti, dopo la lezione frontale, potranno visitare la villa e in special modo gli ambienti che erano riservati agli internati, guidati dallo stesso Franco Scarpa. A seguire, assisteranno alla presentazione di libro e di documentario.

Mentre la lezione del master, ovviamente, sarà esclusiva per gli studenti, a partire dalle 18.00 la Villa apre le porte anche ai cittadini.
Tuttavia l’interesse sul tema è tale che appena è stato comunicato l’evento sui canali social e sul sito del comune hanno iniziato ad arrivare prenotazioni ed in poco tempo si è registrato il tutto esaurito.

L'evento prevede la possibilità di fare una visita guidata al complesso mediceo, un aperitivo con buffet nei locali dell'ex OPG e infine un incontro in cui verranno presentati un libro e un documentario. L'incontro è coordinato e arricchito dalle riflessioni del dottor Franco Scarpa, psichiatra ed ex direttore dell'OPG di Montelupo.

Si tratta di un evento che sta particolarmente a cuore all’amministrazione comunale perché cuce quello che è stato il passato del complesso dell’Ambrogiana con una visione per il futuro. Il sindaco ha, infatti, ribadito in più occasioni l’auspicio che parte della Villa possa ospitare un centro di ricerca da realizzare in collaborazione con l’Università.

Questo il programma nel dettaglio:

ore 18.00: visita guidata al complesso mediceo (secondo turno ore 18.15)
ore 20.00: aperitivo con buffet
ore 21.00: presentazione del libro "Resti tra noi - etnografia di un manicomio criminale" dell'antropologo Luigigiovanni Quarta.
A seguire: presentazione del documentario "Alle cinque della sera" della regista Maria Luisa Carretto, realizzato nell'OPG di Montelupo pochi mesi prima della chiusura definitiva.

Ecco una breve biografia dei relatori:

Luigigiovanni Quarta, dottore di ricerca in antropologia presso la “Sapienza” Università di Roma, precedentemente visiting scholar all’École des Hautes Études en Sciences Sociales (EHESS) di Parigi, è assegnista di ricerca presso l’Università di Pisa. Ha svolto ricerche etnografiche sulle forme e pratiche della donazione del corpo e sul rapporto tra psichiatria e carcerazione. La sua tesi di dottorato è stata pubblicata ed è diventata il libro dal titolo “Resti tra noi - etnografia di un manicomio criminale”, dove l'antropologo riesce a guardare dal di dentro l'Ospedale Psichiatrico Giudiziario, individuandone le intricate reti di relazione e le specificità del luogo.

Maria Luisa Carretto inizia la sua esperienza cinematografica come sceneggiatrice nel ‘91 vincendo una delle borse di studio per giovani artisti europei del progetto “Pepiniere” che la porta a Lisbona alla Televisione Portoghese. Realizza il lungometraggio “La scomparsa”, un viaggio orfico ispirato a Dino Campana, che vede tra gli attori anche Giorgio Ariani e Carlo Monni in una delle loro ultime interpretazioni. Lavora dal 2001 per Fondazione Sistema Mediateca Toscana nei progetti dedicati al sociale, prima per l’OPG di Montelupo, poi all’interno del carcere M.Gozzini, il minorile Meucci, Pozzale di Empoli, C.C. di Lucca, sia come operatore culturale che regista, realizzando documentari e cortometraggi. "Alle cinque della sera" è il documentario che ha girato interamente all'Ambrogiana, poco tempo prima che l'OPG chiudesse definitivamente i battenti. Si tratta di un cortometraggio di 30 minuti in cui la parola è lasciata ai detenuti-pazienti della struttura, usando uno sguardo indulgente e poetico, e riuscendo ad ottenere un commovente e delicato documentario.

Per approfondimenti

Link articolo blog sul documentario: https://bibliotecamontelupo.wordpress.com/2019/04/23/alle-cinque-della-sera-la-voce-dellopg-di-montelupo-in-un-documentario

Link articolo blog sul libro: https://bibliotecamontelupo.wordpress.com/2019/04/26/resti-tra-noi-etnografia-di-un-manicomio-criminale

02/05/2019 12.47
Comune di Montelupo Fiorentino


 
 

Google


Vai al contenuto