Login

MET


Redazione di Met
Festival d'Europa, l'Agenzia spaziale europea apre gli archivi al digitale
Premiati gli studenti vincitori del concorso “Per un’Unione Europea sempre più Democratica”. Gli eventi clou venerdì 3 e sabato 4 maggio
Una maggiore digitalizzazione dei documenti dell’ESA (Agenzia Spaziale Europea) e una maggiore accessibilità al pubblico dei 40mila atti già resi disponibili grazie all’accordo in corso dal 1989 con l’Istituto Universitario Europeo: questi gli obiettivi della Lettera d’intenti sottoscritta oggi dal Direttore Generale dell’ESA Jan Wörner e dal Presidente dell’Istituto Universitario Europeo Renaud Dehousse, durante la prima giornata della quinta edizione del Festival d’Europa, in corso fino al 10 maggio con un fitto programma di eventi dedicati all’Unione Europea e alle sue politiche economiche, legislative e culturali. La collaborazione tra ESA e Istituto Universitario Europeo negli ultimi due anni ha visto un’importante accelerazione, che ha permesso di depositare documenti per quasi mezzo chilometro lineare, a cui si aggiunge da oggi la messa online dei primi 100 metri digitalizzati, 600 dossier mai visti prima provenienti da un fondo unico al mondo, quello dell’Agenzia spaziale europea.

Nell’occasione Wörner ha inoltre premiato gli studenti vincitori del concorso “Per un’Unione Europea sempre più Democratica”, indetto dagli Archivi Storici dell’Ue e da Firenze Città Metropolitana. Tre le classi vincitrici sul territorio fiorentino: la 4F del Liceo Internazionale Scientifico “Niccolò Machiavelli”, la 5C EsaBac del Liceo Statale “Giovanni Pascoli” e la 5G dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Giotto Ulivi” di Borgo San Lorenzo.

Proseguono domani gli appuntamenti del Festival d’Europa: nelle giornate di venerdì 3 e sabato 4 maggio in programma incontri, convegni e laboratori, a cui si affiancheranno mostre e spettacoli dal vivo.

Venerdì 3 i lavori di “The State of the Union”, evento organizzato dall’Istituto Universitario Europeo (IUE) e giunto alla sua nona edizione, si spostano in Palazzo Vecchio con molti illustri ospiti, tra cui: il presidente del Parlamento europeo (ore 9.45), il presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana (ore 17.30), il ministro degli Esteri francese (11.15), il presidente della Romania (11.45), l’Alto rappresentante dell'Unione per gli Affari esteri e la Politica di sicurezza (15.30). In apertura della giornata previsti i saluti del sindaco di Firenze e del presidente della Regione Toscana, insieme al presidente della Camera di Commercio Leonardo Bassilichi e il presidente dell’Istituto Universitario Europeo Renaud Dehousse.

Sempre nella giornata di venerdì 3, Palazzo Guadagni Strozzi Sacrati ospita “Stavolta Voto! L’Europa, non solo un esempio di globalizzazione riuscita, ma un baluardo di pace, rispetto dei valori e diritti democratici”, una sessione di dialogo in cui il presidente della Regione Toscana discuterà apertamente con il pubblico (ore 14.30). Attesi anche l’ex Commissario Europeo per gli aiuti umanitari e per la tutela dei consumatori insieme al direttore generale della Commissione Europea per la Cooperazione internazionale e lo Sviluppo (Dg Devco) Stefano Manservisi. Modera il direttore de Il Tirreno, Luigi Vicinanza.

40 Years of European Parliament Direct Elections è il titolo della mostra dedicata ai 40 anni del Parlamento Europeo, ospitata nel Cortile di Michelozzo di Palazzo Vecchio nella giornata di venerdì 3 maggio (ore 8-20); in mostra alcuni documenti originali e i manifesti della campagna elettorale realizzati da Jean-Michel Folon, oltre a una sua scultura. Nel Cortile di Palazzo Strozzi prosegue invece la mostra fotografica A Dream Called Europe a cura di ANSA e Fondazione Palazzo Strozzi: un racconto per immagini sul fenomeno migratorio in Europa, tra mancata integrazione, nuove povertà e ingiustizia sociale (1-9 maggio, ore 10-20, giovedì fino alle 23).

Sabato 4, in Palazzo Medici Riccardi, da segnalare l’importante conferenza dedicata all’eredità di Leonardo da Vinci negli ospedali infantili, in collaborazione con la Fondazione Meyer (ore 10, Sala Luca Giordano).
Per gli appuntamenti culturali, riflettori puntati su “Porte Aperte a Villa Salviati”, in programma sabato 4 maggio. Un open day che racconta l’UE attraverso una serie di eventi che spaziano dalla mostra di sculture di Franco Berretti, curata da Andrea Mello e ospitata nel giardino della Villa (ore 10-18); alla danza, con le lezioni di Quadriglia (ore 10.45) e di balli popolari di gruppo (ore 11); fino al cibo, con sessioni di food tasting e laboratori per la preparazione di pasta fresca (ore 12-17). Per i più audaci previsti workshop a tema circense: trampoli, trapezi e, per i più piccoli, laboratori di bolle di sapone (ore 10.30-17.30). I giovani interpreti dell’Orchestra REMUTO (REte MUsicale Toscana), progetto nato per promuovere l’educazione musicale nelle scuole, saranno i protagonisti degli appuntamenti musicali del pomeriggio (Interludes in the Grottoes ore 13.30-16; concerto dell’Orchestra Junior: ore 16.30; concerto Silent King Big Band: ore 17.15). Al pubblico più giovane è destinato Leonardo da Vinci’s Fables, evento ideato come un viaggio alla scoperta dei fenomeni naturali, del valore della conoscenza e dell’arte, attraverso la lettura delle favole di Leonardo (ore 15). Sarà possibile prenotarsi per le guidate alla Villa e agli Archivi Storici (tel. 055 6802590 email: info@cittanascosta.it).

Tutti gli eventi sono consultabili su https://stateoftheunion.eui.eu/events-fde/ e www.festivaldeuropa.eu #festivaldeuropa

Il Festival d’Europa 2019 è promosso da Comune di Firenze, Regione Toscana, Istituto Universitario Europeo, Città metropolitana di Firenze.

02/05/2019 15.54
Redazione di Met


 
 

Google


Vai al contenuto