Login

MET


Non-profit in provincia di Firenze
Nuovi appuntamenti per il fine settimana grazie alla collaborazione tra ArteMìa e Prato Cultura
Doppio appuntamento alla Galleria degli Uffizi, un'interessante visita all’Atelier della Scultura, neonata realtà proprio accanto al Duomo, ed una serata dedicata alla scoperta dei Musei Vaticani
Venerdì 23 ottobre, alle 10.00, e sabato 24 ottobre, ore 9.00, si riprende il programma ‘Uffizi Passepartout’. La celebre galleria fiorentina conserva decine di capolavori: da opere di maestri del calibro di Giotto, Cimabue, Masaccio, Paolo Uccello, Filippo Lippi, Piero della Francesca, Botticelli, Leonardo da Vinci, Dürer, Giovanni Bellini, Antonello da Messina, Mantegna, Michelangelo, Raffaello, Tiziano, Veronese, Tintoretto, Caravaggio… e la lista potrebbe andare avanti ancora per un bel po’. Si tratta di uno dei luoghi tra i più belli al mondo, ma è troppo grande per poterne apprezzare tutti i capolavori in una volta sola. ArteMìa ha così trovato una soluzione per gustarti appieno e in totale relax questo meraviglioso viaggio nell’Arte. Un appuntamento al mese, ogni volta un argomento diverso: in questo modo concentreremo la visita solo su alcuni capolavori e ci gusteremo gli Uffizi a piccoli morsi, anziché farne indigestione! In queste due occasioni, la visita sarà dedicata a ‘La Maniera’! (visita riservata ai soci ArteMìa – costo 10 euro a persona)

Domenica 25 ottobre, invece, alle 15.00, ci sarà la visita ‘Le porte del Duomo: ieri, oggi e… un'idea per il futuro. Visita ai portali della Cattedrale di Santo Stefano e all’atelier di scultura Progetto Scultura Duomo’. Nel settembre 2019 è nato “Progetto Scultura Duomo”, una realtà nuovissima per Prato, nata da un'idea di Caterina Bacci, scultrice, che ha voluto coinvolgere il proprio maestro – prof. Stefano Patti docente di scultura all'Accademia di Belle Arti di Firenze dal 1986 – per ricreare quella “bottega” d'artista in cui ancora si lavora con gli stessi metodi e le stesse tecniche che usava il grande Michelangelo. Un’atmosfera unica pervade questi spazi dove il maestro e l'allieva tengono i loro corsi di scultura rivolti a chi ha già qualche esperienza, ma anche a chi non ha mai avuto l’ardire, o l’idea, di toccare la creta per plasmare forme e volti. L’atelier si trova in alcuni spazi della Diocesi di Prato e con essa è legato a doppio filo grazie ad alcuni progetti che i due scultori stanno portando avanti per la Cattedrale di Prato: una scultura del nostro Santo patrono, Stefano, e delle nuove porte in bronzo. Quest’ultimo, ambiziosissimo, progetto nasce dalla volontà di rendere “immortali” le porte del Duomo (attualmente in legno) e dall'esperienza del professor Patti in questa materia (suo è il progetto per il portale del Santuario di Pompei a Napoli ed ha lavorato anche allo stampo del calco delle porte del Ghiberti a Firenze). Visto che si parla di porte, questa visita sarà l'occasione per guardare insieme alle ragazze di ArteMìa ai tanti e diversi portali della Cattedrale di Prato, ed in seguito poi sarà possibile andare a trovare i maestri del “Progetto Scultura Duomo”, Caterina e Stefano. Li vedrete a lavoro, mostreranno alcune tecniche, e potrete aver modo di toccare con mano i materiali ed immaginarci, per un pomeriggio, di essere apprendisti alle prese con la grande Arte.(visita riservata ai soci ArteMìa – costo 10 euro a persona)

Martedì 27 ottobre, alle 21.00, è prevista una serata dedicata alla scoperta dei Musei Vaticani (presso STA – Spazio Teatrale all'Incontro, in via dei Sassoli, 27, Prato). Fondati da papa Giulio II nel XVI secolo, occupano gran parte del vasto cortile del Belvedere e sono una delle raccolte d’arte più grandi del mondo, dal momento che espongono l’enorme collezione di opere d’arte accumulata nei secoli dai papi: dalla Pinacoteca Vaticana alla Cappella Sistina, dal Museo Pio Clementino a quello Gregoriano, e tanto altro ancora. (serata riservata ai soci ArteMìa – 10 euro a persona)

La prenotazione è obbligatoria. Ci sono ancora pochi posti disponibili, per maggiori informazioni e prenotazioni, si può contattare direttamente ArteMia (sede in Piazza Lippi, n.34, aperta dal martedì al venerdì: 9.00 – 13.00 ed il giovedì anche 14.00 – 18.00): telefono 3405101749 (attivo dal martedì al venerdì: 9.00-15.00; il giovedì 9.00-18.00 ed il sabato 10.00-13.00), email artemiaprato@gmail.com o navigare su www.artemiaprato.it oppure pagina Facebook Artemia Prato.

22/10/2020 15.41
Non-profit in provincia di Firenze


 
 


Vai al contenuto