Login

MET


Comune di Empoli
Empoli. Undicesima commemorazione dei combattenti volontari partiti per la guerra di Liberazione del ‘45
Presenti autorità della Regione, delle Provincie, dei Comuni e delle Forze Armate. Intervengono il sindaco Brenda Barnini, Carla Nospolo, Enrico Rossi, Nicola Labanca
Sarà il sindaco di Empoli, Brenda Barnini, con gli interventi a seguire di Nicola Labanca, professor ordinario di Storia contemporanea dell’Università di Siena; Carla Nespolo, presidente nazionale Associazione Nazionale Partigiani Italiani; e quindi di Enrico Rossi, Presidente della Giunta Regionale Toscana, ad aprire la mattinata di domenica 16 febbraio 2020, al Palazzo delle Esposizioni di Empoli.

Si tiene, a partire dalle 9.30, il 75° anniversario della partenza da Empoli dei volontari per la Guerra di Liberazione; è la commemorazione regionale dei combattenti nel Corpo Volontari della Libertà nei gruppi di combattimento operativi Cremona, Folgore, Friuli, Legnano, Mantova e Piceno.

Era il 13 febbraio 1945, 75 anni fa. Una ricorrenza storica che viene celebrata ogni cinque anni dal Comune di Empoli a partire dal 1970, siamo quindi alla 11a commemorazione.
Una data scolpita nella storia di Empoli che non potrà mai essere dimenticata. Domenica 16 febbraio 2020 si ricorda la partenza di oltre 500 volontari per partecipare alla guerra di liberazione nazionale, per liberare il Paese, l’Italia, dai fascisti e nazisti.

Fra le novità dell’ultima ora quella della presenza del picchetto militare della Brigata Paracadutisti “Folgore”, sono state invitate le associazioni dei reduci, quelle combattentistiche, di corpo e di arma.

Inviti anche a tutti i Comuni e le rappresentanze delle Province della Toscana, accompagnati dai Gonfaloni; le sezioni dell’associazione nazionale partigiani (Anpi); le più alte autorità di area, rappresentanze della Regione Toscana e delle Forze Armate.

Presenti anche alcuni dei volontari ancora viventi e le famiglie di coloro che in questi anni ci hanno lasciato.

Era un martedì, quel 13 febbraio 1945, e i volontari presero le mosse alle prime ore del mattino da piazza del Popolo. Una cerimonia per far tornare alla memoria di tutti i circa 530 giovani che partirono per unirsi ai gruppi di combattimento operativi “Cremona” - “Folgore” - “Friuli” - - “Legnano” - “Mantova” - “Piceno” del ricostruito esercito.

L’iniziativa, che gode del patrocinio della Regione Toscana, verrà celebrata al Palazzo delle Esposizioni, prima, con vari interventi istituzionali, e terminerà, poi, con la deposizione delle corone commemorative al monumento ai caduti in piazza della Vittoria , in piazza XXIV Luglio al cippo a memoria della rappresaglia nazista e in piazza del Popolo di fronte alla lapide posta in occasione del 35° anniversario della partenza dei volontari.

PROGRAMMA - La manifestazione si aprirà al PalaEsposizioni dalle 9.30.
Dopo gli interventi, alle 11.30 partirà il corteo per le strade cittadine e nei luoghi della Memoria del centro storico (Piazza della Vittoria, Piazza XXIV Luglio) che si concluderà in Piazza del Popolo.

13/02/2020 12.28
Comune di Empoli


 
 


Vai al contenuto