Login

MET


Comune di Certaldo
Certaldo. Municipio: progetto da 1,5 milioni per ridare sicurezza e modernità alla casa dei cittadini
L’immobile edificato nel 1866 è stato chiuso per evitare rischi statici e sismici
E’ dal 1866 la “casa dei cittadini” di Certaldo, l’edificio che ha sempre assolto la funzione di sede del Municipio del Comune di Certaldo, fino a pochi mesi fa. Il Municipio di Piazza Boccaccio 13 infatti, 5 livelli di struttura, con un’altezza di interpiano di circa 4,50 metri suddivisi tra seminterrato, piano terra, piano primo, piano secondo e sottotetto, necessità adesso di lavori non più rinviabili.

Di recente, in seguito alla verifica di vulnerabilità sismica al livello di conoscenza LC2 ed alla verifica di stabilità statica, si sono evidenziate criticità nei solai di piano, che risultano inadeguati a sostenere i carichi di progetto. Ovvero, il peso per metro quadro che alcune parti dell’edificio può sostenere è al di sotto del limite di legge. Anche le verifiche sismiche hanno evidenziato la vulnerabilità del fabbricato. Mentre altri parametri, come le verifiche sulle fondazione, sono risultate soddisfacenti.

L’edificio è stato realizzato mediante tecniche costruttive in uso nel tardo Ottocento e presenta una struttura verticale in muratura portate mista di pietrame masselli e laterizio ed una struttura orizzontale costituita da volte in laterizio e solai lignei. Nel corso degli anni non risultano fatti lavori di consolidamento e ammodernamento della struttura, se non l’inserimento di un volume tecnico sul retro, del balcone sul prospetto frontale con la trasformazione delle finestre in portefinestre, il rifacimento dei servizi igienici e, negli anni ’80 – ’90, la sostituzione del tetto e l’adeguamento alla normativa sulle barriere architettoniche.

Il Comune di Certaldo, preso atto dell’analisi redatta dall’ingegnere Patrizio Lisi, ha poi incaricato un gruppo di professionisti esterni di redigere il progetto di consolidamento e ristrutturazione, con lo stesso Lisi incaricato come progettista degli interventi strutturali, l’architetto Alessandro Bandinelli progettista delle opere architettoniche, l’ingegnere Andrea Lenzi degli impianti di climatizzazione/meccanici, lo Studio Tecnico Giglioli & C. degli impianti elettrici, di illuminazione e rete dati. L’obiettivo è risolvere tutte le problematiche emerse. Gli interventi prevedono varie azioni, dalla rimozione dei controsoffitti e del solaio sottotetto alla sostituzione di tramezzature in muratura con cartongesso, ridimensionamenti di aperture e realizzazione di intonaci armati, rinforzo dei pilastri, rinforzo dei solai a volta e recupero e consolidamento dei solai in legno, inserimento di catene in acciaio per contrastare la spinta delle volte ai vari piani, nuovo solaio del piano primo e secondo speciali strutture, demolizione e rifacimento del balcone, rifacimento rivestimenti scale, smontaggio e rimontaggio pavimenti originali, rifacimento servizi igienici, impiantistica e scarichi, nuovo gradino esterno di accesso all’edificio, intonaci, verniciature, sistemi di ricambio aria, antincendio, rete dati, etc..

Il progetto esecutivo, appena approvato dalla Giunta Comunale, prevede lavori per un importo totale di 1.2 milioni di euro, per un impegno complessivo tra oneri, Iva, spese tecniche e per la sicurezza, che arriva a 1.550.000 euro.

“L’amministrazione comunale stava monitorando il Palazzo ed aveva commissionato delle indagini per valutare gli interventi da fare – dicono il Sindaco Giacomo Cucini e la Giunta Comunale – interventi che si sono rivelati necessari ed importanti, da un punto di vista qualitativo e quantitativo. Siamo quindi consapevoli che il progetto, che ha già ottenuto l’autorizzazione della Soprintendenza, richiederà tempo ed impegno economico, anche per questo l’amministrazione si attiverà subito per cercare finanziamenti, anche attraverso bandi e contributi pubblici. Rinnovare la casa di tutti i cittadini e renderla conforme ai requisiti di sicurezza necessari è un per noi un dovere, ma anche un lavoro che, visto nell’ottica del complessivo progetto del recupero e valorizzazione del centro urbano, contribuirà a rinnovare spazi, immobili e servizi per rilanciare il nostro territorio”.

13/07/2020 15.53
Comune di Certaldo


 
 


Vai al contenuto