Login

MET


Comune di Figline e Incisa Valdarno
Work in progress per i centri estivi di Figline e Incisa: fino al 27 maggio via alle proposte di progetto
Pubblicato l’Avviso pubblico, aperto ad associazioni, cooperative e organizzazioni no profit, chi si occuperanno di gestire le attività per la fascia 3-17 anni. Intanto, il Comune propone alle famiglie il progetto “Giardini dei nidi aperti”
Nell’ottica di andare incontro alle esigenze delle famiglie durante la fase 2, e di promuovere le attività educative e di socializzazione per bambini e ragazzi del territorio, il Comune di Figline e Incisa Valdarno ha pubblicato l’Avviso pubblico per l’individuazione di operatori interessati all’organizzazione di centri estivi per la fascia d’età 3-17 anni.

“Si tratta di un lavoro partito già nei mesi scorsi e proseguito durante il lockdown – spiega la Sindaca Mugnai - con la finalità di velocizzare il più possibile le procedure per l’erogazione di questo importante servizio per le famiglie. Ovviamente, rispetto agli anni precedenti, è stato necessario via via tener conto delle disposizioni del Governo e apportare tutte le modifiche necessarie a garantire la sicurezza di bambini e operatori e prevenire il contagio da Covid-19”.

Nel dettaglio, una delle principali novità dell’edizione 2020 riguarda l’ampliamento dell’offerta.

“Sono previste infatti – prosegue la Sindaca – attività anche nelle frazioni, in modo sia da coprire il più possibile il territorio comunale sia da facilitare l’accesso da parte degli iscritti. Inoltre, per ogni bambino e ragazzo è previsto un pasto giornaliero, che sarà completamente a carico del Comune e che sarà servito in appositi contenitori già sporzionati e sigillati, secondo le vigenti disposizioni di sicurezza. Il Comune, inoltre, coprirà anche i costi sulla sicurezza, in modo da non gravare sulle realtà che ci proporranno i loro progetti educativi e di socializzazione”.

L’avviso, infatti, è aperto ad associazioni culturali, sportive o di volontariato, cooperative sociali o altre organizzazioni senza scopo di lucro con sede operativa nei Comuni del Valdarno fiorentino e aretino, che hanno tempo fino alle 13 di mercoledì 27 maggio per presentare le loro proposte di progetto, tramite pec a comune.figlineincisa@postacert.toscana.it oppure chiedendo un appuntamento allo Sportello FacileFIV (tel 0559125253).

“Nei giorni immediatamente successivi alla chiusura dell’Avviso – conclude la Sindaca – sarà poi compito degli uffici vagliare le proposte ricevute e procedere con l’organizzazione dei centri estivi e con l’apertura delle iscrizioni, in modo da esser pronti a partire a metà giugno. Intanto, per offrire un’ulteriore occasione di socializzazione ai bimbi dai 0 ai 6 anni, i giardini dei nidi comunali rimarranno aperti su prenotazione e su turni, nella fascia oraria 9-11. È lì che i bambini, insieme ad un adulto, troveranno sia le educatrici dei nidi sia la strumentazione adatta a effettuare attività singole o attività a piccoli gruppi, nel rispetto delle distanze di sicurezza. In questi giorni abbiamo provveduto a informare in maniera diretta le 122 famiglie potenzialmente interessate che, da lunedì 25 maggio, potranno chiamare il numero 055.9125265 per prenotare l’utilizzo di questi spazi esterni ai nidi, protetti e sicuri dal punto di vista dei protocolli anti Covid”.

22/05/2020 22.50
Comune di Figline e Incisa Valdarno


 
 


Vai al contenuto