Login

MET


Redazione di Met
Confini Disumani, evento di chiusura del Florence Dance Festival
Giovedì 29 luglio, ore 21.30 - Grande Chiostro di Santa Maria Novella
Dal 26 giugno, nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2021, il 32° Florence Dance Festival ha acceso i riflettori sul magnifico Chiostro Grande di Santa Maria Novella, dando luce ad un progetto artistico che guarda al futuro della danza attraverso la “potenza in atto” degli artisti protagonisti oggi.  
I fondatori Marga Nativo e Keith Ferrone, convinti che l’investimento nell’arte oggi è già il “Future perfect” di domani, hanno apportato una firma di innovazione nel 32° cartellone del Festival in questo momento di rinascita generale per l’arte dello spettacolo dal vivo. Il pubblico, di fatto, è accolto in un originale progetto architettonico intorno ad un palcoscenico circolare, in-the-round, che rispetta il distanziamento previsto dalle normative vigenti, per assistere ad una programmazione di più di 20 spettacoli dei Performing Arts tra danza, musica, opera e teatro. 

Giovedì 29 luglio, ore 21.30
CONFINI DISUMANI
EQUILIBRIO DINAMICO 
Chiostro Grande Santa Maria Novella


 “Noi siamo il rosso e il nero della terra, un oltremare di sandali sfondati, il polline e la polvere nel vento di stasera. Uno di noi, a nome di tutti, ha detto: “Non vi sbarazzerete di me. Va bene, muoio, ma in tre giorni resuscito e ritorno”.

Confini Disumani, evento di chiusura del Florence Dance Festival, la rassegna che da anni anima l'estate fiorentina ospitando le compagnie più prestigiose del panorama internazionale della danza, andrà in scena il 29 luglio p.v. all'interno del Chiostro Grande di Santa Maria Novella. Un luogo suggestivo, in cui la platea avvolge il palcoscenico e il pubblico accoglie gli artisti in un abbraccio.
Ispirato al testo ‘Solo Andata’ di Erri De Luca e firmato dalla coreografa Roberta Ferrara per la compagnia Equilibrio Dinamico, Confini Disumani è una preghiera fisica, un quadro nudo e consunto di una società in cui l'idea di nazione e di patria sembrano sgretolarsi. Nella frenesia dei corpi e nell'onesta sfrontatezza dei gesti, si insinua un crescente senso di sradicamento. Il ritmo incalzante della musica e una drammaturgia che non concede pause, conducono ad una riflessione amara e infine ad una speranza necessaria.
I danzatori in scena attingono all'energia, al talento, e la tecnica necessaria ad uno spettacolo così intenso e toccante.
La compagnia Equilibrio Dinamico, voluta e guidata dalla coreografa Roberta Ferrara, nasce in Puglia nel 2011 per offrire, ad un selezionato gruppo di danzatori del Sud Italia, la possibilità di cimentarsi
in un repertorio eclettico e di caratura internazionale. L’apertura ad una sperimentazione di qualità, un lavoro drammaturgico certosino ed efficace, definiscono la produzione della stessa Ferrara e quella dei coreografi chiamati a collaborare con Equilibrio Dinamico. Grazie ad un efficace network di scambi con l’Europa e l’Asia, sostenuto dal Teatro Pubblico Pugliese e, fra gli altri, degli Istituti Italiani di Cultura di Colonia, Messico, New York, Atene, San Paolo del Brasile, San Francisco e Zagabria, la compagnia va in scena in paesi quali Stati Uniti, Messico, Singapore, Belgio, Germania, Grecia, Albania, Kosovo, India, Giappone, Spagna, Brasile. Nel 2021 la compagnia è riconosciuta dal Ministero della Cultura - Direzione generale dello spettacolo, come soggetto di produzione danza UNDER 35.

28/07/2021 14.16
Redazione di Met


 
 


Met -Vai al contenuto