Login

MET


Anci Toscana
La Montagna Pistoiese, una terra da rilanciare attraverso la sua agricoltura
Tanti interventi all'incontro organizzato da AnciToscana. Parola d'ordine: unire le forze . Marmo: "Le scelte devono essere condivise"
Unire le forze per rilanciare un territorio ricchissimo di storia e di opportunità attraverso la sua agricoltura, che rappresenta un vettore fondamentale per il turismo, l’economia locale, il paesaggio, l’occupazione. E’ questo il filo conduttore dell’incontro dedicato alla Montagna Pistoiese, con un partecipato webinar del ciclo "ConosciAmo la Toscana Rurale" di Anci Toscana, dedicato alla promozione e alla valorizzazione delle produzioni locali, in un viaggio che con grande successo porta alla ribalta le eccellenze dei nostri territori.

Tanti gli interventi, tra i quali hanno avuto grande parte le testimonianze dei produttori locali, che hanno raccontato prospettive e criticità dei vari comparti dell’agroalimentare del territorio, con un impegno che sta tra la riscoperta della tradizione e l’innovazione attraverso il sapere scientifico: si è parlato di frutti del bosco, filiere zootecniche, miele,grano marzuolo, vino di montagna, castagne. Settore quest’ultimo che dopo decenni di crisi (dagli anni 40 in Toscana si è perso il 90% dei castagneti) prova ora a ripartire e a riqualificarsi.

Tutti comparti da cui può ripartire un territorio, come quello della montagna pistoiese, che oggi più che mai ha bisogno di rilancio e considerazione anche da parte delle istituzioni. Rilancio a cui Anci Toscana porta da tempo il suo contributo concreto con politiche di valorizzazione e promozione: come questa serie di incontri on line, organizzati in collaborazione con l'Accademia dei Georgofili, che vedono accademici, produttori, amministratori locali e i diversi attori del tessuto locale confrontarsi sul valore e le caratteristiche delle filiere agroalimentari tipiche. Al centro del dibattito dunque la riscoperta delle tradizioni e lo sviluppo di strumenti innovativi per approfondire le problematiche e le potenzialità del territorio, rafforzare i rapporti e la sinergia tra Comuni, associazioni e produttori, promuovendo economia locale e turismo, e creando anche un nuovo rapporto con la grande distribuzione. L'iniziativa infatti ha il patrocinio di Unicoop Firenze.

Ad aprire i lavori Luca Marmo, presidente Unione dei Comuni Appennino Pistoiese e sindaco di San Marcello Piteglio: “Le scelte strategiche di sviluppo devono essere fatte con i territori montani e devono essere dirette a investimenti in infrastrutture e servizi - ha detto - Ringrazio le imprese per essere presidio del territorio e volano della promozione turistica".

Da parte sua, l’assessore regionale Federica Fratoni ha ribadito l'impegno della Regione per l’agricoltura in risorse e progetti, sottolineando il lavoro dei Gal e la necessità di rivedere le normative sui confini territoriali per un migliore accesso ai finanziamenti. Mentre il sindaco di Marliana Marco Traversari ha indicato tre filoni principali di intervento: sinergia per la promozione del territorio, accesso ai finanziamenti europei, potenziamento dei collegamenti sia stradali che di infrastruttura digitale. Infine l’assessore di Pistoia Alessandro Sabella: “E’ fondamentale unire le forze, unendo le esperienze del settore turistico con quello della produzione” ha sottolineato, in particolare per quanto riguarda la promozione.

21/07/2020 12.51
Anci Toscana


 
 


Vai al contenuto